Ricette capresi di mare: dalle alici marinate alla pezzogna all’acqua pazza

Ricette capresi di mare: dalle alici marinate alla pezzogna all’acqua pazza

La cucina di Capri è rinomata in tutto i mondo e, in particolare, a farla da padrone sull’isola sono le specialità di mare. Oggi passiamo in rassegna alcune delle ricette di pesce, che contraddistinguono in maniera peculiare la tradizione caprese.

Già in passato abbiamo pubblicato ricette appartenenti alla cultura gastronomica dell’isola focalizzando la nostra attenzione su un ingrediente molto apprezzato: il totano. Negli articoli precedenti, in particolare, ci siamo soffermati su due tipi di preparazioni quella del totano ripieno e dei totani con patate.

Entrambi queste ricette sono molto ricche e sostanziose, pertanto oggi prendiamo come esempio due ricette leggere e molto semplici da preparare: stiamo parlando delle alici marinate e dell’occhione all’acqua pazza.

Alici marinate
Le alici marinate sono ideali da servirsi come antipasto oppure come secondo leggero se la prima pietanza e l’antipasto sono stati molto abbondanti. Questo è un piatto povero ma ricco di gusto che combina pochi ingredienti tutti dal sapore deciso.

Per condire un 1Kg di alici, occorre un 1 litro di aceto, aglio, peperoncino , prezzemolo tritato e olio extravergine d’oliva.

Il primo passo è quello di acquistare delle ottime alici fresche. Alcune pescherie effettuano anche la pulizia del pesce, per cui se si ha poco tempo, oppure non si è particolarmente bravi è possibile optare per questo servizio. Se effettuate la pulizia delle alici da soli, bisogna lavarle delicatamente, privarle della testa e delle lische e aprirle in due.

Adesso basterà adagiare le alici in un piatto da portata e ricoprirle con l’aceto. Devono rimanere nella marinatura per circa due ore. Una volta trascorso il tempo bisogna scolare le alici e condirle con un’emulsione realizzata con olio extravergine, aglio, prezzemolo e peperoncino tritati. Le alici marinate si possono conservare qualche giorno in frigo, l’importante è che risultino sempre coperte d’olio.

Pezzogna all’acqua pazza
Con questo pesce si può realizzare un secondo delizioso e leggero. Per preparare questo piatto occorrono semplici ingredienti come aglio, olio, peperoncino, pomodori, vino bianco, acqua e sale. La pezzogna va pulita accuratamente. Il secondo passaggio è quello di utilizzare una padella in grado di contenere comodamente il pesce. Si fa soffriggere l’aglio e il peperoncino nell’olio. L’aglio deve essere appena imbiondito, se si brucia, rischia di rovinare il piatto. Dopo aver effettuato questa operazione si adagia il pesce nella padella insieme al prezzemolo, i pomodorini tagliati, il vino bianco e l’acqua. A questo punto bisogna coprire il pesce e far cuocere per una ventina di minuti.

A fine cottura adagiare il pesce su un piatto da portata e condite con i succhi di cottura filtrati. Con poche e semplici mosse si realizza una ricetta deliziosa e ricca di sapore.

Per assaporare queste bontà della tradizione gastronomica caprese direttamente sull’isola basta collegarsi al sito www.snav.it e prenotare il proprio biglietto verso Capri. Ricordiamo a tutti i nostri lettori che Snav effettua partenze giornaliere tutto l’anno! Per maggiori informazioni rivolgersi al call center 081 428 55 55.

Chiummenzana, ricetta caprese

La Chiummenzana è un sugo al pomodoro con gli aromi tipici della cucina mediterranea.

Questa prelibatezza tipica dell’isola di Capri viene impiegata per molteplici usi: come condimento per pasta, come salsa per intingere i ravioli fritti e  al posto dell’olio o del burro per cuocere la carne o le uova a occhio di bue.

Per preparare una buona Chiummenzana Caprese seguite questa veloce e semplice ricetta.

Soffriggere in una padella 2 spicchi d’aglio e del peperoncino in 3 cucchiai d’olio d’oliva. Aggiungere 10-12 pomodorini tagliati a metà e un pizzico di origano; far cuocere per 15 minuti. Al posto dei pomodorini si possono usare anche 3-4 pomodori maturi tagliati a dadini.

Con questo sugo, ad esempio, si può preparare un piatto semplice, ma molto saporito. Cuocere in acqua salata bollente 400 gr di vermicelli, scolarli al dente e farli saltare nella padella dove è stata preparata la Chiummenzana. Aggiungere, infine, qualche foglia di basilico fresco: il piatto è pronto per essere servito!

I sapori mediterranei dell’Isola di Capri sono raggiungibili imbarcandosi al porto di Napoli sugli aliscafi per Capri Snav.

Capri: totani e patate

La cucina di Capri è famosa per la bontà dei suoi piatti, ricette tipiche tramandate da generazioni, a base soprattutto dell’ottimo pesce che lo splendido mare offre.

Tra i secondi piatti più rinomati dell’isola, un posto d’onore va agli squisiti totani e patate.

La ricetta per quattro persone è la seguente:
Soffriggere in una padella dell’olio d’oliva con 1 spicchio d’aglio, ¼ di cipolla e del peperoncino per qualche minuto.
Aggiungere al soffritto 1 Kg di totani puliti e tagliati a listarelle e versarvi mezzo bicchiere di vino bianco, una volta evaporato aggiungere un grappolo di pomodorini ciliegini.
A parte pulire e tagliare in piccoli tocchetti 1 Kg di patate, versarle all’interno della padella con i totani ed i pomodorini, salare al punto giusto e coprire lasciando cuocere adagio. Quando le patate saranno cotte unire del prezzemolo tritato e aggiungere un filo d’olio d’oliva. Il delizioso piatto totani e patate è pronto per essere servito in tavola.

I turisti che desiderassero assaggiare le bontà della cucina caprese possono raggiungere l’isola imbarcandosi al porto di Napoli, di Castellammare o di Sorrento sugli aliscafi per Capri Snav.

Capri: la ricetta dei “totani ripieni”

La bellissima Capri offre una cucina caratterizzata soprattutto dai prodotti e dai profumi che l’isola offre.

Il totano è un pesce molto usato nella cucina caprese; viene pescato la notte nel mare di Capri e nei mesi estivi non si può fare a meno di notare in lontananza le lampare dei pescatori di totani.

Un primo piatto dal gusto prelibato sono sicuramente i totani ripieni.

Si inizia con il pulire 1 kg di totani, privandoli dei tentacoli e stando attenti a non romperne il corpo che dovrà essere imbottito.

Dopo aver soffritto l’aglio con olio d’oliva, cuocere i tentacoli tagliati a pezzettini.
In una scodella mescolare insieme 4 uova, 100 gr. di parmigiano grattugiato, 1 piccola caciotta rafferma
grattugiata, del prezzemolo tritato finemente e i tentacoli precedentemente saltati in padella.

Inserire il ripieno nella sacca dei totani e chiudere con uno stuzzicadenti. In una pentola preparare il sugo di pomodoro e aggiungervi i totani imbottiti cuocendoli per 20 minuti. Il sugo può essere utilizzato per condire la pasta.

Ricordiamo ai turisti che è possibile gustare le ricette capresi imbarcandosi al porto di Napoli, di Castellammare o di Sorrento sugli aliscafi per Capri Snav.