Capri: la ricetta dei “totani ripieni”

La bellissima Capri offre una cucina caratterizzata soprattutto dai prodotti e dai profumi che l’isola offre.

Il totano è un pesce molto usato nella cucina caprese; viene pescato la notte nel mare di Capri e nei mesi estivi non si può fare a meno di notare in lontananza le lampare dei pescatori di totani.

Un primo piatto dal gusto prelibato sono sicuramente i totani ripieni.

Si inizia con il pulire 1 kg di totani, privandoli dei tentacoli e stando attenti a non romperne il corpo che dovrà essere imbottito.

Dopo aver soffritto l’aglio con olio d’oliva, cuocere i tentacoli tagliati a pezzettini.
In una scodella mescolare insieme 4 uova, 100 gr. di parmigiano grattugiato, 1 piccola caciotta rafferma
grattugiata, del prezzemolo tritato finemente e i tentacoli precedentemente saltati in padella.

Inserire il ripieno nella sacca dei totani e chiudere con uno stuzzicadenti. In una pentola preparare il sugo di pomodoro e aggiungervi i totani imbottiti cuocendoli per 20 minuti. Il sugo può essere utilizzato per condire la pasta.

Ricordiamo ai turisti che è possibile gustare le ricette capresi imbarcandosi al porto di Napoli, di Castellammare o di Sorrento sugli aliscafi per Capri Snav.