-50% Croazia: settembre di sconti

promozione-croazia-settembre-2021

-50% Croazia: settembre di sconti

Programmare la tua vacanza in Croazia a settembre? Perché no! Anzi, con la nuova promozione SNAV è ancora più conveniente.

Ultimo giorno d’agosto, ma le vacanze non sono ancora finite: potrai goderti la Croazia a settembre grazie alla nuova promo SNAV, che ti consente di viaggiare in due a metà prezzo.

Approfittane subito: per te sconto del 50% se parti entro il 19/09, esclusi diritti e supplementi.

Se viaggi con la tua dolce metà oppure con la famiglia, un passeggero viaggia gratis ogni due biglietti. La promozione si applica per tutti gli acquisti che comprendono due biglietti per adulti, oppure biglietto per adulto + titolo di viaggio per bambino (da 4 anni a 11 anni).

Se la tua passione sono le vacanze on the road, questa è la promo che fa te! Lo sconto del 50% è esteso anche sul tuo veicolo, diritti e supplementi esclusi.

Potrai imbarcare sui nostri Cruise Ferry il tuo camper, la tua moto o la tua automobile a una tariffa molto conveniente.

Cambi idea? Un imprevisto può sempre capitare, ma con la formula ZERO PENALI SNAV potrai avere il rimborso completo e cancellare il tuo viaggio fino a 48 ore prima della partenza.

Per acquistare i tuoi biglietti potrai:

  • Collegarti al sito snav.it e usa il codice di sconto SETTEMBRE2021
  • Chiamare il nostro call center al numero +39 081.4285.555
  • Recati presso la tua agenzia viaggi di fiducia convenzionata SNAV

Parti a settembre per la Croazia: scegli i traghetti Ancona – Spalato.

Procida: un’isola da scoprire

Procida è un’isola tutta da scoprire: terra che ha ispirato artisti e scrittori è un luogo dove storia, tradizione e arte si incontrano per dare vita a un mix irresistibile.

Dall’alto l’isola sembra assumere la forma di un gatto, con Vivara a fare da coda. Ma ci sono tantissimi motivi per partire alla scoperta di questa meravigliosa terra

Nominata come Capitale Italiana per la Cultura 2022, la più piccola delle isole flegree, mantiene fede al motto “La cultura non isola”.

Quest’ultima, infatti, si mostra ai visitatori attraverso una serie di iniziative che la porteranno a tagliare simbolicamente il nastro di Capitale Italiana per la Cultura a gennaio 2022, offrendo ulteriori buoni motivi per sceglierla come meta dei propri viaggi, non solo in estate.

Dove si trova Procida

Procida è un’isola del golfo di Napoli, insieme alle sorelle maggiori Ischia e Capri. Con Vivara e Ischia costituisce le isole flegree.

Di origine vulcanica composta prevalentemente da tufo e basalti. In antichità pare fosse collegata da una stretta falesia all’isola di Vivara. Ora il collegamento è effettuato tramite un ponte.

Cosa vedere a Procida

Pur essendo la più piccola delle isole del Golfo, Procida offre al visitatore diversi luoghi di interesse che racconta la storia del luogo e ne fa assaporare tutto il fascino.

Partiamo, quindi, con la nostra rassegna partendo dall’approdo principale dell’isola.

Marina Grande a Procida

Sent ‘Co così è denominata questa zona dove è situata la Marina Grande, ossia il punto principale di approdo dell’isola. Da qui, ogni giorno partono gli aliscafi e i traghetti per Ischia e Napoli, ma anche le imbarcazioni che effettuano i tour dell’isola.

Qui è presente anche la fermata degli autobus e lo stazionamento dei taxi, per potersi muovere agilmente per l’isola. Questa zona è anche rallegrata dalla presenza di bar, locali e ristoranti.

Via Roma: la via dello shopping procidano

Sulla sinistra di Marina Grande troverete la via dello shopping procidano, Via Roma. Qui sono presenti diversi tipi di negozi: dalle boutique alle botteghe di artigianato.

Su Via Roma sono presenti anche edifici storici e religiosi tra cui la Chiesa della Pietà e Piazza Sancio Cattolico.

Terra Murata a Procida: Palazzo d’Avalos e il nucleo storico

Terra Murata è la parte più alta dell’isola che sorge su un promontorio a circa 90 metri sul livello del mare. Il borgo fortificato prende il nome dalle mura che furono erette nel ‘500. Lo scopo di questo luogo era quello di difesa dalle minacce che provenivano via mare.

Palazzo d’Avalos 

Tra le architetture più maestose del borgo c’è sicuramente Palazzo d’Avalos. Quest’ultimo ospitò fino al 1988 un penitenziario. La struttura detentiva, ora complesso monumentale, era costituito dal Palazzo D’Avalos, dal cortile, dalla Caserma delle guardie e l’edificio delle celle singole. Inoltre, fanno sempre parte del complesso l’edificio dei veterani, la medicheria e la Casa del Direttore.

Le aree visitabili sembrano non abbiano dismesso il loro ruolo con le camere con brande e coperte ancora lì, come se fosse ancora in uso. Si possono notare anche i registri di detenzione, in tutto in una cornice di decadenza, che rende la visita suggestiva.

L’Abbazia di san Michele Arcangelo 

Sempre a Terra Murata è presente l’antica abbazia dedicata al patrono dell’isola.

L’impianto della chiesa è frutto di stratificazioni architettoniche e di interventi che sono avvenuti nel corso dei secoli. L’attuale impianto fu opera del Cardinale Innico d’Avalos.

L’Abbazia di san Michele Arcangelo si presenta a forma croce latina “asimmetrica” a tre navate arricchita da cappelle ottocentesche presenti sui lati.

Casale Vascello a Procida

A partire dal ‘500 si sviluppò a Procida la forma urbanistica dei casali. Questo insieme di abitazioni è racchiusa da una corte interna.

I casali sorsero fuori il nucleo storico e la loro architettura peculiare aveva scopi difensivi. La loro struttura fu pensata proprio per proteggersi dalle incursioni saracene, visto le scarse aperture verso l’esterno.

Un esempio di quanto finora detto è Casale Vascello al quale si accede rigorosamente a piedi, tramite due passaggi molto stretti, che all’occorrenza venivano chiusi in caso di attacco.

L’architettura difensiva medioevale è apprezzabile tutt’ora e le case sono ancora abitate. Leggi anche l’articolo dedicato a Casale Vascello a Procida

Marina della Corricella a Procida

Il borgo di Marina della Corricella si affaccia sul mare e rappresenta uno scenario unico nel suo genere. Non a caso questo angolo dell’isola fu scelto per le riprese dell’ultimo film di Massimo Troisi “Il Postino”.

Il borgo è interamente pedonale, per cui è il posto migliori per godersi le vacanze in relax.

Marina Corricella è raggiungibile solo via mare oppure via terra tramite quattro gradinate che disegnano quattro itinerari differenti.

Vivara e l’Area Marina protetta di Procida

Procida si trova all’interno del “Regno di Nettuno”, l’Area Marina Protetta che comprende anche l’isola di Ischia e Vivara, che fu istituita nel 2007 per proteggere il delicato habitat marino e la biodiversità che pullula sui fondali.

Isolotto di Vivara a Procida e escursioni nel Regno di Nettuno

L’isolotto di Vivara è disabitato e collegato alla terraferma tramite un ponte. In passato si pensa che le due isole fossero legate da una sottile falesia di terra.

Inoltre, in questi luoghi si organizzano anche visite guidate in barca, immersioni e whale watching che consentiranno di comprendere l’importanza oltre la bellezza di questo ecosistema marino che ospita la colonia di delfini più importante del Mediterraneo.

La casa di Graziella a Procida

L’isola di Procida è legata particolarmente al mondo dell’arte e della letteratura. De Lamartine affascinato dall’isola ambientò il suo romanzo, Graziella, proprio in questa terra.

Proprio per ricordare questo racconto a Procida è presente la casa-museo, intitolata, per l’appunto, La Casa di Graziella.

Il museo ricrea gli interni di una casa tipica procidana del 1800 con oggetti e allestimenti d’epoca che ci catapultano in un’altra epoca.

Spiagge di Procida

Dopo tanto girovagare tra le bellezze di Procida è tempo di fermarsi per un po’ di relax. Cosa c’è di meglio di una piccola spiaggia o un’insenatura nascosta per godersi il mare dell’isola? Non ci resta quindi che passare in rassegna le spiagge di Procida per scegliere quella perfetta per i propri gusti.

La Spiaggia della Lingua

La spiaggia della Lingua si trova verso la fine di Marina Grande, all’estremità sinistra. La spiaggia è costituita da una sabbia spessa e scura e da ciottoli.

La spiaggia è protetta da un costone di roccia ricco di vegetazione, che rende la natura protagonista, nonostante la spiaggia si trovi nei pressi del porto.

I fondali sono alti e il mare di un blu intenso. Il panorama è scandito da Monte di Procida sullo sfondo e il via vai delle imbarcazioni che passano di lì.

Spiaggia del Pozzo Vecchio – la spiaggia del Postino

La spiaggia del Pozzo Vecchio è situata sulla costa occidentale. La location è diventata particolarmente famosa perché teatro dell’amore tra Maria Grazia Cucinotta e Massimo Troisi che girarono qui alcune scene del film “Il Postino”.

Il litorale si caratterizza per la sabbia dal colore scuro che rende il colore del mare ancora più intenso e invitante.

Spiaggia della Silurenza

La spiaggia della Silurenza si trova nelle vicinanze del porto di Marina Grande. La spiaggia è raggiungibile a piedi da Via Roma.

Adatta anche a chi viaggia con la famiglia sono presenti stabilimento balneare e strutture ricettive a poca distanza.

Spiaggia di Ciraccio

La spiaggia di Ciraccio rappresenta il tratto di spiaggia sabbiosa più lunga dell’isola. Non stupisce, quindi, che sia anche l’angolo dove si sono sviluppati maggiormente gli stabilimenti balneari.

Tuttavia ci sono diversi tratti liberi, quindi, ogni turista potrà scegliere la formula più adatta alle proprie esigenze.

Spiaggia della Chiaiolella

La spiaggia della Chiaiolella si trova tra Punta Serra e il promontorio di Santa Margherita Vecchia. Questa spiaggia presenta un tratto sabbioso, fondali bassi e aree rocciose.

Il panorama che si gode da qui è davvero unico con l’isolotto di Vivara e la dirimpettaia isola di Ischia. Alle spalle della spiaggia c’è una darsena popolata da strutture ricettive di vario tipo.

Spiaggia della Chiaia

La spiaggia di Chiaia è la spiaggia meno accessibile anche se la più centrale come posizione. Per raggiungere questo piccolo paradiso si deve affrontare una discesa di circa 186 gradini se si parte da piazza Olmo.

Per chi non è amante delle scale può sempre raggiungere via mare.

Dove dormire a Procida

A Procida è possibile scegliere tra diverse tipologie di alloggio. L’isola offre alberghi a tre e quattro stelle. Non mancano B&B, affittacamere e appartamenti che consentono di vivere l’isola come un abitante del posto.

Non essendoci molte strutture sull’isola si consiglia di prenotare con anticipo.

Scenic view of Procida island in Naples gulf, Mediterranean sea, Italy

Ristoranti a Procida

L’isola di Procida offre numerose trattorie e ristoranti dove gustare piatti a base di pesce fresco. Una vera e propria delizia per il palato.

Tuttavia, ci sono locali che offrono pizza e pietanze a base di ingredienti di terra.

Per chi ama gli scenari romantici non può mancare una cena sulla Marina di Chiaiolella oppure sulla darsena che si affaccia su Ciraccio.

Ci sono tantissime specialità che meritano un assaggio, tra cui anche i dolci come le celeberrime lingue procidane da accompagnare a un limoncello per un fine pasto all’insegna del gusto.

Procida via mare, a piedi o in bici: itinerari

Un detto antico recita che “il vino buono si trova nelle botti piccole” e nel caso di Procida, mai detto è tanto più calzante. Le dimensioni ridotte dell’isola, infatti, la rendono perfetta per diverse escursioni.

Procida, infatti, si può girare a piedi oppure utilizzando i mezzi del trasporto pubblico.

Se ami andare in bici, sapevi che puoi girare Procida in bicicletta anche in un solo giorno? Essendo abbastanza pianeggiante l’isola presenta diversi percorsi a partire dalla Marina che consentono di visitare i luoghi simbolo dell’isola e di goderne pienamente tutto il fascino.

Se hai in mente una visita a Procida in primavera o in autunno, questa è una buona idea per godersi delle belle giornate all’area aperta in posto ricco di fascino.

Infine, Procida può essere scoperta anche via mare. Se vuoi fare il bagno o immersioni nei punti più di maggior interesse, allora potrai noleggiare un’imbarcazione o prendere parte a tour organizzati.

Come arrivare a Procida

Potrai arrivare a Procida partendo da Napoli o da Ischia e servendoti dei collegamenti messi a disposizione attraverso gli aliscafi SNAV. Scegli gli aliscafi per Procida.

stromboli-escursioni

Cosa fare a Stromboli

Stromboli è un’isola immersa in una natura selvaggia e dominata dall’irruenza di uno dei vulcani più attivi del mondo. Proprio il vulcano di Stromboli rappresenta una vera e propria attrattiva.

Ma andiamo con ordine e scopriamo che cosa ha da offrire questa meravigliosa isola.

Cosa vedere a Stromboli

Stromboli è una meta ricca di fascino e contraddistinta da un profilo frastagliato dove si creano insenature e grotte, che si alternano alle spiagge dalla sabbia nera.

Stromboli: il paese

Dal porto si arriva direttamente al centro abitato. Qui sono presenti negozietti tipici, dove è d’obbligo assaggiare le specialità tipiche del luogo.

Piazza San Vincenzo è il cuore del paese e prende il nome dall’omonima chiesa. Dalla piazza si può ammirare la spiaggia di Scari, con lo Strombolicchio che svetta in mezzo al mare cristallino. Dalla Piazza si può raggiungere, tramite una salita, la vetta del vulcano.

Percorrendo, invece, la via Vittorio Emanuele è possibile arrivare alla casa dove soggiornarono Roberto Rossellini e Ingrid Bergman in occasione delle riprese del film Stromboli Terra di Dio, girato nel 1949. Questo luogo è segnalato con una targa.

Percorrendo la strada verso le spiagge, si arriva alla chiesa di San Bartolomeo, una struttura realizzata nel 1801. Dalla chiesa si arriva a Piscità, una zona residenziale e molto nota per le calette di spiagge nere presenti in zona.

Stromboli: mare

Stromboli è anche il luogo ideale per chi ama il mare e le immersioni. L’isola vanta meravigliose spiagge dalla sabbia nera e calette appartate dove vivere giornate  all’insegna del relax.

Stromboli è un’isola che offre spiagge per ogni desiderio, da quelle più selvagge e immerse nella natura, come la spiaggia della Forgia Vecchia a quelle più attrezzate e frequentate come la spiaggia di Ficogrande e Piscità.

Potrebbe interessarti anche il nostro articolo sulle spiagge di Stromboli.

La sciara di Stromboli

Come abbiamo accennato in precedenza da piazza San Vincenzo si inizia a percorrere una salita verso la sommità dello Stromboli.

Se il primo tratto risulta poco insidioso, il tratto denominato Liscione è franoso e richiede scarpe adatte alla salita e una guida esperta per l’escursione. Dalla vetta si può ammirare la Sciara di Fuoco e affrontare la discesa in notturna.

Per chi vuole ammirare questo spettacolo con maggior comodità e possibile effettuare la visione dal mare o presso Osservatorio della Marina Militare di Punta LaBronzo.

Villa Dolce e Gabbana a Stromboli

Stromboli è stata anche al centro del jet set internazionale proprio perché gli stilisti Dolce e Gabbana acquistarono sull’isola una villa da 500 metri quadri.

La Villa dei Selvaggi, come ribattezzata dagli stilisti è stata ristrutturata con pezzi unici e dopo essere stata teatro di eventi esclusivi è stata messa in vendita nel 2019 e acquistata da un imprenditore italiano per la somma di sei milioni di euro.

Il peperoncino di Stromboli e la gastronomia eoliana

Il peperoncino di Stromboli sicuramente esprime il gusto piccante dell’isola. Conosciuto come l’Arancio di Stromboli per il colore, il peperoncino si può gustare in diverse ricette.

A Stromboli e alle Eolie la buona cucina è di casa. Sulle isole, infatti, si possono gustare sia piatti di terra che piatti di mare che di terra, grazie all’ampia varietà di materie prime presenti in queste località.

Stromboli: dove alloggiare

A Stromboli è possibile soggiornare in albergo oppure affittare una tipica casa eoliana per vivere pienamente lo spirito dell’isola. 

Ogni soluzione può essere funzionale alla propria idea di soggiorno, se preferisci essere coccolato nelle strutture ricettive locali, oppure se vivere le tue vacanze diventando un abitante del posto.

Stromboli: hotel b&b e case

Se hai dubbi su quale location scegliere potresti prendere ispirazione dal nostro articolo Dove dormire a Stromboli. Oppure potrai effettuare la ricerca e scoprire che l’isola dispone di diverse tipologie di alloggi dal B&B al residence oppure alle case vacanze sparse nei posti più suggestivi dell’isola.

E per arrivare sull’isola scegli la comodità degli aliscafi per Stromboli SNAV.

Isole Eolie: Lipari

L’isola di Lipari è la più estesa delle isole Eolie. Come le altre sorelle dell’arcipelago anche la sua origine è dovuta all’intensa attività vulcanica, che ha caratterizzato le Eolie.

Oltre a essere la più estesa è anche quella con il maggior numero di abitanti. Questi ultimi sono distribuiti tra i diversi centri urbani presenti sull’isola. Tra questi annoveriamo

  • Lipari centro
  • Pianoconte
  • Canneto
  • Quattropani
  • Acquacalda
  • Porticello

Tutti i centri abitati sono interconnessi grazie alla rete stradale e anche via mare. In particolare, da Canneto salpano le barche verso le altre spiagge dell’isola. Su strada ci si può spostare con i servizi di bus presenti.

Il centro di Lipari

Il centro storico di Lipari si affaccia sul mare e su i due porti dell’isola.

Nel dettaglio, Marina Corta è il punto di approdo per le imbarcazioni turistiche di piccole e medie dimensioni, mentre il porto di Marina Lunga accoglie navi e aliscafi.

Tra i monumenti caratterizzanti c’è sicuramente il Castello di Lipari che si contraddistingue per la poderosa cinta muraria e la Cattedrale normanna risalente al 1080.

Lipari mette a disposizione dei visitatori anche un importante Museo Archeologico che offre le testimonianze del passato delle Eolie attraverso i reperti custoditi.

La piazzetta di Marina Corta rappresenta il salotto dell’isola con i bar e ristoranti che servono le specialità eoliane con vista sul mare.

Il Corso Vittorio Emanuele è il luogo preferito da molti per lo shopping con i suoi negozi e vicoli caratteristici.

Spiagge e mare a Lipari

Lipari è anche un’isola ricca di spiagge dove potersi rilassare. La spiaggia di Acquacalda si distingue per l’attività termale, mentre la spiaggia del Porticello è dotata di lido attrezzato ed è possibile anche assaporare le specialità eoliane nei diversi punti di ristoro che si trovano nei pressi di questa località.

Altre località molto suggestive sono la spiaggia Papesca e le spiagge Bianche. La spiaggia più lunga è quella di Canneto da qui è possibile usufruire dei servizi di trasferimento verso le altre spiagge.

La spiaggia de La Forbice è la meno conosciuta mentre la spiaggia di Praia Vinci è la meta per chi ama praticare snorkeling.

Infine, tra le altre mete d’interesse c’è la spiaggia di Valle Muria, una lingua di terra scura che si affaccia su un mare cristallino.

Leggi anche l’articolo dedicato alle spiagge di Lipari.

Vacanze a Lipari: consigli

Per una vacanza a Lipari è possibile soggiornare in hotel o resort, oppure scegliere un’abitazione.

Inoltre, è possibile organizzare tour in barca nelle vicine isole di Vulcano e Panarea.

Un tour dei ristoranti e delle trattorie dell’isola è consigliato per assaporare specialità quali il pane cunzato, specialità di mare e di terra, ma anche gustare i dolci e accompagnare i fine pasto con la malvasia.

Come arrivare a Lipari

Per arrivare a Lipari da Napoli scegli l’efficienza e la velocità dei collegamenti offerti dalle unità veloci SNAV. Con gli aliscafi Napoli – Lipari potrai arrivare alle Eolie e goderti la bellezza delle isole dell’arcipelago. Acquista subito il tuo biglietto.

Vacanze a Panarea

Panarea è un’isola rinomata per il divertimento, le spiagge e il mare cristallino. Non a caso l’isola è stata anche protagonista nell’omonimo film “Panarea”, che racconta la gioventù, l’estate e l’amore. Panarea, pertanto, oltre alle diverse attrazioni che propone è una meta privilegiata per il turismo giovanile, proprio perché oltre a offrire location esclusive per soggiornare e gustare la buona cucina eoliana, è anche il posto ideale per scatenarsi a ritmo di musica.

Panarea vita notturna

L’isola di Panarea presenta un abitato principale rappresentato da San Pietro. Qui sono presenti la maggior parte delle attività turistiche, ma anche i centri della vita mondana dell’isola. Nel dettaglio, è proprio in questa località che sarà possibile apprezzare le bontà della cucina tipica eoliana, oppure godere dei benefici delle sorgenti termali.  A San Pietro, generalmente, si svolgono le manifestazioni sportive e culturali. Infine, sono presenti numerosi discoteche e locali notturni, alcuni presenti all’interno di alberghi o complessi ricettivi, oppure che vantano una posizione privilegiata sul mare. Se vuoi approfondire i luoghi più famosi dell’isola allora potrebbe interessarti l’articolo sulla vita notturna a Panarea e le discoteche.

Come arrivare a Panarea

L’isola di Panarea è raggiungibile via mare con traghetti ed aliscafi. In particolare, se si proviene dalle regioni del centro – Italia o del nord, una buona idea è arrivare a Napoli e imbarcarsi sugli aliscafi SNAV.  Se si raggiunge Napoli in treno sarà possibile beneficiare della partnership SNAV e Trenitalia, per rendere il viaggio ancora più conveniente.

Traghetto Napoli Panarea o aliscafo: cosa scegliere?

Scegliere un’aliscafo per Panarea può essere la soluzione migliore per risparmiare sul tempo impiegato per il viaggio.  Soprattutto se viaggi senza veicolo a seguito, l’aliscafo per Panarea SNAV può rappresentare una modalità di viaggio confortevole e veloce. Panarea, proprio per la sua grandezza e conformazione può essere visitata a piedi oppure noleggiando bici e scooter direttamente in loco, oltre a poter usare la rete di trasporto locale. Collegati subito su www.snav.it e inizia a progettare le tue vacanze alle Eolie.

Vulcano: cosa vedere

Vulcano è un’isola con pochi abitanti, ma è una meta amata dai turisti che vogliono unire natura, relax e mare.

Oltre alle spiagge sarà possibile, infatti, visitare il paese e scoprire le bellezze dell’isola. Vediamo quali sono le attrazioni principali.

Vulcanello

Vulcanello è una località nota per la presenza della Valle dei Mostri.

Questa località prende il nome dalle conformazioni rocciose che con la penombra pomeridiana creano delle figure enigmatiche, queste ultime definite, per l’appunto mostri.

Le forme naturali delle rocce creano l’illusione di vedere dei profili di animali e di figure dall’aspetto poco rassicurante, ma altrettanto suggestivo.

Capo Grillo

Se siete alla ricerca di una location per foto indimenticabili e siete alla ricerca del panorama più bello dell’isola allora Capo Grillo è il posto giusto per te.

Da questo punto panoramico si possono vedere tutte le isole Eolie. Qui è situata anche la pineta di Vulcano che si apre proprio su questo punto panoramico.

La scalata al Cratere de La Fossa 

Tra le esperienze che non possono mancare è la scalata al Cratere de La Fossa. In questo luogo è possibile entrare a contatto con un ambiente unico nel suo genere.

Naturalmente è indispensabile proteggersi dalle attività delle fumarole, per cui potrebbe essere necessario l’uso della mascherina e indossare scarpe appropriate per affrontare il sentiero.

Se vuoi ammirare il panorama e il tramonto dal cratere, dovrai portare con te una torcia per illuminare la strada sulla via del ritorno.

Le Terme di Vulcano e le Fumarole

Vulcano è nota anche per le terme e le pozze di fango alle quali sono riconosciute alcune proprietà terapeutiche. Purtroppo la zona dei fanghi non è accessibile al momento.

Un altro luogo dove si possono ammirare i fenomeni del vulcanismo isolano è la spiaggia delle Fumarole. In un mare cristallino compaiono bolle che fanno sembrare l’acqua ribollire.

Questa e altre informazioni troverai nell’articolo dedicato alle spiagge di Vulcano.

Ristoranti a Vulcano isole Eolie

L’isola di Vulcano è il luogo ideale per scoprire la bontà della cucina tipica eoliana, grazie ai ristoranti tipici presenti.

Ma non solo: dal pane cunzato, ai piatti più raffinati a base di mare, fino alla cucina di terra, Vulcano offrirà a ogni turista il percorso di degustazione che preferisce.

Per terminare il pasto non può mancare un dolce della tradizione tipica o una granita rifrescante.

Escursioni isole Eolie da Vulcano

Da Vulcano è possibile arrivare sulle altre isole delle Eolie come Salina, Panarea, Stromboli e Lipari.

In questo modo sarà possibile personalizzare la propria vacanza con delle escursioni che ti porteranno ad apprezzare tutte le isole Eolie.

Come arrivare sull’isola di Vulcano in Sicilia

Per arrivare sull’isola di Vulcano nell’arcipelago delle Eolie in Sicilia è possibile arrivare direttamente da Napoli grazie alle unità veloci SNAV. Scegli gli aliscafi Napoli-Vulcano: prenota subito!

La città di Spalato

La città di Spalato è sempre stata una meta turistica. Le sue antiche origini risalgono alla Magna Grecia, ma è stata protagonista anche durante l’impero romano.

Qui l’imperatore Diocleziano vi pose la sua dimora sontuosa. Il Palazzo di Diocleziano, per l’appunto è uno dei monumenti antichi meglio conservati, e tutt’ora una delle più importanti attrazioni della città.

Dove si trova Spalato

Spalato si trova nel cuore della regione dalmata e sorge in una penisola situata tra la parte orientale della baia dei Castelli e il canale di Spalato. Di fronte alla città si estende un tratto del mare Adriatico dove sorgono le isole di Bua, Zirona Grande e Solta.

Cosa vedere a Spalato

Spalato è una città molto ricca dal punto di vista delle attrazioni storico, culturali e artistiche. Questa città promette sia divertimento che un tuffo nel passato. 

Scopriamo cosa vedere a Spalato e quali sono le principali mete turistiche.

Il Palazzo di Diocleziano 

Tra le meraviglie della città spicca sicuramente il Palazzo di Diocleziano. Questo monumento rappresenta uno dei lasciti giunti fino a noi dall’antica Roma.

Il sontuoso palazzo è stato costruito nel IV secolo d.C. e l’imperatore non badò a spese per realizzare la sua dimora, facendo provenire la pietra dall’isola di Brac e marmi dall’Italia e dalla Grecia. 

Sfingi e colonne che decorano il palazzo, provengono, invece dall’Egitto. Questa dimora rappresenta il ritiro dell’imperatore. Ad oggi il Palazzo è una vera e propria città nella città.

Alcuni edifici, infatti, sono ancora abitati. Al palazzo, che rappresenta una cittadella si può accedere da quattro lati. Le quattro porte prendono il nome dai metalli: Porta Aurea, Porta Bronzea, Porta Argentea e Porta Ferrea.

Il palazzo di Diocleziano presenta una rete di stradine e piazze, dove e possibile visitare il Peristilio, la Cattedrale e il tempio di Giove.

La cattedrale di Spalato: San Doimo

La cattedrale di Spalato si trova all’interno del Palazzo di Diocleziano. La Cattedrale sorge dove un tempo c’era il Mausoleo di Diocleziano. Al suo interno sono conservate le spoglie dell’imperatore morto nel 311 d.C.

Nel corso del V secolo il mausoleo fu distrutto e trasformato nella chiesa dedicata al patrono della città San Doimo e a Sant’Anastasio. La Cattedrale conserva la pianta ottagonale con l’impianto scandito da un colonnato di 24 colonne.

La Riva, il lungomare di Spalato

La Riva è il suggestivo lungomare di Spalato contraddistinto da un’elegante promenade, che rappresenta uno dei luoghi più animati della città.

La caratteristica della Riva è il susseguirsi di palme e alberi, ai quali si alternano panchine e aiuole fiorite. Questo è il posto perfetto per godersi un drink all’aperto oppure una cena tipica croata. 

La Riva è anche il luogo degli eventi, un centro di aggregazione per la popolazione locale e non solo. Dalla Riva si può accedere, tramite la Porta Bronzea, il Palazzo di Diocleziano.

Il parco Marjan 

Il parco forestale di Marjan è il cuore verde della città di Spalato. Quest’ultimo è una riserva naturale situata tra verdeggianti colline a picco sul mare, dove è possibile trascorrere il tempo libero passeggiando nella natura. 

Sentieri immersi nelle pinete ti condurranno alla scoperta di punti panoramici e di edifici medioevali. Qui è presente anche lo zoo cittadino, tre musei e le piste ciclabili e per chi pratica jogging.

I mercati di Spalato

La vivacità di Spalato è racchiusa tutto nei mercati tra cui annoveriamo la peschiera e il Pazar (Green Market).

La peschiera è il mercato del pesce che si trova all’interno di un palazzo in stile secessionista, qui arriva tutto il meglio del pescato del mare Adriatico.

Il Green Market è il mercato della frutta e si trova nei pressi del Palazzo di Diocleziano. Questo luogo si distingue per i rumori e i colori che rendono esclusiva la città di Spalato.

La Galleria Meštrović a Spalato

La Galleria Meštrović è il luogo dove scoprire il fascino dell’arte croata. La galleria è dedicata al più celebre scultore croato Ivan Meštrović. Le opere dell’artista sono visibili in tutta la città

Tra le sue opere più note c’è la statua di Gregorio di Nona, che si trova proprio di fronte alla Porta d’Oro del Palazzo di Diocleziano. 

Sfregare l’alluce dorato della statua sembri porti fortuna.

Accanto la galleria, che un tempo era la residenza dell’artista è presente il Kastelet. Quest’ultima era una fortezza acquistata dall’artista dove sono custoditi i bassorilievi dedicati alla Vita di Cristo.

Il Museo Archeologico di Spalato

Altra tappa obbligata per gli amanti dell’arte e della storia è il Museo Archeologico di Spalato. Quest’ultimo fu fondato nel 1820 ed è uno dei più antichi della Croazia. Il museo custodisce una ricca collezione di reperti risalenti all’epoca romana. 

Molti dei manufatti presenti provengono dal Palazzo di Diocleziano, ma anche dagli scavi di Salona. 

All’interno del Museo Archeologico di Spalato, tuttavia, è possibile viaggiare tra le epoche grazie alla presenza di testimonianze provenienti dal Neolitico all’epoca medioevale. Situata al piano superiore è presente una grande biblioteca che raccoglie ben 30.000 libri che rappresentano uno spaccato della storia della Dalmazia.

Dove alloggiare a Spalato

Spalato è una città che ha molto da offrire dal punto di vista dell’ospitalità. Il turista, infatti, avrà a disposizione diverse possibilità di alloggio per vivere la propria vacanza in maniera personalizzata.

Hotel a Spalato

Se cercate un angolo esclusivo dove trascorrere le vacanze, la meta ideale è il quartiere di Varos con i suoi boutique hotel. Meje è un’altra località di elezione, in quanto è uno dei quartieri più ricchi di Spalato.

Tuttavia, in questa zona è possibile trovare un hotel perfetto per le proprie esigenze. Radunica è un altro quartiere molto tranquillo per un’esperienza di soggiorno ideale.

Campeggi

Nei dintorni di Spalato sono presenti anche alcuni campeggi, perfetti per le proprie vacanze on the road. 

Se ti sposti con camper, auto o moto, avrai la possibilità di coniugare vita nella natura a gite nei dintorni per apprezzare non solo Spalato, ma anche le mete presenti nelle vicinanze.

B&B e Case vacanze

Per chi desidera scegliere soluzioni autonome e B&B si possono trovare anche all’interno del città vecchia. Tuttavia, bisogna tener presente che la città vecchia è dove c’è il cuore della movida. Questa zona è particolarmente adatta a chi ama la vita notturna e desidera vivere la vivacità della movida spalatina.

Se vuoi optare per una soluzione più tranquilla è possibile trovare la sistemazione giusta anche nel prestigioso quartiere di Meje è possibile trovare alloggi a un prezzo competitivo.

Come arrivare a Spalato

Scegli la comodità dei Cruise Ferry Ancona-Spalato SNAV. Scegliendo i nostri traghetti per la Croazia potrai visitare una delle mete più belle del Mediterraneo e godere di tutte le bellezze di questo paese.