Contrada Caolino: le cave di Lipari

Lipari è un’isola speciale, un posto nel quale la natura mostra il suo lato più genuino e selvaggio. Tra i luoghi meritevoli di una visita, soprattutto se si è alla ricerca delle testimonianze più evidenti della natura vulcanica dell’isola, annoveriamo le cave di Contrada Caolino.

Si tratta di cave che al giorno d’oggi sono state abbandonate, ma già in epoca greca venivano utilizzate abitualmente. Sono collocate sul lato occidentale dell’isola, a poca distanza da Quattropani, e si affacciano sui “timponi” (le formazioni più antiche di Lipari, che sono emerse circa 220.000 anni fa). 

Un sentiero si distende lungo le pareti della cava, laddove alcune fumarole di antichissima formazione provocano un effetto cromatico molto particolare che dipende dalle alterazioni delle rocce. Qui troviamo un campo fumarolico ancora oggi attivo, che evidenzia l’anima vulcanica di Lipari, e le pareti tufacee di Timpone Pataso, dove è possibile osservare i depositi stratificati che hanno riempito il lago circa 100.000 anni fa.

Una delle specie fossili che è possibile ritrovare più frequentemente nelle Cave Caolino è la palma nana. Da notare anche le distese di Hyparrhenia hirta, un tipo di vegetazione di grande rilievo paesaggistico, e le orchidee che in primavera fioriscono spontaneamente. A livello faunistico, il gabbiano reale è la specie che abita abitualmente questi luoghi.

Scopri le bellezze dell’isola di Lipari con SNAV. Viaggia con gli aliscafi Napoli Lipari e goditi una meravigliosa vacanza all’insegna di relax, natura e mare.