De Gregori in Concerto a Napoli

De Gregori in Concerto a Napoli

Sabato 23 aprile si terrà a Napoli, presso la Casa della Musica – Federico I, il concerto di Francesco De Gregori & Band Live – The Greatest Hits.

Il cantautore romano, una vera e propria istituzione nella storia musicale italiana, ripercorrerà le tappe di una carriera lunga quasi 50 anni, ricca di successi che ormai sono entrati a far parte del patrimonio culturale nazionale: da “Alice” a “Rimmel”, da “La donna cannone” a “Generale”, fino ad arrivare alle hit più recenti.

Il tour di Francesco De Gregori celebrerà un percorso artistico unico nel suo genere, che si snoda tra la testi iconici e fortemente evocativi, che hanno la potenza di trasportarci al centro delle sensazioni umane.

Allo stesso tempo i fan potranno ritrovare tutta la familiarità con le melodie, che hanno accompagnato, di generazione in generazione, la quotidianità in tutte le sue sfaccettature. 

Ora ermetico e visionario, ora romantico  sicuramente, De Gregori è stato uno dei protagonisti del panorama avanguardistico musicale degli anni Settanta ed è ancora oggi in grado di emozionare e offrire ispirazione attraverso testi mai banali e un continuo approfondimento in ambito sonoro, grazie alle numerose collaborazioni a cui l’artista ha preso parte.

Chi vorrà raggiungere Napoli dalle isole per assistere a questo straordinario evento, potrà imbarcarsi da Procida o da Ischia a bordo degli aliscafi SNAV, che collegano il Golfo al capoluogo partenopeo in soli 45 minuti. La prenotazione si può effettuare comodamente online collegandosi al sito www.snav.it.

***A causa dell’emergenza Covid-19 l’organizzazione ha dovuto spostare la data dell’evento più volte. Dal 1° aprile 2022 si avvia il percorso di uscita dalla fase di emergenza con un alleggerimento progressivo delle restrizioni.

Tuttavia, si ricorda che per la partecipazione agli spettacoli al chiuso è necessario esibire il Green Pass rafforzato e indossare un dispositivo di protezione FFP2. Per l’accesso alla manifestazione è previsto, per chi ne fosse già in possesso,  l’utilizzo del biglietto precedentemente acquistato.***

ventotene

Ventotene: cosa fare in vacanza

Quando si parla delle isole Pontine, generalmente, il primo pensiero che viene alla mente è rappresentato da Ponza: più grande, più frequentata, più mondana, più “vip”.

Eppure, non tutti sanno che esiste un’altra isola, dalle dimensioni più contenute, in grado di offrire numerose attrattive a tutti coloro che preferiscono un turismo “slow”, lontano dal frenetico viavai della folla che, specialmente nei momenti di alta stagione, tende a riversarsi su Ponza.

Stiamo parlando naturalmente di Ventotene, un luogo magico e suggestivo in cui storia e natura si parlano a vicenda, raccontando un ideale di vacanza all’insegna del relax e della pace dei sensi. Ecco quindi alcuni consigli targati SNAV per una vacanza da ricordare a Ventotene.

Il primo aspetto da considerare è che Ventotene rappresenta una meta d’obbligo per gli amanti della storia romana. Qui i Romani costruirono un antico porto, un acquedotto e soprattutto la villa di Giulia, figlia dell’imperatore Augusto, confinata sull’isola in esilio. Altre testimonianze della storia di Ventotene sono i reperti di età borbonica, visibili soprattutto in relazione al carcere ubicato sull’isolotto di Santo Stefano.

Naturalmente, il mare rappresenta l’altra grande attrazione per chi viene in vacanza a Ventotene. L’isola si trova al centro di una gigantesca Area Marina Protetta, il che vuol dire che la fauna e la flora marittima sono soggette a tutela da parte delle autorità e vengono preservate nella loro integrità.

Se siete amanti dello snorkeling e delle immersioni, Ventotene è dunque il luogo perfetto per voi! Con oltre 30 luoghi diversi in cui immergersi, e ben 2 scuole per sub, l’isola è una tappa obbligatoria se siete pratici di questo tipo di attività.

E se vi piace l’idea di visitare l’isola durante la bassa stagione, a settembre potreste immergervi nella settimana dedicata a Santa Candida, che protegge Ventotene, e assistere alle celebrazioni che si tengono in questa circostanza. Si tratta di un evento che generalmente richiama non solo i turisti, ma tutti i nativi dell’isola che oggi vivono sparsi per il mondo.

Raggiungere Ventotene con gli aliscafi SNAV è veramente semplice: basta imbarcarsi al porto di Napoli, dare un occhio al calendario delle partenze e prenotare online il proprio biglietto in modo facile e sicuro! Che aspetti: prenota subito l’aliscafo per Ventotene con SNAV.

Contrada Caolino: le cave di Lipari

Lipari è un’isola speciale, un posto nel quale la natura mostra il suo lato più genuino e selvaggio. Tra i luoghi meritevoli di una visita, soprattutto se si è alla ricerca delle testimonianze più evidenti della natura vulcanica dell’isola, annoveriamo le cave di Contrada Caolino.

Si tratta di cave che al giorno d’oggi sono state abbandonate, ma già in epoca greca venivano utilizzate abitualmente. Sono collocate sul lato occidentale dell’isola, a poca distanza da Quattropani, e si affacciano sui “timponi” (le formazioni più antiche di Lipari, che sono emerse circa 220.000 anni fa). 

Un sentiero si distende lungo le pareti della cava, laddove alcune fumarole di antichissima formazione provocano un effetto cromatico molto particolare che dipende dalle alterazioni delle rocce. Qui troviamo un campo fumarolico ancora oggi attivo, che evidenzia l’anima vulcanica di Lipari, e le pareti tufacee di Timpone Pataso, dove è possibile osservare i depositi stratificati che hanno riempito il lago circa 100.000 anni fa.

Una delle specie fossili che è possibile ritrovare più frequentemente nelle Cave Caolino è la palma nana. Da notare anche le distese di Hyparrhenia hirta, un tipo di vegetazione di grande rilievo paesaggistico, e le orchidee che in primavera fioriscono spontaneamente. A livello faunistico, il gabbiano reale è la specie che abita abitualmente questi luoghi.

Scopri le bellezze dell’isola di Lipari con SNAV. Viaggia con gli aliscafi Napoli Lipari e goditi una meravigliosa vacanza all’insegna di relax, natura e mare.

Festa-del-papa-2022

In viaggio con Papà

Sta arrivando la Festa del Papà e per fargli sentire quanto è speciale allora portalo in vacanza con la promozione SNAV che ti consente di viaggiare in 2 al prezzo di 1, diritti e supplementi esclusi.

Per la Festa del Papà che cosa ne dici di un regalo che possa emozionare e farlo sognare. Cosa c’è di meglio di una vacanza in una calda meta del Mediterraneo dove vivere un’esperienza di relax, a contatto con la natura e assaporando cucine tipiche deliziose?

Per chi ama le mete più lontane ti proponiamo la Croazia: con le sue acque cristalline e le città ricche di storia, nonché i numerosi parchi naturali, dimostrandosi la meta giusta per delle vacanze all’insegna non solo di relax, ma anche di cultura e di sport.

Per chi ama le mete che uniscono il fascino selvaggio a quello mondano le isole Eolie sono sicuramente la meta giusta per osservare fenomeni unici al mondo come la sciara di fuoco e assistere ai tramonti più belli e suggestivi che si possono ammirare solo in questi luoghi.

Se il tuo papà ha in mente un viaggio a Procida, la Capitale Italiana della Cultura 2022, allora potrebbe essere un’idea regalargli i biglietti per godersi gli appuntamenti culturali e di intrattenimento della stagione primaverile ed estiva. Inoltre, potrai approfittare della promozione per organizzare un tour che comprende anche l’isola d’Ischia.

Se poi il tuo papà ama il fascino incontaminato delle isole Pontine allora il regalo giusto è una vacanza o un tour delle isole Ventotene e Ponza potranno fare al caso tuo.

Come ottenere la promozione 2X1 SNAV per la Festa del Papà? È semplicissimo: acquistando due biglietti per adulti o 1 adulto + 1 bambino potrai goderti il tuo viaggio verso Croazia, Eolie, Ponza, Ventotene, Ischia o Procida con un imperdibile 2×1, diritti e supplementi esclusi.

L’iniziativa promozionale è valida dal 18 al 20 marzo 2022. Potrai comprare i tuoi biglietti scontati collegandoti al sito www.snav.it o utilizzando l’App SNAV per un acquisto in piena autonomia.

Se hai bisogno di assistenza, chiama dalle 9:00 alle 19:00 il nostro call center attivo al numero +39.081.4285.555 o recati presso la tua agenzia viaggi di fiducia.

Ti ricordiamo che la promozione dedicata alla Festa del Papà è cumulabile con Voucher SNAV e la formula “Zero Pensieri”: quest’ultima ti permette di effettuare una eventuale cancellazione del viaggio con rimborso del 100% fino a 48 ore prima della partenza.

Festeggia la Festa del Papà con il regalo giusto: acquista subito il tuo viaggio SNAV.

SNAV-BMT-2022

SNAV alla BMT 2022

SNAV partecipa alla XXV edizione della Borsa Mediterranea del Turismo 2022. L’evento rappresenta un appuntamento strategico per i player del settore turistico.

La Borsa del Mediterraneo, infatti, è tutt’oggi riconosciuta come la più importante manifestazione b2b dedicata al mondo del turismo che anche quest’anno si terrà presso la Mostra d’Oltremare.

Quest’anno la Borsa Mediterranea del Turismo si svolgerà nei giorni 18, 19 e 20 marzo: un weekend lungo dove sono previsti tantissimi incontri, conferenze e workshop a cui interverranno ospiti illustri del mondo accademico, del mondo del turismo e giornalisti delle testate più rinomate.

La BMT offre anche la possibilità di accedere a corsi di formazione, presentazioni di prodotti e novità. In tal senso, è qui che si crea il turismo del futuro.

Tra i temi caldi del programma ci sono sicuramente la ripresa e le caratteristiche del turismo post pandemia e quelli legati alla green economy.

Inoltre, saranno elaborati dei focus specifici sugli strumenti di finanza agevolata, sulle opportunità offerte dalla digitalizzazione, sulle strategie e le linee guida più all’avanguardia per trarre vantaggio dall’impiego delle nuove tecnologie in relazione all’applicazione nell’ambito del settore turistico.

In tal senso, la Borsa Mediterranea del Turismo è uno degli appuntamenti immancabili per chi opera nel settore dei viaggi e dell’accoglienza proprio perché è possibile scoprire le nuove tendenze e cogliere nuove opportunità per stringere partnership interessanti.

Non poteva mancare SNAV, la nostra compagnia di navigazione da sempre è un punto di riferimento per i viaggi dall’Italia alla Croazia e per i viaggi verso le isole del Golfo, le isole Pontine e le isole Eolie.

SNAV sarà presente alla Borsa Mediterranea del Turismo presso il Padiglione 6 allo stand 6034 – 6035. Vieni a trovarci presso la nostra postazione, saremo lieti di illustrarti l’offerta SNAV per il 2022.

Da maggio in poi, infatti, assisteremo al progressivo ampliamento dei collegamenti verso alcune delle mete del Mediterraneo, che da sempre sono protagoniste di rilievo nell’ambito del turismo nazionale e non solo.

Nel dettaglio alle partenze verso le isole del Golfo, a maggio si aggiungeranno quelle per la Croazia. Seguirà l’apertura della tratta che condurrà da Napoli verso le meravigliose isole Eolie, mentre a giugno prenderanno il largo gli aliscafi che collegheranno il capoluogo partenopeo e l’isola di Ischia a Ponza e Ventotene.

Scopri la calda estate di SNAV alla BMT 2022: ti aspettiamo!

Le piazze di Spalato

Spalato è una città architettonicamente molto interessante. In particolare, sono da apprezzare le piazze della città che sono ancora vero e proprio crocevia tra turisti e abitanti e luoghi dove sono visibili i lasciti delle dominazioni che si sono susseguite.

Piazza del Popolo

Iniziamo la nostra rassegna partendo da Piazza del Popolo. A questo luogo si accede dalla Porta Ferrea. L’occhio è rapito immediatamente dal campanile medievale che si contraddistingue per il grande orologio, procedendo più avanti, invece, troviamo il Palazzo Comunale che si caratterizza per l’architettura di tipo veneziana.

La facciata del Palazzo Comunale è costituita da un motivo scandito da tre grandi arcate in stile gotico e le classiche finestre che contraddistinguono i palazzi veneziani. Procedendo nell’esplorazione della piazza si nota un palazzo giallo, mentre sul fondo un palazzo con stucchi dorati ci riporta alle atmosfere della città di Vienna.

Piazza del Popolo, pertanto, esprime la stratificazione culturale della città in cui edifici e stili diversi coesistono e testimoniano la storia della città.

Piazza della Frutta

Se c’è un aggettivo per descrivere questa piazza è: pittoresca. Una volta arrivati a Piazza della Frutta si ha la sensazione di essere in un luogo dove il tempo si è fermato.

Le case dalle finestre con i battenti in verde ci riportano indietro, creando un’atmosfera quasi da favola.

La piazza è dominata dalla Torre della Marina, unico lascito del castello quattrocentesco che sorgeva in questo luogo. Al centro della piazza è presente la statua dedicata a Marko Marulić realizzata da Ivan Meštrović. La scultura in bronzo rappresenta un omaggio a colui che viene definito il padre della letteratura croata.

La piazza è anche un punto di incontro, visto i diversi locali presenti dove è possibile sedersi e rinfrescarsi con una bibita, ammirando questa meraviglioso angolo. Insomma, Piazza della Frutta è il luogo perfetto per realizzare foto caratteristiche del proprio soggiorno a Spalato.

Piazza della Repubblica

Piazza della Repubblica rappresenta una delle piazze più belle di Spalato. Punto forte di questa piazza è costituito dalla sua ubicazione, infatti, Piazza della Repubblica si trova a pochi passi dal mare.

I grandi porticati di colore rosso si stagliano in contrasto con l’azzurro limpido del cielo. Qui è possibile trascorrere il tempo passeggiando oppure per gustare una cena tipica croata all’aperto.

Da vedere, se trascorrete le vacanze o qualche giorno a Spalato per visitare un luogo che rappresenta l’essenza della città stessa.

Visita le bellezze di Spalato: parti con i traghetti per la Croazia SNAV.

Biscotti all’amarena: ricetta napoletana

A Napoli si possono gustare tantissimi dolci golosi: chi non sa resistere a una fetta di pastiera, a sua maestà il babà o alla voluttuosa armonia di una caprese. Certo che a Napoli ogni persona potrà trovare il dolce giusto per un momento di gustosa trasgressione.

Tuttavia, se vi capita di entrare in un panificio o anche in pasticceria troverete una specialità forse meno conosciuta, ma di cui grandi e piccini sono sempre ghiotti. Parliamo dei biscotti all’amarena.

Si possono trovare facilmente anche a Ischia o nelle altre isole e probabilmente sia per mare che per terra ci saranno diverse versioni. 

Noi proviamo a suggerirvi un modo per preparare a casa questa deliziosa specialità, magari facendovi aiutare anche dai più piccoli.

Ingredienti per i biscotti all’amarena

  • 400g farina
  • 3 tuorli 
  • 1 uovo intero
  • 1 albume
  • 180 g zucchero
  • 180 g burro
  • 300 g pan di spagna
  • 250 g marmellata amarene
  • 100 g zucchero a velo
  • 2 cucchiaini di cacao amaro
  • granella di nocciole q.b.
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci
  • Liquore Strega q.b.

Come preparare la frolla dei biscotti all’amarena

Iniziamo dalla pasta frolla utilizzando la farina, lo zucchero e distribuendo intorno il burro a pezzi, mentre al centro inseriamo tre tuorli e un uovo intero, l’altro lo terremo da parte. Insieme alle polveri mescoliamo anche due cucchiaini di lievito per dolci. Una volta preparata la frolla lasciamola riposare mentre realizziamo il ripieno.

Come realizzare il ripieno dei biscotti all’amarena

Con l’aiuto di un robot da cucina tritiamo il pan di spagna e unire la marmellata riscaldata sul fuoco e aggiungere un paio di cucchiaini di cacao e della granella di nocciole e un paio di cucchiai di liquore.

Realizziamo il biscotto all’amarena

Stendiamo la pasta frolla in forma rettangolare. Dovremmo ottenere una sfoglia rettangolare. Spalmiamo il ripieno su un lato lasciando un po’ di spazio rispetto al bordo e ricopiamo il ripieno ripiegando sopra altra pasta. La chiusura deve essere effettuata a portafoglio. 

Ora è arrivato il momento di realizzare la glassa per i nostri biscotti. Montiamo a neve l’albume con lo zucchero a velo e spennellare sui biscotti. Decorare con altra marmellata realizzando le classiche linee con uno stuzzicadenti.

Preriscaldate il forno a 180° e cuocete i biscotti per circa 15 minuti. E ora siete pronti per gustare degli ottimi biscotti all’amarena napoletani.

taralli-sugna-pepe-ricetta

Taralli napoletani: la ricetta

I taralli napoletani o meglio conosciuti come taralli sugna e pepe sono una delle specialità che contraddistinguono la città di Napoli.

Oggi ci cimentiamo in questa deliziosa ricetta, per riprodurre i taralli con mandorle e pepe che potranno essere protagonisti dei vostri aperitivi occorre un po’ di pazienza, ma la resa sarà assolutamente gustosa.

La preparazione del lievitino per i taralli napoletani

Il primo passo da fare per creare degli ottimi taralli napoletani è la preparazione del lievitino.

Gli ingredienti per il lievitino sono:

Acqua 80 g

Farina 00 100 g

Lievito di birra fresco (2,5 g se è disidratato) 8 g

Zucchero 1 cucchiaino

Come preparare il lievitino per i taralli napoletani

Unire in una ciotola l’acqua e il lievito e aggiungere la farina e lo zucchero. Mescolare in maniera energica, così da avere un impasto cremoso. Coprire il lievitino e attendere che cresca. Ci vorrà circa un’ora.

Prepariamo l’impasto per i taralli sugna e pepe

Ci siamo! Una volta preparato il lievitino, dobbiamo preparare l’impasto, ma prima diamo un’occhiata agli ingredienti necessari per continuare questa gustosa preparazione.

Ecco gli ingredienti per realizzare circa 15 taralli napoletani:

  • Farina 00: 400 g
  • Acqua: 100 g
  • Strutto: 200 g
  • Mandorle: 150 g
  • Pepe nero: 4 cucchiaini
  • Sale fino: 8 g
  • Mandorle q.b per decorare

Per prima cosa dobbiamo sistemare le mandorle su una teglia ricoperta da carta da forno e farle tostare leggermente a 200° per qualche minuto. Il tempo varia in base al tipo di forno, quindi occhio che non si brucino.

Una volta sfornate vanno lasciate a raffreddare e poi tritate grossolanamente. Potete procedere a mano oppure con un mixer. La granella non deve essere né troppo fine e né con pezzi troppo grossi.

A questo punto il lievitino che abbiamo preparato sarà pronto per l’utilizzo. Disporre in una ciotola la farina, l’acqua, il lievitino, lo strutto e tutti gli altri ingredienti che insaporiranno i nostri taralli.

Lavorare velocemente il composto, altrimenti i taralli assumeranno una consistenza gommosa. Una volta amalgamati tutti gli ingredienti dobbiamo dare forma ai nostri taralli. Dividiamo l’impasto in palline dello stesso peso e su una spianatoia trasformiamo ogni pallina in un filoncino di circa 20 cm. a questo punto bisogna chiudere il nostro filone per ottenere la forma caratteristica del tarallo.

Adagiare i taralli così composti su una teglia rivestita con carta da forno e decorare con delle mandorle in superficie. Coprire con un telo di cotone e lasciar lievitare per circa 2-3 ore. Non dobbiamo aspettarci un vero e proprio raddoppio di volume, ma noteremo una crescita.

Preriscaldare il forno a 180° e spruzzare d’acqua i taralli prima di infornarli. Per la cottura i tempi possono variare, in genere ci vogliono circa 50 minuti. Una volta sfornati, lasciarli intiepidire e serviteli con una buona birra per un aperitivo gustoso, o anche in abbinamento a salumi e formaggi per un antipasto sfizioso.

Conservate i taralli avanzati in un sacchetto ben chiuso e consumateli nei giorni successivi. E ora non resta mettersi ai fornelli per realizzare i propri gustosissimi taralli sugna e pepe.