Escursioni a Panarea

Panarea

Escursioni a Panarea

Panarea è conosciuta come una delle isole più mondane dell’arcipelago delle Eolie, al punto tale che è diventa una delle mete preferite soprattutto per quanti amano la movida notturna e il divertimento.

Panarea, tuttavia, offre una molteplicità di esperienze che possono soddisfare gli amanti della natura e della storia, attraverso percorsi escursionistici che consentono di scoprire l’isola a piedi.

Escursione al villaggio preistorico di Cala Junco

Tra i luoghi più rappresentativi dell’isola c’è sicuramente il villaggio preistorico di Cala Junco. Questa località può essere raggiunta partendo da Contrada San Pietro, che si trova a monte del porto dell’isola.

Passando tra le casette bianche, che contraddistinguono Panarea, prendendo la strada che sale ed esposta a Sud, si può arrivare, con una passeggiata di trenta minuti circa, al villaggio preistorico di Cala Junco.

Il sentiero porterà a costeggiare l’abitato di Drautto, per poi ridiscendere verso la cala. Il paesaggio che si può ammirare facendo questo percorso è di eccezionale bellezza. Superato Drautto, inizia Cala Zimmari, nella quale si consiglia una sosta, per rinfrescarsi e prendere il sole sulla sabbia nera.

Da Cala Zimmari, basta percorrere un breve tratto per accedere a Cala Junco e al villaggio preistorico. Quest’ultimo, ricordiamo, è un promontorio dove è presente un abitato composto da ventitre capanne a forma ovale e una quadrangolare. Il posto, per la sua conformazione era adatto alla difesa, quindi perfetto per costruire un villaggio facilmente presidiabile.

 Percorso da San Pietro a Punta del Corvo

Se volete godere della bellezza della vista che si può ammirare da Punta del Corvo, allora si può intraprendere un cammino che dall’abitato di San Pietro che conduce direttamente alla vetta. Partendo dal porto si prende la strada principale che ci porta proprio all’interno dell’abitato, da qui basterà  seguire la direzione per il cimitero.

Una volta giunti proprio nella zona del cimitero, la strada diventa di terra battuta, per cui è necessario intraprendere il percorso con scarpe adeguate. L’ultimo tratto è una mulattiera. La direzione da prendere ai bivi e segnalata, quindi è opportuno fare attenzione per non allungare il percorso.

In quest’area si può ammirare la vegetazione fatta da arbusti e macchia mediterranea, mirto e cipressi. La fatica della scalata sarà ricompensata dal paesaggio che si potrà ammirare una volta raggiunta la vetta.

La Calcara e Punta del Corvo

Per gli appassionati di trekking e gli escursionisti più esperti Punta del Corvo è raggiungibile anche dalla Calcara. Sempre partendo dal porto, una volta arrivati a un bivio a croce, bisogna seguire la strada in direzione Nord.

Qui siamo in contrada Ditella dove è possibile effettuare una sosta presso l’antica chiesetta dell’Assunta. Da qui si raggiunge la Calcara con la sua spiaggia famosa per le fumarole e le sorgenti termali. Riprendendo la passeggiata si sale fino al monte, inerpicandosi per aspri sentieri.

Proprio per questo motivo si raccomanda di intraprendere il percorso con vestiti e scarpe adatte, una scorta d’acqua ed essere preparati dal punto di vista atletico.

Da Punta del Corvo si può ammirare anche il tramonto eoliano. In questo caso bisogna avere una torcia per la discesa.

Scopri gli angoli più belli delle Eolie con SNAV e prenota il tuo posto a bordo degli aliscafi per Panarea.

Riparti con SNAV!

L’estate è arrivata!

Partire o non partire? Dove andare? Prenotare online? Quali garanzie avrò se il viaggio dovrà essere rimandato? SNAV, in virtù del particolare momento storico che noi tutti stiamo vivendo, ha pensato a una formula che può aiutare il consumatore a vivere la prenotazione delle vacanze con maggior tranquillità.

Partire o non partire?

Questa è una scelta che spetta solo a te, ma se decidi di prenotare una vacanza e di viaggiare a bordo delle navi SNAV potrai beneficiare di una lunga serie di vantaggi:

  • Acquistando un viaggio SNAV non corri il rischio di rimanere a terra. Se non puoi più partire, avrai la possibilità di spostare il tuo viaggio in un altro momento senza incorrere in penali o in diritti di modifica per i biglietti acquistati nel 2020.
  • Potrai prenotare i viaggi 2021 beneficiando del 15% di sconto sui biglietti per  la Croazia, scegliendo la promozione Advance Booking 2021 e utilizzando il codice sconto “VACANZE2021”.
  • Avrai a tua disposizione personale competente e qualificato che ti assisterà durante il viaggio
  • Le unità impiegate sono regolarmente sanificate, per la tutela della salute di ciascun viaggiatore. Inoltre, sono presenti a bordo degli appositi presidi per la sanificazione delle mani.

Con SNAV, quindi, potrai programmare anche le vacanze dell’estate prossima approfittando dei vantaggi della prenotazione anticipata.

Dove andare?

Da sempre SNAV è un punto di riferimento per i viaggi nel Mediterraneo con le mete più belle dove trascorrere le vacanze. Tra le proposte di SNAV c’è la Croazia, servita dai traghetti Ancona Spalato.

La tratta è effettuata dai Cruise Ferry, che offrono i servizi di una nave da crociera, così da affrontare il viaggio con grande tranquillità e senza annoiarsi. Inoltre, la presenza di cabine, anche adatte ai nuclei familiari più numerosi, consente di vivere il viaggio comodamente offrendo ai bambini un ambiente in cui possono sostare e/o riposare in piena privacy.

Dal 27/06/2020 riprendono i viaggi effettuati dai traghetti per la Croazia e saranno attivi fino al 04/10/2020. Se invece sei interessato alle partenze per la stagione primaverile ed estiva 2021, i collegamenti saranno fatti a partire dal 3/04/2021 al 3/10/2021. Ricordiamo che potrai beneficiare di uno sconto del 15%, diritti e supplementi esclusi, per le partenze del 2021, utilizzando il codice di sconto VACANZE2021.

Un’altra meta molto apprezzata è rappresentata dalle isole Pontine. Non molti sanno che le isole di Ponza e Ventotene, grazie alle misure restrittive messe in atto e al rispetto delle norme, non hanno registrato contagi da Coronavirus, quindi risultano essere mete non toccate in maniera significativa dalla pandemia. Se sei alla ricerca di traghetti per Ponza e Ventotene, con gli aliscafi SNAV potrai arrivare su queste meravigliose isole con una breve e piacevole traversata, con partenze da Napoli e da Ischia Casamicciola. Le partenze seguiranno questo calendario:

  • dal 04/07/2020 al 06/09/2020
  • dal 26/06/2021 al 05/09/2021

Non finisce qui! L’offerta SNAV, infatti, include anche le bellissime isole Eolie, servite dalle unità veloci con partenze da Napoli Mergellina. Anche quest’anno sarà possibile scegliere Lipari, Salina, Vulcano, Stromboli e Panarea per le proprie vacanze. Le partenze saranno effettuate dalle unità veloci SNAV. I collegamenti saranno attivi nelle seguenti date:

  • dal 27/06/2020 al 06/09/2020
  • dal 29/05/2021 al 05/09/2021

Prenotazioni online? Ecco perché preferirle

SNAV è da sempre vicina ai clienti offrendo la possibilità di acquistare o prenotare i biglietti dei propri viaggi sfruttando le nuove tecnologie. Potrai utilizzare il sito www.snav.it e personalizzare il tuo viaggio con i servizi previsti per quella tratta specifica. Inoltre, acquistando online risparmierai tempo e file in biglietteria. Per le prenotazioni per le isole Eolie, isole Pontine e isole del golfo di Napoli, potrai scaricare l’App SNAV presente nel Play Store e nell’AppStore.

Infine, se preferisci, potrai contattare il nostro call center al numero 081 428 55 55. I nostri operatori saranno a tua disposizione per offrirti tutte le informazioni sul viaggio ed effettuare l’acquisto di biglietti. In alternativa, potrai farti assistere dal tuo agente di viaggio di fiducia. Ricordiamo che per tutti gli acquisti di biglietti verso la Croazia per la stagione primavera/estate 2021, per ottenere lo sconto del 15% va digitato il codice di sconto VACANZE2021, oppure bisogna comunicarlo al call center e/o al proprio agente di viaggio.

Quali garanzie avrai se il viaggio verrà rimandato?
Una perplessità che riguarda molti consumatori è quella, una volta prenotato, di non poter effettuare il viaggio. Con SNAV avrai la possibilità, se acquisti un viaggio nel 2020, di poterlo spostare al 2021 senza alcun aumento di prezzo o costo relativo alle modifiche di viaggio.

Questo ti consentirà di avere un prezzo bloccato, costi trasparenti e una maggior tranquillità di non perdere denaro, nel caso in cui non si possa effettuare il viaggio.

Ripartiamo insieme con ottimismo: con SNAV puoi!

Bajadera: dolcetti croati

Voglia di dolce? oggi prepariamo i Bajadera, deliziosi dolcetti croati a base di cioccolato e noci, che siamo sicuri conquisteranno gli appassionati degli accostamenti tra cioccolato e frutta secca.

Per preparare questi dolcetti non occorrono molti ingredienti, ma qualche attenzione nel procedimento, per un risultato perfetto!

Quali sono gli ingredienti per preparare i Bajadera

Come abbiamo detto i Bajadera nascono dall’unione del gusto deciso e intenso del cioccolato, abbinato a quello pregnante delle noci. Per preparare questi deliziosi rettangolini occorrono:

  • 250g di noci tritate
  • 250 g di biscotti in polvere
  • 700 g di zucchero
  • 20 cl di acqua
  • 150 g di cioccolato
  • 200 g di burro

Per la glassa:

  • 100 g di cioccolato
  • 50 g di burro

Come preparare i Bajadera

Sbriciolare i biscotti e le noci in maniera fine. Lasciare una piccola parte di noci sbriciolate per la guarnizione finale.

In un pentolino unire acqua e zucchero e creare uno sciroppo. Una volta ottenuto la riduzione di zucchero, togliere il pentolino dal fuoco e le  noci e i biscotti tritati, rimettere il composto sul fornello e cuocere per qualche minuto a fuoco basso.

Aggiungere il burro e mescolare fino al completo incorporamento. Sciogliere il cioccolato. Aggiungere meta del composto di noci e biscotti al cioccolato fuso

Rivestire uno stampo rettangolare o quadrato con carta da forno, disporre sulla base metà del composto con biscotti e noci al cioccolato. Procedere con la stratificazione aggiungendo il composto senza cioccolato.

A questo punto è il momento di preparare la glassa con cioccolato e burro, affinché risulti bella lucente. Una volta temperato il cioccolato glassare il dolce e cospargere con le noci in polvere.

Prima di tagliare il dolce in rettangoli, far raffreddare il tutto per circa una mezzora. Dopodiché il dolce può essere tagliato nei caratteristici rettangoli.

Scopri questa e tante altre deliziose ricette croate, parti per la Croazia con SNAV a bordo dei traghetti Ancona Spalato.Traghetti Ancona Spalato.

Isole Pontine: prodotti tipici

Le Pontine sono isole particolari, perché hanno tanto da offrire ai loro visitatori: non solo scenari paesaggistici mozzafiato, non solo un mare turchese limpidissimo e pulito, non solo movida e divertimento notturno (soprattutto a Ponza), non solo arte e storia.

Se gli occhi reclamano sempre la loro parte, è altrettanto vero che il gusto è uno dei primi sensi a reclamare il diritto di essere allietato: ecco quindi che Ponza e Ventotene si fanno notare anche per una proposta gastronomica in grado di soddisfare il palato dei turisti più attenti all’alimentazione di tipo mediterraneo, basata in questo caso su gustose ricette di mare, una splendida selezione di vini e tante prelibate meraviglie che la terra da queste parti ha da offrire.

Dried lentils with a wooden scoop

Ed è proprio questa particolare commistione di terra e mare a dare uno sprint caratteristico ai piatti tipici di Ponza e Ventotene. I legumi, ad esempio, sono uno dei principali biglietti da visita di queste isole: pensiamo ad esempio alle lenticchie di Ventotene, vero e proprio fiore all’occhiello dell’isola, capaci di dare vita a ricette dal sapore unico e inconfondibile.

La cicerchia è un legume altrettanto importante nella tradizione gastronomica di queste isola: possiamo ritrovarla cucinata all’interno di gustose zuppe, segno di una cultura in grado di abbinare a meraviglia l’elemento contadino a quello relativo alla pesca.

Ed è proprio il mare, com’è logico che sia, il protagonista indiscusso della cucina isolana. Il pescato del giorno a queste latitudini è particolarmente generoso, e dà la possibilità di portare in tavola squisite ricette a base di pesce: tra queste possiamo ricordare gli spaghetti con il granchio fellone, le linguine all’aragosta, secondi piatti a base di calamari, pezzogna, dentice, alici, polpi e tanto altro ancora.

Una speciale menzione va poi al coniglio alla ponzese, altro biglietto da visita dell’isola di Ponza, emblema di una tradizione semplice ed essenziale mirata ad esaltare pochi ingredienti ma di qualità assoluta: in questo caso carne, pomodoro, aglio e vino.

A proposito di vini, anche in questo caso le Isole Pontine possono vantare una serie di etichette famose in tutto il mondo: tra queste spicca il celebre Fieno di Ponza, che nasce da un particolare tipo di uva che cresce a picco sul mare, proprio sulle rocce; speciale menzione poi per il Biancolella, la Malvasia, Dragonara e Moscato.

Le parole tuttavia non rendono giustizia alle specialità delle Isole Pontine: è giunto quindi il tempo di rompere gli indugi e prenotare online un biglietto su un aliscafo per Ponza o per Ventotene dal sito snav.it!

Porto Torres: cosa vedere

A pochi chilometri da Sassari sorge la città di Porto Torres, punto strategico per chiunque avesse in mente di prenotare una vacanza da sogno in Sardegna. La città, infatti, oltre ad essere il punto di arrivo di traghetti da Genova, gode di una posizione privilegiata che consente rapidi spostamenti verso alcune delle più belle località turistiche e balneari della Sardegna del Nord.

Posizionata al centro del Golfo dell’Asinara, Porto Torres permette di raggiungere in breve tempo la meravigliosa baia di Stintino con la Spiaggia della Pelosa, oltre alle incredibili bellezze naturali del Parco Nazionale dell’Asinara, un’area marina protetta dal fascino mozzafiato.

Anche il centro urbano, tuttavia, offre ai visitatori numerose attrazioni di tipo storico e artistico che vale la pena vedere se si soggiorna da queste parti. Iniziamo dalla Torre Aragonese, che dà il nome alla città (non a caso ne è il simbolo) ed è all’uscita del porto turistico: dalla caratteristica forma ottagonale, risale al XIV secolo, epoca caratterizzata dalla dominazione spagnola, e fu costruita per volere di Alfonso V d’Aragona per difendere la città.

Basilica San GavinoPassiamo poi alla Basilica di San Gavino, la chiesa romanica più antica (nonché la più grande) di tutta la Sardegna, che accoglie le spoglie dei martiri sardi Gavino, Proto e Gianuario, con elementi architettonici in stile tardo gotico nel portale d’ingresso.

Più a est troviamo la spiaggia di Balai, che oltre alle acque turchesi si caratterizza per la presenza di un’altra importante struttura religiosa, vale a dire la Chiesa di San Gavino a Mare, teatro della celeberrima Festha Manna, uno dei più sentiti eventi di culto di tutta la zona.

Come non citare poi il Ponte Romano? Si tratta di una costruzione lunga 135 metri che risale al I secolo D.C., il cui scopo era quello di collegare la città di Porto Torres con l’entroterra.

Parliamo infine dei siti archeologici risalenti alla preistoria, che nel dettaglio sono la Necropoli di Su Crucifissu Mannu, che sorge a 5 km dal centro storico ed ospita tombe risalenti al Neolitico, e l’Altare Preistorico di Monte d’Accodi, che è la costruzione più antica di tutta Italia: si tratta di un altare in pietra costruito circa 2.700 anni prima della nascita di Cristo e che probabilmente faceva parte di un tempio di colore ocra.

Chi vuole respirare a pieni polmoni la storia della Sardegna e vivere le infinite meraviglie naturali che questa speciale isola sa offrire, può prenotare un traghetto per Porto Torres e dare inizio a una vacanza che resterà memorabile!

Ischia Film Festival 2020

Un diciottesimo compleanno indimenticabile per l’Ischia Film Festival 2020. La manifestazione cinematografica che da il via all’estate ischitana quest’anno si trasforma per via delle restrizioni dovute alla recente pandemia di Covid-19.

L’Ischia Film Festival 2020, tuttavia, è un evento irrinunciabile e anche quest’anno terrà incollati appassionati di cinema con eventi live e in streaming, attraverso un portale dedicato quale https://www.ischiafilmfestivalonline.it/index.php/it/.

Le proiezioni si terrano dal 27 al 4 luglio. Ci si potrà accreditare per prendere visione dei film in concorso direttamente sul portale. Anche per gli eventi live, riservati a un ristretto numero di persone e che si terranno nella splendida cornice del Castello Aragonese è indispensabile l’accredito.

I film in streaming potranno essere visti gratuitamente secondo le regole stabile per consentire agli utenti una visione ottimale. Come ogni anno sono state selezionate proposte provenienti da registi di tutto il mondo per offrire una panoramica ampia e suggestiva sulle più disparate tematiche, che hanno però come unico comune denominatore la location, quindi l’identità culturale e paesaggistica di un territorio, che diventa protagonista al pari degli interpreti. 

Quest’anno ci sarà anche la novità dedicata all’inserimento in programma non solo di opere che evidenziano il cinema in Campania, oppure cortometraggi e lungometraggio di registi nostrani e non, ma si inaugura la sezione dedicata a i film di animazione.

Scopo della manifestazione è sempre quello di sensibilizzare il pubblico attraverso opere di forte impatto che possano portare spunti di riflessione sulle tematiche sociali che riguardano non solo il nostro paese, ma tutto il mondo.

Parteciperanno alla manifestazione anche film e fiction fuori concorso, nonché è prevista la presenza di attori, ormai diventati i beniamini del pubblico, come Marco D’Amore che porterà il suo L’Immortale di cui non solo interprete, ma anche regista. 

Interverranno all’Ischia Film Festival 2020 anche le protagoniste dell’acclamata fiction L’Amica Geniale, serie che trae ispirazione dai libri della misteriosa scrittrice Elena Ferrante. A presentare Storia del nuovo cognome ci saranno Gaia Girace (Lila), Margherita Mazzucco (Lenù), Giovanni Amura (Stefano Caracci) e Francesco Serpico (Nino Sarratore).

La XVIII edizione dell’Ischia Film Festival si preannuncia comunque densa di novità e di tanto buon cinema. Da casa o direttamente dall’isola Verde sarà possibile godere di questo spettacolo in piena sicurezza.

Sicilia: le spiagge più belle

Lo sappiamo perfettamente: individuare le più belle spiagge della Sicilia è impresa ardua. I motivi? Almeno due.

In primo luogo, perché come si fa oggettivamente a stilare una classifica quando è difficile, se non impossibile, trovare in questa regione una spiaggia che sia meno attraente delle altre? La Sicilia è letteralmente una terra baciata dalla Bellezza, una bellezza che è presente ovunque, in forma generosa e abbondante, e naturalmente le spiagge non sfuggono a questa regola.

In secondo luogo, perché stiamo parlando di uno sviluppo costiero che si estende per ben oltre 1600 km (considerando anche le Eolie, le Egadi, Ustica e Pantelleria), quindi potete immaginare molto bene quanto sia alto il numero di spiagge, cale e calette di cui è disseminato tutto il territorio isolano.

Tuttavia, noi di Snav Magazine vogliamo comunque proporvi una sorta di “top 5” ideale di quelle che a detta di molti potrebbero essere identificate come le spiagge più belle della Sicilia. Siete pronti? Si parte!

  1. SAN VITO LO CAPO -> Come potremmo iniziare questa nostra speciale classifica senza citare la spiaggia di San Vito lo Capo, una delle più iconiche e celebri di tutta la Sicilia? Oltre alla rara bellezza delle acque marine, trasparenti e dal colore turchese, troverete qui uno scenario paesaggistico da togliere il fiato in cui il promontorio, le palme e il mare stesso creano una cornice da cartolina.

    San Vito lo Capo beach and Monte Monaco in background, north-western Sicily.
  2. SCALA DEI TURCHI -> Qui la particolarità è data dalla straordinaria opera di scultura effettuata dal mare e dal vento, che scavando nella falesia hanno creato una sorta di scala bianca che volge lentamente verso il mare, dando vita a un effetto ottico davvero incredibile.

    The white cliff called “Scala dei Turchi” in Sicily, near Agrigento
  3. CALA ROSSA A FAVIGNANA -> Lasciamoci alle spalle la Sicilia per approdare nella splendida Favignana: a darci il benvenuto qui c’è la celebre Cala Rossa, famosa per lo spettacolo di insenature e scogli a ridosso della macchia mediterranea, ma soprattutto per l’azzurro cristallino di un mare incontaminato e dal sapore paradisiaco.
  4. CALAMOSCHE -> Qui siamo invece nella Riserva Faunistica di Vendicari, nei pressi della città di Noto. Questa spiaggia ha la particolarità di essere incastonata fra due promontori, il che fa sì che il mare sia sempre tranquillo e al riparo dai venti. Inutile dire che anche in questo caso lo scenario è da sogno e le acque cristalline fanno il resto.
  5. MONDELLO -> Per chi non vuole allontanarsi da Palermo, c’è un angolo di paradiso anche a due passi dalla città: stiamo parlando della spiaggia di Mondello, una conca spettacolare caratterizzata da acque turchesi e pulitissime, nei quali un bagno è davvero d’obbligo!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Naturalmente sarebbero tante altre ancora le spiagge della Sicilia da citare, per cui ci ripromettiamo di tornare sull’argomento offrendovi nuovi e ulteriori spunti per una vacanza da sogno in questa terra incredibile! Nel frattempo potete iniziare a prenotare il vostro viaggio a bordo dei traghetti per la Sicilia.

Capri: Spaghetti ai totani

Tra le gustose ricette che si possono assaporare sull’isola di Capri ci sono gli Spaghetti al Sugo di Totani. Un primo piatto leggero e gustoso che ha tutto il sapore del mare e della meravigliosa isola del Golfo di Napoli.

Capri molto spesso viene associata alla mondanità, al divertimento, agli aperitivi in Piazzatta e a una vita glamour. Tuttavia, l’isola è anche una meta per i buongustai che amano la cucina mediterranea e, in particolare, la cucina di mare.

Ma basta con i preamboli e vediamo come prepare questa gustosa ricetta con pochi e semplici ingredienti.

Ingredienti per gli Spaghetti al Sugo di Totani

Per preparare degli ottimi spaghetti con questo sugo di mare, con un dosaggio sufficiente per quattro persone occorrono:

  • 320g di spaghetti
  • 2 totani 
  • 2 pomodori pelati tagliati a cubetti
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 cipolla
  • 4 cucchiai di olio EVO
  • sale q.b.
  • prezzemolo q.b.
  • foglie di basilico

Come preparare gli Spaghetti al Sugo di Totani

Per preparare questo piatto bisogna cominciare dalla pulizia dei totani. Una volta completata l’operazione, tagliare i totani a pezzetti. In una padella capiente mettere a riscaldare l’olio EVO. Tagliare la cipolla a cubetti piccoli e sbucciare l’aglio e privarlo dell’anima. Una volta riscaldato l’olio far soffriggere a fuoco basso la cipolla e l’aglio.

Intanto, mettere su fuoco una pentola con abbondante acqua per la cottura della pasta. Una volta che aglio e cipolla saranno imbionditi, unire i pomodori tagliati a dadini e i totani tagliati a pezzi piccoli e salare il sugo.

Far cuocere il sugo per circa un quarto d’ora. Intanto, una volta che l’acqua ha raggiunto il bollore, salare e cuocere gli spaghetti. Scolare la pasta qualche minuto prima del termine della cottura e versarla nella padella dove cuociono i totani.

Impiattate in un una pirofila da portata o nei singoli piatti e decorare con prezzemolo tritato e basilico.

Se sei alla ricerca di aliscafi e traghetti per Capri, scegli la comodità degli aliscafi SNAV! Con una breve traversata, potrai raggiungere l’isola con partenze giornaliere da Napoli, Sorrento e Castellamare.