Capri: la lucertola azzurra

Non sarà iconica come i Faraglioni, non sarà “vip” come la Piazzetta, non sarà fashion come le boutique d’alta moda, eppure tra i simboli di Capri c’è anche lei: la lucertola azzurra.

“Azzurra”, proprio come la tanto decantata grotta: basterebbe solo questo elemento a connotare questa particolare specie faunistica come uno degli innumerevoli tratti distintivi dell’isola di Capri, una specie di mascotte per così dire.

La sua colorazione rappresenta un vero e proprio unicum in natura, un inno alla biodiversità tipica di questi luoghi, ma al tempo stesso un monito alla fragilità che le è riservata, proprio in virtù di questo suo essere una specie impossibile da trovare altrove, e per questo da tutelare e proteggere come uno dei beni più preziosi che l’isola ha a disposizione.

La colorazione azzurra, in particolare, è presente sul ventre, sui fianchi, sulla gola e sul sottocoda, mentre il dorso tende di più al nero. Una variazione genetica rende questo tipo di lucertola, che nella terminologia scientifica viene definita Podarcis siculus coeruleus, unica nel suo genere, nonché un mix affascinante e intrigante al tempo stesso.

La sopra menzionata fragilità che contraddistingue la vita della lucertola azzurra di Capri risiede soprattutto nel suo habitat naturale: vive sui Faraglioni, in una condizione di costante precarietà, con la possibilità di essere spazzata via da mareggiate più consistenti. E quell’azzurro così acceso, purtroppo, la rende facilmente individuabile da parte dei predatori, attratti da cromatismi così ricchi di vita.

Quasi come se fosse consapevole della propria natura precaria, la lucertola azzurra profonde il massimo impegno nella propria riproduzione, come se in qualche modo fosse a conoscenza delle insidie che la natura le ha riservato, mossa da un senso di urgenza che la spinge a maturare sessualmente il prima possibile, per poter trasmettere la propria eredità alle generazioni seguenti.

E in questa fretta di preservare il proprio patrimonio genetico potrebbe risiedere la spiegazione di questa strana colorazione, una sorta di errore di trasmissione che però rende la lucertola azzurra di Capri un mistero affascinante e tutto ancora da scoprire.

Noi tutti siamo chiamati a una forma di turismo ecosostenibile, e la lucertola azzurra non fa eccezione: questa specie va rispettata e protetta, soprattutto da chi desidera farne un’occasione di business trasformandola in una sorta di souvenir da vendere a chi visita Capri.