Capri: ravioli alla caprese

Capri: ravioli alla caprese

ravioli capresiCapri, la splendida isola azzurra del Golfo di Napoli, è famosa in tutto il mondo non solo per il suo incantevole paesaggio, ma anche per la sua cucina tipica che segue i dettami della tradizione gastronomica mediterranea.

Uno dei piatti più gustosi della caratteristica cucina dell’isola azzurra sono i ravioli alla caprese, che si distinguono dagli altri per il loro particolare impasto. Infatti sono preparati con farina ed acqua bollente, senza aggiunta di uova, risultando così più leggeri, ma comunque deliziosi.

Solitamente a Capri vengono conditi con salsa di pomodoro fresco, un ingrediente tipico della tradizione mediterranea, ma si possono condire anche con un ragù più elaborato. Inoltre esiste anche una versione fritta (e quindi più calorica) dei ravioli alla caprese, che risulta particolarmente gustosa.

Infine per il ripieno si utilizza sia la caciotta seccata che quella fresca, uova, noce moscata, maggiorana e un pizzico di sale e pepe.

I turisti più golosi che vogliono provare i tipici ravioli alla caprese, una delle specialità dell’isola azzurra, possono imbarcarsi al porto di Napoli, Sorrento o Castellammare sugli aliscafi per Capri.

Capri: Perciatielle alla Chiummenzana

chiummenzana capriLe centinaia di turisti che visitano ogni anno Capri, trascorrono un piacevole soggiorno sull’isola non solo per la bellezza del paesaggio caprese, ma anche per gli ottimi prodotti gastronomici che si possono gustare su questa splendida località campana.

Le perciatielle alla Ciummenzana sono un piatto tipico dell’isola azzurra diffuso anticamente dalle famiglie di pescatori presenti a Capri. Infatti il termine dialettale “Chiummenzana” sta ad indicare la “ciurma a terra”.

Il piatto prevede gli ingredienti tipici della tradizione mediterranea: olio d’oliva, capperi, aglio, peperoncino, origano, prezzemolo, pepe nero, pomodori pelati e infine i perciatielli, una pasta tipica napoletana assimilabile ai più comuni bucatini.

La preparazione del sugo alla chiummenzana è molto semplice: dopo aver soffritto l’aglio nell’olio d’oliva insieme al peperoncino, si aggiungono i pomodori, l’origano, i capperi e il sale. Il tutto si lascia poi cuocere per circa 20 minuti e si condisce infine la pasta aggiungendo un pizzico di pepe nero.

I turisti che vogliono assaggiare questa specialità tipica dell’isola azzurra, possono imbarcarsi al porto di Napoli, Sorrento o Castellamare sugli aliscafi Capri Snav.

Sorrento: saltimbocca alla sorrentina

il saltimbocca alla sorrentina è un piatto tipico Sorrento, l’incantevole cittadina campana affacciata a sud del Golfo di Napoli, non è soltanto una rinomata meta turistica frequentata da vip di tutto il mondo, ma è anche una località celebre per i suoi prelibati piatti tipici.

Il saltimbocca alla sorrentina è un gustoso secondo piatto a base di carne, la cui origine si fa risalire tradizionalmente a Sorrento. La ricetta prevede i seguenti ingredienti: un cucchiaio di olio extravergine d’oliva, un pizzico di sale, 25 g di burro,origano, 125 g di pomodori pelati, prezzemolo, 20g di prosciutto crudo, 40 g di mozzarella, 5 ml di vino bianco secco, pepe nero, 5 g di parmigiano grattuggiato e 300 g di fettine di vitello.

Le fettine di vitello si lasciano cuocere in una padella con un cucchiaio di olio e il burro, facendo rosolare entrambi i lati la carne e aggiungendo pepe e sale. Si uniscono poi i pomodori, l’origano e il prezzemolo al sugo di cottura della carne e si tagliala mozzarella e il prosciutto tante quante sono le fettine di carne.

Infine si mette la carne in una teglia imburrata e vengono coperte le fettine con la mozzarella, il prosciutto, un cucchiaio della salsa di pomodoro, il parmigiano e il vino per essere infornate per 5 minuti a 180°.

I turisti che vogliono assaggiare le specialità culinarie di questa splendida cittadina campana, possono imbarcarsi a Napoli, Castellamare o a Capri sugli aliscafi Snav per Sorrento.

Sorrento: gnocchi alla sorrentina

gli gnocchi alla sorrentina sono un piatto tipico mediterraneoSorrento, la splendida cittadina affacciata sul Golfo di Napoli, non è soltanto una famosa località turistica amata dai vacanzieri di tutto il mondo, ma è anche un luogo rinomato per i suoi gustosi piatti tipici.

I famosi gnocchi alla Sorrentina sono certamente uno di questi. Si tratta di un buonissimo primo piatto che è diventato uno dei simboli della cucina italiana all’estero.

Oltre alle patate, la ricetta tradizionale prevede l’utilizzo dei prodotti tipici mediterranei quali il pomodoro, il basilico, l’olio extra vergine di oliva, la mozzarella e la cipolla.

L’origine di questo piatto così gustoso è molto antica: pare infatti che affondi le sue radici nel periodo romano.

Prima della scoperta dell’America e dell’importazione in Europa della patate, gli gnocchi erano preparati solo con acqua, farina e semolino. Solo a partire dal 1880 si diffusero velocemente in tutta Italia gli gnocchi di patate, conditi però in modo diverso da regione a regione.

I più famosi sono certamente quelli di Sorrento per il loro gusto delicato e inconfondibile e anche per la preparazione molto semplice e veloce.

I turisti più golosi che vogliono assaggiare gli originali gnocchi alla sorrentina, possono imbarcarsi al porto di Napoli, Capri o Castellamare sugli aliscafi per Sorrento Snav.

Capri: l’insalata caprese

l'insalata caprese è un piatto tipico di capriCapri, l’isola più famosa del Golfo di Napoli, non è rinomata solo per la bellezza del paesaggio, delle coste e per la movida, ma anche per la sua tradizione gastronomica.

L’insalata caprese è un piatto fresco e veloce tipico dell’isola azzurra, che può essere gustato come un’ unica pietanza leggera o come antipasto.

Per l’alta digeribilità e l’elevato contenuto di proteine e vitamina, questa deliziosa e leggerissima insalata diventa quindi ideale da gustare nel periodo estivo, magari su una delle incantevoli spiagge di Capri.

I suoi ingredienti sono quelli tipici della tradizione mediterranea: pomodori, insalata, olio d’oliva extra vergine, filetti di acciuga sott’olio, capperi dissalati,  cipolla, basilico fresco, e infine un cucchiaio di origano.

Dopo aver lavato accuratamente le verdure e affettato i pomodori e la mozzarella a cubetti o a spicchi, si mescolano tutti gli ingredienti in un’insalatiera e si condisce con olio, sale e un pizzico di pepe.

Solitamente l’insalata caprese è accompagnata da crostini di pane bruscati al forno e profumati vini bianchi campani.

I turisti che desiderano gustare questa fresca e deliziosa pietanza tipica della tradizione gastronomica dell’isola, possono imbarcarsi al porto di Napoli, Sorrento e Castellamare sugli aliscafi Snav per Capri.

Ventotene: la cianfotta

la cianfotta è un piatto tipico di ventoteneUno dei piatti tipici di Ventotene è certamente la gustosa Cianfotta. Si tratta della versione locale dello stufato di verdure, più conosciuto altrove come le famose Caponata e Ciambotta o la francese Ratatouille.

Talvolta, nelle taverne e i ristoranti dell’isola questo delizioso piatto viene servito per accompagnare pietanze come le quaglie o gli altri uccelli di piccola taglia

La minestra a base di verdure, si cucina con gli ortaggi di stagione, che si coltivano tradizionalmente nelle campagne di Ventotene, come asparagi, fave, carciofi e piselli.

Precisamente, per preparare il celebre stufato occorrono 10 asparagi selvatici, 200 grammi di piselli freschi, 4 patate, 6 carciofi, 2 porri (sostituibili anche con cipolline selvatiche), 300 grammi di fave fresche, 1 gamb0 di sedano, 60 grammi di pancetta, olio extravergine di oliva, un pizzico di sale e infine 1 litro d’acqua.

La preparazione della Cianfotta è semplicissima. Si scalda l’olio in una padella, facendo rosolare a fuoco lento il porro selvatico, il sedano a pezzetti e la pancetta. Dopo si uniscono tutte le verdure, lavate e asciugate e si lascia soffriggere per quattro minuti. Infine si aggiunge l’acqua e si cuoce il tutto per circa 30 minuti.

I turisti che vogliono gustare la famosa Cianfotta di Ventotene, possono raggiungere l’isola con gli aliscafi Pontine Snav che partano dal porto di Napoli.