Napoli: il Grande Presepe Artistico di Gragnano

Napoli: il Grande Presepe Artistico di Gragnano

In mostra a Gragnano dall’8 dicembre al 2 febbraio, gli abitanti di Napoli e i fortunati turisti che visitano in questo periodo la città partenopea possono ammirare il Grande Presepe Artistico.

Questo capolavoro porta la firma del grande maestro Pasquale Cesarano, che di anno in anno arricchisce il Grande Presepe Napoletano regalando ai visitatori una visione incomparabile ed indescrivibile.

La grandiosa opera, allestita nei locali ricavati dagli archi canali del ‘600 del Ponte della Conceria, ha straordinari effetti di luce, dei suoni, delle cascate e dei movimenti di alcune scene, merito del grande maestro elettricista Giuseppe Somma che ogni anno collabora con Cesarano per affinare sempre di più il Presepe.

Il Presepe di Gragnano non si guarda, ma vi ci si immerge, attraversandolo e curiosando tra le botteghe in miniatura, i pastori, spesso vere e proprie opere d’arte del Settecento e dell’Ottocento, in un crescendo di scenari fiabeschi proprio per la grande naturalezza. Il tutto contornato da bellissimi scorci di paesaggio, ponti, cascate e scene agresti.

Ricordiamo ai turisti che Napoli è raggiungibile da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.

Napoli: il presepe di Natale

il presepe a napoliNonostante le tendenze consumistiche imperanti nella nostra società, la ricorrenza del Natale a Napoli mantiene tutt’oggi alcuni tratti peculiari dell’antica tradizione partenopea, di cui uno dei simboli più rappresentativi è il presepe.

Il presepe è una delle tradizioni di Natale più amate dai napoletani e l’arte della sua realizzazione si è per lo più mantenuta inalterata nonostante lo scorrere del tempo. Il presepe napoletano ritrae la classica scena della Natività, con le statuine della Madonna, di San Giuseppe e del Bambino nella mangiatoia e non a caso il termine “presepe” deriva dal latino “praesepe”, che significa per l’appunto “mangiatoia”.

Ma l’età dell’oro del presepe napoletano è il Seicento, quando oltre alla Natività, gli artigiani cominciano ad aggiungere scene tratte dalla vita quotidiana del tempo. Vengono quindi introdotti i venditori di carne e di frutta, le osterie, le popolane e i pastori con le pecore. Con il passare del tempo le botteghe artigianali rendono tali scene sempre più realistiche e accurate nei dettagli.

Attualmente a Napoli, il luogo simbolo di questa secolare tradizione artigianale è San Gregorio Armeno, dove si concentrano le antiche botteghe che realizzano presepi e dove in occasione del periodo natalizio viene allestito su questa strada e in quella adiacente (via San Biagio dei Librai) un caratteristico mercatino di Natale.

I turisti che in occasione delle vacanze di Natale e Capodanno vogliono visitare Napoli, possono raggiungere il capoluogo partenopeo da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.