Parco regionale del fiume Sarno

Parco regionale del fiume Sarno

parco regionale del fiume sarnoIl Parco regionale del fiume Sarno è una riserva naturale protetta della Regione Campania i cui confini sono compresi nei dieci comuni attraversati dal corso, tra le province di Napoli e di Salerno.

L’area del parco si estende per 3.436 ettari ed è caratterizzata da splendidi paesaggi ricchi di storia e opere architettoniche di grande valore. Grazie al fiume Sarno le popolazioni hanno potuto dedicarsi a varie coltivazioni tra cui il famosissimo pomodoro di San Marzano.
Tra i luoghi di maggior interesse c’è sicuramente Pompei, i cui scavi archeologici sono patrimonio dell’umanità per l’Unesco.
Altri scavi hanno riportato alla luce insediamenti che provengono da un periodo che va dall’età del bronzo antico fino al medioevo.
I turisti che visitano il Parco regionale del fiume Sarno non devono perdere l’occasione per visitare inoltre Torre Annunziata, importante centro archeologico che risale all’impero romano e poi il centro medievale di Angri, la chiesa e il monastero di Nocera Inferiore, il sito archeologico di Poggiomarino e il Museo Contadino di Striano.

Ricordiamo, infine, che Napoli è raggiungibile partendo da tutte le destinazioni servite dai traghetti e dagli aliscafi Snav.

Napoli: visita alla casa dei Casti Amanti a Pompei

casa dei casti amanti a PompeiPompei, il più importante sito archeologico della terra a pochi passi da Napoli, si propone in questi giorni di Natale in una veste diversa.

Fino al 31 Dicembre 2010, la domus dei Casti Amanti a Pompei sarà aperta ai visitatori per una visita molto speciale. La struttura è una casa bottega, che deve il suo nome ad alcuni quadretti che ritraggono per l’appunto degli amanti. Gli altri pannelli raffigurano invece scene conviviali, Venere nuda intenta a pettinarsi la lunga e fluente chioma guardandosi allo specchio ed Eracle che ascende all’Olimpo degli dei.

Nella domus si trovano i resti del forno della panetteria che mantiene, nonostante i suoi 2.000 anni, le sue caratteristiche originarie. Ma la novità della visita alla Casa dei Casti Amanti consiste nell’ assistere in presa diretta alle operazioni di scavo mediante delle lastre trasparenti. Inoltre i visitatori possono riconoscere le caratteristiche degli ambienti di quel tempo grazie a degli schermi sui quali sono proiettate delle ricostruzioni virtuali. Si tratta quindi di una visita molto suggestiva, che vi farà vivere l’ebbrezza di un vero e proprio viaggio nel tempo.

I turisti appassionati di archeologia che desiderano visitare Pompei, possono raggiungere il sito archeologico da Napoli, prendendo a Piazza Garibaldi la circumvesuviana diretta a Sorrento.

Infine si ricorda che è possibile raggiungere il capoluogo partenopeo da tutte le destinazioni servite dagli aliscafi e i traghetti Snav.