L’isola che brucia di Farinetti: passione e delitti a Stromboli

“Dal mare Iddu è ancora più imponente. Chiude nel suo abbraccio tutta l’isola, essendo lui stesso tutta l’isola…”

Così Gianni Farinetti nel suo romanzo L’isola che brucia descrive Stromboli e, in particolare il vulcano, che nel racconto assume un ruolo fondamentale.

Il libro, edito da Marsilio nel 1997, ha conquistato il Premio Selezione Bancarella nel 1998. La storia si basa su un omicidio e sul ritrovamento di un corpo sepolto sotto la sabbia. Questo non è l’unico delitto del libro, in quanto si accenna anche a un personaggio precipitato o buttato in mare dalla scogliera, evento che renderà la narrazione ancora più densa di mistero.

Altro fatto che sconvolgerà l’estate eoliana sarà un furioso incendio che trasformerà Stromboli nell’isola che brucia. Fanno da contraltare a queste atmosfere cupe e noir, la solarità delle calde vacanze estive, i ritmi lenti e assonnati dell’isola, il brusio delle chiacchiere e dei pettegolezzi dei protagonisti, questi ultimi travolti inaspettatamente da una serie di eventi misteriosi.

Allo stesso tempo lo scrittore disegna idealmente, attraverso le parole, un bozzetto dell’isola, dove spiccano le descrizioni fedeli agli odori e colori di Stromboli. Leggere questo libro sull’isola, durante le vacanze estive, può essere un buon modo per apprezzare Stromboli e le sue caratteristiche ben raccontate nel libro.

Per tutti coloro che desiderano vivere la bellezza e il fascino di Stromboli, Snav mette a disposizione aliscafi per le isole Eolie dotati di tutti i comfort. Dal 28/05/2016 fino al 10/09/2016 potrai viaggiare con la nostra compagnia di navigazione alla volta di Stromboli, Panarea, Salina, Vulcano e Lipari. Visita il nostro sito oppure contatta il call center al numero 081 428 55 55.