Stromboli: cosa vedere

stromboli

Stromboli è rinomata per i fenomeni vulcanici che l’hanno resa famosa in tutto il mondo. Se stai cercando una meta per le tue vacanze ecco perché dovresti scegliere quest’isola almeno una volta nella vita.

Cosa fare a Stromboli e cosa c’è da vedere

Stromboli fa parte dell’arcipelago delle Eolie ed è l’isola situata nella parte settentrionale. Ricopre una superficie totale di 12 km², ma pur essendo una piccola isola ci sono molte cose da vedere per goderne pienamente tutta l’essenza.

Questa località è nota, in particolare, per Iddu, il vulcano che ogni giorno borbotta e lancia lapilli dando vita a uno dei fenomeni più interessanti dal punto di vista del vulcanesimo nostrano. Tuttavia, non solo il vulcano, infatti, Stromboli ha diversi angoli che vanno visitati per apprezzarla sotto più prospettive.

Stromboli: San Vincenzo e la piazza

La chiesa dedicata al patrono dell’isola si raggiunge tramite una stretta strada costiera che si snoda tra le tipiche case eoliane. Dedicato al santo Vincenzo Ferreri, al secolo Vincet Ferrer religioso dell’ordine dei Domenicani, che giocò un ruolo chiave negli eventi che si verificarono nel corso dello scisma d’Occidente.

Fu predicatore itinerante e i suoi sermoni furono diffusi in più paesi, quindi non solo in Spagna, tanto che il suo culto si diffuse anche nel Sud Italia.

La Chiesa di San Vincenzo domina l’omonima piazza che offre un’imperdibile vista sull’abitato sul mare e su Strombolicchio.

San Bartolomeo Stromboli

La Chiesa di San Bartolomeo di Stromboli fu costruita nel corso del XVIII secolo e si trova nella contrada Piscità.

La particolarità è che questa Chiesa è dotata di un frantoio, quindi era non solo un luogo di culto, ma anche un punto di riferimento per gli agricoltori che vi si recavano per la spremitura delle olive.

La chiesa si raggiunge tramite alcuni gradini che portano su un ampio sagrato davanti al quale si svolgono manifestazioni nel periodo estivo. All’interno dell’edificio sacro si possono ammirare degli stucchi risalenti all’800 e una cupola a crociera decorata con stelle oro su sfondo blu.

Piscità

Piscità è un piccolo borgo che si contraddistingue per l’abitato costituito dalle classiche case bianche eoliane, che costeggiano le piccole e strette stradine. Il borgo è situato sulla costa settentrionale dell’isola.

In questo suggestivo paesaggio si trovano numerose calette, che si caratterizzano per i ciottoli vulcanici e la sabbia nera, come le altre spiagge dell’isola. Dal borgo si arriva alla bellissima Spiaggia Lunga, la quale è una meta molto apprezzata dai naturisti, oltre che dai bagnanti che amano sostare in un contesto in cui regna una natura selvaggia e incontaminata.

Ginostra 

Chiudiamo la nostra rassegna con Ginostra che si trova presso la costa sud ovest dell’isola. Molti non sanno che proprio a Ginostra era ubicato il porto più piccolo del mondo.

Per chi desidera bagnarsi nelle acque cristalline di questa zona è possibile scegliere la spiaggia rocciosa che si trova nei pressi della chiesa, la zona del porto dove sono presenti delle piscine naturali e la spiaggia di Lazzaro.

Scopri l’isola di Stromboli a bordo degli aliscafi SNAV. Acquista subito i biglietti Napoli Stromboli e raggiungi le Eolie con una piacevole traversata.