Napoli: tagliolini bianchi e neri con totani e patate

Napoli: tagliolini bianchi e neri con totani e patate

Un primo piatto tipico di Napoli sono i tagliolini bianchi e neri con totani e patate, di cui qui di seguito vi presentiamo la ricetta.

Portare ad ebollizione 1 litro di acqua salata e versarvi 400 gr di farina di grano duro, mescolare fino ad ottenere un impasto omogeneo. Spegnere il fuoco e dividere l’impasto in 2 parti uguali, in una metà aggiungere il nero di seppia mescolando con cura.
Lasciare riposare i composti per circa 1 ora; stenderli poi su una spianatoia infarinata e ricavarne dei tagliolini.
Nel frattempo che i tagliolini riposano adagiati su un canovaccio preparare una salsa con olio extravergine di oliva, aglio e peperoncino ai quali aggiungere 1 kg di totani puliti e tagliati a listarelle. Cuocere per 5 minuti; unire al sugo 200 gr di patate tagliate a julienne e proseguire la cottura per altri 5 minuti.
Cuocere i tagliolini in acqua salata e scolarli al dente, farli poi saltare in padella con la salsa, aggiungendo un filo di olio, aggiustare di sale e servire.

I turisti che desiderassero gustare a Napoli i tagliolini bianchi e neri con totani e patate, possono raggiungere la città partendo da tutte le destinazioni servite dai traghetti e dagli aliscafi Snav.

Napoli: lasagnetta di pesce crudo

Oggi vi presentiamo un’invitante ricetta napoletana, un primo piatto con alici, seppie e scampi: la lasagnetta di pesce crudo.

Condire 8 scampi medi sgusciati con olio sale e pepe; 16 alici (privandole di spina e testa e divise in 2) con sale, pepe e poche gocce di colatura di alici di Cetara; 2 seppie fresche e tagliate a julienne con olio, sale e pepe.
Cuocere 16 sfoglie di pasta all’uovo (meglio di 7 cm a lato) in acqua salata, scolarle, raffreddare con acqua fredda e lasciarle asciugare su un panno.

Prendere 4 piatti e sopra ognuno di essi disporvi una sfoglia di pasta sopra alla quale adagerete gli scampi, coprite con un’altra sfoglia e adagiarvi sopra le alici; posare un’altra sfoglia e coprite con le seppie, concludendo infine con una nuova sfoglia di pasta.
La lasagnetta di pesce crudo è pronta: potete guarnire con salsa all’arancia, decorare con ciuffetti di erbe e servire accompagnata da un buon vino bianco (consigliamo il Biancolella d’Ischia).

La bella Napoli è raggiungibile partendo da tutte le destinazioni servite dai traghetti e dagli aliscafi Snav.

Napoli: tortino di melanzane e pomodoro con mozzarella

La melanzana, verdura tipica della calda stagione mediterranea, è la protagonista della succulenta ricetta campana che qui di seguito vi presentiamo: il tortino di melanzane e pomodoro con mozzarella.

Tagliare a fette, nel senso della larghezza, 2 melanzane lunghe e cuocerle al forno con un filo d’olio, sale e pepe a 220° per 20 minuti.
Nel frattempo rosolare 1 spicchio d’aglio e unire 400 gr di polpa di pomodoro, sale e una puntina di cucchiaino di zucchero e cuocere per 15 minuti.
Tagliare 300 gr di mozzarella a fettine sottili, ungere una pirofila e formare 4 tortini alternando strati melanzane, sugo al pomodoro, foglie di basilico fresco e mozzarella. Terminati gli strati cuocere i tortini a 220° per 15 minuti e servirli tiepidi abbinati a un vino bianco corposo.
Consiglio: per togliere il retrogusto amaro delle melanzane, dopo averle tagliate mettetele in uno scolapasta e cospargetele di sale grosso lasciandole riposare per circa mezzo’ora: in questo modo perderanno l’acqua amarognola.

I gusti saporiti di Napoli e della Campania sono raggiungibili imbarcandosi da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.

Napoli: spaghetti con le vongole al limone

Vi proponiamo una facile ricetta tipica della Campania, in particolare di Napoli: gli spaghetti con le vongole al limone. Le quantità indicate sono per 4 persone.

In un padella abbastanza grande, fate scaldare 1 dl di olio di oliva e fate rosolare uno spicchio di aglio. Lavate 1 kg di vongole con acqua fredda e versatele nel tegame con l’olio, dopo aver eliminato l’aglio. Lasciatele aprire, sgusciatele e filtrate il liquido di cottura.
Lavate due limoni. Di uno dei due, prelevate con un pelapatate un foglio di buccia sottile e tritate. Spremete poi i limoni, filtrando il succo.
Mettete le vongole, il liquido di cottura filtrato, il succo di limone, peperoncino sminuzzato e un po’ della buccia tritata in una padella e fate cuocere dolcemente.
In una pentola, fate bollire e salate l’acqua; mettete a cuocere 320gr di spaghetti. Quando sono cotti al dente, scolateli e versateli nella padella con le vongole. Portate a cottura aggiungendo alla fine il prezzomolo tritato e decorando i piatti con la buccia di limone avanzata.

Per chi volesse gustare a Napoli gli spaghetti con le vongole al limone, può raggiungere la città partendo da tutte le destinzioni servite dalle navi Snav.

La ricetta del baccalà alla napoletana

Un piatto di pesce tipico della cucina campana è sicuramente il baccalà alla napoletana, di cui qui di seguito vi proponiamo la ricetta per soddisfare i palati golosi di 6 persone.

Sciacquare innanzitutto 1 kg di baccalà ammollato e tagliarlo a bocconcini da infarinare e friggere fino a raggiungere una perfetta doratura. Toglierlo dall’olio e adagiarlo su fogli di carta assorbente per eliminare l’unto in eccesso.
In una casseruola imbiondire due spicchi d’aglio in olio d’oliva, toglierlo e aggiungere 200 gr di olive nere, una manciata di pinoli, 40 gr di capperi sotto sale e 500 gr di pomodori pachino a tocchetti (o pomodori maturi pelati) lasciando cuocere per qualche minuto. Unire il baccalà e lasciare cuocere a fuoco medio per ancora qualche minuto. Servire caldo arricchendolo con un pizzico di sale, pepe a piacere (oppure peperoncino) e prezzemolo fresco tritato.

Il baccalà alla napoletana viene consumato principalmente durante le festività natalizie, ma è un ottimo secondo anche in estate.

I turisti che volessero assaggiare le specialità campane direttamente sul posto, possono raggiungere Napoli partendo da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.

Napoli: alici alla scapece

Nella cucina tradizionale napoletana, quando si cucina il pesce, le donne campane sono solite preparare anche le alici alla scapece (pesciolini infarinati, fritti e marinati).

Questa gustosa portata può essere servita come contorno oppure come secondo piatto; vi proponiamo qui di seguito la ricetta per 4 persone.

Lavare accuratamente 500 gr di acciughe piccole, infarinarle e friggerle in olio d’oliva bollente.
Scolare i pesciolini su carta assorbente, in modo da eliminare l’olio in eccesso, salarle e sistemarle ben pressate in una terrina.
In un pentolino far bollire per qualche minuto ½ bicchiere di aceto di vino unito a 1 bicchiere d’acqua, 2 spicchi d’aglio, pepe e origano a piacere.
Versare il liquido ancora caldo sulle acciughe e lasciare marinare nelil composto almeno per 1 giorno intero, aggiungendo, per chi volesse dar più sapore al piatto, un ciuffo di prezzemolo fresco tritato.

L’indomani le alici alla scapece sono pronte per essere servire e gustate!

Ricordiamo ai turisti desiderosi di assaggiare direttamente nel capoluogo partenopeo le ricette campane, che Napoli è raggiungibile imbarcandosi al porto di Napoli sugli aliscafi Snav.

Napoli: parmigiana di melanzane

Una delle tante specialità gastronomiche di Napoli è la parmigiana di melanzane.

Piatto antico dal gusto prelibato, la parmigiana campana è tutt’altro che leggera, ma la sua bontà fa peccare di gola chiunque ne senta il delizioso profumo.

L’ingrediente principale è ovviamente la melanzana, in dialetto napoletano mulignana, e la ricetta è tutt’altro che semplice; la qualità e la preparazione degli ingredienti è molto importante per la riuscita del piatto.
Il fiordilatte, ad esempio, tipico formaggio fresco campano, va acquistato il giorno prima e posto in frigo per facilitare l’assorbimento del latte che rischierebbe di rendere acquosa la parmigiana.
Inoltre, il sale va aggiunto con moderazione, perchè le melanzane durante la cottura cedono il proprio sale; la salsa andrebbe preparata senza l’aggiunta di olio, perchè le melanzane fritte, durante la cottura in forno, rilasciano l’olio in eccesso.

La vera ricetta della parmigiana di melanzane si può trovare al seguente link: http://www.gingerandtomato.com/ricette-piatti-unici/vera-parmigiana-di-melanzane-napoletana/

Ricordiamo ai turisti che Napoli può essere raggiunta da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.