La chiesa di S.Candida a Ventotene

Come scegliere la sistemazione giusta

La chiesa di S.Candida a Ventotene

La Chiesa di Santa Candida di Ventotene è uno dei luoghi  sull’isola, che meritano una visita e che manifesta tutto l’amore e la devozione che la popolazione locale ha per la propria Patrona.

La chiesa, come si può ammirare già dall’esterno, è caratterizzata da elementi architettonici in stile Neoclassico. In particolare, l’edificio religioso fu progettato dall’ingegnere Antonio Winspeare, che si servì della collaborazione dell’architetto Francesco Carpi.

I lavori di costruzione cominciarono nel 1769, mentre la cerimonia in cui fu ufficializzata la dedica della chiesa alla patrona dell’isola si svolse 5 anni più tardi, il 22 settembre del 1774 durante una celebrazione presieduta dal Vescovo di Gaeta Carlo Pergamo.

All’interno dell’edificio sono custodite diverse opere d’arte tra cui la statua lignea di S. Candida, realizzata nel corso del Settecento. La serie di statue in legno comprende anche un Crocifisso, le raffigurazioni della Madonna Addolorata, di Sant’Orsola e della Madonna del Rosario con Bambino,

Inoltre, sempre all’interno della chiesa si può ammirare la tela raffigurante la Madonna Assunta, risalente al XVIII secolo, attribuibile a Sebastiano Conca.

Accanto alla chiesa si trovava il convento dei Cappuccini che ressero la parrocchia fino al XIX secolo. Ad oggi l’edificio è diventato la sede della canonica dei locali parrocchiali e ospita le  le suore Adoratrici del Sangue di Cristo.

Anche quest’anno SNAV mette a disposizione i propri mezzi veloci per raggiungere le isole Pontine. La tratta sarà attiva dal 7 luglio al 9 settembre. Per maggiori informazioni o per acquistare i biglietti per Ponza e/o Ventotene visita il sito www.snav.it oppure chiama il call center  SNAV al numero 081. 4285.555.

Quest’estate scopri le bellezze di Ventotene e i luoghi simbolo dell’isola che ti faranno scoprire antiche tradizioni e usanze.

Si parte per le Pontine!

SNAV riprende i collegamenti da Napoli con le splendide isole pontine, mete dai mille colori con cale mozzafiato caratterizzate da uno splendido mare turchese.

Dal 7 Luglio al 10 Settembre i nostri confortevoli aliscafi daranno il via al collegamento con le isole di Ponza e Ventotene.

La tratta Napoli Mergellina – Casamicciola – Ventotene – Ponza, inizierà Venerdì 7 Luglio con la partenza delle ore 15.00 da Napoli Mergellina ed arrivo a Ponza alle ore 17.50.

SNAV assicurerà il collegamento sulla tratta tutti i fine settimana fino al giorno 10 Settembre, effettuando la “doppia corsa” (partenze da Napoli Mergellina sia alle ore 08.00 che alle ore 15.00) il sabato e la domenica, e la sola partenza delle ore 15.00 il Venerdì.

Cosa aspettate a prenotare la vostra indimenticabile vacanza nelle selvagge isole di Ponza e Ventotene?
Acquista il tuo titolo di viaggio sul nostro sito www.snav.it o, per maggiori informazioni, contatta il nostro call center al numero 081.428 55 55.

PARTENZA DA:

ARRIVO A:

NAPOLI MERGELLINA

CASAMICCIOLA VENTOTENE

PONZA

PARTENZAORE 08.00 ARRIVO08.45 PARTENZA09.00 ARRIVO09.50 PARTENZA10.05

ARRIVO

ORE 10.55

TUTTI I SABATO E DOMENICA DALL’8 LUGLIO AL 10 SETTEMBRE

PARTENZA DA:

ARRIVO A:

NAPOLI MERGELLINA

CASAMICCIOLA VENTOTENE

PONZA

PARTENZAORE 15.00 ARRIVO15.45 PARTENZA15.55 ARRIVO16.50 PARTENZA17.00

ARRIVO

ORE 17.50

TUTTI I SABATO E DOMENICA DALL’8 LUGLIO AL 10 SETTEMBRE

PARTENZA DA:

ARRIVO A:

PONZA

VENTOTENE ISCHIA CASAMICCIOLA

NAPOLI MERGELLINA

PARTENZAORE 11.15 ARRIVO12.05 PARTENZA12.15 ARRIVO13.10 PARTENZA13.15

ARRIVO

ORE 14.00

TUTTI I SABATO E DOMENICA DALL’8 LUGLIO AL 10 SETTEMBRE

PARTENZA DA:

ARRIVO A:

PONZA

VENTOTENE ISCHIA CASAMICCIOLA

NAPOLI MERGELLINA

PARTENZAORE 18.15 ARRIVO19.05 PARTENZA19.15 ARRIVO20.00 PARTENZA20.10

ARRIVO

ORE 21.00

TUTTI I SABATO E DOMENICA DALL’8 LUGLIO AL 10 SETTEMBRE

Ventotene: torta di mandorle

Tra i dolci tipici della tradizione di Ventotene spicca la golosa torta di mandorle. Questo dessert si può acquistare nelle migliori pasticcerie e panetterie dell’isola ed è una specialità imperdibile, soprattutto per i turisti più golosi.

Per realizzare questa ricetta servono i seguenti ingredienti:

500 gr pasta frolla (fresca o confezionata)

350 gr latte di mandorle

160 gr zucchero

150 gr farina di mandorle

120 gr farina 00

110 gr burro

5 tuorli

1 limone

Per cominciare bisogna sbattete 3 tuorli con 60 g di zucchero, procedendo con l’incorporare 25 g di farina di mandorle e 20 g di farina 00.  Unire il latte di mandorle, non zuccherato, e dopo averlo riscaldato con un pezzetto di scorza di limone in infusione. Una volta intiepidito versarlo a filo nel composto. Trasferire il tutto in un pentolino e, mescolando con continuità, far addensare la crema. Spegnere al primo cenno di bollore e lasciar raffreddare la crema alle mandorle mescolando con il tegame immerso in acqua e ghiaccio.

Prendere la pasta frolla e stenderla con cura su un foglio di carta da forno e rivestire una teglia di 28 cm di diametro. Per evitare che la pasta frolla si gonfi in cottura punzecchiarla con i rebbi di una forchetta quindi versare sopra la crema alle mandorle fredda avendo cura di livellarla con una spatola.

A questo punto bisogna impastare velocemente e brevemente la farina 00 e quella di mandorle rimaste con il burro ammorbidito tagliato a pezzettini, lo zucchero avanzato, i 2 tuorli e un po’ di scorza di limone grattugiata. Formare un composto sbriciolato lavorandolo con la punta delle dita e distribuitelo sulla crema. Infornare la torta di mandorle di Ventotene nel forno già caldo a 180° C per 40-50 minuti finché la superficie del dolce risulterà dorata. La torta va servita fredda.

SNAV  è a tua disposizione se vuoi viaggiare verso l’isola di Ventotene per goderne di tutti i sapori. Parti a bordo dei nostri aliscafi Napoli-Ventotene e vivi una vacanza indimenticabile.

Ventotene: cosa vedere

Trascorrendo le vacanze a Ventotene sono tanti i luoghi da visitare, posti che potranno consentire ai turisti di scoprire molto sull’isola e su ciò che ha da offrire.

Ventotene, in primo luogo, è famosa per il birdwatching: infatti, nel corso dell’anno ospita turisti interessati ad avvistare le specie che transitano sull’isola in seguito alle migrazioni degli uccelli. Sull’isola è presente anche il Museo della Migrazione e Osservatorio Ornitologico Italiano. Il museo vanta un primato italiano in quanto è stato il primo ente preposto allo studio e alla conservazione dei dati relativi ai flussi migratori e allo studio dell’avifauna, ed è uno dei pochi centri europei impegnati nell’approfondimento delle dinamiche che caratterizzano il processo di migrazione. Il museo si trova all’interno di un edificio chiamato Il Semaforo, che risale al periodo della II Guerra Mondiale, oggi completamente ristrutturato e adattato alla nuova destinazione d’uso. All’interno del museo sono presenti numerosi modelli a grandezza naturale e video pannelli interattivi ricchi di informazioni interessanti. Inoltre, gli amanti della natura potranno partecipare a escursioni guidate alla scoperta non solo della fauna, ma anche della flora dell’isola.

Ventotene è anche un luogo dove la storia ha lasciato il segno: non può dunque mancare una visita alla Peschiera Romana, oppure ai resti di quella che era la sontuosa Villa Giulia, costruita per volontà di Ottaviano Augusto come luogo di vacanza; diventò poi luogo di confino per le donne della famiglia imperiale. Infine, sull’isola è presente anche un Museo Archeologico all’interno del Forte Borbonico, attuale sede del Comune.

Durante il soggiorno a Ventotene è consigliabile effettuare anche una visita al Carcere Borbonico, presente sulla vicina isola di Santo Stefano. Qui furono confinati, nel corso del tempo, tantissimi uomini illustri, tra cui Sandro Pertini, che vi fu rinchiuso per essersi opposto al regime fascista. Il carcere ha una storia molto interessante che dall’epoca borbonica arriva fino al 1965, anno della sua chiusura.

Per arrivare sull’isola di Ventotene con partenza da Napoli affidati a Snav. Con i nostri aliscafi per Ventotene, la tua vacanza comincia all’insegna della comodità. Acquista il tuo biglietto online!

Ventotene: alla scoperta della Riserva Naturale e Area Marina Protetta

L’isola di Ventotene è un vero e proprio gioiello per la ricchezza del paesaggio e la biodiversità. Proprio per tutelare questo ambiente così delicato e ricco di vita nel 1998 è stata istituita l’Area Marina Protetta denominata “Isole di Ventotene e S. Stefano”, mentre nel 1999 è stata istituita la Riserva Naturale Statale “Isole di Ventotene e S. Stefano” per tutelare il territorio e recuperare le area soggette a degrado.

L’Area Marina Protetta è stata creata non solo per proteggere le coste e i fondali, ma allo stesso tempo per valorizzare le risorse biologiche e geomorfologiche della zona. L’Area Marina Protetta si suddivide in tre zone: la zona A delimita il braccio di mare che si trova intorno l’isola di S.Stefano. Qui sono vietate le attività come la pesca e la cattura di qualsiasi essere vivente. Inoltre, sono lecite le immersioni solo di carattere scientifico. La zona B è quella più ampia e qui sono consentite la navigazione, le immersioni e visite guidate autorizzate. Infine, la zona C che comprende l’area del porto. Qui, seppure sussistono alcune limitazioni, sono consentite la navigazione, la pesca e le immersioni.

Per mantenere vivo l’interesse e infondere la consapevolezza e la sensibilità verso la tutela dell’ambiente marino e del territorio, sono promossi programmi di carattere educativo, a quali si affiancano programmi di studio e di ricerca, questi ultimi mirati a conoscere e preservare la vita vegetale e animale in questi luoghi.

Proprio grazie allo studio continuo è possibile analizzare e sondare l’impatto delle attività umane e promuovere uno sviluppo socio-economico compatibile e sostenibile. Per far conoscere le bellezze di Ventotene sono attivati percorsi guidati specifici, indirizzati agli amanti delle escursioni, della subacquea e agli appassionati di birdwatching. Come abbiamo già detto nei post precedenti, Ventotene si trova sulle rotte percorse da diverse specie di uccelli migratori che dall’Africa si spostano verso il Nord dell’Europa e viceversa, ed è la casa di molte specie protette che nidificano proprio in queste zone, come il falco pellegrino, la berta maggiore e la berta minore.

Sia passeggiando sull’isola di Ventotene che di S. Stefano è possibile ammirare l’ampia gamma di essenze vegetali, che nonostante i forti venti e la salsedine, riescono a sopravvivere a condizioni atmosferiche così particolari. Tra le specie vegetali, troviamo la ginestra, la palma nana, il cisto, l’euforbia e il leccio. Infine, le numerose testimonianze storiche presenti sull’isola appartenenti a diverse epoche, ci dimostrano come nei tempi antichi veniva vissuto e modificato il territorio per permettere la vita umana.

Questa estate vai anche tu alla scoperta dell’isola di Ventotene e S. Stefano. Prenota subito online il tuo aliscafo Napoli Ventotene con Snav! Scopri gli orari e i giorni in cui sono effettuate le partenze!

Ristoranti Romantici a Ventotene

 

Ventotene è un’isola magica per gli innamorati: tanta avventura, paesaggi unici e selvaggi, ma anche scorci panoramici dove godersi il tramonto e ammirare le bellezze del luogo. Anche la cucina a Ventotene parla d’amore come dimostrano i ristoranti presenti sull’isola. Molte ricette sembreranno estremamente semplici e realizzate con ingredienti poveri, ma allo stesso tempo, sapranno stupirvi per il gusto ricco e delizioso. Vediamo quali sono le mete preferite da chi cerca un ristorante romantico a Ventotene.

Tra le vere istituzioni dell’isola c’è il Ristorante Marisqueria caratterizzato da una romantica terrazza dove è possibile godere di uno dei più bei panorami dell’isola. Il ristorante, infatti, è situato proprio sul porticciolo di Cala Rossano. Non solo vista spettacolare, ma anche ottimo cibo: le pietanze si caratterizzano per l’uso degli ingredienti tipici dell’isola, elaborati in maniera sapiente, creando accostamenti originali e ricchi di sfumature di sapore.  Ogni piatto è servito con un tocco di fantasia e un occhio particolare per la presentazione.

Il Giardino è un’altra delle mete del gusto per tutti gli innamorati e gli amanti della gastronomia ventotenese. Si trova un po’ distante dai percorsi turistici dell’isola, tuttavia, si ha la possibilità di sostare in un accogliente giardino, dove si può trascorrere il tempo in tutta tranquillità, soprattutto se si è in coppia. Anche in questo caso a farla da padrone nel menu sono gli ingredienti tipici della tradizione di Ventotene. Qui si può gustare tanto una semplice e saporita zuppa di lenticchie, quanto una raffinata aragosta. Particolarmente consigliati i dolci che renderanno la serata ancora più dolce.

Il Bar Ristorante Afrodite si trova in una location unica. Incastonato nello scenario del porto romano, dalla sua terrazza si gode di un panorama unico, in particolar modo la sera. La cucina si presenta con proposte classiche e altre più innovative, in base alle esigenze della clientela.

La vocazione romantica del Ristorante Il Brigantino è ben nota a gli isolani, anche perché il locale è scelto come location per matrimoni, quindi è adatto anche a un romantico intermezzo con la persona amata. Il locale si trova direttamente sulla spiaggia di Cala Nave, in un contesto di rara bellezza. A rendere speciale questo posto, naturalmente, concorre la cucina curata nei minimi dettagli, il personale attento e cordiale, in ultimo, ma non meno importante l’affascinante panorama che costituirà la cornice ideale per una cena a due.

Concludiamo la nostra rassegna con il Ristorante Da Benito, che si trova in uno degli angoli più caratteristici di Ventotene chiamato “il pozzillo”. Il locale è una vera e propria istituzione sull’isola e vanta un ottimo rapporto qualità/prezzo. Inoltre, questo ristorante si presta bene per una cenetta romantica, data la vista fantastica e la risacca delle onde che fa da sottofondo.

Oggi vi abbiamo indicato alcuni dei ristoranti romantici di Ventotene, per scoprirne altri, non vi resta che soggiornare su questa meravigliosa isola. Prenota subito il tuo viaggio con Snav e scegli gli aliscafi per Ventotene messi a disposizione dalla nostra compagnia di navigazione.

Ventotene: come scegliere la sistemazione giusta

Come scegliere la sistemazione più adeguata sull’isola di Ventotene per un soggiorno sereno? Per fare la scelta giusta occorre tener presente alcuni fattori, come per esempio se si viaggia con la famiglia, in coppia o con il proprio gruppo di amici. L’isola si caratterizza per un’offerta ricettiva completa, che comprende alberghi, residence, bed and breakfast e soluzioni indipendenti come case e ville, per chi desidera vivere l’isola in tutta autonomia.

Alberghi

Gli alberghi sono la meta ideale per chi desidera vivere una vacanza in pieno relax senza dover pensare a niente. Ventotene offre più di una dozzina di alberghi di diversa tipologia. Molti di questi dispongono anche di ristorante interno che permette agli ospiti di gustare le specialità tipiche. Inoltre, alcune di queste strutture ricettive sono collocate in zone panoramiche, per cui adatte per chi sta progettando un soggiorno romantico a Ventotene.

Bed and Breakfast e Affittacamere

Chi cerca, invece una soluzione per l’ospitalità più flessibile può sicuramente puntare sui bed and breakfast e gli affittacamere dell’isola. I B&B e gli affittacamere costituiscono la soluzione ideale, talvolta, per chi vuole risparmiare sul costo del soggiorno e accontentarsi di servizi più essenziali e di un’ospitalità familiare. Questo tipo di soggiorno è particolarmente indicato per chi desidera trascorrere la maggior parte del tempo in giro per l’isola senza dover sottostare a troppi vincoli di orario.

Case, Ville private e Appartamenti

C’è chi in vacanza non vuole rinunciare alla propria indipendenza e che desidera vivere il proprio soggiorno da abitante dell’isola e non come semplice ospite. Questo tipo di viaggiatore, forse è il più difficile da accontentare, perché ha esigenze e desideri ben precisi. In tal proposito, l’isola mette a disposizione sia appartamenti situati in zone caratteristiche come il porto o il centro cittadino, oppure case e ville di diversa grandezza ubicate nella rigogliosa campagna ventotenese. Ovviamente, in questi casi i prezzi variano in base alla grandezza dell’immobile, la posizione e il numero di persone che può ospitare.

Come abbiamo visto, Ventotene, al pari di Ponza, offre un’ampia rosa di soluzioni per chi vuole trascorrere le vacanze sull’isola. Ogni viaggiatore avrà la possibilità di scegliere la soluzione più congeniale alle proprie esigenze, godendosi così le proprie ferie.

Infine, per arrivare sull’isola di Ventotene, partendo da Napoli, si possono scegliere gli aliscafi Snav. Gli aliscafi per Ventotene messi a disposizione dalla nostra compagnia di navigazione ti consentiranno di arrivare a destinazione dopo una traversata piacevole, all’insegna del comfort. Prenota subito il tuo biglietto online e scopri le nostre promozioni!

Le spiagge più belle di Ventotene

Ventotene è un paradiso per quanti desiderano trascorrere le proprie vacanze in un luogo lontano dal mondo, dove trascorrere il tempo all’insegna del relax, godendosi la bellezza della natura, che sull’isola regna incontrastata. Gli amanti del turismo balneare potranno indugiare sulle spiagge ventotenesi godendosi la tranquillità delle suggestive calette.

Ma quali sono le spiagge più belle di Ventotene? Sull’isola sono presenti sia spiagge di sabbia o di scogli, raggiungibili via terra, mentre altre cale sono, invece, raggiungibili solo via mare, ma tuttavia meritano una visita, perché situate in contesti assolutamente suggestivi e unici. Vediamo nel dettaglio quali sono le spiagge più belle di Ventotene.

Cala Nave

Cala Nave si contraddistingue per le acque cristalline e trasparenti. La sabbia dai riflessi bronzati ha una consistenza molto fine. Il panorama che si gode da questa spiaggia è davvero unico, in quanto, di fronte si può ammirare la sagoma dell’isola di Santo Stefano. Altro punto di forza di questa location è che si trova nei pressi del centro storico dell’isola, mentre nei dintorni sono presenti ristoranti e locali di diversa tipologia. Cala Nave si può raggiungere a piedi ed è adatta anche a famiglie con bambini, vista anche la presenza di lidi attrezzati.

Cala Rossano

Più piccola di Cala Nave, ma non meno bella, è Cala Rossano. Questa spiaggia ha un valore paesaggistico abbastanza importante, infatti, è inserita nel programma di tutela del Parco Marino di Ventotene. La spiaggia si contraddistingue per la sabbia fine e i colori tenui. Il mare, nonostante la vicinanza al porto, si presenta molto limpido e trasparente. Anche qui sono presenti servizi ad hoc per i turisti.

Al Faro

Questo luogo è particolarmente amato da chi, al contrario non preferisce la sabbia. Dalla zona del Faro, a sud di Porto Nicola, è possibile accedere al mare dagli scogli. Inoltre, i bagnanti possono affittare lettini e sdraio e godersi la propria giornata al mare in questo posto molto suggestivo, dal quale si può ammirare anche uno dei più bei tramonti dell’isola.

Come abbiamo detto all’inizio ci sono spiagge raggiungibili via terra e altre, solo via mare. Se vi spostate in barca o partecipate a un tour organizzato dell’isola, queste sono le mete che non possono essere trascurate.

Cala Battaglia

Cala Battaglia in precedenza era raggiungibile dalla terraferma, ma a oggi, invece è possibile arrivarci solo via mare, in quanto il sentiero non è più percorribile. Una volta arrivati in questo posto è possibile ammirare il Porticciolo Romano, che rappresenta uno degli approdi più sicuri dell’isola, nonché può considerarsi un simbolo della grande abilità ingegneristica dei Romani. Qui si può nuotare tra acque verde smeraldo e prendere il sole su una spiaggia dalla sabbia scura.

Le Sconciglie

Luogo particolarmente adatto a chi fa immersione, le Sconciglie è un luogo legato al mito di Ulisse. Si pensa che in questo punto l’eroe di Itaca sia stato tentato dal canto melodioso delle sirene. Oggi la località è frequentata in particolar modo da tutti gli appassionati di diving che immergendosi nella secca compresa fra gli scogli possono ammirarne la bellezza del fondale e la vita marina.

Punta Pascone

Questa è una delle località meno conosciute, tuttavia molto apprezzata da chi pratica diving. Immergendosi nei pressi della secca si possono raggiungere i 300 metri di profondità. I fondali sono molto ricchi di fauna e di flora. Meraviglioso è il colpo d’occhio che si può avere della costa e del paesaggio ventotenese che non smette mai di conquistare con il suo fascino tutti i turisti.

Punta Eolo

Chiudiamo la nostra rassegna con Punta Eolo, una delle località più rinomate dell’isola. Questa zona è conosciuta per la presenza di Villa Giulia, un’imponente costruzione, di cui si possono visitare le rovine, nata come dimora estiva degli imperatori, finì poi essere luogo di esilio per le donne appartenenti alle famiglie imperiali. Le acque di Punta Eolo nascondono numerose meraviglie. Se amate le escursioni sott’acqua qui è possibile immergersi e visitare il relitto della nave a vapore Santa Lucia, affondata in questi mari nel 1943. Il relitto ormai è diventato parte integrante del fondale, in quanto è ricoperto da diverse specie vegetali ed è diventato la casa della fauna ittica.

Se desideri visitare Ventotene, non perdere l’occasione e prenota subito il tuo titolo di viaggio con Snav! Con i nostri aliscafi Napoli-Ventotene potrai arrivare sull’isola pontina a seguito di una piacevole traversata. Acquista online il tuo biglietto e approfitta delle nostre promozioni!

5 motivi per visitare Ventotene

Mare, storia, cultura, natura e paesaggio costituiscono cinque buoni motivi per visitare l’isola di Ventotene. Quest’ultima è spesso scelta dai turisti proprio perché riunisce in sé sia l’anima più disimpegnata e volta al relax  che quella più intellettuale e attiva, così da garantire una vacanza su misura a ogni viaggiatore.

Mare

Il mare di Ventotene si caratterizza per le acque limpide e la bellezza delle sue spiagge. Tra queste ultime possiamo annoverare Cala Neve e Cala Rossano, le uniche due a essere raggiungibili via terra. Nei pressi del Faro e delle saline, invece, ci sono distese di scogli da dove è possibile accedere al mare. Al contrario Cala Battaglia, Punta Eolo, Punta Pascone e le Sconciglie sono tratti di litorale raggiungibili solo via mare.

Storia

La storia ha lasciato un segno sull’isola, per cui non mancano testimonianze di tipo archeologico. Prime fra tutte ricordiamo Villa Giulia di Punta Eolo, edificata in epoca romana per le vacanze dell’imperatore. La residenza fu poi utilizzata come luogo di esilio. Altro posto assai suggestivo è la Cisterna dei Detenuti, che attesta le capacità degli ingegneri romani di realizzare un complesso e avanzato sistema idraulico, per far arrivare l’acqua alle ville dell’isola.

È consigliata anche una visita al Carcere Borbonico, che si trova sulla vicina isola di Santo Stefano. Questo edificio fu realizzato per volontà di Re Ferdinando IV alla fine del Settecento. Infine, è possibile visitare il Museo Storico Archeologico che conserva numerosi reperti, alcuni dei quali trovati sui fondali dell’isola.

Cultura

Per scoprire tutti i dettagli sulla cultura dei ventotenesi, consigliamo un passaggio nella libreria che si trova a Piazza Castello, dove sarà possibile acquistare diversi libri che hanno come tema proprio la storia, il paesaggio e le tradizioni dell’isola. Inoltre, è presente anche un’efficiente biblioteca comunale, dove scoprire ulteriori dettagli. Questi sono angoli speciali, dove si può respirare la vera essenza culturale di Ventotene.

Natura

La natura si presenta in tutta la sua potenza e bellezza. Sull’isola, infatti, sono presenti diverse essenze vegetali interessanti, che caratterizzano la flora mediterranea. Sono presenti anche diverse piante rare come il fiordaliso delle scogliere, la palma nana, oppure il limonium pontium e il Limonium multiforme nella varietà sanctistephani.  Ventotene è anche l’isola ideale per il birdwatching dato che qui nidificano diverse specie avicole, come la berta maggiore e la berta minore. L’isola è anche il regno del Gabbiano Reale, del Gheppio e del Falco Pellegrino.

Paesaggio

Infine, il paesaggio di Ventotene è abbastanza complesso proprio per l’orogenesi dell’isola. A zone antropizzate, si alternano le coltivazioni o campi di vegetazione spontanea. Da alcuni angoli dell’isola, si può godere di un panorama unico. Per esempio, dal Faro si può apprezzare uno dei più bei tramonti dell’isola. Imperdibile anche la vista che si gode da Monte dell’Arco, che rappresenta il punto più alto di Ventotene. Nelle giornate limpide, da qui, lo sguardo spazia riuscendo a percepire distintamente anche la forma sinuosa dell’isola di Ischia e l’imponente sagoma del Vesuvio.

Come abbiamo visto, Ventotene, è un’isola dal fascino unico, che merita di essere scoperta in ogni suo angolo. Se vuoi lasciarti sedurre anche tu la bellezza di quest’isola prenota subito il tuo biglietto con Snav! Visita il nostro sito e scopri anche tu i nostri aliscafi Napoli-Ventotene.

Il Finocchietto di Ventotene: un ingrediente prezioso per tante ricette

Il finocchietto è una delle specie selvatiche che si possono raccogliere sull’isola di Ventotene. I suoi usi sono i più disparati: dall’aromatizzazione dei piatti tipici locali, alla realizzazione del liquore al finocchietto alla creazione di infusi e tisane.

Il finocchio selvatico è una pianta erbacea mediterranea appartenente alla famiglia delle Apiacae. Il suo uso come pianta aromatica è noto fin da tempi antichi.

Sono molte le proprietà benefiche associate al finocchietto: anzitutto è diuretico e antinfiammatorio, oltre a essere utilizzato per la preparazione di tisane e infusi, ideali per favorire la digestione. Molto spesso ne viene consigliata l’assunzione anche alle donne in allattamento per ridurre le coliche dei bambini.

Oltre agli usi fitoterapici, il finocchietto vanta anche impieghi in cucina. In particolare, secondo la tradizione ventotenese il finocchietto selvatico è utilizzato per arricchire di sapore la cucina locale. Di questa pianta si utilizzano i fiori essiccati, le foglie, i frutti ( che erroneamente chiamiamo semi) e anche la barba. Tra i piatti tipici del luogo possiamo annoverare il polipo accompagnato da lenticchie al finocchietto o il calamaro con il finocchietto.

Non si possono gustare solo piatti salati, a base di questo squisito ingrediente, ma anche dessert come il semifreddo al finocchietto. Quest’ultimo è uno dei dolci consigliati per un fine pasto leggero e che aiuti la digestione.

Inoltre, in qualsiasi ristorante o bar ordiniate un digestivo, tra le opzioni a scelta ci sarà sicuramente il liquore al finocchietto, che con la sua consistenza densa e vellutata e il sapore deciso vi trasmetterà tutto il sapore del finocchietto selvatico di Ventotene.

Per scoprire quante e quali specialità sono preparate sull’isola di Ventotene con il finocchietto selvatico, prenota subito il tuo aliscafo per le isole pontine con Snav. Quest’estate ti portiamo a Ponza e Ventotene con una piacevole trasferta a bordo dei nostri confortevoli e veloci aliscafi. Regalati una vacanza all’insegna del sapore: scegli Ventotene!