Ischia: giardini di Ravino

Ischia: giardini di Ravino

Nella splendida isola di Ischia, e più precisamente nel Comune di Forio, nascono i meravigliosi giardini di Ravino, un autentico parco botanico tropical-mediteraneo di 6000 mq. ispirato al concetto della biodiversità.

Nati dalla passione naturalistica del Capitano di Marina Giuseppe D’Ambra, questi affascinanti giardini rappresentano non solo un parco botanico, ma anche un laboratorio di cultura e sostenibilità, in quanto ospita spesso mostre d’arte di più generi, esposizioni, rassegne editoriali, concerti, conferenze ecc..

Attraverso sentieri privi di barriere architettoniche, i giardini di Ravino si estendono tra enormi cactus colonnari (molti addirittura centenari), chiamati Saguari, altri cactus con forme particolari e spine colorate (gli Echinocactus Grusoni), piante di Aloe, Agavi e Opunzie, nonché le succulente Sempervivum e Sedum.

Nel parco si trovano 5000 esemplari di piante, ben 400 specie diverse (molte cactacee) alle quali se ne aggiungono ulteriori 200 tra Cycadee, Palme e Musacee.

Tra cactus e il resto di una meravigliosa natura mediterranea, in questi incantevoli giardini è possibile incontrare bianche pavoncelle, un ventaglio verde e blu di un grande pavone, dei pony o anche qualche capretta.  Insomma.. un vero e proprio luogo delle meraviglie immerso tra i colori della natura, dove per i visitatori è facile raggiungere un’armonia con piante e animali.

Quando negli anni ‘60 cominciò a girare il mondo collezionando piante, il Capitano D’Ambra non avrebbe mai pensato di poter arrivare a presentare oggi una collezione unica in Europa e un luogo così ammirevole.  Egli, con l’aiuto della moglie Edith, ha seguito e studiato i vari comportamenti degli esemplari vegetali e animali, apportando ogni giorno delle modifiche al lavoro per far sì che si costituisse un equilibrio tra le specie.

Visti gli eccellenti risultati, non si può non dire che il lavoro è stato eccezionale. Nel 2010 ai giardini di Ravino fu assegnato il Premio OPE (Osservatorio Parlamentare Europeo e del Consiglio d’Europa), come azienda del Sud Italia che maggiormente si è distinta per la valorizzazione del territorio nell’ambito del settore turistico.

Durante una vacanza nella splendida Ischia regalatevi un indimenticabile momento di relax presso i meravigliosi giardini di Ravino.

Sul sito www.snav.it potete scegliere tra i vari orari di partenza dei nostri comodi aliscafi, che giornalmente assicurano il collegamento da Napoli e dall’isola di Procida.

Ischia: palazzo Reale

Ogni anno migliaia e migliaia di visitatori scelgono l’incantevole Ischia come meta delle proprie vacanze o, più semplicemente, per trascorrere un weekend di assoluto relax in una delle isole più belle e conosciute nel mondo.

Oltre alla sua singolare bellezza paesaggistica, con i suoi panorami mozzafiato, e le rinomate acque termali che l’hanno resa famosa in tutto il mondo, questo autentico gioiello partenopeo è in grado di sorprendervi con tante altre attività e cose da scoprire.

Tra queste, il meraviglioso e storico Palazzo Reale. Realizzato nel 1735 dallo stimato medico di corte borbonica Onofrio Buonocore, questa imponente struttura divenne in poco tempo la meta preferita dai nobili per le loro villeggiature.

Egli, realizzata la prima parte dello stabile sulla collina, negli anni successivi all’edificazione acquistò anche i terreni vicini, proprio sulle rive del lago, divenendo così proprietario dell’intera zona e donando al suo palazzo lo spazio necessario a una piccola reggia.

Ma la vera intuizione vincente del Buonocore fu quella di sfruttare le tre ricche sorgenti termali presenti nella sua proprietà, “Fontana”, “Fornello” e “Pontano”, adibendo l’area a stabilimento balneo-termale e assicurando alla propria famiglia lauti guadagni per quarant’anni.

Divenne così una sorta di sanatorio di lusso per nobili pazienti che trovavano non solo eccellenti cure, ma soprattutto un posto paradisiaco dove alloggiare durante la loro permanenza.

Fu proprio per queste caratteristiche che il Re di Napoli Ferdinando IV di Borbone si innamorò di questo incantevole luogo durante una delle sue brevi villeggiature sull’isola, tanto da volerlo acquistare nel 1799 per utilizzarlo come base per la caccia e la pesca da praticare nel lago del bagno.

Fu così che il nipote del Re, Ferdinando II, fece trasformare il lago in un porto, tramite un’apertura di una bocca sul versante mare e valorizzò l’intera area con più opere, come la realizzazione di una pineta, l’ingrandimento del palazzo, l’incremento del giardino e l’aggiunta di numerosi elementi decorativi. Infatti, passeggiando nei variopinti e caratteristici giardini dell’antico palazzo, si resta affascinati dal panorama che essi offrono: dalla meravigliosa costa napoletana in lontananza, alla vicina isola di Procida, nonché dalle diverse vedute panoramiche del caratteristico porto di Ischia.

Così come la Famiglia Reale Borbonica, il palazzo subì un declino col passar degli anni, fino a divenire, nel 1865, uno stabilimento termale riservato al personale militare.

Insieme al Pio Monte della Misericordia del comune di Casamicciola, il Palazzo Reale di Ischia fu certamente uno dei tentativi più riusciti per la valorizzazione della risorsa termale isolana.

Ancora oggi è attivo come stabilimento balneo-termale ed è di proprietà dell’Esercito Italiano che però, permette al pubblico di poter accedere all’interno per assistere e partecipare alle tante rassegne ed iniziative culturali che vengono svolte durante l’anno.

Se si ha quindi la possibilità di trascorrere dei giorni di vacanza nella meravigliosa isola di Ischia, vale la pena visitarlo..!  La storia del Palazzo Reale è tanto imponente che, tutt’oggi, i visitatori che varcano l’ingresso restano incantati dalla magica atmosfera che regna nell’aria.

Acquista i biglietti degli aliscafi SNAV per Ischia, con partenze giornaliere dal porto di Napoli e dalle isole del Golfo. Per maggiori informazioni è attivo il nostro call-center al numero 081.4285555.