Capri: la grotta azzurra

a capri si trova la celebre grotta azzurraLa grotta azzurra è una delle attrazioni turistiche più visitate sull’isola di Capri. L’antro prende questo nome dallo straordinario gioco di luci azzurre, creato dai raggi solari riflessi sulla superficie dell’acqua.

L’antro infatti, è parzialmente sommerso dall’acqua che a seconda del ciclo delle maree, può raggiungere anche un livello tale da rendere complicato l’ingresso con la barca.

Infatti, a seconda del livello dell’acqua, le guide chiedono ai visitatori sulla barca a remi di chinarsi o meno in corrispondenza dell’imboccatura della grotta.

Nell’antichità gli imperatori romani ne fecero una piscina privata e pare che Tiberio, il sovrano che trasferì la sua residenza a Capri, ordinò di costruire un passaggio che collegasse direttamente la grotta alla sua sontuosa villa Jovis.

Questo luogo così particolare diventò famoso nel 1826, quando il polacco August Kopisch, su indicazione di un pescatore, visitò la grotta, rimanendone fortemente colpito.

Un’ultima caratteristica del sito è infine la forte eco che riecheggia sulle pareti rocciose della spelonca, messa in evidenza dalle varie guide, parlando e cantando.

Dal porto di Capri partono di frequente gli autobus che vanno verso Anacapri e fermano nei pressi della grotta azzurra, dove è possibile noleggiare una barca e una guida.

La suggestiva grotta azzurra è facilmente raggiungibile da Napoli, Sorrento e Castellamare con gli aliscafi per Capri Snav.

Comments

[…] anni Ottocento e Novecento. Dal 2008 la Casa Rossa di Capri ospita inoltre tre statue romane della Grotta Azzurra che, nonostante si siano deteriorate dall’erosione dell’acqua (essendo state rinvenute […]