Ventotene: spaghettoni di terra e mare

Ventotene: spaghettoni di terra e mare

Tra le essenze che crescono sull’isola di Ventotene un posto di rilievo nella gastronomia locale spetta all’asparago selvatico. Questo prezioso ingrediente fa la sua comparsa già dall’arrivo della primavera, quando è possibile raccogliere per l’isola germogli e spezie per insaporire frittate, risotti o un gustoso piatto di spaghetti.

In particolare, gli asparagi selvatici hanno numerose proprietà che possono aiutare l’organismo anche nei periodi più caldi. Nel dettaglio l’asparago vanta proprietà diuretiche, depurative e dimagranti. Inoltre, è indicato per combattere la sudorazione eccessiva.

In questa ricetta gli asparagi selvatici sono cucinati in abbinamento alle vongole. Sapore esaltante e bilanciato caratterizza il piatto. Un bouquet di sapori che dalla terra rimanda al mare per un risultato finale assolutamente gustoso.

Per preparare questi deliziosi spaghetti  basteranno pochi ingredienti

300 gr di spaghettoni
400 gr di vongole veraci
200 gr di asparagi selvatici di Ventotene
1 spicchio d’aglio in camicia
gambo di prezzemolo tritato finemente
sale, acqua ed olio extra vergine di oliva q.b.

Pulire accuratamente le vongole affinché non presentino residui di sabbia al loro interno ed eliminare possibili detriti dalle valve aiutandosi con una paglietta. Pulire gli asparagi e farli sbianchire in acqua bollente per 1 minuto e mezzo circa. Scolarli con una paletta forata per conservare il liquido di cottura.

Mettere una pentola capiente con sufficiente acqua per la cottura degli spaghetti. Salare l’acqua una volta raggiunto il bollore e cuocere la pasta. Intanto, in una padella, scaldare tre cucchiai d’olio EVO e rosolare uno spicchio di aglio in camicia. Appena l’olio sarà ben caldo versare le vongole e coprire con un coperchio. Dopo circa un minuto aggiungere gli asparagi e un po’ di acqua di cottura che avevamo messo da parte.

La pasta, quindi, va scolata al dente per poter completare la cottura nel guazzetto di vongole e asparagi. Prima di servire aggiungere una spolverata di gambi di prezzemolo tritato finemente e buon appetito!

Isole Pontine: sconto del 30%

In occasione dell’apertura annuale dei collegamenti verso le isole Pontine, SNAV riserva uno sconto speciale del 30% a tutti i viaggiatori. Nel dettaglio, i collegamenti effettuati dalle nostre unità veloci con le isole di Ponza e Ventotene, saranno attivi dal 6 luglio all’8 settembre 2019.

Potrai prenotare i tuoi biglietti per Ponza e Ventotene, con partenza da Ischia e Napoli fino all’8 luglio e approfittare della tariffa vantaggiosa. A bordo dei nostri aliscafi potrai raggiungere le isole Pontine e goderti la natura selvaggia e lussureggiante di Ventotene o optare per la vita mondana e i divertimenti offerti da Ponza.

I biglietti potranno essere acquistati sul sito www.snav.it inserendo il codice di sconto PONTINE2019, prima di ultimare l’acquisto dei biglietti. In questo modo sarà applicata la promozione del 30% diritti e supplementi esclusi.

Per i tuoi acquisti potrai rivolgerti anche al nostro call center, chiamando il numero 081 4285555. La promozione sarà applicata previa comunicazione del codice di sconto abbinato all’iniziativa promozionale PONTINE2019.

Che cosa aspetti? Acquista i tuoi biglietti per Ponza e Ventotene e goditi un weekend, una giornata al mare oppure il periodo delle ferie visitando alcune delle mete più belle del Mediterraneo. Lasciati sedurre dal fascino che queste mete hanno sempre esercitato.

Ponza e Ventotene, infatti, sono isole ricche di storia, arte e caratterizzate da paesaggi naturali di incommensurabile bellezza. Sono anche la patria per chi ama i vini e il buon cibo. La tradizione gastronomica delle pontine e molto apprezzata, perché in grado di coniugare in maniera armonica sia i piatti a base di ingredienti di terra che di mare.

Viaggia con SNAV e non perdere l’occasione di goderti le isole Pontine a prezzi ancora più convenienti.n occasione dell’apertura annuale dei collegamenti verso le isole Pontine, SNAV riserva uno sconto speciale del 30% a tutti i viaggiatori. Nel dettaglio, i collegamenti effettuati dalle nostre unità veloci con le isole di Ponza e Ventote

Arrivederci alle Eolie e Pontine

Anche quest’anno SNAV, con i suoi collegamenti veloci, vi ha trasportato verso alcune mete da sogno quali isole Eolie e isole Pontine.

In occasione della chiusura delle tratte vogliamo ringraziare tutti coloro quelli che hanno viaggiato con noi per raggiungere le isole di Ponza e Ventotene e le isole dell’arcipelago delle Eolie: Stromboli, Salina, Lipari, Vulcano e Panarea.

Da sempre queste mete sono apprezzate per la bellezza dei panorami, per il mare cristallino, nonché per la ricchezze storico-artistiche e culturali. Inoltre, sia le isole Eolie che le isole Pontine sono rinomate anche come punto di riferimento per il turismo enogastronomico.

Le tipicità presenti sulle isole, infatti, fanno da richiamo anche al turismo, attraendo, in particolare, i viaggiatori che ricercano un’esperienza completa che possa appagare tutti i sensi.

L’estate è finita, ma SNAV offre ancora tantissime possibilità per viaggiare e vistare mete di impareggiabile bellezza. Collegati al nostro sito www.snav.it e scopri dove ti porterà la tua voglia di avventura.

Ventotene Film Festival 2018

L’estate è il momento ideale per godersi le proprie passioni. Se ami il mare, la natura e il cinema, l’isola di Ventotene è il posto ideale per te. Dal 24 al 31 luglio, infatti, si terrà sull’isola dell’arcipelago delle Pontine il Ventotene Film Festival 2018.

La manifestazione rappresenta una delle più longeve iniziative culturali dedicate al cinema. Il Festival è ideato e diretto da Loredana Commonara, che da ben 23 anni si fa carico dell’onore e l’onere di portare il cinema su un’isola in cui il cinema non c’è mai stato. Quando parliamo di cinema, tuttavia, non si fa riferimento solo alle proiezioni, ma anche a un fitto calendario di ospiti e addetti ai lavori la cui caratura non è solo nazionale, ma anche europea e internazionale.

Il cinema, quindi, diventa un’occasione di incontro, scambio di idee, ma anche la rappresentazione di un’identità culturale europea che si va sempre più delineando. L’isola, in particolare, è come se fosse il cuore dell’Europa, visto che è il luogo dove è stato redatto il Manifesto di Ventotene, da quale  presero le mosse l’Unione Europea e il Movimento Federalista Europeo. In tal senso, il Festival ha anche il compito diffondere e promuovere i valori europei.

Quali sono i film che verranno valorizzati nel corso del Festival? Possiamo trovare la risposta a questa domanda in queste espressioni: “Nonvisto”, “rivisto” e “riscoperto”. Inoltre, spazio sarà dedicato al cinema per i più piccoli, con una sezione apposita. Come abbiamo detto in precedenza, uno dei focus del Festival è rappresentato proprio dall’Europa, in tal senso il concorso Open Frontiers raccoglie film e documentari proprio sull’Europa, la cittadinanza attiva e l’integrazione razziale. Il concorso vuole essere un mezzo per avvicinare i giovani e gli studenti all’idea di un’Europa unita, tollerante e multietnica.

Per arrivare a Ventotene in maniera veloce, comoda e sicura, viaggia a bordo dei mezzi veloci SNAV. Durante il mese di luglio e agosto sono attivi i collegamenti con partenze il venerdì, sabato e domenica, dai porti di Napoli e Ischia Casamicciola. Visita il sito www.snav.it e scopri maggiori dettagli sugli aliscafi per Ventotene.

 

 

Come scegliere la sistemazione giusta

La chiesa di S.Candida a Ventotene

La Chiesa di Santa Candida di Ventotene è uno dei luoghi  sull’isola, che meritano una visita e che manifesta tutto l’amore e la devozione che la popolazione locale ha per la propria Patrona.

La chiesa, come si può ammirare già dall’esterno, è caratterizzata da elementi architettonici in stile Neoclassico. In particolare, l’edificio religioso fu progettato dall’ingegnere Antonio Winspeare, che si servì della collaborazione dell’architetto Francesco Carpi.

I lavori di costruzione cominciarono nel 1769, mentre la cerimonia in cui fu ufficializzata la dedica della chiesa alla patrona dell’isola si svolse 5 anni più tardi, il 22 settembre del 1774 durante una celebrazione presieduta dal Vescovo di Gaeta Carlo Pergamo.

All’interno dell’edificio sono custodite diverse opere d’arte tra cui la statua lignea di S. Candida, realizzata nel corso del Settecento. La serie di statue in legno comprende anche un Crocifisso, le raffigurazioni della Madonna Addolorata, di Sant’Orsola e della Madonna del Rosario con Bambino,

Inoltre, sempre all’interno della chiesa si può ammirare la tela raffigurante la Madonna Assunta, risalente al XVIII secolo, attribuibile a Sebastiano Conca.

Accanto alla chiesa si trovava il convento dei Cappuccini che ressero la parrocchia fino al XIX secolo. Ad oggi l’edificio è diventato la sede della canonica dei locali parrocchiali e ospita le  le suore Adoratrici del Sangue di Cristo.

Anche quest’anno SNAV mette a disposizione i propri mezzi veloci per raggiungere le isole Pontine. La tratta sarà attiva dal 7 luglio al 9 settembre. Per maggiori informazioni o per acquistare i biglietti per Ponza e/o Ventotene visita il sito www.snav.it oppure chiama il call center  SNAV al numero 081. 4285.555.

Quest’estate scopri le bellezze di Ventotene e i luoghi simbolo dell’isola che ti faranno scoprire antiche tradizioni e usanze.

Si parte per le Pontine!

SNAV riprende i collegamenti da Napoli con le splendide isole pontine, mete dai mille colori con cale mozzafiato caratterizzate da uno splendido mare turchese.

Dal 7 Luglio al 10 Settembre i nostri confortevoli aliscafi daranno il via al collegamento con le isole di Ponza e Ventotene.

La tratta Napoli Mergellina – Casamicciola – Ventotene – Ponza, inizierà Venerdì 7 Luglio con la partenza delle ore 15.00 da Napoli Mergellina ed arrivo a Ponza alle ore 17.50.

SNAV assicurerà il collegamento sulla tratta tutti i fine settimana fino al giorno 10 Settembre, effettuando la “doppia corsa” (partenze da Napoli Mergellina sia alle ore 08.00 che alle ore 15.00) il sabato e la domenica, e la sola partenza delle ore 15.00 il Venerdì.

Cosa aspettate a prenotare la vostra indimenticabile vacanza nelle selvagge isole di Ponza e Ventotene?
Acquista il tuo titolo di viaggio sul nostro sito www.snav.it o, per maggiori informazioni, contatta il nostro call center al numero 081.428 55 55.

PARTENZA DA:

ARRIVO A:

NAPOLI MERGELLINA

CASAMICCIOLA VENTOTENE

PONZA

PARTENZAORE 08.00 ARRIVO08.45 PARTENZA09.00 ARRIVO09.50 PARTENZA10.05

ARRIVO

ORE 10.55

TUTTI I SABATO E DOMENICA DALL’8 LUGLIO AL 10 SETTEMBRE

PARTENZA DA:

ARRIVO A:

NAPOLI MERGELLINA

CASAMICCIOLA VENTOTENE

PONZA

PARTENZAORE 15.00 ARRIVO15.45 PARTENZA15.55 ARRIVO16.50 PARTENZA17.00

ARRIVO

ORE 17.50

TUTTI I SABATO E DOMENICA DALL’8 LUGLIO AL 10 SETTEMBRE

PARTENZA DA:

ARRIVO A:

PONZA

VENTOTENE ISCHIA CASAMICCIOLA

NAPOLI MERGELLINA

PARTENZAORE 11.15 ARRIVO12.05 PARTENZA12.15 ARRIVO13.10 PARTENZA13.15

ARRIVO

ORE 14.00

TUTTI I SABATO E DOMENICA DALL’8 LUGLIO AL 10 SETTEMBRE

PARTENZA DA:

ARRIVO A:

PONZA

VENTOTENE ISCHIA CASAMICCIOLA

NAPOLI MERGELLINA

PARTENZAORE 18.15 ARRIVO19.05 PARTENZA19.15 ARRIVO20.00 PARTENZA20.10

ARRIVO

ORE 21.00

TUTTI I SABATO E DOMENICA DALL’8 LUGLIO AL 10 SETTEMBRE

Ventotene: torta di mandorle

Tra i dolci tipici della tradizione di Ventotene spicca la golosa torta di mandorle. Questo dessert si può acquistare nelle migliori pasticcerie e panetterie dell’isola ed è una specialità imperdibile, soprattutto per i turisti più golosi.

Per realizzare questa ricetta servono i seguenti ingredienti:

500 gr pasta frolla (fresca o confezionata)

350 gr latte di mandorle

160 gr zucchero

150 gr farina di mandorle

120 gr farina 00

110 gr burro

5 tuorli

1 limone

Per cominciare bisogna sbattete 3 tuorli con 60 g di zucchero, procedendo con l’incorporare 25 g di farina di mandorle e 20 g di farina 00.  Unire il latte di mandorle, non zuccherato, e dopo averlo riscaldato con un pezzetto di scorza di limone in infusione. Una volta intiepidito versarlo a filo nel composto. Trasferire il tutto in un pentolino e, mescolando con continuità, far addensare la crema. Spegnere al primo cenno di bollore e lasciar raffreddare la crema alle mandorle mescolando con il tegame immerso in acqua e ghiaccio.

Prendere la pasta frolla e stenderla con cura su un foglio di carta da forno e rivestire una teglia di 28 cm di diametro. Per evitare che la pasta frolla si gonfi in cottura punzecchiarla con i rebbi di una forchetta quindi versare sopra la crema alle mandorle fredda avendo cura di livellarla con una spatola.

A questo punto bisogna impastare velocemente e brevemente la farina 00 e quella di mandorle rimaste con il burro ammorbidito tagliato a pezzettini, lo zucchero avanzato, i 2 tuorli e un po’ di scorza di limone grattugiata. Formare un composto sbriciolato lavorandolo con la punta delle dita e distribuitelo sulla crema. Infornare la torta di mandorle di Ventotene nel forno già caldo a 180° C per 40-50 minuti finché la superficie del dolce risulterà dorata. La torta va servita fredda.

SNAV  è a tua disposizione se vuoi viaggiare verso l’isola di Ventotene per goderne di tutti i sapori. Parti a bordo dei nostri aliscafi Napoli-Ventotene e vivi una vacanza indimenticabile.

Ventotene: cosa vedere

Trascorrendo le vacanze a Ventotene sono tanti i luoghi da visitare, posti che potranno consentire ai turisti di scoprire molto sull’isola e su ciò che ha da offrire.

Ventotene, in primo luogo, è famosa per il birdwatching: infatti, nel corso dell’anno ospita turisti interessati ad avvistare le specie che transitano sull’isola in seguito alle migrazioni degli uccelli. Sull’isola è presente anche il Museo della Migrazione e Osservatorio Ornitologico Italiano. Il museo vanta un primato italiano in quanto è stato il primo ente preposto allo studio e alla conservazione dei dati relativi ai flussi migratori e allo studio dell’avifauna, ed è uno dei pochi centri europei impegnati nell’approfondimento delle dinamiche che caratterizzano il processo di migrazione. Il museo si trova all’interno di un edificio chiamato Il Semaforo, che risale al periodo della II Guerra Mondiale, oggi completamente ristrutturato e adattato alla nuova destinazione d’uso. All’interno del museo sono presenti numerosi modelli a grandezza naturale e video pannelli interattivi ricchi di informazioni interessanti. Inoltre, gli amanti della natura potranno partecipare a escursioni guidate alla scoperta non solo della fauna, ma anche della flora dell’isola.

Ventotene è anche un luogo dove la storia ha lasciato il segno: non può dunque mancare una visita alla Peschiera Romana, oppure ai resti di quella che era la sontuosa Villa Giulia, costruita per volontà di Ottaviano Augusto come luogo di vacanza; diventò poi luogo di confino per le donne della famiglia imperiale. Infine, sull’isola è presente anche un Museo Archeologico all’interno del Forte Borbonico, attuale sede del Comune.

Durante il soggiorno a Ventotene è consigliabile effettuare anche una visita al Carcere Borbonico, presente sulla vicina isola di Santo Stefano. Qui furono confinati, nel corso del tempo, tantissimi uomini illustri, tra cui Sandro Pertini, che vi fu rinchiuso per essersi opposto al regime fascista. Il carcere ha una storia molto interessante che dall’epoca borbonica arriva fino al 1965, anno della sua chiusura.

Per arrivare sull’isola di Ventotene con partenza da Napoli affidati a Snav. Con i nostri aliscafi per Ventotene, la tua vacanza comincia all’insegna della comodità. Acquista il tuo biglietto online!

Ventotene: alla scoperta della Riserva Naturale e Area Marina Protetta

L’isola di Ventotene è un vero e proprio gioiello per la ricchezza del paesaggio e la biodiversità. Proprio per tutelare questo ambiente così delicato e ricco di vita nel 1998 è stata istituita l’Area Marina Protetta denominata “Isole di Ventotene e S. Stefano”, mentre nel 1999 è stata istituita la Riserva Naturale Statale “Isole di Ventotene e S. Stefano” per tutelare il territorio e recuperare le area soggette a degrado.

L’Area Marina Protetta è stata creata non solo per proteggere le coste e i fondali, ma allo stesso tempo per valorizzare le risorse biologiche e geomorfologiche della zona. L’Area Marina Protetta si suddivide in tre zone: la zona A delimita il braccio di mare che si trova intorno l’isola di S.Stefano. Qui sono vietate le attività come la pesca e la cattura di qualsiasi essere vivente. Inoltre, sono lecite le immersioni solo di carattere scientifico. La zona B è quella più ampia e qui sono consentite la navigazione, le immersioni e visite guidate autorizzate. Infine, la zona C che comprende l’area del porto. Qui, seppure sussistono alcune limitazioni, sono consentite la navigazione, la pesca e le immersioni.

Per mantenere vivo l’interesse e infondere la consapevolezza e la sensibilità verso la tutela dell’ambiente marino e del territorio, sono promossi programmi di carattere educativo, a quali si affiancano programmi di studio e di ricerca, questi ultimi mirati a conoscere e preservare la vita vegetale e animale in questi luoghi.

Proprio grazie allo studio continuo è possibile analizzare e sondare l’impatto delle attività umane e promuovere uno sviluppo socio-economico compatibile e sostenibile. Per far conoscere le bellezze di Ventotene sono attivati percorsi guidati specifici, indirizzati agli amanti delle escursioni, della subacquea e agli appassionati di birdwatching. Come abbiamo già detto nei post precedenti, Ventotene si trova sulle rotte percorse da diverse specie di uccelli migratori che dall’Africa si spostano verso il Nord dell’Europa e viceversa, ed è la casa di molte specie protette che nidificano proprio in queste zone, come il falco pellegrino, la berta maggiore e la berta minore.

Sia passeggiando sull’isola di Ventotene che di S. Stefano è possibile ammirare l’ampia gamma di essenze vegetali, che nonostante i forti venti e la salsedine, riescono a sopravvivere a condizioni atmosferiche così particolari. Tra le specie vegetali, troviamo la ginestra, la palma nana, il cisto, l’euforbia e il leccio. Infine, le numerose testimonianze storiche presenti sull’isola appartenenti a diverse epoche, ci dimostrano come nei tempi antichi veniva vissuto e modificato il territorio per permettere la vita umana.

Questa estate vai anche tu alla scoperta dell’isola di Ventotene e S. Stefano. Prenota subito online il tuo aliscafo Napoli Ventotene con Snav! Scopri gli orari e i giorni in cui sono effettuate le partenze!

Ristoranti Romantici a Ventotene

 

Ventotene è un’isola magica per gli innamorati: tanta avventura, paesaggi unici e selvaggi, ma anche scorci panoramici dove godersi il tramonto e ammirare le bellezze del luogo. Anche la cucina a Ventotene parla d’amore come dimostrano i ristoranti presenti sull’isola. Molte ricette sembreranno estremamente semplici e realizzate con ingredienti poveri, ma allo stesso tempo, sapranno stupirvi per il gusto ricco e delizioso. Vediamo quali sono le mete preferite da chi cerca un ristorante romantico a Ventotene.

Tra le vere istituzioni dell’isola c’è il Ristorante Marisqueria caratterizzato da una romantica terrazza dove è possibile godere di uno dei più bei panorami dell’isola. Il ristorante, infatti, è situato proprio sul porticciolo di Cala Rossano. Non solo vista spettacolare, ma anche ottimo cibo: le pietanze si caratterizzano per l’uso degli ingredienti tipici dell’isola, elaborati in maniera sapiente, creando accostamenti originali e ricchi di sfumature di sapore.  Ogni piatto è servito con un tocco di fantasia e un occhio particolare per la presentazione.

Il Giardino è un’altra delle mete del gusto per tutti gli innamorati e gli amanti della gastronomia ventotenese. Si trova un po’ distante dai percorsi turistici dell’isola, tuttavia, si ha la possibilità di sostare in un accogliente giardino, dove si può trascorrere il tempo in tutta tranquillità, soprattutto se si è in coppia. Anche in questo caso a farla da padrone nel menu sono gli ingredienti tipici della tradizione di Ventotene. Qui si può gustare tanto una semplice e saporita zuppa di lenticchie, quanto una raffinata aragosta. Particolarmente consigliati i dolci che renderanno la serata ancora più dolce.

Il Bar Ristorante Afrodite si trova in una location unica. Incastonato nello scenario del porto romano, dalla sua terrazza si gode di un panorama unico, in particolar modo la sera. La cucina si presenta con proposte classiche e altre più innovative, in base alle esigenze della clientela.

La vocazione romantica del Ristorante Il Brigantino è ben nota a gli isolani, anche perché il locale è scelto come location per matrimoni, quindi è adatto anche a un romantico intermezzo con la persona amata. Il locale si trova direttamente sulla spiaggia di Cala Nave, in un contesto di rara bellezza. A rendere speciale questo posto, naturalmente, concorre la cucina curata nei minimi dettagli, il personale attento e cordiale, in ultimo, ma non meno importante l’affascinante panorama che costituirà la cornice ideale per una cena a due.

Concludiamo la nostra rassegna con il Ristorante Da Benito, che si trova in uno degli angoli più caratteristici di Ventotene chiamato “il pozzillo”. Il locale è una vera e propria istituzione sull’isola e vanta un ottimo rapporto qualità/prezzo. Inoltre, questo ristorante si presta bene per una cenetta romantica, data la vista fantastica e la risacca delle onde che fa da sottofondo.

Oggi vi abbiamo indicato alcuni dei ristoranti romantici di Ventotene, per scoprirne altri, non vi resta che soggiornare su questa meravigliosa isola. Prenota subito il tuo viaggio con Snav e scegli gli aliscafi per Ventotene messi a disposizione dalla nostra compagnia di navigazione.