Biscotti e dolci eoliani: specialità da non perdere!

0 commenti 26 aprile 2016
Biscotti e dolci eoliani

photo credit: profilo Flickr a.poll_o

Le Eolie sono conosciute per i paesaggi incontaminati, l’imponenza di Vulcano e Stromboli, la vita notturna di Lipari e Panarea e la bellezza delle spiagge di Salina. Un altro motivo per cui questo complesso di isole è ben noto ai turisti è rappresentato dalle bontà gastronomiche. Da non perdere sono i biscotti eoliani, alcuni dei quali sono ideali da inzuppare nella Malvasia a fine pasto oppure da consumare per una dolce merenda. Vediamo quali sono le specialità tipiche che caratterizzano le isole Eolie.

Sesamini

Un impasto semplice di farina 00, uova, zucchero, vaniglia e margarina, danno vita ai Sesamini. Questi ultimi sono biscotti profumati all’arancia e cosparsi di semi di sesamo. Si servono a fine pasto accompagnati, naturalmente, da un bicchierino di Malvasia, rappresentano un piccolo piacere da non perdere.

Spicchiedda

I Spicchiedda sono i biscotti delle grandi occasioni. La tradizione vuole che questi biscotti siano nati a Filicudi, ma diffusi anche nelle altre isole. Gli Spicchiedda si preparano ogni volta che c’è festa in una famiglia. La loro preparazione è molto semplice, in quanto richiedono pochi ingredienti come farina 00, zucchero, cannella, mandorle e  vino cotto. La forma ricorda una spirale, mentre il colore è bruno e la consistenza croccante. A differenza degli ingredienti utilizzati, molto semplici, il loro sapore è intenso e raffinato. Assaggiando gli Spicchiedda si potrà scoprire il sapore che gli eoliani danno alle grande occasioni.

Piparelli

Una specialità di Panarea, così potremo definire i dolcissimi Pipparelli. Questi biscottini sono realizzati a base di zucchero mandorle e miele, aromatizzati con i chiodi di garofano, ideali dopo una lunga passeggiata o per coronare un fine pasto. Il sapore dei Pipparelli, inoltre, si abbina perfettamente a quello della Malvasia e diventano ancora più buoni se li inzuppate in un bicchierino del tipico liquore eoliano.

Nacatuli e Cassatieddi

Questi biscotti sono legati al periodo delle feste. In particolare, i Nacatuli si preparano durante il periodo natalizio e si caratterizzano per il sapore delicato, dato dal ripieno composto da mandorle, zucchero, cannella e mandarino, racchiuso in sfoglie realizzate con farina, uova e strutto e aromatizzati alla Malvasia. I Cassatieddi, invece, si preparano principalmente a Pasqua. I biscotti sono fatti con farina, uova, zucchero e strutto, mentre il ripieno si compone di uva passa e frutta secca come mandorle e noci e aromatizzate alla cannella.

Infine, chiudiamo la nostra rassegna con alcuni deliziosi dolci, meno conosciuti rispetto alla tipica cassata oppure al delizioso cannolo. Parliamo dei Giggi e del Pasticciotto alla zucca.

Giggi

Se vi capita di osservare nella vetrina del pasticcere dei dolci di forma sferica, probabilmente vi trovate in presenza degli ottimi Giggi. Questi ultimi sono realizzati con un impasto che viene fritto e poi ricoperto da una glassa di vino cotto e zucchero.

Pasticciotto alla zucca

I pasticciotti di zucca hanno un gusto molto delicato. Il pasticciotto si caratterizza per un impasto elastico steso in sottilissime sfoglie che racchiudono un ripieno a base di marmellata di zucca. La forma richiama quella di un bombolotto ripieno. Anche quest’ultimo dolce è assolutamente irresistibile per chi desidera provare una specialità tipica del luogo.

Per assaporare la bontà dei biscotti e i dolci appena citati, quest’estate prenota il tuo biglietto a bordo degli aliscafi per le isole Eolie di Snav. Con una traversata comoda e veloce potrai raggiungere da Napoli, l’isola di Lipari, Panare, Salina, Stromboli e Vulcano.

 

 

 

Related posts:

  1. Ventotene: torta di mandorle Tra i dolci tipici della tradizione di Ventotene spicca la...

Articoli correlati elaborati dal plugin Yet Another Related Posts.

Tags: , ,

Categoria: Sapori mediterranei