Cosa fare e vedere a Panarea

Cosa fare e vedere a Panarea

È la più piccola delle Eolie, eppure non per questo è un’isola meno capace di stupire chi sceglie di visitarla: stiamo parlando di Panarea, un paradiso naturale tutto da scoprire. Noi di SNAV abbiamo scelto di realizzare questa mini guida, nella speranza di fornire alcune dritte e informazioni utili per tutti coloro che desiderano trascorrere qualche giornata su questo piccolo sbuffo di roccia vulcanica che sorge nel cuore del mar Tirreno.

h2: L’isola di Panarea: un paradiso naturale

Come anticipato in precedenza, in questo caso “piccolo” non vuol certo dire “meno interessante”, anzi. A dispetto delle dimensioni ridotte, Panarea regala la possibilità di godere di vedute paesaggistiche da levare il fiato, rese ancora più belle dalle tonalità cromatiche cangianti che caratterizzano questi luoghi.

Tutto ciò è ampiamente visibile, ad esempio, a Cala Junco. Qui è possibile ammirare lo spettacolare contrasto dato dai toni scuri della roccia lavica e il blu intenso del mare e del cielo: tra insenature e calette generate da una costa frastagliata, ecco che Cala Junco assume quasi la forma di un antico anfiteatro che va a connotarsi come una sorta di piscina naturale.

Come non citare, poi, Cala degli Zimmari, dove troverete una spiaggia fatta di sabbia rossa bagnata da un mare che alterna tonalità turchesi ad altre più scure. E ancora, la celebre Spiaggia della Calcara, un vero e proprio paradiso della natura: si trova all’interno di una conca sovrastata da una parete rocciosa ed è formata da ciottoli. Da qui è possibile ammirare fenomeni vulcanici secondari.

Dove alloggiare a Panarea

Ecco alcuni consigli sugli alberghi migliori in cui alloggiare a Panarea. La lista potrebbe essere più lunga, ma vi proponiamo una selezione di strutture che sapranno rendere speciale la vostra permanenza sull’isola.

L’Hotel Girasole è un 3 stelle che sorge esattamente a metà strada tra il porto di Panarea e Cala Junco. Lontano dai rumori della movida notturna, questo albergo rappresenta la struttura ideale per le famiglie con bambini.

L’Hotel Cincotta, invece, offre una suggestiva vista sul porto ed è a pochi passi dalla scogliera. La scelta migliore se si è alla ricerca di una sistemazione comoda e al tempo stesso super panoramica!

L’Hotel La Piazza è una struttura ricettiva a 4 stelle che offre tutte le comodità della vicinanza al centro principale dell’isola, con l’aggiunta di una vista davvero mozzafiato. Inoltre, questo albergo dispone di una piscina con acqua salata.

Infine, vi segnaliamo l’Hotel Oasi, che si trova nel cuore dell’isola, a pochissima distanza dai locali notturni e dai negozi, e a soli 5 minuti di cammino dal porto. La struttura è a 4 stelle e offre ambienti lussuosi e ricchi di fascino.

Dove mangiare a Panarea

Se avete voglia di mangiare bene spendendo poco, ecco una lista di ristoranti di Panarea che fanno al caso vostro. Inutile aggiungere che si tratta di luoghi specializzati in cucina di mare, seguendo le ricette della tradizione eoliana e siciliana. Prodotti freschi e appena pescati rappresentano il fiore all’occhiello di questa tipologia di cucina.

La Trattoria Da Paolino offre il plus di essere organizzata come una terrazza sul mare con vista su Stromboli. Vi è poi la Trattoria Da Francesco, che offre un’ottima cucina a base di pesce proponendo un rapporto vantaggioso tra qualità e prezzo. Citiamo poi il Ristorante Cusiritati, che offre una veduta panoramica unica al mondo, e infine il Ristorante Pizzeria da Antonio il Macellaio, una steakhouse in cui è possibile ordinare rinomati piatti a base di carne.

Come divertirsi a Panarea

Tutti sanno che Panarea è, tra tutte le isole dell’arcipelago, la regina del divertimento. Elegante e raffinata, nel tempo Panarea si è meritata l’appellativo di “isola dei vip”, il luogo prescelto dai personaggi dello spettacolo per concedersi giornate di relax e svago.

Dopo una lunga giornata in spiaggia, è il momento di un gustoso aperitivo! Ecco una selezione di bar e locali in cui è possibile dedicarsi al rito dell’happy hour al tramonto: il Bridge Sushi Bar, il Bar Banacaliii e il Rhum e Pera. Si tratta di locali dotati di terrazze super panoramiche in cui godere del fascino di Panarea mentre si sorseggia un cocktail. Consigliati anche per chi ama la cucina giapponese.

Gli estimatori della vita notturna, invece, non possono fare a meno di effettuare una tappa al Raya, l’unica discoteca dell’isola, ma una delle più famose e rinomate d’Italia. Anche qui troverete una terrazza sul mare e un ambiente super mondano frequentato da DJ di fama internazionale e vip dello spettacolo e dello sport.

Prenota subito le tue vacanza a Panarea: viaggia a bordo degli aliscafi SNAV. Con la nostra compagnia di navigazione potrai viaggiare verso le isole Eolie con partenza da Napoli. Che cosa aspetti? Scegli il comfort degli aliscafi Napoli- Panarea.

Vacanze a Panarea

Panarea è un’isola rinomata per il divertimento, le spiagge e il mare cristallino. Non a caso l’isola è stata anche protagonista nell’omonimo film “Panarea”, che racconta la gioventù, l’estate e l’amore. Panarea, pertanto, oltre alle diverse attrazioni che propone è una meta privilegiata per il turismo giovanile, proprio perché oltre a offrire location esclusive per soggiornare e gustare la buona cucina eoliana, è anche il posto ideale per scatenarsi a ritmo di musica.

Panarea vita notturna

L’isola di Panarea presenta un abitato principale rappresentato da San Pietro. Qui sono presenti la maggior parte delle attività turistiche, ma anche i centri della vita mondana dell’isola. Nel dettaglio, è proprio in questa località che sarà possibile apprezzare le bontà della cucina tipica eoliana, oppure godere dei benefici delle sorgenti termali.  A San Pietro, generalmente, si svolgono le manifestazioni sportive e culturali. Infine, sono presenti numerosi discoteche e locali notturni, alcuni presenti all’interno di alberghi o complessi ricettivi, oppure che vantano una posizione privilegiata sul mare. Se vuoi approfondire i luoghi più famosi dell’isola allora potrebbe interessarti l’articolo sulla vita notturna a Panarea e le discoteche.

Come arrivare a Panarea

L’isola di Panarea è raggiungibile via mare con traghetti ed aliscafi. In particolare, se si proviene dalle regioni del centro – Italia o del nord, una buona idea è arrivare a Napoli e imbarcarsi sugli aliscafi SNAV.  Se si raggiunge Napoli in treno sarà possibile beneficiare della partnership SNAV e Trenitalia, per rendere il viaggio ancora più conveniente.

Traghetto Napoli Panarea o aliscafo: cosa scegliere?

Scegliere un’aliscafo per Panarea può essere la soluzione migliore per risparmiare sul tempo impiegato per il viaggio.  Soprattutto se viaggi senza veicolo a seguito, l’aliscafo per Panarea SNAV può rappresentare una modalità di viaggio confortevole e veloce. Panarea, proprio per la sua grandezza e conformazione può essere visitata a piedi oppure noleggiando bici e scooter direttamente in loco, oltre a poter usare la rete di trasporto locale. Collegati subito su www.snav.it e inizia a progettare le tue vacanze alle Eolie.

Le spiagge di Panarea

La più piccola delle Eolie, ma non per questo la meno bella: vogliamo in questo articolo presentarvi le meraviglie naturali dell’isola di Panarea, soffermando la vostra e la nostra attenzione soprattutto sulle principali spiagge che è possibile trovare in questo angolo di paradiso. 

Pur presentando dimensioni piuttosto ridotte (pensate che l’isola misura in tutto circa 3.400 kmq), Panarea deve molto del suo fascino alla natura vulcanica che la caratterizza: le eruzioni e le esplosioni che si sono succedute nel corso del tempo hanno determinato una morfologia caratteristica che si rispecchia nel paesaggio indomito e selvaggio che potrete trovare qui.

Già, perché le spiagge di Panarea talvolta possono pagare dazio in termini di facilità di approdo e di comfort (soprattutto per chi ama i contesti sabbiosi e semplici da raggiungere); un fattore, tuttavia, che viene abbondantemente compensato da una natura misteriosa e affascinante, perfetta per tutti coloro che prediligono il trekking e l’avventura.

Cala Junco

E così, se vi piace inerpicarvi lungo sentieri impervi, qualora non aveste la possibilità di raggiungere le spiagge di Panarea via mare, ecco che Cala Junco potrebbe essere il luogo ideale per voi! Si tratta di una piccola insenatura che richiama l’idea di una piscina naturale, dominata dal verde cristallino del mare e dallo scuro della roccia vulcanica. Cala Junco è la spiaggia più popolare dell’isola, e per questo non è la meta più indicata per chi preferisce tenersi lontano dalla folla. 

Come raggiungere Cala Junco

Come abbiamo detto Cala Junco è tra le spiagge più facili da raggiungere, nonché un vero e proprio paradiso, grazie alla sua forma peculiare, incastonata in un’insenatura che la rende una piscina. Cala Junco si raggiunge con una passeggiata di circa 30 minuti, percorrendo un antico sentiero che parte da Drautto.

Cala degli Zimmari

La Cala degli Zimmari si trova a breve distanza da Cala Junco, e si distingue per essere l’unica spiaggia sabbiosa del litorale. In tal senso proprio la sabbia, di colore rossastro, crea sfumature cromatiche di particolare suggestione, insieme al blu del mare e al verde della vegetazione circostante. 

Come arrivare a Cala Zimmari

Anche Cala Zimmari è raggiungibile a piedi con una passeggiata di circa una ventina di minuti imboccando il sentiero che da San Pietro porta a Ditella.

Spiaggia della Calcara

Sul versante nord troviamo poi la spiaggia della Calcara, celebre per i gas vulcanici che partono dal suolo, a testimoniare una volta di più l’indole vulcanica di Panarea: a tal proposito, si consiglia di prestare la massima attenzione poiché in alcuni punti l’acqua tende proprio a ribollire, per cui è meglio evitare di fare il bagno in presenza di questo fenomeno.

Come arrivare alla spiaggia della Calcara

Alla spiaggia della Calcara si arriva tramite un sentiero nella natura che si dirama in direzione nord sulla strada che porta a Ditella. Il sentiero si trova dopo la centrale elettrica. Il percorso ha una durata di circa venti minuti.  Da qui si può godere della vista sull’isola di Stromboli.

Cala Bianca

Concludiamo quindi con Cala Bianca tra le località di Panarea che si adattano meglio a una lunga escursione nella natura. Quest’ultima è situata nella zona nordoccidentale dell’isola, il costone roccioso rivela in tutta la sua crudezza l’anima vulcanica di questo posto. Da qui si può godere di un meraviglioso panorama. 

Come arrivare a Cala Bianca

Si può arrivare a Cala Bianca in escursione a piedi per ammirare il panorama e il costone roccioso. Se si desidera fare il bagno ci sono diversi itinerari in barca che passano in questa località che permettono di ammirarla in tutta la sua selvaggia bellezza.

Basiluzzo e Lisca Bianca

Basiluzzo e Lisca Bianca sono due isolotti che si trovano vicino all’isola di Panarea. Sebbene ci sia il divieto di sbarco sulle isole, in quanto sono state dichiarate dal 1991 riserva naturale integrale e l’approdo è consentito solo per motivi scientifici è possibile effettuare escursioni in barca.

In particolare, nelle vicinanze dell’isola di Lisca Bianca, a circa 25 ed i 40 metri di profondità, si può osservare il relitto della nave cargo inglese Llanishen, quest’ultima affondata nel 1885. Parti del relitto come i tronconi di prua e di poppa sono ben conservati. In tal senso, questo è un luogo molto amato da chi desidera effettuare immersioni a Panarea.

Come raggiungere Basiluzzo e Lisca Bianca

Basiluzzo e Lisca Bianca si possono raggiungere in barca oppure tramite i centri diving che effettuano immersioni in queste località.

Come arrivare a Panarea

Non vi resta dunque che prenotare la vostra prossima vacanza a Panarea, naturalmente viaggiando a bordo degli aliscafi SNAV per le Isole Eolie.

Panarea

Escursioni a Panarea

Panarea è conosciuta come una delle isole più mondane dell’arcipelago delle Eolie, al punto tale che è diventa una delle mete preferite soprattutto per quanti amano la movida notturna e il divertimento.

Panarea, tuttavia, offre una molteplicità di esperienze che possono soddisfare gli amanti della natura e della storia, attraverso percorsi escursionistici che consentono di scoprire l’isola a piedi.

Escursione al villaggio preistorico di Cala Junco

Tra i luoghi più rappresentativi dell’isola c’è sicuramente il villaggio preistorico di Cala Junco. Questa località può essere raggiunta partendo da Contrada San Pietro, che si trova a monte del porto dell’isola.

Passando tra le casette bianche, che contraddistinguono Panarea, prendendo la strada che sale ed esposta a Sud, si può arrivare, con una passeggiata di trenta minuti circa, al villaggio preistorico di Cala Junco.

Il sentiero porterà a costeggiare l’abitato di Drautto, per poi ridiscendere verso la cala. Il paesaggio che si può ammirare facendo questo percorso è di eccezionale bellezza. Superato Drautto, inizia Cala Zimmari, nella quale si consiglia una sosta, per rinfrescarsi e prendere il sole sulla sabbia nera.

Da Cala Zimmari, basta percorrere un breve tratto per accedere a Cala Junco e al villaggio preistorico. Quest’ultimo, ricordiamo, è un promontorio dove è presente un abitato composto da ventitre capanne a forma ovale e una quadrangolare. Il posto, per la sua conformazione era adatto alla difesa, quindi perfetto per costruire un villaggio facilmente presidiabile.

 Percorso da San Pietro a Punta del Corvo

Se volete godere della bellezza della vista che si può ammirare da Punta del Corvo, allora si può intraprendere un cammino che dall’abitato di San Pietro che conduce direttamente alla vetta. Partendo dal porto si prende la strada principale che ci porta proprio all’interno dell’abitato, da qui basterà  seguire la direzione per il cimitero.

Una volta giunti proprio nella zona del cimitero, la strada diventa di terra battuta, per cui è necessario intraprendere il percorso con scarpe adeguate. L’ultimo tratto è una mulattiera. La direzione da prendere ai bivi e segnalata, quindi è opportuno fare attenzione per non allungare il percorso.

In quest’area si può ammirare la vegetazione fatta da arbusti e macchia mediterranea, mirto e cipressi. La fatica della scalata sarà ricompensata dal paesaggio che si potrà ammirare una volta raggiunta la vetta.

La Calcara e Punta del Corvo

Per gli appassionati di trekking e gli escursionisti più esperti Punta del Corvo è raggiungibile anche dalla Calcara. Sempre partendo dal porto, una volta arrivati a un bivio a croce, bisogna seguire la strada in direzione Nord.

Qui siamo in contrada Ditella dove è possibile effettuare una sosta presso l’antica chiesetta dell’Assunta. Da qui si raggiunge la Calcara con la sua spiaggia famosa per le fumarole e le sorgenti termali. Riprendendo la passeggiata si sale fino al monte, inerpicandosi per aspri sentieri.

Proprio per questo motivo si raccomanda di intraprendere il percorso con vestiti e scarpe adatte, una scorta d’acqua ed essere preparati dal punto di vista atletico.

Da Punta del Corvo si può ammirare anche il tramonto eoliano. In questo caso bisogna avere una torcia per la discesa.

Scopri gli angoli più belli delle Eolie con SNAV e prenota il tuo posto a bordo degli aliscafi per Panarea.

Biscotti e dolci eoliani

Eolie: idee per una vacanza itinerante

Scegliere di trascorrere una vacanza itinerante significa viaggiare percorrendo luoghi e culture mentre si ricerca il vero cuore dei posti che si stanno visitando. Ci si lascia guidare dalla curiosità e dall’entusiasmante voglia di scoprire paesaggi mai visti prima, stando a contatto con gli stili di vita e i modi di essere dei luoghi che si visitano.

Una soluzione ottimale e senz’altro perfetta per godersi appieno una vacanza itinerante è senza dubbio un tour alla scoperta delle bellezze paesaggistiche delle isole Eolie, nominate nel 2000 patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO; un viaggio indimenticabile tra natura selvaggia, mare cristallino incontaminato e spettacolari vulcani.

Partiamo dall’isola più grande dell’arcipelago eoliano: Lipari.
Visitare questa incantevole meta fa rendere subito conto della vivacità che regna sovrana in questo comune. Sia godersela via mare, che via terra, l’isola offre molto da vedere e innumerevoli attività da svolgere. Un piacevole e rilassante giro in barca intorno l’isola di Lipari, tra profonde grotte e splendide cale, vi farà sicuramente iniziare questa vacanza nel migliore dei modi: cale come quella del Fico, scogli selvaggi e le meravigliose spiagge di Valle Muria, Vinci, Capo Rosso e Punta della Castagna, resteranno indelebili nella vostra memoria per tutta la vita, facendovi ammirare un vero e proprio spettacolo della natura.

Una volta sbarcati in porto, sono molteplici le cose da poter visitare nel Comune di Lipari, e tutte hanno un’impronta storica alle spalle. Il Museo Archeologico situato nel Castello di Lipari rende ammirabili numerosi ed eccezionali ritrovamenti archeologici di tutto l’arcipelago eoliano, abitato fin dall’antichità e caratterizzato da un’intensa attività vulcanica; il Castello sorge in un punto fantastico di un’ampia baia sulla costa orientale, tra le due insenature di Marina Corta e Marina Lunga, ad oggi i migliori approdi dell’isola. Da non perdere poi una visita alla Cattedrale di origine normanna e all’Acropoli greca.

Dall’isola più grande delle isole Eolie ci si sposta poi alla più piccola, Panarea, minuscolo arcipelago tutto da scoprire. Il paesaggiosi caratterizza per un insieme di scogli (su tutti quelli delle Formiche e dei Panarelli) e isolotti, come Dattilo, Bottaro, Basiluzzo, Spinazzola, Lisca Bianca e Lisca Nera (di cui rimangono pochi resti).

Nella contrada di San Pietro nasce il piccolo approdo turistico, ricco di case arroccate, negozi e botteghe. Da qui è indubbiamente interessante intraprendere il cammino lungo il sentiero Iditella – Calcara – Punta del Corvo, una passeggiata appassionante che vi porterà a scoprire diverse soluzioni da poter effettuare durante il cammino. Ricco di vedute panoramiche (su tutte quella verso l’imponente vulcano Stromboli) il sentiero, in un punto preciso, permette in breve tempo di raggiungere la discesa a mare verso la spiaggia della Calcara, caratteristica per le sue fumarole e lo zolfo.

Insomma, oltre la rinomata movida notturna che l’ha resa famosa nell’ultimo trentennio, Panarea attrae tantissimi turisti anche per le coste incontaminate e i particolari fenomeni eruttivi subacquei.

Da Panarea ci si reca alla vicina Vulcano, isola dove, secondo la mitologia greca, vi erano le fucine di Efesto, dio del fuoco e fabbro. Anche qui prevalgono le fumarole, i getti di vapore sia subacquei che in superficie, nonché la presenza di fanghi sulfurei dalle stimate proprietà terapeutiche.

Terza tappa dell’itinerario è Stromboli, isola dove vi è il più attivo dei vulcani europei, che regala frequenti e spettacolari eruzioni osservabili anche dall’Osservatorio della Marina Militare situato a Punta Labronzo. Famosissima a Stromboli è la “Sciara del Fuoco”, ovvero la colata di lava che dal cratere del vulcano scende fino al mare. Molti turisti che hanno la fortuna di essere sull’isola al momento di questa meravigliosa attività vulcanica, restano incantati ad osservare questo suggestivo fenomeno per ore e ore.

Se si vuol visitare Ginostra, isolata frazione dell’isola situata in una zona interamente rocciosa, si procederà con una caratteristica marcia in mulattiera, altra attività scelta dalla maggior parte dei turisti che sbarcano a Stromboli. Merita una visita anche il borgo di San Vincenzo, affascinante luogo dove approdano barche di piccole dimensioni.

Una giornata intera di questa indimenticabile vacanza itinerante alle Eolie va certamente trascorsa a Salina, la seconda isola più grande dell’arcipelago e quella che raggiunge le altezze maggiori nei suoi caratteristici rilievi.

Salina è la maggiore risorsa agricola di tutto l’arcipelago, infatti la numerosa presenza di fichi d’India, pioppi, capperi, frutteti, uliveti e vigneti (dal quale si ricava il pregiato vino Malvasia), donano all’isola un insieme di colori ed odori unici nell’intero Mediterraneo.

Qui c’è la possibilità di poter vivere una emozionante escursione nella “Fossa delle Felci”, un bellissimo bosco di felci ospitato dall’omonimo monte. Scendendo verso i centri abitati si scoprono frazioni davvero meravigliose, ma merita senza dubbio una visita a piedi a Rinella, un piccolo borgo di pescatori che sorge su una ripida vallata che conduce al mare e caratteristica per la sua spiaggia a forma di mezzaluna con sabbia nera finissima.

Non distante da Rinella, incontriamo la meravigliosa spiaggia di Pollara, uno dei luoghi più affascinanti
di tutte l’arcipelago eoliano, in quanto collocata sotto una scogliera a forma di anfiteatro, che scende a picco sul mare. Da non perdere a Salina la visita nella casa in cui è stato girato il film “Il Postino” con Massimo Troisi.

Le isole Eolie sono lo scenario perfetto per prendersi una pausa dalla solita routine e permettersi una vacanza itinerante indimenticabile. In tutte le isole dell’arcipelago, oltre alle tante attività e gli innumerevoli luoghi da scoprire, si potrà contare anche su tantissimi e meravigliosi ristoranti in cui degustare la cucina tipica eoliana.

Prenota aliscafi per le Isole Eolie, controllando gli orari di partenza da Napoli ed acquistando i biglietti sul nostro sito www.snav.it. Per maggiori informazioni chiama il nostro call center al numero 081.428.55.55.

Arrivederci alle Eolie e Pontine

Anche quest’anno SNAV, con i suoi collegamenti veloci, vi ha trasportato verso alcune mete da sogno quali isole Eolie e isole Pontine.

In occasione della chiusura delle tratte vogliamo ringraziare tutti coloro quelli che hanno viaggiato con noi per raggiungere le isole di Ponza e Ventotene e le isole dell’arcipelago delle Eolie: Stromboli, Salina, Lipari, Vulcano e Panarea.

Da sempre queste mete sono apprezzate per la bellezza dei panorami, per il mare cristallino, nonché per la ricchezze storico-artistiche e culturali. Inoltre, sia le isole Eolie che le isole Pontine sono rinomate anche come punto di riferimento per il turismo enogastronomico.

Le tipicità presenti sulle isole, infatti, fanno da richiamo anche al turismo, attraendo, in particolare, i viaggiatori che ricercano un’esperienza completa che possa appagare tutti i sensi.

L’estate è finita, ma SNAV offre ancora tantissime possibilità per viaggiare e vistare mete di impareggiabile bellezza. Collegati al nostro sito www.snav.it e scopri dove ti porterà la tua voglia di avventura.

Panarea: Festa di S.Pietro 2018

Perché non concedersi una settimana di vacanza sull’isola di Panarea a giugno? Magari proprio nell’ultima settimana del mese, quando l’isola è in fermento per la festa patronale dedicata a San Pietro che si svolge il 29 giugno.

Un calendario di eventi religiosi e civili animeranno l’isola dal 26 giugno 2018 fino al 1° luglio 2018. Le giornate di festa saranno aperte dal triduo in onore del Santo, tre giorni di preparazione spirituale rivolta ai fedeli, che esprimono attraverso la partecipazione attiva alle celebrazioni tutta la devozione verso il loro santo patrono.

Gli eventi di carattere civile prenderanno il via il 27 giugno con il Gioco: Palo a Mare, mentre la serata sarà dedicata alla moda. Nel calendario degli eventi sono anche previsti anche giochi come la caccia al tesoro, spettacoli musicali, spettacoli pirotecnici e sagre dedicate all’enogastronomia, volte proprio ad esaltare le produzioni locali e le specialità che costituiscono il fiore all’occhiello di tutto l’arcipelago eoliano.

Non mancheranno, quindi, anche bancarelle, dove si potrà godere non solo dei prodotti tipici locali, come abbiamo detto, ma anche delle creazioni dell’artigianato eoliano. Il quadro dell’isola in questo periodo dell’anno è quanto mai affascinante e particolare, in grado di calamitare l’attenzione di numerosi turisti.

Cuore di tutto l’evento è  la Processione, che generalmente si tiene proprio il 29/06. La statua del Santo viene accompagnata in processione dai fedeli e dalla banda, alternando così momenti di musica a momenti di preghiera. Il Santo, quindi, attraversa le stradine fino ad arrivare al mare.

In particolare, molto suggestivo è il momento in cui la processione continua via mare.  La statua di San Pietro viene alloggiata su barca e da qui, come da tradizione, benedice l’isola via mare.

Goditi l’ultima settimana di giugno a Panarea e viaggia con SNAV. Con in nostri aliscafi Napoli-Panarea, raggiungerai l’isola a bordo di mezzi veloci che renderanno il tuo viaggio piacevole e sicuro. Acquista i biglietti online, oppure chiama il nostro call center al numero 081. 4285. 555. Prenota subito!

Lipari

Cosa fare a Panarea

Che cosa rende l’isola di Panarea una meta ideale per le vacanze? Anche se l’isola è piccola di certo sarà impossibile annoiarsi, in quanto ci sono tante cose da vedere e da fare. Sull’isola di Panarea sono presenti tre centri principali: Drauto, Ditella e San Pietro, quest’ultimo costituisce l’approdo principale. Ognuno di questi centri ha delle particolarità tutte da scoprire.

Molti non sanno che l’isola di Panarea è stata abitata fin dai tempi più remoti. Scavi archeologici hanno riportato alla luce un villaggio risalente al XIV secolo a.C., mentre nel corso del tempo si sono avvicendati diverse dominazioni che hanno contribuito a caratterizzare ulteriormente l’isola. Tra i monumenti e siti da visitare annoveriamo la chiesetta di San Pietro, la chiesa dell’Assunta e, naturalmente, il Villaggio Preistorico di Capo Milazzese.

Pur contando poche centinaia di abitanti durante l’inverno, ogni estate Panarea accoglie tantissime persone, tra cui anche molti vip. L’isola, infatti, è rinomata per il mare, le spiagge e anche per i diversi divertimenti offerti. Qualunque sia lo scopo della propria vacanza, tra le cose da fare c’è sicuramente una visita al centro di Panarea, contraddistinto da un pittoresco intrecciarsi di vicoletti, in cui ci si potrà avventurare per scoprire angoli nascosti e suggestivi.

Per le proprie giornate al mare è possibile scegliere le spiagge o le scogliere, queste ultime ideali per chi non ama la sabbia o i ciottoli. Le spiagge di Panarea sono situate quasi tutte sule versante orientale. Dall’altra parte dell’isola si può accedere a delle cale via mare, e fare il bagno presso delle insenature.

Panarea è anche sinonimo di movida notturna, infatti, d’estate è possibile godersi l’aperitivo in uno dei bar dell’isola, oppure gustare la buona cucina locale presso dei ristorantini tipici. La serata prosegue nei locali notturni oppure presso le discoteche in spiaggia. Il centro della vita notturna a Panarea è il Raya uno dei locali più esclusivi dell’isola, dove ci si può divertire fino all’alba e magari incontrare qualche personaggio famoso.

Hai voglia di un’estate fatta di divertimento, relax e di nuove scoperte? Panarea è il posto giusto per te! Prenota subito il tuo titolo di viaggio con Snav e parti a bordo dei nostri aliscafi per Panarea.

Riserva Naturale Orientata Isola di Panarea e Scogli Viciniori

L’isola di Panarea si è originata ben 500.000 anni fa, a seguito di un’attività vulcanica, che nel corso del tempo, ha dato vita anche ad altri isolotti e scogli di piccole e medie dimensioni. L’isola è la più antica delle Eolie. Il condotto vulcanico principale non è più visibile, ma lo si localizza tra lo scoglio La Nave e lo scoglio Cacatu.

Panarea, nello specifico, fa parte di un piccolo arcipelago, che comprende anche l’isoletta di Basiluzzo e sette scogli: Bottaro, Dattilo, Formiche, Lisca Bianca, Lisca Nera, Panarelli e Spinazzola. Questi ultimi sono relitti di un antico complesso vulcanico, che in passato emergeva dalle limpide acque del Mediterraneo.

Ancora oggi sono presenti dei fenomeni di vulcanismo secondario come per esempio nella zona della Caldara, dove sono presenti piccolo geyser e fumarole. Tra gli isolotti di Bottaro e Lisca Bianca ci sono emissioni di acque che superano i 100°, chiamate Caldaie.

Le condizioni ambientali presenti sull’isola hanno condizionato la biodiversità e la distribuzione della fauna e le sue specializzazioni. Molto comune sull’isola è la lucertola campestre, ma sono anche presenti mammiferi quali: topolini campestri e conigli selvatici; mentre tra le specie avicole spiccano la monachella e l’usignolo. La flora si caratterizza per la vegetazione mediterranea bassa, con la presenza di essenze quali: rosmarino, cappero, lentisco ed euforbia.

Proprio per tutelare un paesaggio così affascinante, unico al mondo e ricco per flora e fauna è stata istituita nel 1997 la Riserva Naturale Orientata Isola di Panarea e Scogli Viciniori. Panarea, pertanto, non si presta solo ed esclusivamente a vacanze mondane, ma è ideale anche per chi vuole vivere il proprio soggiorno alla scoperta delle bellezze naturali, che caratterizzano il territorio.

Se vuoi saperne di più sull’isola, il modo migliore è prenotare un aliscafo per le isole Eolie con Snav e approdare sulla bella e affascinante Panarea! Acquista subito il tuo titolo di viaggio e approfitta delle promozioni messe a disposizione dalla nostra compagnia di navigazione.

Panarea: vita notturna, locali, discoteche

Pur essendo la più piccola delle Eolie, Panarea è la meta perfetta per gli amanti della vita notturna: sull’isola, infatti, troverete locali esclusivi e discoteche in cui trascorrere serate all’insegna del divertimento più sfrenato.

Tra le isole dell’arcipelago, infatti, non a caso Panarea è quella preferita dai giovani, che qui possono godere dell’ambiente ideale per una vacanza tra amici. La zona “mondana” per eccellenza è S.Pietro: è qui che troverete tutto ciò che vi occorre se amate veramente la movida!

In questo articolo vi offriamo una piccola panoramica sulla vita notturna a Panarea, dandovi qualche consiglio sulle discoteche, sui locali e sulle occasioni di divertimento da non perdere. Vi ricordiamo infine che Panarea è raggiungibile con gli aliscafi Snav in partenza dal porto di Napoli: qui tutte le informazioni sugli orari e sulle partenze stagionali.

Rhum & Pera

Questo è il nome della famosissima barca a vela sulla quale si organizzano splendide feste ferragostane all’insegna di musica, mare, sole e, naturalmente, rhum e pera! Le feste in barca sono un vero e proprio must per chi sceglie Panarea d’estate: il Rhum & Pera attrae altre barche, gommoni e yacht, che vi si accostano per creare un’unica, grandissima festa in mare aperto. Da non perdere!

Bridge Sushi Bar

Il Bridge Sushi Bar è il luogo di ritrovo doc per l’aperitivo a Panarea. La location è a dir poco suggestiva: una grande terrazza con affaccio sul porto dalla quale si può godere di una vista meravigliosa, specialmente al calar del sole, sul mare e sulle Eolie. Qui troverete un ambiente curato e chic, gestito in modo impeccabile e dominato dal bianco tipico dell’architettura eoliana. Indicato per tutti gli amanti della cucina giapponese e del sushi.

Bar Banacalli

L’hotel Lisca Bianca, una delle strutture più esclusive dell’isola, ospita al suo interno il Bar Banacalli, un salottino elegante e raffinatissmo che fa da cornice a una splendida atmosfera di tipo maghrebino. Anche qui parteciperete a eventi mondani accompagnati da ottima musica e aperitivi per tutti i gusti.

Raya

Photo credits: www.hotelraya.it

Non possiamo concludere il nostro articolo senza citare il Raya, la discoteca più famosa dell’isola, nonché forse il locale più trendy di di tutte le Eolie. Anche qui troverete una terrazza sul mare dalla quale si può godere di un panorama mozzafiato, e ballando sotto le stelle potrete ammirare le prime luci dell’alba in uno scenario davvero unico al mondo. Il Raya, solitamente, è frequentato da vip e personaggi del jet set internazionale: facile imbattersi in qualche celebrità di livello mondiale!