Sardegna: whale watching

Sardegna: whale watching

La Sardegna il luogo ideale anche per gli amanti delle immersioni e non solo. In particolare, l’isola è diventata famosa per l’avvistamento di delfini e balene come dimostrano diversi video reperibili in rete di video amatori.

Sul territorio sono nate diverse associazioni che offrono la possibilità di effettuare delle escursioni dove è possibile effettuare l’avvistamento di cetacei, ma anche di altre specie come razze e tartarughe, ottenendo anche numerose informazioni di carattere scientifico, che interesseranno gli adulti, quanto i partecipanti più giovani.

Dove si avvistano le balene e i delfini in Sardegna?

Un posto privilegiato dove poter effettuare Whale Watching in Sardegna è sicuramente la Costa Smeralda. Proprio tra la Corsica e la Sardegna gli studiosi hanno accertato la presenza di un canyon che prende il nome di Canyon di Caprera.

Questo luogo presenta le condizioni perfette per i cetacei che trovano cibo in quantità e un angolo tranquillo dove riprodursi.

In questo luogo non è difficile imbattersi in balenottere comuni, capodogli, pesci luna, senza dimenticare le tartarughe e le specie di delfini come zifi, grampi, tursiopi.

Altra località simbolo per l’avvistamento di delfini è il Golfo degli Aranci dove sono nati progetti di eco-turismo che abbinano alle escursioni di tipo scientifico anche un’attenta operazione di sensibilizzazione riguardo il rispetto dell’ambiente e il rispetto del mare.

Anche il Golfo di Orosei è una meta privilegiata per l’avvistamento di balene, delfini, alcune specie di squalo e anche razze giganti. Le escursioni partono dal porto di Cala Gonone per raggiungere il mare aperto e godersi lo spettacolo della natura.

Per chi predilige il sud della Sardegna per le proprie vacanze, allora si potranno effettuare delle escursione nelle acque di Costa Rei e Villasimius proprio per avvistare i cetacei che popolano anche quest’area.

Cosa c’è da sapere prima di effettuare un’escursione di Whale Watching

Prima di effettuare un’escursione in barca per avvistare i cetacei e le altre specie che costituiscono la fauna marina bisogna informarsi sui periodi migliori in cui si ha più possibilità di incontrare queste specie.

Inoltre, è bene essere correttamente equipaggiati sia per quanto riguarda l’abbigliamento e una copertura per il capo. In più, è sempre bene portare con sé un rimesio antiemetico, nel caso si possa rischiare di avere la nausea.

L’escursione deve svolgersi nel pieno rispetto delle specie marine, alcune delle quali sono molto sensibili ai rumori forti e possono risultare infastidite o impaurite, soprattutto se scortano i loro cuccioli.

La finalità di queste escursioni è anche sensibilizzare i partecipanti riguardo le tematiche dell’inquinamento. Più che mai è indispensabile assumere un comportamento corretto, evitando di abbandonare qualsiasi tipo di rifiuto in mare.

Scopri la bellezza dell’isola a bordo delle navi per la Sardegna con partenze da Genova e Civitavecchia.