Mostre, concerti, spettacoli

De Gregori in Concerto a Napoli

Sabato 23 aprile si terrà a Napoli, presso la Casa della Musica – Federico I, il concerto di Francesco De Gregori & Band Live – The Greatest Hits.

Il cantautore romano, una vera e propria istituzione nella storia musicale italiana, ripercorrerà le tappe di una carriera lunga quasi 50 anni, ricca di successi che ormai sono entrati a far parte del patrimonio culturale nazionale: da “Alice” a “Rimmel”, da “La donna cannone” a “Generale”, fino ad arrivare alle hit più recenti.

Il tour di Francesco De Gregori celebrerà un percorso artistico unico nel suo genere, che si snoda tra la testi iconici e fortemente evocativi, che hanno la potenza di trasportarci al centro delle sensazioni umane.

Allo stesso tempo i fan potranno ritrovare tutta la familiarità con le melodie, che hanno accompagnato, di generazione in generazione, la quotidianità in tutte le sue sfaccettature. 

Ora ermetico e visionario, ora romantico  sicuramente, De Gregori è stato uno dei protagonisti del panorama avanguardistico musicale degli anni Settanta ed è ancora oggi in grado di emozionare e offrire ispirazione attraverso testi mai banali e un continuo approfondimento in ambito sonoro, grazie alle numerose collaborazioni a cui l’artista ha preso parte.

Chi vorrà raggiungere Napoli dalle isole per assistere a questo straordinario evento, potrà imbarcarsi da Procida o da Ischia a bordo degli aliscafi SNAV, che collegano il Golfo al capoluogo partenopeo in soli 45 minuti. La prenotazione si può effettuare comodamente online collegandosi al sito www.snav.it.

***A causa dell’emergenza Covid-19 l’organizzazione ha dovuto spostare la data dell’evento più volte. Dal 1° aprile 2022 si avvia il percorso di uscita dalla fase di emergenza con un alleggerimento progressivo delle restrizioni.

Tuttavia, si ricorda che per la partecipazione agli spettacoli al chiuso è necessario esibire il Green Pass rafforzato e indossare un dispositivo di protezione FFP2. Per l’accesso alla manifestazione è previsto, per chi ne fosse già in possesso,  l’utilizzo del biglietto precedentemente acquistato.***

Iliade – Omero al MANN

Una mostra che lega letteratura all’arte antica: così si potrebbe definire la mostra  “Omero, Iliade. Le opere del MANN nelle pagine di Alessandro Baricco” che si potrà ammirare al MANN fino al 10 gennaio 2022.

L’uomo è ripensato partendo dal mare in un percorso che si snoda in quindi reperti, allestiti all’interno delle sale della Farnesina, che sono databili tra il VI e il IV secolo. La mostra è divisa per sezioni tematiche che ci raccontano la cultura greca anche attraverso la rilettura offerta da Baricco, allo scopo di fornire una lettura contemporanea dell’opera di Omero.

A ogni reperto corrisponde un brano di Baricco, che va a suggellare un dialogo tra tradizione iconografica e letteraria. La mostra è aperta dal busto di Omero, appartenente alla Collezione Farnese, che nei primissimi giorni della mostra è stato esposto nella Cappelletta di Terra Murata a Procida, all’interno della rassegna MARetica, un evento preparatorio a quello che sarà il programma di Procida Capitale della Cultura 2022.

L’opera di Omero rivive attraverso le parole di Baricco, avvicinandosi maggiormente alla sensibilità contemporanea. Tutto il mondo costruito da Omero viene riesaminato dallo scrittore torinese, ribaltando l’impostazione originale dell’opera, che viene riproposta in un lettura che lascia agli uomini il palcoscenico della storia, eliminando le narrazioni che riguardano gli interventi degli dei nelle vicende della guerra.

I reperti, tuttavia, raccontano anche la ritualità, le battaglie campali e i duelli. La tradizione militare e le metodologie di combattimento compaiono nelle coppe di vino decorate con scene di combattimento, che ci raccontano degli approcci strategici che caratterizzavano le battaglie dell’epoca.

Non manca, all’interno della mostra, un focus sulle donne, causa e motore di tutte le vicende raccontate da Omero. Le donne dell’epoca alto-arcaica dovevano attenersi a regole comportamentali rigide e incarnare determinate virtù.

La bellezza, tanto decantata da Omero, diventa dovere e condanna negli scritti di Baricco. La donna viene vista per quella che è una vittima di violenza. L’esposizione di quattro reperti di ceramica, come vasi rituali e recipienti per il trasporto mostrano pienamente questo destino.

Un’altra sezione che unisce passioni contrastanti e diventa un approfondimento ulteriore nello spirito umano riguarda i reperti che si avvicinano al dramma rappresentato dalla morte di Patroclo e la discesa in battaglia di Achille. Tutto questo è rappresentato nelle scene ritratte sulle anfore che ci illustrano un guerriero intento a prepararsi, il combattimento davanti al corpo di un soldato morto e Achille che trascina il corpo di Patroclo. Queste sono solo alcune delle immagini che i reperti in ceramica ci raccontano.

A questo punto giungiamo poi all’ultima notte di Troia, attraverso un percorso simmetrico che ci racconta del destino di Ettore. L’ultimo reperto che chiude il percorso della mostra è rappresentato da un vaso attico sul quale sono stati dipinti, a figure nere, Enea che scappa da Troia con il padre Anchise.

Il MANN è aperto tutti i giorni, escluso il martedì, dalle 9.00 alle 19.30. Per informazioni su biglietti e costi delle mostre è possibile chiamare il numero 081 44 22 111.

Se ti sposti da Procida, Capri o Ischia, scegli gli aliscafi SNAV. Tutti i giorni è possibile imbarcarsi dai porti delle isole del Golfo per raggiungere la terraferma, con una traversata veloce e confortevole.

Chiama al numero 081 4285 555, utilizza il sito www.snav.it o l’App SNAV per acquistare i tuoi biglietti.

monet-immersive-exeperience

Monet: The Immersive Experience a Napoli

Una mostra affascinante che mostra la grandezza dell’arte di Monet attraverso le nuove tecnologie.

Il maestro impressionista con le due opere diventa protagonista di una mostra interattiva e multimediale, in una cornice unica al mondo rappresentata dalla Chiesa di San Potito.

L’evento culturale che fonde alla perfezione arte e tecnologie multimediali doveva concludersi nel mese di ottobre è stato prorogato fino al 31 gennaio del 2022.

La Chiesa di San Potito: un gioiello nel cuore di Napoli

La chiesa di San Potito si trova sulla collina della Costagliola nei pressi del MANN, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

La chiesa fu eretta nella prima metà del Seicento da Pietro De Marino. La chiesa fu restaurato nel 1780 per mano dell’architetto Giovan Battista Broggia.

Il monastero annesso fu soppresso nel 1808 e fu adibito a fanteria nell’anno successivo. L’abbandono della chiesa finì quando fu affidata alla congrega degli ufficiali banco per decreto di Francesco I delle Due Sicilie.

La chiesa si presenta con una facciata a portico d’epoca. All’interno si accede tramite una scalinata di piperno. L’interno è suddiviso in una navata unica con tre cappelle per lato, transetto e abside. La chiesa è impreziosita dalle opere di Andrea Vaccaro e Luca Giordano.

Come è strutturata la mostra?

La mostra è organizzata per offrire al visitatore la sensazione di essere al centro dei quadri. In tal senso, immersive experience sta proprio a significare la possibilità di essere circondati dall’opera per sentirsi parte integrante dell’opera. Le videoproiezioni si animano sotto i piedi e intorno.

La proiezione ha una durata di 35 minuti e si ripete in loop. Ma non finisce qui! La Immersive Experience dedicata a Monet è un’occasione anche per i più piccoli di scoprire l’arte e di partecipare a laboratori per far sentire ogni bambino un piccolo artista.

Quanto costa il biglietto per la mostra Monet Immersive Experience?

Il biglietto per l’accesso ha un costo variabile. Per un adulto il costo è di 12 euro.

Sono applicate riduzioni per studenti (9-26 anni), over 65 e disabili che accedono pagando il prezzo di 9 euro.

Tariffe agevolate sono previste anche per i bambini, gratis fino a 4 anni, mentre fino ai 16 entrano con un ridotto di 7 euro.

Famiglie e gruppi possono contare su ulteriori agevolazioni. I biglietti sono acquistabili online oppure presso il botteghino all’ingresso. La biglietteria è aperta dalle 10.00 alle 19.00.

Quali sono i giorni e gli orari d’apertura per la mostra Claude Monet Immersive Experience?

La mostra è visitabile tutti i giorni, escluso il mercoledì, dalle 10.00 alle 20.00.

Per l’accesso alla mostra è necessario esibire il Green Pass, in ottemperanza al D.L. del 23 luglio 2021, n.105. Sono esenti da questo obbligo i minori di 12 anni. Infine, la mostra è convenzionata con il circuito Artecard.

Per spostarsi dalle isole sulla terraferma scegli la comodità degli aliscafi SNAV con partenze giornaliere da Ischia, Capri e Procida.

Christiane Lohr a Capodimonte

Tra gli eventi da non perdere in programma nella stagione autunnale al Museo di Capodimonte di Napoli segnaliamo sicuramente la mostra di Christiane Löhr, che si terrà dal 26 settembre 2020 al 10 gennaio 2021. 

L’evento è curato da Sylvain Bellenger e Laura Trisorio, e vede la collaborazione di Tucci Russo Studio per l’Arte Contemporanea. La mostra va a inserirsi nel ciclo di eventi denominato Incontri Sensibili, incentrato sul dialogo tra arte contemporanea e le collezioni storiche del Museo di Capodimonte.

L’arte di Christiane Löhr si fonda su un rapporto molto stretto con la natura, della quale vuole essere anzitutto una forma di rappresentazione, nel solco di una tradizione millenaria che affonda le proprie origini addirittura nella pittura rupestre e nell’arte parietale di età preistorica.

Appropriarsi della natura attraverso il linguaggio artistico sembra essere la poetica dell’artista tedesca, che ci propone sculture, dipinti e installazioni realizzati con materiali organici forniti direttamente dalla natura stessa: peli di animali, crine di cavallo, fili d’erba, semi. Il risultato è una creatività tesa a evocare con forza e vigore la vitalità insita nella natura, ma al tempo stesso anche la sua stessa fragilità.

Tutti coloro che volessero maggiori informazioni in merito alla mostra di Christiane Löhr al Museo di Capodimonte possono collegarsi al sito ufficiale http://www.museocapodimonte.beniculturali.it per conoscere orari di accesso e chiusura ed eventuali disposizioni dettate dall’emergenza COVID-19 tutt’ora in corso.

Cous Cous Festival 2020

Dal 18 al 27 settembre a San Vito lo Capo si terrà la 23edizione del Cous Cous Fest, il festival internazione dell’integrazione culturale. La manifestazione si terrà sotto la scorta delle indicazioni fornite dal Comitato provinciale dell’ordine e della sicurezza pubblica, ed è organizzata dall’agenzia Feedback in collaborazione con il Comune di San Vito Lo Capo.

Ai partecipanti al festival sarà richiesto di indossare la mascherina e di rispettare le norme di distazioniamento. Tra gli appuntamenti previsti nel corso del Cous Cous Fest torna il “Bia Theatre” in piazza Santuario, palcoscenico delle sfide di cucina, cooking show e spettacoli serali. In piazza Marinella, invece, “Conad Arena” si svolgeranno spettacoli di teatro popolare e danza etnica.

In entrambe le aree si potrà accedere solo previa registrazione e controllo della temperatura, come forme precauzionali che si andranno ad aggiungiungere all’uso della mascherina e al rispetto delle norme di distanziamento sociale.

Purtroppo, per evitare rischiosi assembramenti, in questa edizione non si svolgeranno concerti sulla spiaggia, ma il festival avrà un taglio culturale e di approfondimento, anche se non mancheranno momenti di intrattenimento.

Nel primo weekend del festival si svolgerà il Campionato Bia CousCous, arrivato alla sesta edizione. Il 18 e 19 settembre quattro chef sanvitesi si sfideranno con gustose ricette a base di cous cous e il vincitore rappresenterà l’Italia al Campionato del mondo di cous cous. Tra i giudici della competizione ci sarà Filippo La Mantia e Sonia Peronaci.

Il Campionato del mondo di cous cous prevederà la partecipazione di sei paesi: Italia, Marocco, Mauritius, Palestina, Senegal e Tunisia. La sfida tra paesi sarà un vero e proprio un “All Star Game”, che vedrà una battaglia ai fornelli tra i migliori chef.

Altro appuntamento inclusivo è il contest integriamoci a tavola promosso dal progetto europeo Integration and Community Care for Asylum and Refuges in Emergency (ICARE). L’iniziativa ècofinanziata dalla Direzione Generale Integration and Community Care for Asylum andRefugeesinEmergency e promosso dalla Regione Emilia Romagna, in collaborazione con le Regioni Lazio, Sicilia e Toscana.

L’evento si terrà mercoledì 23 settembre e vedrà protagonisti quattro migranti che entreranno in cucina a San Vito Lo Capo e proporranno al pubblico partecipate alla rassegna le gustose ricette provenienti dalla loro tradizione gastronomica rivisitate secondo i canoni della dieta mediterranea. Il piatto vincitore sarà quello che riuscirà a fondere sana alimentazione, gusto e presentazione.

Inoltre, non possono mancare le case del cous cous con due punti di degustazione sulal spiaggia. L’expo villagr allestito dalle 12 alle 24 sarà allestito il mercato, dove i visitatori potranno trovare tantissimi prodotti artigianali e manufatti tipici dei paesi in gara e siciliani.

Molto attesi anche i cooking show con protagonisti Filippo La Mantia e Chiara Maci.

Per scoprire i sapori del cous cous partecipa al Cous Cous Fest e scegli i traghetti per la Sicilia, con partenze da Genova, Civitavecchia e Napoli.

Ischia Film Festival 2020

Un diciottesimo compleanno indimenticabile per l’Ischia Film Festival 2020. La manifestazione cinematografica che da il via all’estate ischitana quest’anno si trasforma per via delle restrizioni dovute alla recente pandemia di Covid-19.

L’Ischia Film Festival 2020, tuttavia, è un evento irrinunciabile e anche quest’anno terrà incollati appassionati di cinema con eventi live e in streaming, attraverso un portale dedicato quale https://www.ischiafilmfestivalonline.it/index.php/it/.

Le proiezioni si terrano dal 27 al 4 luglio. Ci si potrà accreditare per prendere visione dei film in concorso direttamente sul portale. Anche per gli eventi live, riservati a un ristretto numero di persone e che si terranno nella splendida cornice del Castello Aragonese è indispensabile l’accredito.

I film in streaming potranno essere visti gratuitamente secondo le regole stabile per consentire agli utenti una visione ottimale. Come ogni anno sono state selezionate proposte provenienti da registi di tutto il mondo per offrire una panoramica ampia e suggestiva sulle più disparate tematiche, che hanno però come unico comune denominatore la location, quindi l’identità culturale e paesaggistica di un territorio, che diventa protagonista al pari degli interpreti. 

Quest’anno ci sarà anche la novità dedicata all’inserimento in programma non solo di opere che evidenziano il cinema in Campania, oppure cortometraggi e lungometraggio di registi nostrani e non, ma si inaugura la sezione dedicata a i film di animazione.

Scopo della manifestazione è sempre quello di sensibilizzare il pubblico attraverso opere di forte impatto che possano portare spunti di riflessione sulle tematiche sociali che riguardano non solo il nostro paese, ma tutto il mondo.

Parteciperanno alla manifestazione anche film e fiction fuori concorso, nonché è prevista la presenza di attori, ormai diventati i beniamini del pubblico, come Marco D’Amore che porterà il suo L’Immortale di cui non solo interprete, ma anche regista. 

Interverranno all’Ischia Film Festival 2020 anche le protagoniste dell’acclamata fiction L’Amica Geniale, serie che trae ispirazione dai libri della misteriosa scrittrice Elena Ferrante. A presentare Storia del nuovo cognome ci saranno Gaia Girace (Lila), Margherita Mazzucco (Lenù), Giovanni Amura (Stefano Caracci) e Francesco Serpico (Nino Sarratore).

La XVIII edizione dell’Ischia Film Festival si preannuncia comunque densa di novità e di tanto buon cinema. Da casa o direttamente dall’isola Verde sarà possibile godere di questo spettacolo in piena sicurezza.

Napoli e isole: idee per Natale

A Natale e Capodanno concedersi una vacanza tra Napoli e le isole del Golfo consente di vivere una full immersion tra le tradizioni e costumi locali, ma anche scoprire numerose novità. Il programma del Natale 2019 è abbastanza ricco e non mancano divertimenti per grandi e piccini.

Immancabili i mercatini di Natale dove sarà possibile trovare regali artigianali esclusivi, per omaggiare le persone care con un pensiero originale e soprattutto unico. Attrazione per i bambini sono i villaggi di Santa Claus, dove tra elfi, giochi e piccole ricostruzioni della mitica città del Polo Nord potranno incontrare i loro beniamino.

Per gli amanti della tradizione non può mancare una passeggiata nei centri storici e lasciarsi rapire dall’atmosfera natalizia sottolineata anche dalle luminarie che creano sfavillanti giochi di luce. Per vivere pienamente lo spirito natalizio non può mancare una passeggiata a San Gregorio Armeno per godere della bellezza dei presepi e la maestria degli artigiani che da generazioni realizzano strutture e personaggi, con richiami anche all’attualità.

Per chi ama particolarmente la tradizione del presepe napoletano punto di riferimento è rappresentato dal maestoso presepe presente nella Certosa di San Martino. Il drammatico realismo dei personaggi, le espressioni fortemente realistiche e le scene di vita comune rappresentate ci catapultano in un’atmosfera che ricorda le piazze e i vicoli di Napoli. Sembra quasi di sentire le voci e la confusione del mercato. Finché lo sguardo non indugia sulla discesa degli angeli, verso la Natività.

Sempre per gli amanti del presepe ci sono la Mostra di Arte Presepiale a San Severo al Pendino e la Mostra Internazionale del Presepe in Via Tribunali a Napoli: opere straordinarie tra futuro e tradizione. Quest’ultima si svolge nella chiesa di Sant’Angelo in Segno fino al 14 gennaio 2020.  Per il presepe vivente, invece, a Campagnano sull’isola di Ischia, si svolge la consueta rappresentazione della Natività, generalmente, negli ultimi giorni di dicembre.

Arte e Napoli vanno sempre a braccetto e fino alla fine di marzo sarà possibile assistere alla mostra a cielo aperto di Liu Ruowang allestita in piazza Municipio. Cento lupi di ferro hanno invaso la celeberrima piazza di Napoli, per una installazione artistica che non ha pari. Al Real Museo di Capodimonte, invece, è stata allestita la mostra di Calatrava.

Questo periodo è ideale anche per chi desidera regalarsi l’emozione del grande teatro. Al San Carlo è prevista la Messa in scena dello Schiaccianoci. Altri appuntamenti teatrali sono rappresentati dallo spettacolo di Sal Da Vinci, La Fabbrica dei Sogni in programma all’Augusteo, Peppe Barra al Politeama con la Cantata dei Pastori e lo spettacolo STOMP in scena al Teatro Bellini. Il Palapartenope, invece, ospiterà il concerto di Nino d’Angelo e Gigi d’Alessio.

Natale arriva anche per i piccoli scienziati: proprio nel periodo delle festività natalizie, presso Città della Scienza sono organizzati laboratori e attività che coinvolgeranno i più piccoli alla scoperta dei misteri del nostro mondo.

A Capodanno si potrà festeggiare a Napoli o sulle isole del Golfo partecipando a brindisi di piazza, spettacoli di intrattenimento e di fuochi pirotecnici al fine di salutare il 2019 e dare il benvenuto al 2020 in musica e in allegria. Non mancheranno discoteche a cielo aperto per chi desidera completare la serata con il consueto veglione, oppure rifugiarsi nei propri locali preferiti.

Croazia: Ultra Europe Festival 2019

Semplicemente indimenticabile!

Questo è ciò che i tantissimi fan descrivono dell’evento Ultra Europe Festival che, dal lontano 2013, ogni anno, raduna migliaia di persone per la manifestazione dance – elettronica più famosa al mondo.

La splendida città di Spalato, indiscussa perla della Croazia, e più precisamente lo stadio di Poljud, si apprestano a trasformarsi in una enorme discoteca per ospitare l’Ultra Europe Festival 2019; la manifestazione, come già avvenuto negli anni precedenti, radunerà tantissimi appassionati del genere techno e house provenienti da tutto il mondo.

Come sempre è stato scelto un weekend per la settima edizione di questo magnifico evento musicale: inizierà venerdì 12 per poi terminare la sera di domenica 14 luglio.

Le consolle dei palchi giganteschi allestiti appositamente nello stadio di Spalato, vedranno sfilare alcuni degli artisti più noti della scena mondiale della musica dance ed elettronica; un ritorno “live” attesissimo sarà quello del famosissimo trio di dj superstar, gli Swedish House Mafia, divisi dal 2013 e riuniti apposta per questo grandissimo evento.

Anche il seguitissimo duo americano dei Chainsmokers salirà in consolle, così come Steve Aoki ed il talentuoso David Guetta, star mondiale del genere che si esibì anche durante la precedente edizione.

Come ogni anno il programma della manifestazione garantirà l’eccellenza del genere dance, garantendo musica no-stop in tutte le sere del weekend, dal pomeriggio a notte fonda.

Le esibizioni degli artisti in consolle saranno accompagnate da scenografie indimenticabili: durante le forti battute che usciranno dai giganteschi amplificatori della festa, verranno sparati in cielo fuochi pirotecnici mentre, sui migliaia di fan in delirio in pista, saranno proiettati fasci di luci di ogni tipo.

Gli eventi principali della manifestazione si terranno a Spalato, ma durante tutta la settimana, appositamente per i tantissimi di ospiti, sull’isola di Hvar si terranno numerose altre feste sulle spiagge, nelle discoteche e, addirittura, in alcuni castelli, nell’ambito della “Destination Ultra”; il Regatta Beach Party a Brač e l’Ultra Beach sono solo due dei tanti eventi organizzati per la settimana della musica dance in Croazia.

Gli organizzatori, nell’edizione di quest’anno, sperano di sfondare il record (raggiunto l’anno scorso) di fan partecipanti, quando all’Ultra Europe Festival si contarono circa 150mila persone provenienti da 142 nazioni differenti!

Cosa aspettate allora ad immergervi nell’incontaminato mare della Croazia e a ballare fino a notte fonda la musica dei dj’s più importanti del mondo all’Ultra Europe Festival?

Spalato e l’Ultra Europe Festival vi aspettano per una vacanza assolutamente indimenticabile!

SNAV sarà lieta di ospitarvi a bordo dei confortevoli Cruise Ferry attivi sulla tratta Ancona-Spalato e garantirà il massimo relax al vostro viaggio.

E’ attivo il nostro call center al numero 081.4285555 per scoprire gli orari di partenza e ricevere tutte le informazioni necessarie per il vostro viaggio in Croazia.

Ischia Film Festival 2019

Anche quest’anno arriva l’attesissimo concorso cinematografico internazionale denominato Ischia Film Festival (IFF).

L’importante rassegna, nata nel 2003 da Michelangelo Messina (un noto location manager), ha come sempre un palcoscenico d’onore, di rara bellezza: il Castello Aragonese della meravigliosa isola di Ischia

Come ogni anno l’evento si terrà tra l’ultimo sabato di giugno ed il primo di Luglio, otto giorni in cui verranno proiettate numerose opere cinematografiche provenienti da tutto il mondo, che risalteranno l’identità paesaggistica e culturale di territori e location, al pari d’importanza degli interpreti.

Lungometraggi, cortometraggi e documentari si avvicenderanno sui cinque schermi all’aperto che verranno posizionati nella straordinaria location del Castello Aragonese, un borgo del 1500 in mezzo a uno dei mari più apprezzati dai turisti di tutto il mondo.

L’ideatore della rassegna, Messina, come avviene da ormai tre edizioni, sarà affiancato nella direzione artistica da Boris Sollazzo.

L’IFF si è particolarmente distinto nel panorama dei festival internazionali, grazie ad un’identità assolutamente particolare ed apprezzata non solo dai tanti visitatori, ma anche dagli stessi artisti che partecipano all’evento, che sottolineano costantemente come questa iniziativa racconti, attraverso l’audiovisivo, la diversificazione culturale dei territori.

Ogni spettatore potrà acquistare un singolo tagliando d’ingresso e accedere alla “cittadella del cinema”, avendo così la possibilità di poter scegliere quali e quanti film desidera vedere in tutta la serata.

Come tutti i Festival internazionali, anche quello di Ischia avrà una giuria di assoluto livello: importanti personaggi del mondo del cinema attribuiranno un riconoscimento artistico alle opere, ai registi, ai direttori della fotografia e agli scenografi che meglio avranno valorizzato le location italiane ed internazionali e che meglio avranno sottolineato sia l’identità culturale che i paesaggi.

Quest’anno le sezioni competitive del festival saranno due: in quella denominata “Concorso Ufficiale” la gara vedrà celebrare il miglior lungometraggio, il miglior documentario e il miglior cortometraggio del festival, e riguarderà sia lavori nazionali che internazionali; la sezione chiamata “Location Negata” sarà invece una competizione tra le opere che avranno meglio evidenziato un territorio particolarmente disastrato, a tal punto da fargli perdere l’identità culturale (ad esempio luoghi con guerre o calamità naturali).

A chi vincerà questo concorso verrà assegnato il riconoscimento “IFF Award”.

La sezione intitolata “Scenari Campani”, non competitiva, sarà il teatro del meglio della produzione cinematografica della regione Campania. Anche in questa sezione ci saranno riproduzioni di lungometraggi, cortometraggi e documentari.

Una sezione di assoluto interesse è senz’altro la “Best of the year”, dove verrà riprodotto il meglio della stagione cinematografica italiana, riguardante cinema di finzione e documentario. Non sarà una sezione competitiva, ma vedrà comunque proclamare l’opera migliore dal pubblico presente.

L’ultima sezione, chiamata “Retrospettive e omaggi”, sarà invece dedicata a grandi artisti del passato e del presente che, attraverso i propri capolavori, hanno reso omaggio al cinema, raccontando l’identità del paese attraverso le sue più belle location.

Sul palco dell’Ischia Film Festival negli anni si sono alternati ospiti eccezionali, di caratura nazionale ed internazionale, come Gabriele Salvatores, Carlo Verdone, Peter Greenaway, Gabriele Muccino, Valeria Golino, Walter Veltroni e tanti altri..

L’evento, dal 2004, è posto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana e, dal 2013, gode dell’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo.

Quest’anno il festival omaggerà il compianto Bernardo Bertolucci, indiscusso Maestro del cinema italiano e riconosciuto anche a livello mondiale, che sarà ricordato attraverso le sue opere più significative e tramite diverse testimonianze di suoi ex collaboratori.

Appuntamento quindi nella meravigliosa isola di Ischia dal 29 giugno al 6 luglio 2019, presso l’incantevole Castello Aragonese.

Acquista sul sito www.snav.it il tuo biglietto per raggiungere Ischia da Napoli e dalle altre isole del Golfo, Capri e Procida.

Scopri gli orari di partenza e goditi il tuo viaggio sui comodi aliscafi SNAV!

stromboli-isola

Stromboli: Festa del teatro Eco logico

La meravigliosa isola di Stromboli dell’arcipelago eoliano si conferma ancora una volta palcoscenico ideale della caratteristica Festa del teatro Eco logico, che si terrà dal 22 al 30 giugno.

Giunta alla VI edizione, la festa propone una settimana di eventi diversi tra loro, tutti collegati da un’unica particolarità: la “spina staccata”!

Tutti gli eventi, da quelli teatrali a quelli musicali, dalla danza alle illuminazioni ed amplificazioni, avverranno senza l’utilizzo di corrente elettrica! Proprio così… gli spettatori potranno godere di tanti spettacoli ed iniziative in cui il rapporto con i vari performer sarà del tutto naturale e diretto, esaltando i dialoghi e le prestazioni col fascino naturale dell’isola, delle sue spiagge e dei suoi colori.

In ambito culturale e teatrale, la festa è ormai divenuta, nel corso degli anni, un appuntamento unico e particolarmente apprezzato da tutti, sia dagli artisti partecipanti che dagli ospiti e residenti dell’isola.

Per sottolineare l’unicità dell’evento, basta ricordare che nel 2014 allo stesso è stata conferita la Medaglia del Presidente della Repubblica Italiana, e che, nelle diverse performance delle prime cinque edizioni della festa, si sono alternati molti artisti, scrittori, intellettuali e musicisti di notevole spicco.

La natura selvaggia di Stromboli sarà lo sfondo principale dei tanti eventi in programma nei diversi luoghi incantevoli dell’isola; tra i vicoletti del paese, sulle splendide spiagge incontaminate, nei boschi e sul molo del particolare porto saranno allestiti tutti gli eventi della Festa del teatro Eco logico.

I nove giorni di musica, danza e teatro dell’isola di Stromboli saranno ad ingresso gratuito.
Ma le sorprese non finiscono qui..!

Visita il sito web www.snav.it o contatta il nostro call center al numero 081.4285555 per conoscere gli orari di partenza per le isole Eolie e scoprire come aderire alle nostre promozioni.