Napoli: il fantasma di San Lorenzo

Tra le tante leggende napoletane, ce n’è una che appartiene al quartiere Secondigliano: il fantasma di San Lorenzo.

Si narra che 100 anni fa, il 9 agosto, nel cortile di un palazzo di Corso Secondigliano, si fece una grande festa per le nozze di due giovani sposi: Milena e Cosimo.

Ma nonostante l’apparenza, il matrimonio era stato celebrato solo perchè “combinato” e la povera Milena non nutriva alcun sentimento per Cosimo. Tutti i suoi sogni si erano spenti proprio nel giorno che doveva essere il più bello della sua vita e così, quando dovette adempiere ai suoi doveri coniugali, la ragazza si defilò con una scusa, salì sull’attico del Palazzo e, illuminata dalla candida luna come l’abito che indossava, si gettò nel vuoto.

Dopo quella notte, tanti sono i napoletani che giurano di avere visto, la notte del 10 agosto, il fantasma della giovane Milena ripetere quel drammatico gesto che le fu fatale, per poi sparire nel nulla. Per altri invece, quella bianca luce cadente è solo una delle stelle che animano i cieli della notte di San Lorenzo.

Napoli è raggiungibile partendo da tutte le destinazioni servite dai traghetti e dagli aliscafi Snav.