Napoli: Real Museo Mineralogico

Napoli: Real Museo Mineralogico

Il Real Museo Mineralogico di Napoli fa parte dei quattro antichi musei di Scienze Naturali dell’Università Federico II.

Il Museo fu istituito nel 1801 da Ferdinando IV di Borbone, il quale aveva organizzato un concorso per gli scienziati di mineralogia.
Alla collezione iniziale, cui appartengono anche i reperti dei vincitori del concorso indetto dal re di Napoli (circa 6.000 rari e preziosi esemplari), furono aggiunte altre raccolte.

Oggi il Museo conta circa 30.000 campioni tra cui fosfuri, solfuri, alogenuri, ossidi e idrossidi, borati, cromati, fosfati, silicati e composti organici.

I campioni sono suddivisi in nove categorie; nella sezione dedicata alle pietre dure, i minerali sono esibiti attraverso un percorso che spiega ai visitatori i passaggi dalla pietra grezza a quella lavorata.
Il Museo ha previsto anche una sezione dove si trovano i lavori tipici della tradizione artigiana di Napoli.

Il Museo di Mineralogia ha sede nella ex Biblioteca del Collegio Massimo dei Gesuiti, vicino a Corso Umberto I, ed è aperto tutti i giorni, tranne il mercoledì.
Ricordiamo, infine, che Napoli si può raggiungere partendo da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.

Napoli: il Palazzo Reale, reggia dei Borbone

Il Palazzo Reale di Napoli è stata una delle residenze reali dei regnanti borbonici e fulcro del potere del capoluogo partenopeo e di tutto il Mezzogiorno per quasi 400 anni.

L’imponente struttura fu innalzata nel 1600 e utilizzata come reggia solenne dell’impero spagnolo fino al 1707; subentrarono quindi i Vicerè spagnoli e gli austriaci fino al 1734, i Borbone fino al 1860 e infine i Savoia fino al 1946.

La grande facciata manierista, opera di Domenico Fontana, è lunga 169 metri,  e al suo centro spiccano gli stemmi reali; le nicchie esterne sono arricchite da enormi statue che raffigurano i Re di Napoli.
L’interno del palazzo è caratterizzato da un’enorme fontana ottocentesca, sulla sinistra si accede ai Giardini Reali, mentre a destra si va verso il Cortile delle Carrozze ed il Cortile del Belvedere.
Splendida è anche la Cappella Reale, sede di importanti opere e di un pregiato altare barocco adornato con pietre preziose.

I turisti che desiderassero visitare il Palazzo Reale di Napoli, situato proprio al centro della città, possono raggiungere il capoluogo partenopeo partendo da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.