Ischia: tortino di mele annurche

Ischia: tortino di mele annurche

Ecco una ricetta tipica dell’isola di Ischia, il tortino di mela annurca! Facile da preparare e buonissimo come dessert, questo dolce rappresenta tutta la genuinità della tradizione gastronomica ischitana. Ottimo da proporre anche ai bambini come merenda pomeridiana o da portare a scuola.

Questi gli ingredienti (sufficienti a realizzare mediamente 10 tortini):

  • Zucchero 300 gr.
  • 4 uova
  • Mezza bustina di lievito
  • 2 o 3 mele tagliate a fette
  • Burro 300 gr.

Si inizia mescolando in una ciotola il burro fuso insieme allo zucchero, poi vengono aggiunti i 4 tuorli uno per volta. L’albume va invece separato e montato a neve, e poi deve essere aggiunto al composto. 

È il turno poi della farina, che va amalgamata con tutto il resto insieme al lievito. Quando l’impasto ottenuto sarà diventato liscio e omogeneo, inserire le fette di mela al suo interno; i singoli tortini vanno poi separati e cotti in forno per circa 70 minuti a una temperatura di 165 gradi. Far raffreddare per qualche minuto, dopodiché…sarete pronti per gustare questi fantastici tortini di mele all’ischitana!

E se volete provare questa leccornia direttamente sul posto, con SNAV potete raggiungere Ischia tutti i giorni dell’anno grazie a un efficiente servizio di aliscafi con partenza dal molo Beverello di Napoli. Viaggia a bordo degli aliscafi Napoli-Ischia.

Trekking in Dalmazia

La Dalmazia offre numerosi spunti ai viaggiatori che amano avventurarsi nella natura, alla ricerca di scorci panoramici dal sicuro fascino.

Del resto, la caratteristica peculiare di questa parte di Croazia è il suo saper fondere, in un mix senza uguali, mare e montagna, con la catena del Velebit che funge un po’ da terrazza solenne con affaccio diretto sul mare Adriatico (e se siete particolarmente fortunati, nelle giornate limpide potreste addirittura riuscire a scorgere in lontananza la costa italiana!). 

La catena montuosa si estende per molti km da nord a sud, dando la possibilità agli amanti del trekking di disporre di oltre 400 percorsi diversi, perfetti sia per i principianti che per gli scalatori più esperti. In particolare, i sentieri migliori è possibile trovarli sul Monte Maggiore, nel Parco Nazionale Risnjak, nella parte nord del Velebit, a Paklenica e sul monte Biokovo.

Pur trattandosi di rilievi non eccessivamente alti (le cime più elevate raramente superano i 2000 metri di altezza), queste montagne offrono ai visitatori un’ampia varietà di paesaggi caratterizzati dalla presenza di boschi sul versante settentrionale, e dalla vista mare sul lato adriatico. Oltre 6mila km di percorsi che partono da Zagabria e si distendono verso tutte le direttici sul suolo croato. 

E così, per chi parte dalla capitale, il consiglio è quello di visitare i monti Medvednica e Samobor; molto interessante è anche l’area del Gorski kotar, molto frequentato dagli alpinisti più esperti e da tutti coloro che prediligono le destinazioni sciistiche. Il Velebit, invece, rappresenta la maggiore catena della Croazia: si estende per oltre 140 km lungo la fascia costiera, e offre bellissime vedute sull’Adriatico.

La natura montuosa della Croazia, inoltre, si rivela anche nelle isole: pur senza vantare vette particolarmente elevate, le isole di Hvar, Vis, Brac e Cres offrono percorsi di trekking tra mare e monti dalle mille suggestioni.

Insomma, in Croazia sembra esserci proprio tutto: non solo acque pulite e trasparenti, ma anche numerosi percorsi naturalistici che si inerpicano sulle numerose catene montuose presenti. Chi desidera raggiungere questa terra, può farlo prenotando un biglietto per i mezzi veloci SNAV: maggiori informazioni sono disponibili sul sito www.snav.it

 

Black Friday SNAV 2020

Il Black Friday SNAV 2020 è l’occasione giusta per iniziare a programmare le tue vacanze verso alcune delle mete più belle del Mediterraneo.

Acquistando il tuo viaggio con SNAV dal 25/11/2020 al 6/12/2020 avrai uno sconto del 50%, diritti e supplementi esclusi. Potrai beneficiare dello sconto sulle seguenti tratte:

  • Ancona – Spalato e vic.
  • Napoli -Ponza e vic.
  • Napoli – Ventotene e vic.
  • Napoli – Stromboli e vic.
  • Napoli- Panaerea e vic.
  • Napoli – Salina e vic.
  • Napoli – Lipari e vic
  • Napoli-Stromboli e vic.

Acquistare i biglietti è semplicissimo!

Collegati al sito www.snav.it: attraverso un comodo strumento di booking online potrai scegliere la tratta e personalizzare il viaggio in base alle opzioni disponibili.

Per ottenere lo sconto del 50% (escluso supplementi e diritti) sul costo dei biglietti SNAV, non dovrai fare altro che selezionare dal menù a tendina giallo la convenzione Black Friday e inserire il codice di scontro BLACKSNAV, e godere così dell’applicazione della tariffa promozionale.

Hai bisogno di aiuto per i tuoi acquisti? Contatta il call center SNAV, operativo dalle 9.00 alle 19.00, attraverso il quale potrai acquistare il tuo viaggio verso le tue mete preferite. Prima di procedere all’acquisto, comunica il codice di sconto BLACKSNAV per ottenere lo sconto del 50% (escluso supplementi e diritti).

Aderiscono alla promozione anche le agenzie di viaggio convenzionate SNAV. La tariffa speciale sarà applicata esclusivamente previa comunicazione del codice di sconto.

Infine, potrai acquistare i biglietti per le isole Eolie e le isole Pontine anche tramite l’APP SNAV. Se non l’hai ancora fatto potrai scaricare l’APP cliccando sui seguenti link:

Con SNAV prenoti senza stress: infatti, fino al 31 marzo 2021 avrai l’opportunità di modificare il tuo viaggio senza pagare alcuna penale. Non perdere l’occasione!

La Croazia, le isole di Ponza e Ventotene e le isole Eolie ti aspettano: acquista il tuo viaggio con il Black Friday SNAV 2020.

Parco nazionale di Paklenica

Tra le mete del trekking in Dalmazia da tenere in considerazione c’è il Parco Nazionale Paklenica. Quest’ultmo è uno dei centri principali dove praticare non solo trekking, ma anche per chi ama l’arrampicata.

La conformazione rocciosa e il panorama sull’Adriatico che si gode dalle vette conferiscono a questo luogo un fascino unico al mondo. Il periodo migliore per visitare il Parco Nazionale di Paklenica è sicuramente la primavera, quando la natura si mostra rigogliosa e i ruscelli si trasformano in torrenti perfetti per il rafting, in particolare il corso superiore del fiume Zrmanja forma delle rapide tra le rocce per una emozionante full immersion nella natura.

Il Parco Nazionale di Paklenica è organizzato in maniera tale da offrire un’esperienza personalizzata a ogni tipo di visitatore attraverso la suddivisione e la segnalazione di sentieri e delle pareti di arrampicata più semplici e più difficili.

Per quanto riguarda l’arrampicata, ci sono circa 400 luoghi dove effettuare la scalata, che differiscono per difficoltà e lunghezza.

Come abbiamo detto, la conformazione calcarea del Velebit unita ai numerosi fenomeni naturali hanno scavato nel complesso montuoso due canyon Velika Paklenica (Grande Paklenica) e Mala Paklenica (Piccola Plakenica). Entrambi i canyon coprono una superficie di 3617 ettari.

Tra i diversi sentieri segnalati possiamo annoverare:

Il Sentiero educativo Velika Paklenica – questo è uno dei sentieri più frequentati che porta al grande canyon e alla capanna alpina. Percorrendo il sentiero è possibile trovare dieci tabelle educative che offrono al visitatore le informazioni sulle caratteristiche naturali del sito, con particolare attenzione a quanto presente nella zona.

Un altro sentiero educativo è quello chiamato Paklarić con un belvedere. Quest’ultimo inizia presso il mulino Paklenica, una costruzione antica, ma rinnovata, e finisce nei pressi della fortezza Paklarić. Quest’ultima costruzione si trova ad un’altezza di 121 m. Una sosta è consigliata sul belvedere dal quale si possono scattare magnifiche foto e godere di un suggestivo panorama.

L’ultimo sentiero educativo è chiamato “Un breve viaggio nella storia” e comprende la città di Starigrad e pista ciclabile Reljani. In particolare, la pista ciclabile e il sentiero pedestre lungo otto chilometri parte proprio dal centro di Starigrad – Paklenica e passa per la reception per raggiungere Velika Paklenica, attraverso agli antichi villaggi fino a Seline.

La Caverna Manita Peć è una offre un’esperienza da speleologica, in un percoso dove sarà possibile ammirare stalattiti e stalagmiti ed altre conformazioni naturali interessanti. La visita alla caverna richiede un pagamento di un biglietto a parte e la visita può essere effettuata solo se accompagnati da una guida ufficiale.

Se desideri vivere un’avventura viaggia a bordo dei traghetti per la Croazia SNAV e scopri gli angoli meravigliosi di questa terra, per una vacanza indimenticabile.

Pagnotelle Procidane: ricetta

Tra le ricette tipiche dell’isola di Procida ci sono le dolci pagnotelle, anche note come le pagnotelle di San Biagio che da tradizione si preparano il 3 febbraio.

Per preapare questa deliziosa ricetta servono i seguenti ingredienti:

300 g farina 0

150 g burro

100 g zucchero

1/2 bustina di lievito in polvere per dolci

3 uova medie

2 cucchiai di liquore strega

buccia grattugiata di 1 limone

1/2 cucchiaino di vaniglia liquida o 1 bustina di vanillina

Una volta recuperati tutti gli ingredienti per riprodurre le nostre pagnottelle procidane non resta che prepararle!

In una planetario o utilizzando le fruste elettriche lavorare il burro ammorbidito con la farina. Dopo aver mescolato per qualche secondo è il momento di aggiungere lo zucchero, le uova, e una volta che gli ingredienti sono ben amalgamati, inserire anche la buccia di limone grattugiata e l’aroma di vaniglia.

Infine aggiungere il lievito e mescolare il composto accuratamente, per avere un impasto omogeneo. Lasciar riposare il tutto per circa una trentina di minuti, intanto foderate una teglia con carta da forno e accendi il forno a 180°.

Sistemare l’impasto sulla placca con delle cucchiaiate. Si dovranno raccogliere circa 40/50 g di impasto. Distanzia le pagnotelle una dall’altra. Infornare le pagnotelle di San Biagio per 15 minuti, controllando la cottura e verificando la doratura. Sfornare i dolcetti appena pronti e disporre su un piatto da portata.

Scopri questa e altrettante ricette deliziose regalandoti una vacanza a sulla più piccola delle isole del Golfo, per raggiungerla viaggia a bordo degli aliscafi per Procida SNAV.

L’Ospedale delle bambole

Nel cuore di Napoli, in via San Biagio dei Librai, c’è un posto unico nel suo genere, che testimonia in maniera esemplare l’estro, la fantasia e la creatività del popolo partenopeo: è l’Ospedale delle Bambole, un centro di restauro che affonda le proprie radici nella tradizione artigianale napoletana sin dalla fine dell’800. 

Ma come è nata quest’idea di prestare cure “sanitarie” a delle…bambole? 

La storia ha inizio nella bottega di Luigi Grassi, storico scenografo napoletano, artigiano esperto la cui occupazione consisteva nel progettare e dipingere le scenografie dei teatri di corte e dei teatrini dei pupi dell’epoca. La leggenda narra che un giorno una madre, disperata perché l’unica bambola di sua figlia era andata in mille pezzi, attratta da quell’insolito laboratorio, chiese all’artigiano di riparargliela, e quest’ultimo, vestito con un camice bianco, come fosse un vero e proprio dottore, le promise che la bambola sarebbe tornata come nuova.

Da quel momento, tante altre mamme iniziarono a rivolgersi a Grassi per la riparazione delle bambole delle proprie figlie, al punto che nel gergo comune il laboratorio cominciò a essere chiamato “l’ospedale delle bambole”. 

E cosa rimane oggi di questa tradizione così speciale, intrisa di fiaba e immaginazione? Un museo, sito per l’appunto in via San Biagio dei Librai a Spaccanapoli, nel quale è possibile ammirare moltissimi reperti, pezzi di giocattoli d’epoca, creazioni artigianali che narrano quella storia così lontana nel tempo, ma anche attuale se vogliamo, perché ci invita a riflettere sui temi del recupero di ciò che è danneggiato, nell’epoca del consumismo sfrenato, che porta a disfarci troppo facilmente degli oggetti che si rompono, per ricorrere con eccessiva disinvoltura all’acquisto di nuovi oggetti, in un vortice di produzione e consumo che non fa altro che aumentare la quantità di rifiuti gettati nell’ambiente.

Ripristinare, recuperare, riparare ci fa vedere anche oggetti semplici, in questo caso le bambole, sotto una luce diversa, dando dignità e valore a quegli oggetti stessi, invitandoci ad avere cura per le cose a cui teniamo di più.

E il laboratorio? Naturalmente, l’Ospedale delle Bambole prosegue tutt’oggi la tradizione ultrasecolare avviata da Luigi Grassi, e quindi è possibile “ricoverare” i propri giocattoli danneggiati: il Bambolatorio si prenderà cura di loro, proprio come se fossero dei pazienti da guarire!

Per maggiori informazioni su orari di apertura e visite, si consiglia di visitare il sito ufficiale dell’Ospedale all’indirizzo web https://www.ospedaledellebambole.com/

Scopri l’App SNAV

Un nuovo modo per essere più vicini ai nostri clienti: con l’App di SNAV potrai prenotare direttamente con il tuo smartphone o tablet i biglietti per le isole di Capri, Ischia e Procida, le isole Eolie e le isole Pontine.

Con una navigazione facile ed intuitiva avrai l’opportunità di personalizzare il tuo viaggio e acquistare con pochi e semplici touch i tuoi biglietti, e beneficiare degli sconti e delle promozioni SNAV.

L’applicazione è disponibile sia per i device con sistemi operativi Android che per iOS. Segui i link per installarla subito:

Tramite l’App SNAV potrai acquistare i tuoi biglietti per le tratte che interessano le isole del Golfo:

Napoli Beverello – Capri e vic.

Sorrento – Capri e vic.

Castellammare – Capri e vic.

Sorrento – Castellammare e vic.

Napoli Beverello – Ischia Casamicciola e vic.

Napoli Beverello – Procida e vic.

Procida – Ischia Casamicciola e vic.

Gli spostamenti verso le isole del Golfo hanno cadenza giornaliera, così da facilitare anche gli studenti e i lavoratori che si spostano dalle isole alla terraferma. Attraverso l’App potrai prenotare ancora più velocemente evitando code in biglietteria.

Grazie all’App di SNAV sarà possibile acquistare i biglietti anche per le altre destinazioni estive offerte dalla nostra compagnia.

Come ogni estate, SNAV ti porta sulle isole Eolie e Pontine, con partenze dal porto di Mergellina.

Per le isole Eolie i collegamenti avranno luogo dal 29/05/2021 al 5/09/2021, con partenze dal porto di Napoli Mergellina e scalo a Stromboli, Panarea, Salina, Vulcano e Lipari.

Per le isole Pontine i collegamenti saranno attivi dal 19/06/2021 al 06/09/2021 dal venerdì al lunedì, con partenza da Napoli Mergellina e da Ischia Casamicciola verso il porto di Ventotene e Ponza e viceversa.

Con l’App di SNAV hai un mare di opportunità per personalizzare i tuoi viaggi e programmarli in maniera comoda e sicura.

La Riviera di Makarska

Tra i luoghi più belli della Dalmazia c’è sicuramente la riviera di Makarska. La bellezza di questo tratto costiero è contraddistinto dal mare cristallino, dalla vegetazione rigogliosa di pinete e le ampie spiagge.

La Riviera di Makarska sorge proprio all’ombra della maestosa montagna del Biokovo, che presenta diversi percorsi di trekking e di arrampicata, diventando un centro di attrazione per visitatori da tutto il mondo, proprio per la bellezza del paesaggio.

La riviera, come abbiamo accennato all’inizio è il punto di riferimento per chi cerca spiagge incontaminate in uno scenario naturale unico al mondo. Proprio tra queste ultime spicca la spiaggia di Podrace nei pressi della piccola città di Brela.

Accanto a quest’ultima è possibile visitare il villaggio di Kricak, dove sono presenti vigneti, le terrazze dove crescono le marasche e dove sono presenti gli uliveti e agrumeti. In particolare, in questa zona sono diffusi gli aranceti e limoneti.

Altro villaggio dove è possibile notare i resti di un insediamento illirico è il villaggio di Skrabici. Un altro luogo dalla bellezza sensazionale è la spiaggia di Punta Rata, che si trova sul promontorio di Dugi Rat, ed è indicata come una delle spiagge più belle della Croazia.

Vicino a Tucepi, invece, si trova Kraj o la spiaggia Kamena. Quest’ultima è una spiaggia di sabbia che si estende su una lunga lingua di terra. La località è facilmente raggiungibile,

mentre se vuoi goderti Kraljev Gaj, la baia è raggiungibile solo a piedi, dato che è nascosta tra larghi scogli.

Sulla riviera si trova anche l’antica città di Zivogosce. La località in questione, infatti, è stata abitata fin dai tempi degli Illiri e dei Romani.

A testimonianza di quanto detto, sulle colline circostanti sono stati ritrovati tombe e tumuli Illirici, nonché una Villa Rustica a Mala Duba, la quale si distingue per il notevole valore architettonico che rende questa struttura unica nel suo genere.

Quest’area permette anche agli amanti della storia e dell’arte di visitare diversi luoghi di grande rilievo come il Monastero Francescano del XVII secolo.

Cultura e relax si sposano perfettamente in quest’area della Dalmazia, dove a cittadine con un passato tutto da scoprire si alterna la possibilità di godere della bellezza della natura, come dimostrato dalle splendide spiagge di Porat, Mala Duba e Blato, che sono immerse in un contesto unico al mondo, e si stagliano al di sotto di uliveti e pinete rigogliose.

Chiudiamo la nostra rassegna con la città di Makarska che si contraddistingue per la Catterdrale barocca di San Marco e la fontana veneziana. Città di grande fascino, quest’ultima ospita anche la più grande collezione conchiglie e lumache marine nel Museo Malacologico ubicato all’interno del Monastero Francescano di Santa Maria.

Scopri le bellezze della Riviera di Makarska e scegli i traghetti Ancona Spalato, per una vacanza on the road per vivere pienamente il fascino di questi luoghi.