Da Spalato a Podstrana: sulle tracce di re Artù

Ci sono tante leggende affascinanti che riguardano la Croazia, una di queste colloca la mitica figura di Re Artù a Spalato e Podstrana. Generalmente il personaggio del re di Camelot è legato ad altri luoghi, come possiamo ancora leggere nei racconti che compongono il ciclo bretone, tuttavia, ci sono delle testimonianze che vedrebbero la costituzione della corte arturiana in tutt’altro luogo.

Del resto la figura di Re Artù è abbastanza controversa dal punto di vista storiografico. Ancora oggi non si riesce a stabilire, con assoluta certezza se il personaggio, tanto rinomato sia per il coraggio che per il senso di giustizia, sia esistito oppure no.

Sappiamo, dall’altro canto, che a Re Artù sono state attribuite diverse identità tra cui quella di Lucio Artorio Casto. Sono diversi gli scrittori che avvalorano questa tesi, tra i quali spiccano Linda Malcor, C. Scott Littleton, Kemp Malone e Ann Thomas.

In particolare, Lucio Artorio Casto era un ufficiale della VI legione in Britannia, le cui imprese avrebbero costituito la base su cui fondare il mito arturiano. Proprio a Podstrana, cittadina vicino a Spalato, pare che Re Artù abbia vissuto gli ultimi anni della sua vita, come governatore della regione Liburnia.

Ci sono dei documenti, due epigrafi, che attesterebbero la presenza di Lucio Artorio a Podstrana e testimonianze secondo le qualie la sua sepoltura sia avvenuta nei pressi di Spalato.

Per quanto riguarda le origini di Lucio Artorio Casto anche queste sono avvolte nel mistero. I croati sostengono che il prefetto dell’esercito romano sia nato nel villaggio di Lokivicice, quest’ultimo situato alle spalle della città di Spalato. Sarebbe stata croata anche la madre di Lucio Artorio e in particolare nata a Ingrane, da cui deriva il nome Ingrayne.

Invece, altri sono più propensi a ritenere che Lucio Artorio Casto sia originario di una famiglia campana, la cui presenza è accertata presso le città di Capua, Nola, Pozzuoli e Pompei e che il condottiero era discendente di Artorio Asclepiade, il quale era il medico di Augusto.

Qualunque sia la verità su Re Artù è certo che la sua leggenda non smette mai di affascinare. Tuttavia, se state programmando una vacanza invernale a Spalato, non resta che mettersi sulle tracce di Re Artù e magari visitare la vicina città di Podstrana, per scoprire di più su questa leggenda.

Inoltre, ricordiamo che fino al 4/11/2015, Snav effettua il servizio di collegamento con la Croazia, con i traghetti Spalato-Ancona. Visita subito il sito www.snav.it per scoprire le promozioni attive o per prenotare il tuo biglietto per viaggiare alla scoperta del mito arturiano.