In giro per l’isola di Salina: ecco cosa vedere

Visitare l’isola di Salina è un’esperienza unica che coinvolge tutti i sensi!  Se si stanno programmando le vacanze in questo splendido luogo, ecco qualche consiglio per non perdersi le attrazioni principali dell’isola.

Il porto turistico di Salina si trova nella località di Santa Maria. Quest’ultima sorge alle pendici della Fossa delle Felci, chiamata così perché costituita da un cratere visibile, ricoperto da una vegetazione arbustiva composta da felci.

Santa Maria è il comune più movimentato di tutta l’isola in quanto sono presenti negozi e locali che costituiscono il punto di riferimento per la movida notturna. In città sono presenti anche attrazioni di interesse artistico, culturale e religioso, come la chiesa settecentesca caratterizzata dagli alti campanili.

Nella località Serro dell’Acqua, a poca distanza da Santa Maria, è possibile percorrere un sentiero che porta alle Grotte Saracene. Questo è un altro luogo di importanza storica: è qui che si rifugiavano gli abitanti dell’isola per sfuggire alle scorrerie dei Saraceni (nel 650 d.C.).

Altra località suggestiva è costituita da Lingua, un borgo di pescatori famoso per la meravigliosa spiaggia di ciottoli e il pittoresco faro che ne costituisce il simbolo. Lingua è nota anche per i numerosi locali dove si serve un’ottima cucina tipica. Inoltre, la zona era utilizzata in tempi antichi per la produzione di sale, come attestato dalla presenza delle vasche di raccolta o saline da cui l’isola prende il nome. La zona è anche una riserva naturale, meta privilegiata per tutti gli amanti del bird watching, perché qui si possono ammirare gli uccelli migratori durante specifici periodi dell’anno.

Altro borgo ricco di fascino è  Malfa, probabilmente chiamato così perché fondato da emigranti amalfitani che si trasferirono qui nel XII secolo. Il borgo si trova nella valle compresa tra il Monte Rivi e il Monte Porri. Malfa si contraddistingue per le abitazioni dal caratteristico colore bianco, sparpagliate lungo un ripido pendio che degrada verso il mare.

La frazione di Pollara è molto nota perché protagonista dell’ultimo film di Troisi, Il Postino. La spiaggia di Pollara, in particolare, è uno dei luoghi più belli dell’arcipelago eoliano: da qui si può godere di un panorama assolutamente unico.

Concludiamo la nostra rassegna con il comune di Leni, che comprende le frazioni di Rinella e Val di Chiesa, dove si trova il Santuario della Madonna del Terzito. Infine, merita una visita anche il piccolo borgo di Rinella, che rappresenta uno dei luoghi più particolari dell’isola: oltre al meraviglioso mare si possono notare dei fenomeni chiamati sconcassi, a dimostrazione dell’attività vulcanica dell’isola.

Per goderti pienamente la tua vacanza a Salina, viaggia con Snav. Con i traghetti per le isole Eolie potrai approdare sulla bella isola dopo una trasferta piacevole grazie ai servizi offerti dalla nostra compagnia di navigazione. Scegli anche tu Snav!