Napoli: mercatino di Natale a Spaccanapoli fino al 28 dicembre

Napoli: mercatino di Natale a Spaccanapoli fino al 28 dicembre

In questo periodo che precede il Natale il mercatino di Spaccanapoli è una tappa obbligatoria per i Napoletani e per i turisti che approdano nel capoluogo partenopeo.

La strada più famosa, chiamata anche via del presepe è San Gregorio Armeno, situata ai piedi del Vesuvio.

Qui si possono ammirare botteghe, negozietti e chioschi i cui proprietari sono veri maestri nel costruire presepi; al loro interno si possono trovare non solo le statuine classiche raffiguranti i sacri personaggi del presepe, ma anche rappresentazioni caricaturali di personaggi di spettacolo, di politica e di sport. Non sarebbe strano, questo Natale, trovare Mario Monti o Elsa Fornero insieme alle immancabili statuine di Totò, Pulcinella e Maradona.

Nella via San Gregorio Armeno si respira un’aria di festa, di tradizione e di cose buone. Oltre ai classici panettoni si possono assaggiare i dolci tipici napoletani tra cui la classica sfogliatella e le zeppole di San Giuseppe.

Il mercatino di Natale di Spaccanapoli potrà essere visitato fino al 28 dicembre 2011.

I turisti possono raggiungere il capoluogo partenopeo partendo da tutte le destinazioni servite dai traghetti e dagli aliscafi Snav.

Napoli: Via San Gregorio Armeno

Nel centro storico di Napoli c’è una celebre strada, famosa in tutto il mondo per le numerose botteghe artigiane di presepi: Via San Gregorio Armeno.

L’arte presepiale di questa strada ha origini antiche. Nella via esisteva un tempio dedicato a Cerere dove i cittadini offrivano, sdebitandosi per la grazia ricevuta, delle statuine realizzate dalle botteghe vicine. Infatti, a metà strada è situata la chiesa di San Gregorio Armeno, costruita nel 930 sulle fondamento dell’antico tempio.

Via San Gregorio Armeno ospita innumerevoli presepi e botteghe che possono essere visitate tutto l’anno. Ma è con l’avvicinarsi del Natale che questa celebre strada si arricchisce ancora di più con vere opere d’arte che gli artigiani si tramandano di generazione in generazione. Esposizioni che iniziano dai primi di novembre fino al 6 gennaio.

Alcuni artisti sono specializzati nel riprodurre statuette (o meglio caricature) con fattezze di vip e politici del momento, con quel tono simpatico e ironico che è proprio dei napoletani.

I turisti che volessero visitare la caratteristicaa Via San Gregorio Armeno, possono raggiungere Napoli partendo da tutte le destinazioni servite dai traghetti e dagli aliscafi Snav.

Napoli: il presepe di Natale

il presepe a napoliNonostante le tendenze consumistiche imperanti nella nostra società, la ricorrenza del Natale a Napoli mantiene tutt’oggi alcuni tratti peculiari dell’antica tradizione partenopea, di cui uno dei simboli più rappresentativi è il presepe.

Il presepe è una delle tradizioni di Natale più amate dai napoletani e l’arte della sua realizzazione si è per lo più mantenuta inalterata nonostante lo scorrere del tempo. Il presepe napoletano ritrae la classica scena della Natività, con le statuine della Madonna, di San Giuseppe e del Bambino nella mangiatoia e non a caso il termine “presepe” deriva dal latino “praesepe”, che significa per l’appunto “mangiatoia”.

Ma l’età dell’oro del presepe napoletano è il Seicento, quando oltre alla Natività, gli artigiani cominciano ad aggiungere scene tratte dalla vita quotidiana del tempo. Vengono quindi introdotti i venditori di carne e di frutta, le osterie, le popolane e i pastori con le pecore. Con il passare del tempo le botteghe artigianali rendono tali scene sempre più realistiche e accurate nei dettagli.

Attualmente a Napoli, il luogo simbolo di questa secolare tradizione artigianale è San Gregorio Armeno, dove si concentrano le antiche botteghe che realizzano presepi e dove in occasione del periodo natalizio viene allestito su questa strada e in quella adiacente (via San Biagio dei Librai) un caratteristico mercatino di Natale.

I turisti che in occasione delle vacanze di Natale e Capodanno vogliono visitare Napoli, possono raggiungere il capoluogo partenopeo da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.

Napoli: San Gregorio Armeno

san gregorio armenoNel periodo natalizio, una caratteristica zona del capoluogo partenopeo si risveglia in tutti i suoi sensi, donando ai tanti turisti della città una calda e avvolgente atmosfera.

San Gregorio Armeno è un’antica via del centro storico di Napoli, famosa in tutto il mondo per l’attività delle sue celebri botteghe artigianali che producono presepi, addobbi natalizi e accessori per l’albero di  Natale.

Si tratta di un’intera strada dedicata al Natale, che attira ogni anno centinaia di turisti desiderosi di scoprire i famosi presepi della tradizione napoletana, frutto della sapiente maestria degli artigiani locali che si tramandano i segreti di quest’arte secolare di generazione in generazione.

Gli artigiani realizzano ed espongono i loro presepi tutto l’anno, ma naturalmente il periodo più suggestivo e magico per visitare san Gregorio Armeno è tra Dicembre e Gennaio, in occasione delle feste di Natale.

Infine le botteghe artigianali di San Gregorio Armeno sono anche famose per la realizzazione di originali statuine per presepi non convenzionali come quella di Diego Armando Maradona, il celebre calciatore argentino oggetto di una vera e propria forma di “venerazione” da parte di tutti i tifosi napoletani.

I turisti che desiderano visitare San Gregorio Armeno, possono raggiungere il capoluogo partenopeo da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.