Fiume Cetina Croazia

Il Cetina è un fiume che attraversa la Dalmazia centrale per ben 105 Km, le cui fonti si trovano a circa 50 Km da Spalato, alle pendici nordoccidentali del monte Dinara.

Quest’ultimo è uno dei bacini idrici più importanti della regione, in quanto utilizzato per la produzione di energia, ma anche perché rappresenta una delle fonti di acqua potabile. In più le acque del Cetina sono anche imbottigliate alla sorgente con l’omonimo marchio.

Nel suo corso superiore il fiume confluisce nel lago artificiale Peruča, dove è presente la diga di Peruča che regola l’afflusso delle acque verso le centrali idroelettriche situate a valle. Il Cetina attraversa poi la pianura di Sinj, una terra fertilissima, oggi destinata alla coltivazione del granoturco e del grano.

Procedendo nel medio corso del fiume, sono presenti diverse gole. Qui il fiume scorre lento e profondo e in fondo alle gole le acque del fiume formano le cadute di Gubavica e Mala, che offrono uno spettacolo naturale di incomparabile bellezza.

Dopo le cascate il Cetina entra nel corso inferiore, questa zona è frequentata da chi pratica rafting e la discesa in kayak. Dopo le rapide, fino alla foce nei pressi della città di Omis, il fiume scorre lento ed è navigabile.

Nei pressi della valle del fiume, nel corso dei secoli, si sono numerosi insediamenti che risalgono al Neolitico. Nell’Età del Bronzo si sviluppò una cultura autoctona.

Inoltre, presso le pedici inferiori della valle sono state ritrovate diverse necropoli con tombe a tumolo. Anche durante il basso medioevo la valle del Cetina era abitata e il fiume segnava in confine fra le ultime città romane e i villaggi slavi. Nel corso del XVI secolo la zona passò sotto il controllo dei Turchi.

Per scoprire le bellezze naturali della Croazia, viaggia con SNAV. Prenota subito il tuo soggiorno in questa terra ricca di fascino, storia e natura, scegli i nostri traghetti per la Croazia.