Escursioni a Panarea

Panarea

Panarea è conosciuta come una delle isole più mondane dell’arcipelago delle Eolie, al punto tale che è diventa una delle mete preferite soprattutto per quanti amano la movida notturna e il divertimento.

Panarea, tuttavia, offre una molteplicità di esperienze che possono soddisfare gli amanti della natura e della storia, attraverso percorsi escursionistici che consentono di scoprire l’isola a piedi.

Escursione al villaggio preistorico di Cala Junco

Tra i luoghi più rappresentativi dell’isola c’è sicuramente il villaggio preistorico di Cala Junco. Questa località può essere raggiunta partendo da Contrada San Pietro, che si trova a monte del porto dell’isola.

Passando tra le casette bianche, che contraddistinguono Panarea, prendendo la strada che sale ed esposta a Sud, si può arrivare, con una passeggiata di trenta minuti circa, al villaggio preistorico di Cala Junco.

Il sentiero porterà a costeggiare l’abitato di Drautto, per poi ridiscendere verso la cala. Il paesaggio che si può ammirare facendo questo percorso è di eccezionale bellezza. Superato Drautto, inizia Cala Zimmari, nella quale si consiglia una sosta, per rinfrescarsi e prendere il sole sulla sabbia nera.

Da Cala Zimmari, basta percorrere un breve tratto per accedere a Cala Junco e al villaggio preistorico. Quest’ultimo, ricordiamo, è un promontorio dove è presente un abitato composto da ventitre capanne a forma ovale e una quadrangolare. Il posto, per la sua conformazione era adatto alla difesa, quindi perfetto per costruire un villaggio facilmente presidiabile.

 Percorso da San Pietro a Punta del Corvo

Se volete godere della bellezza della vista che si può ammirare da Punta del Corvo, allora si può intraprendere un cammino che dall’abitato di San Pietro che conduce direttamente alla vetta. Partendo dal porto si prende la strada principale che ci porta proprio all’interno dell’abitato, da qui basterà  seguire la direzione per il cimitero.

Una volta giunti proprio nella zona del cimitero, la strada diventa di terra battuta, per cui è necessario intraprendere il percorso con scarpe adeguate. L’ultimo tratto è una mulattiera. La direzione da prendere ai bivi e segnalata, quindi è opportuno fare attenzione per non allungare il percorso.

In quest’area si può ammirare la vegetazione fatta da arbusti e macchia mediterranea, mirto e cipressi. La fatica della scalata sarà ricompensata dal paesaggio che si potrà ammirare una volta raggiunta la vetta.

La Calcara e Punta del Corvo

Per gli appassionati di trekking e gli escursionisti più esperti Punta del Corvo è raggiungibile anche dalla Calcara. Sempre partendo dal porto, una volta arrivati a un bivio a croce, bisogna seguire la strada in direzione Nord.

Qui siamo in contrada Ditella dove è possibile effettuare una sosta presso l’antica chiesetta dell’Assunta. Da qui si raggiunge la Calcara con la sua spiaggia famosa per le fumarole e le sorgenti termali. Riprendendo la passeggiata si sale fino al monte, inerpicandosi per aspri sentieri.

Proprio per questo motivo si raccomanda di intraprendere il percorso con vestiti e scarpe adatte, una scorta d’acqua ed essere preparati dal punto di vista atletico.

Da Punta del Corvo si può ammirare anche il tramonto eoliano. In questo caso bisogna avere una torcia per la discesa.

Scopri gli angoli più belli delle Eolie con SNAV e prenota il tuo posto a bordo degli aliscafi per Panarea.