Lopiz dalmata, ricetta

Lopiz dalmata, ricetta

In Croazia, il sapore della cucina è molto caratteristico e si differenzia notevolmente nelle varie regioni.
Lungo le sue splendide coste, il cibo ha il tipico sapore mediterraneo, preparato con pochi grassi e in maniera delicata, ed è consuetudine trovare in tavola piatti a base di pesce e frutti di mare.

Oggi vi presentiamo il piatto tipico della Dalmazia: la Lopiz.

Si tratta di una minestra a base di pesce che ha un sapore atipico nel genere, in quanto, tra i vari ingredienti, figurano anche le carote, le patate, i carciofi e la cipolla. La Lopiz dalmata va cucinata con spezie per circa 40 minuti in una pentola di terracotta ed occorre un po’ di tempo anche per la preparazione del pesce, dei molluschi e dei crostacei.

I pesci principali utilizzati per la minestra sono la scarpena e il grongo, ma risultano importanti anche le seppie e gli scampi, che devono essere rigorosamente freschi.

Ingredienti necessari:

400 gr. Scarpena
400 gr. Scampi
200 gr. Seppie
400 gr. Grongo
200 gr. Patate
200 gr. Carote
200 gr. Carciofi
200 gr. Broccoli
200 gr. Sedano
100 gr. Porro
30 gr. Olive nere snocciolate
1 spicchio Aglio
1 Cipolla
Alloro q.b.
Rosmarino q.b.
Noce moscata q.b.
Aceto 50 ml.
Vino rosso 500 ml.
Capperi q.b.
Sale q.b.
Pepe q.b.
50 gr. Olio Extravergine di oliva

Adesso vi spieghiamo come preparare la minestra:

Pesce: bisogna prima pulire accuratamente la scarpena e il grongo, togliendo ad entrambi sia la testa che la coda e sfilando la spina centrale, ottenendo così dei tranci senza spina centrale; togliere le interiora alle seppie e sgusciare del tutto gli scampi.

Verdure: lavare i broccoli, le carote e le patate, dopodiché togliere sia le punte che le foglie dure dei carciofi.
Le carote e le patate vanno tagliate a tocchetti e, terminate tutte le operazioni, bisogna adagiare tutta la verdura sul pesce che, precedentemente, è stato accuratamente sistemato all’interno di una pentola di terracotta.

Cospargere sul tutto sia il vino rosso che l’olio extravergine d’oliva, dopodiché aggiungere cipolla e porro (tagliati a fettine sottili), l’aglio, le olive snocciolate e i capperi. Condire con le spezie e cuocere il tutto a fuoco vivo per 40 minuti.

Gustate il ricco sapore della Lopiz Dalmata e di tante altre prelibatezze durante la vostra vacanza in Croazia.
Potrete prenotare ed acquistare il vostro titolo di viaggio sul sito www.snav.it e prepararvi a viaggiare con le nostre confortevoli navi Ancona – Spalato.

Croazia: frittelle della Dalmazia

Voglia di un dolce semplice e delizioso? Queste frittelle della Dalmazia sono ideali per rendere un momento di festa assolutamente gustoso.

Pochi ingredienti per tantissimo gusto, ecco come si preparano le frittelle della Dalmazia:

200g di farina

3 tuorli d’uvo

1 cucchiaio di smetana o panna

1 cucchiaio di zucchero

2 cucchiai di rhum

1 presa di sale

zucchero a velo

olio di semi per la frittura.

Per preparare le frittelle della Dalmazia occorre setacciare la farina così da evitare la formazione di grumi, unire lo zucchero e disporre le polveri a fontana. Dopo aver sbattuto i tuorli con un pizzico di sale, versare il composto al centro della farina. Aggiungere, quindi il cucchiaio di panna e il rhum. Lavorare il composto fino ad ottenere un impasto sodo.

Far riposare l’impasto per una trentina di minuti. Stendere l’impasto fino ad ottenere un foglio sottile e tagliare la pasta a strisce, conferendo la forma desiderata. Friggere l’impasto in abbondante olio bollente. Una volta sollevate le frittelle dall’olio, cospargerle ancora calde con zucchero a velo.

Per scoprire le ricette più gustose della Croazia, scegli i traghetti SNAV.

 

Croazia: torta dolce di maccheroni

Vi proponiamo la ricetta di un tipico dolce croato: la torta di maccheroni. Ecco gli ingredienti e la procedura. Le quantità sono indicative per una torta in uno stampo da 24 cm di diametro.

Mescolate 300 grammi di farina, mezzo cucchiaino di sale, 2 cucchiaini di olio di oliva e 2 dl di acqua. Impastate fino ad ottenere un composto sodo e liscio, e lasciate riposare per almeno un’ora.

Cuocete 250 gr di maccheroni al dente, in acqua salata. Bisogna preparare il ripieno: tritate 40 grammi di noci, e unite la scorza grattuggiata di 2 limoni. Unite 150 grammi di mandorle macinate, 300 grammi di zucchero, 1 bustina di zucchero vanigliato e 50 grammi di pangrattato.

Preparate una crema lavorando il burro a spuma, e aggiungendo un poco alla volta 4 uova.

Nel frattempo, preriscaldate il forno a 160°. Inserite la carta da forno nello stampo, e spianate sul fondo un po’ di farina. Fare diversi strati di ripieno e maccheroni. Alla fine, spalmate sopra la crema e chiudete con la pasta avanzata. E’ pronta in 30 minuti.

I turisti che volessero deliziarsi in Croazia della torta dolce di maccheroni, possono imbarcarsi ad Ancona o a Pescara sulle navi per Spalato Snav.

Croazia: gamberoni in salsa di pomodori piccante

Un tipico piatto speziato della cucina croata sono i gamberoni in salsa di pomodori piccante.

Il tempo di preparazione è di 35 minuti e le calorie per porzione sono 310 kcal; vi presentiamo qui di seguito la ricetta per 4 persone.

Sminuzzare finemente 1 cipolla, 4 spicchi d’aglio e 2 cm di zenzero; dividere a metà un peperoncino, privarlo dei semi e tritarlo grossolanamente.
Rosolare a fuoco alto 16 gamberoni crudi e non sgusciati per circa 4 minuti e bagnarli con 0,5 dl di brandy. Toglierli dalla padella e tenerli in caldo; nel frattempo soffriggere nel sugo il trito di cipolla, aglio e zenzero, bagnare con 1 dl di vino bianco e lasciar cuocere per alcuni minuti; unire 400 gr di pomodori pelati in scatola e condire con 1 pizzico di sale e 2 cucchiai di ketchup, lasciando bollire per altri 12 minuti. Aggiungere infine dell’olio di oliva, sale, 1 cucch.no di succo di limone, 1 mazzetto di prezzemolo tritato e riscaldare il tutto con i gamberoni.
Servire i gamberoni in salsa di pomodori piccante accompagnati con crostini di dpane.

I turisti che volessero gustare sul posto questo gustoso piatto, possono raggiungere la Croazia imbarcandosi ad Ancona o a Pescara sulle navi per Spalato Snav.

Gratin Brjullov, contorno croato

Vi presentiamo oggi la ricetta del Gratin Brjullov, contorno della cucina internazionale croata che si accompagna bene con gli arrosti in forno e il brasato di carne rossa.

L’ingrediente principale del piatto della Croazia sono i porcini (che noi consigliamo per rendere la portata ancora più appetitosa), ma possono andare bene anche i funghi coltivati, il contorno risulterà più delicato.
Preparare il Gratin Brjullov è molto semplice, è pronto in soli 30 minuti; ecco qui di seguito la ricetta:

Pulire 600 gr di funghi porcini e tagliarli a lamelle sottili; adagiarli in una casseruola unta, coprendoli con 2 cipolle tagliate a fette, un bicchiere di panna liquida e due grosse manciate di formaggio parmigiano gratuggiato.

Infornare la casseruola a 180°C e cuocere per 15 minuti; portare il orno a 220°C e lasciare gratinare per 5 minuti circa. Il Gratin Brjullov è pronto per essere servito, arricchito con lamelle di cipolla, scaglie di parmigiano e foglie di prezzemolo fresco.

I turisti che desiderano gustare la cucina croata, possono imbarcarsi ad Ancona o a Pescara sulle navi per Spalato e Stari Grad (Hvar) Snav.

Croazia: zuppa di agnello, la ricetta

La cucina croata, in particolare nell’entroterra, si basa soprattutto su prodotti terragni come legumi, farinacei e carni che si preparano anche sotto forma di zuppa.

Un piatto rinomato in Croazia è la zuppa di agnello (janjeca juha), preparata con carne, uova, cavolo e riso.

Ecco gli ingredienti e la preparazione di questa gustosa zuppa croata.

Tagliare a dadini 400 gr di carne , 1 manciata di verdura a radice e 1 cipolla; tagliare 50 gr di cavolo a strisce; miscelare 2 tuorli d’uovo con 100 ml di smetana e il succo di 1 limone.

Tritare il prezzemolo e, nel frattempo, mettere la carne in acqua non abbondante e portare ad ebollizione. Unire alla carne la verdura a cubetti, 2 spicchi d’aglio, 1 foglia di alloro, sale, pepe e 1 cucchiaino di spezie miste, intanto portare ad ebollizione il cavolo separatamente. Cuocere 50gr di riso e appena cotto, scolarlo e sciacquarlo sotto acqua fredda corrente. Quando la carne risulterà tenera, filtrare la zuppa e mettere verdura e agnello a parte.
Aggiungere i tuorli sbattuti, il riso, la carne e la verdura e cospargere con prezzemolo tritato.

Ricordiamo che la Croazia è raggiungibile da Ancona o Pescara con i traghetti per Spalato Snav.

Croazia: Strukli, ravioli ripieni di ricotta

La cucina della Croazia, fonda le proprie radici in quella slava, ma con il passare degli anni ha subito l’influenza dei paesi confinanti quali l’Austria e l’Italia, e può essere suddivisa in cucina continentale e in cucina mediterranea.

Grazie ai rinomati cuochi che li hanno resi famosi, gli Strukli sono senza dubbio il piatto croato piu’ conosciuto nel mondo. Si chiamano anche Strukli di Zagorje e sono amati dappertutto, specie a Zagabria. La preparazione della sottile pasta sfoglia e’ probabilmente stata ripresa dai Turchi quando fecero le loro conquiste avviandosi verso Vienna. Gli strukli vengono riempiti con zucca, papaveri o mele…ma i piu’ amati sono quelli al formaggio fresco. Gli Strukli si mangiano cotti, nel brodo, si servono anche al posto del dolce, ma sono amati soprattutto come antipasto, cotti e poi messi un paio di minuti al forno e conditi con panna.

Per 4 persone occorrono questi ingredienti: 600 gr di farina, 9 uova, 1 Kg di ricotta e 200 gr di parmigiano.
La preparazione di questa buonissima ricetta la potete trovare sul sito universocucina.com, mentre se la volete gustare in Croazia potete imbarcarvi ad Ancona o a Pescara sulle navi per Spalato Snav.