Palermo e Halloween

Palermo e Halloween

A Palermo sono presenti alcune usanze abbastanza distanti da quella che è oggi la festa di Halloween. Per i bambini siciliani, infatti, i giorni di Ognissanti e il 2 novembre sono veri e propri giorni di festa dove si ricevono piccoli doni e si ha l’occasione di gustare tantissimi dolci, biscotti e frutta di stagione.

Tradizionalmente i regali distribuiti in questa occasione venivano acquistati presso i mercatini rionali. Storico è il mercato che si teneva dietro Piazza Olivella, nel centro storico di Palermo. La “Fiera dei Morti” sopravvive ancora oggi, come simbolo di continuità tra presente e passato.

Secondo la consuetudine i doni e i dolciumi che i bambini trovano durante la giornata del 2 novembre sono stati lasciati dai defunti della famiglia, che nella notte di Ognissanti si recano a far visita ai propri cari in vita. Sempre secondo la tradizione i bambini vengono svegliati la mattina presto, sul sorgere del sole e invitati a cercare i doni nascosti, dopo però aver recitato alcuni versi:

“Armi santi, armi santi

io sugnu unu e vuatri tanti

Mentri sugnu ‘ni stu munnu di guai

cosi ri morti mittiminni assai”.

Questi sono rituali antichi, che in parte si sono persi, al contrario il senso della festa è ancora vivo nella mente e nel cuore di molti siciliani. In questo periodo si tengono ancora i consueti mercatini, dove non solo si possono acquistare giocattoli, ma anche le specialità gastronomiche di questo periodo.

Un’altra consuetudine legata a questa ricorrenza è quella di preparare un cestino, chiamato in dialetto “cannistru”, che sarà riempito di frutta e dolci. Il cesto viene preparato in onore dei morti, ma naturalmente viene consumato dai vivi. Le leccornie contenenti in questo cesto sono davvero tante, tra le specialità tipiche che vengono inserite ci sono i biscotti chiamati crozzi ‘i mottu, ossia ossa di morto, o i pupatelli ripieni di mandorle tostate.

Inoltre, nel cestino possiamo trovare i taralli, ciambelle rivestite di glassa zuccherata, oppure i nucatoli e i totò bianchi e marroni, chiamati così perché i primi sono velati di zucchero e  i secondi di polvere di cacao. Altre specialità sono rappresentati dagli ‘nzuddi o zulle  realizzate con le mandorle e disponibili più secchi o ricoperte al miele, la frutta secca, la frutta di martorana, la cioccolata e  le rame di Napoli. Questi ultimi sono biscotti ricoperti di cioccolato fondente o bianco realizzati in due versioni: semplici o ripieni con la marmellata di albicocche o crema di cioccolato. Nel cesto possono essere presenti anche i Pupi ri zuccaru, tradizionali statuette di zucchero, che ritraggono figure di paladini.

Rispetto all’odierna festa di Halloween che porta con sé altri significati, nella tradizione siciliana e palermitana i morti rappresentano presenze benefiche, non mostri inquietanti di cui bisogna placarne i voleri.

Per scoprire questa e altre usanze tipiche della città di Palermo, prenota con SNAV il tuo traghetto per la Sicilia. Potrai scegliere tra le tratte Napoli- Palermo, Civitavecchia-Palermo e Genova-Palermo e raggiungere l’isola dopo una piacevole traversata. Prenota subito il tuo biglietto con SNAV.

Sicilia: Sagra Castelbuono e i Funghi dal 21 al 23 ottobre

sagra dei funghi in siciliaDal 21 al 23 ottobre si terrà la V edizione della Sagra Castelbuono e i Funghi, grande festa palermitana che fa riscoprire ogni anno ai tanti visitatori i sapori autunnali attraverso degustazioni dei prodotti tipici del territorio.
La Funghi Fest si svolgerà anche quest’anno a Castelbuono, cittadina in provincia di Palermo collocata sulle pendici del colle Milocca e facente parte del Parco delle Madonie.

Il programma della Sagra prevede oltre alle degustazioni di piatti a base di funghi, di dolci e del buon vino locale, anche spettacoli, musica, mostre, oltre a visite guidate nei musei di Castelbuono e nei sentieri del Parco delle Madonie.

La manifestazione inizierà il 21 ottobre alle ore 10 con la mostra “I Funghi e il Territorio”, mentre gli stand espositivi apriranno dalle ore 17.
Funghi Fest continuerà fino alla mezzanotte di domenica 23 ottobre, alternando mostre, spettacoli e animazioni e allietando il palato dei visitatori con degustazioni di prodotti tipici e altre offerte enogastronomiche.

Ricordiamo ai turisti che volessero partecipare alla Sagra di Castelbuono, che possono approdare in Sicilia partendo dal porto di Napoli con i traghetti per Palermo Snav.

Sicilia: storia della Fata Morgana

fata morganaLa “Fata Morgana” è un fenomeno ottico che in apparenza muta la forma degli oggetti molto velocemente. E’ così chiamata perchè l’oggetto mutato appare elevato dal suolo, come il famoso personaggio mitologico.

La leggenda vuole che durante le invasioni, in agosto, un’orda di barbari arrivò a fronteggiare lo stretto di Messina, che divide la Calabria dalla Sicilia. Vedendo la grande isola siciliana e l’Etna, il Re dei Barbari si domandò come poter raggiungere la sponda opposta, essendo privo di barche e quindi non potendo navigare le acque. Improvvisamente, apparve una bellissima donna che offrì al Re l’isola, e la fece apparire a pochi metri da lui. Il Re scese da cavallo e si gettò in mare, convinto di potere raggiungere agevolmente la terra dalla parte opposta. Ma l’incanto della Fata Morgana si ruppe e il Re affogò.

Ancora oggi il fenomeno è visibile nei giorni estivi limpidi e senza vento delle acque che separano Sicilia e Calabria.

Ricordiamo che la Sicilia è raggiungibile partendo dal porto di Napoli con i traghetti per Palermo Snav.

Sicilia: la Riserva Naturale Orientata di Torre Salsa

In provincia di Agrigento, tra Siculiana Marina ed Eraclea Minoa, si estende una costa incontaminata: la Riserva Naturale Orientata di Torre Salsa, un’area naturale protetta gestita dal WWF Italia in convenzione con la Regione Sicilia.

Il Territorio della Riserva Naturale, talvolta impervio, è ricoperto da una vegetazione erbacea e cespugliosa.
Il litorale si estende lungo la costa per circa 6 chilometri. E’ possibile scorgere l’alternarsi di falesie più o meno ripide, dune e immense e solitarie spiagge alle quali si può accedere attraverso stretti sentieri tra le rocce.
A ridosso della falesia vi sono dei terrazzi naturali, incisi da alcuni torrenti ramificati e profondi che sfociano in mare costruendo incantevoli scorci scenografici.

Sull’azzurro mare trasparente, un tavolato roccioso crea una miriade di sentieri dove i pesciolini guizzano veloci tra le alghe ed i crostacei trovano rifugio.

Nel cuore di questa oasi la Torre Salsa, un’antica vetta di avvistamento, domina la sommità di un piccolo promontorio d’argilla da cui traspare la bianca marna calcarea.

Ricordiamo ai turisti che Agrigento è facilmente raggiungibile grazie al servizio di traghetti Snav che da Napoli raggiungono Palermo.

Sicilia: Sagra del Carnevale

sagra del carnevale in siciliaLa Sicilia, la bella isola crocevia di popoli e culture diverse, conserva ancora oggi intatte le sue tradizioni più preziose e il gusto per gli antichi sapori di un tempo.

A Larderia Inferiore, un caratteristico paese in provincia di Messina, si festeggia ogni anno la tipica Sagra del Carnevale. La simpatica festa che si terrà dal 3 all’8 Marzo 2011 prevede degustazioni dei tradizionali maccheroni fatti in casa conditi con il tipico  sugo di “squccide” di maiale, una gustosa specialità siciliana. Inoltre saranno allestiti appositi stand che esporranno altri prodotti tipici della tradizione gastronomica siciliana come la salsiccia Lardarota e i dolci messinesi.

La sagra è infine animata da coloratissimi carri allegorici che sfilano tra le strade del paese addobbate con le decorazioni di carnevale e da un’allegro ballo in maschera che si terrà in una di queste cinque giornate.

I turisti che desiderano partecipare alla sagra del Carnevale, possono raggiungere Larderia Inferiore in auto partendo da Palermo e procedendo lungo l’autostrada diretta a Messina.

Infine, ricordiamo che è possibile arrivare in Sicilia, imbarcandosi al porto di Napoli sui traghetti Palermo Snav.

Sicilia: Sagra del mandorlo in Fiore e Festival del Folklore

sagra del mandorlo a agrigentoLa Sagra del Mandorlo in Fiore e il Festival del Folklore sono delle interessanti manifestazioni culturali che si tengono ogni anno ad Agrigento nel mese di Febbraio.

Questo evento è nato nel 1934 da un’idea del Conte Dott. Alfonso Gaetani per celebrare la primavera di Agrigento e per promuovere i prodotti gastronomici e artigianali tipici della Sicilia. Da oltre 60 anni la città di Agrigento organizza questa caratteristica manifestazione ospitando anche diversi gruppi folkloristici originari di varie parti del mondo per movimentare la festa con danze e balli tradizionali.

La sagra ha ufficialmente inizio con l’accensione del tripode dell’amicizia davanti al celebre tempio greco della Concordia e termina con l’esibizione dei gruppi folk nella valle di Agrigento e con l’assegnazione dell’ambito tempio d’oro, ossia il premio che rappresenta il tempio delle divinità Castore e Polluce. Durante la festa sono previste degustazioni delle specialità tipiche siciliane e spettacoli folkloristici che si terranno al teatro Pirandello.

I turisti che vogliono partecipare a questa spettacolare sagra, possono raggiungere Agrigento in circa due ore di auto, partendo da Palermo e proseguendo lungo le statali 121 e 189.

Infine, ricordiamo che è possibile arrivare in Sicilia, imbarcandosi al porto di Napoli sui traghetti per Palermo Snav.

Sicilia: Ligabue in concerto

ligabue in siciliaPer il prossimo 2011, la Sicilia si apre ad un’entusiasmante stagione di concerti, ospitando tanti volti noti del panorama musicale italiano e internazionale.

Il 25 Febbraio 2011, il grande Luciano Ligabue approderà sulla bella isola siciliana per esibirsi in uno straordinario concerto che si terrà al Teatro Metropolitan di Catania.

Quella di Catania è una delle tappe della nuova ed entusiasmante tournée, “Ligabue quasi acustico- Tour Teatri 2011”, che vedrà l’artista di Correggio impegnato da Gennaio a Marzo nei teatri delle principali città italiane. Ligabue aveva già preannunciato alla stampa la sua intenzione di esibirsi nel 2011 a teatro: “Suoneremo sicuramente nei teatri, mi piace molto il cambiare “clima” da stadi a teatro, li faremo senz’altro nel 2011.”

Il celebre cantautore emiliano darà luogo ad un adrenalinico concerto in cui ripercorrerà le tappe della sua gloriosa carriera musicale attraverso i suoi più importanti successi discografici fino ad arrivare ai brani tratti dal suo ultimo album del 2010 “Arrivederci, mostro!”.

I fans di Ligabue, una volta sbarcati a Palermo, potranno raggiungere Catania in circa due ore e trenta di auto procedendo lungo l’autostrada A19.

Inoltre, ricordiamo che è possibile arrivare in Sicilia, imbarcandosi al porto di Napoli sui traghetti per Palermo Snav.

Sicilia: Feste Medievali a Monforte San Giorgio

monforte sangiorgioLa Sicilia, terra di arte e cultura, conserva le sue antiche tradizioni attraverso eventi e manifestazioni che rievocano le sua antiche tradizioni culturali.

Una di queste è la tradizionale festa medievale di Monforte San Giorgio, che quest’anno avrà luogo dal 15 Gennaio al 5 Febbraio 2011. Questa ricorrenza annuale celebra l’ingresso nella città del Conte Ruggero e la liberazione dalla dominazione araba.

La manifestazione che prevede una sfilata in costume e degustazioni delle specialità tipiche del borgo, sarà accompagnata dalla suggestiva “Katàba” la tradizionale sonata eseguita dal campanile della Chiesa di Sant’Agata, caratterizzata dal ritmo cadenzato prodotto dalle campane e dai tamburi. Inoltre, nella giornata di Sabato 23 Gennaio è prevista l’inaugurazione del “Banco del cambio-conio” della moneta medioevale perché con questo conio i visitatori potranno degustare i prodotti tipici del borgo preparati secondo le antiche ricette medievali, naturalmente dopo il cambio con l’euro all’ ingresso. Cavalieri, musici, giocolieri e dame animeranno le strade della cittadina siciliana e guideranno i visitatori alla scoperta del prezioso patrimonio artistico di Monforte San Giorgio.

I turisti che desiderano partecipare a questa caratteristica manifestazione possono raggiungere Monforte San Giorgio partendo da Palermo e procedendo lungo l’autostrada diretta a Messina.

Infine, ricordiamo che è possibile arrivare a Palermo imbarcandosi al porto di Napoli sui traghetti Sicilia Snav.

Sicilia: la sagra del tarocco

siciliaCome tutti sanno, le arance rosse sono il prodotto agricolo più diffuso in Sicilia ed esportato in tutto il mondo. Nel mese di Febbraio, la Sicilia promuove la produzione di questi gustosi agrumi attraverso manifestazioni e sagre su tutto il suo territorio.

In particolare, nel caratteristico paese di Francofonte, in provincia di Siracusa, si svolge la famosa sagre del Tarocco, che attira ogni anno centinaia di turisti provenienti da tutta Italia. La simpatica manifestazione prevede la degustazione gratuita delle arance tarocco e dei prodotti tipici siciliani a base del succo estratto da questo dolce agrume.

L’evento è organizzato dal comune di Francofonte, mentre le specialità a base di arancia rossa sono preparate dall’Istituto Alberghiero di Lentini. Inoltre, in occasione della sagra si effettueranno visite guidate nel centro storico della città, si terranno concerti di gruppi musicali, spettacoli di cabaret, sfilate di carretti siciliani e infine si potrà assistere alle esibizioni di artisti di strada.

I turisti che vogliono partecipare alla sagra del tarocco, possono raggiungere l’incantevole paese di Francofonte in circa due ore e trenta di auto, partendo da Palermo e procedendo lungo l’autostrada diretta a Catania.

Infine, si ricorda che la Sicilia è raggiungibile dal porto di Napoli, imbarcandosi sui traghetti per Palermo Snav.

Sicilia: Gianluca Grignani in concerto

Gianluca Grignani in siciliaPer il 2011, la splendida isola di Sicilia ha in serbo una serie di entusiasmanti appuntamenti musicali, che vedono come protagonisti i maggiori esponenti del panorama musicale italiano.

Gianluca Grignani, il celebre cantautore milanese approderà in Sicilia per dedicare alle città di Palermo e Catania due date del suo incredibile tour intitolato “Romantico Show Tour 2011”. Il concerto di Catania si terrà l’8 Marzo 2011 al Teatro Metropolitan, situato a Via Sant’ Euplio 21, mentre l’esibizione di Palermo avrà luogo la sera successiva, il 9 Marzo 2011, al Teatro Golden, situato in via Terrasanta, 60.

Grignani darà luogo ad uno spettacolo elettrizzante in cui riuscirà come sempre ad emozionare il suo affezionatissimo pubblico non solo con i brani tratti dal suo repertorio storico, ma anche con quelli desunti dal suo ultimo disco “Romantico Rock Show–Deluxe Edition”. Quest’ultimo è un doppio album che comprende ben 22 tracce e a cui è allegato “La mia storia tra le dita”, un libro che riporta l’autobiografia del cantante in cui svela i retroscena delle sue canzoni.

I biglietti per assistere ai concerti sono disponibili in prevendita presso i circuiti abituali: greenticket, box office palermo, tickettando e box office catania.

I fans di Gianluca Grignani possono applaudire il loro idolo in Sicilia, raggiungendo l’isola con i traghetti per Palermo che partono dal porto di Napoli.