Croazia: torta dolce di maccheroni

Croazia: torta dolce di maccheroni

torta di maccheroniVi proponiamo la ricetta di un tipico dolce croato: la torta di maccheroni. Ecco gli ingredienti e la procedura. Le quantità sono indicative per una torta in uno stampo da 24 cm di diametro.

Mescolate 300 grammi di farina, mezzo cucchiaino di sale, 2 cucchiaini di olio di oliva e 2 dl di acqua. Impastate fino ad ottenere un composto sodo e liscio, e lasciate riposare per almeno un’ora.

Cuocete 250 gr di maccheroni al dente, in acqua salata. Bisogna preparare il ripieno: tritate 40 grammi di noci, e unite la scorza grattuggiata di 2 limoni. Unite 150 grammi di mandorle macinate, 300 grammi di zucchero, 1 bustina di zucchero vanigliato e 50 grammi di pangrattato.

Preparate una crema lavorando il burro a spuma, e aggiungendo un poco alla volta 4 uova.

Nel frattempo, preriscaldate il forno a 160°. Inserite la carta da forno nello stampo, e spianate sul fondo un po’ di farina. Fare diversi strati di ripieno e maccheroni. Alla fine, spalmate sopra la crema e chiudete con la pasta avanzata. E’ pronta in 30 minuti.

I turisti che volessero deliziarsi in Croazia della torta dolce di maccheroni, possono imbarcarsi ad Ancona o a Pescara sulle navi per Spalato Snav.

Croazia: gamberoni in salsa di pomodori piccante

gamberiUn tipico piatto speziato della cucina croata sono i gamberoni in salsa di pomodori piccante.

Il tempo di preparazione è di 35 minuti e le calorie per porzione sono 310 kcal; vi presentiamo qui di seguito la ricetta per 4 persone.

Sminuzzare finemente 1 cipolla, 4 spicchi d’aglio e 2 cm di zenzero; dividere a metà un peperoncino, privarlo dei semi e tritarlo grossolanamente.
Rosolare a fuoco alto 16 gamberoni crudi e non sgusciati per circa 4 minuti e bagnarli con 0,5 dl di brandy. Toglierli dalla padella e tenerli in caldo; nel frattempo soffriggere nel sugo il trito di cipolla, aglio e zenzero, bagnare con 1 dl di vino bianco e lasciar cuocere per alcuni minuti; unire 400 gr di pomodori pelati in scatola e condire con 1 pizzico di sale e 2 cucchiai di ketchup, lasciando bollire per altri 12 minuti. Aggiungere infine dell’olio di oliva, sale, 1 cucch.no di succo di limone, 1 mazzetto di prezzemolo tritato e riscaldare il tutto con i gamberoni.
Servire i gamberoni in salsa di pomodori piccante accompagnati con crostini di dpane.

I turisti che volessero gustare sul posto questo gustoso piatto, possono raggiungere la Croazia imbarcandosi ad Ancona o a Pescara sulle navi per Spalato Snav.

Croazia: Anfiteatro Romano di Pola

anfiteatro romano polaIl simbolo di Pola, importante centro portuale dell’Istria, è sicuramente il maestoso Anfiteatro Romano, tra i meglio conservati al mondo.

Infatti né il Colosseo di Roma e nemmeno l’Arena di Verona hanno conservato integralmente la loro struttura esterna.

L’Anfiteatro Romano di Pola, costruito in pietra calcarea bianca, è articolato in 3 ordini, il muro esterno si dispone su due ordini di 72 arcate alte circa 30 metri, e quattro torri scalarie; la sua forma è un ovale policentrico del diametro di 105 m: si pensi che poteva contenere fino a 25.000 persone.

L’anfiteatro di Pola fu costruito nel periodo tra il 2 e il 14 d.C. sotto la guida dell’imperatore Augusto, ed era chiamato Arena già dal medioevo per via della sabbia che ricopriva le platee.

Attualmente l’imponente struttura romana ospita concerti di musica, spettacoli teatrali e il Pola Film Festival. Gli ambienti che un tempo ospitavano i gladiatori, oggi sono sede di una mostra sulla coltivazione dell’olivo e della vite sull’isola.

Ricordiamo ai turisti che la Croazia è raggiungibile imbarcandosi ad Ancona o a Pescara sulle navi per Spalato e Stari Grad (Hvar) Snav.

Gratin Brjullov, contorno croato

gratin brjullovVi presentiamo oggi la ricetta del Gratin Brjullov, contorno della cucina internazionale croata che si accompagna bene con gli arrosti in forno e il brasato di carne rossa.

L’ingrediente principale del piatto della Croazia sono i porcini (che noi consigliamo per rendere la portata ancora più appetitosa), ma possono andare bene anche i funghi coltivati, il contorno risulterà più delicato.
Preparare il Gratin Brjullov è molto semplice, è pronto in soli 30 minuti; ecco qui di seguito la ricetta:

Pulire 600 gr di funghi porcini e tagliarli a lamelle sottili; adagiarli in una casseruola unta, coprendoli con 2 cipolle tagliate a fette, un bicchiere di panna liquida e due grosse manciate di formaggio parmigiano gratuggiato.

Infornare la casseruola a 180°C e cuocere per 15 minuti; portare il orno a 220°C e lasciare gratinare per 5 minuti circa. Il Gratin Brjullov è pronto per essere servito, arricchito con lamelle di cipolla, scaglie di parmigiano e foglie di prezzemolo fresco.

I turisti che desiderano gustare la cucina croata, possono imbarcarsi ad Ancona o a Pescara sulle navi per Spalato e Stari Grad (Hvar) Snav.

Croazia: Isole Kornati

croazia isole kornatiIl bellissimo Parco Nazionale delle Isole Kornati (incoronate), in Croazia, è un arcipelago di 89 isole che si estende su 220 kmq. L’isola più grande è chiamata Kornat, per la presenza di una chiesa dedicata alla Madonna.

Le caratteristiche del parco sono da ricercarsi nella ricchissima varietà di specie animali (circa 300) e vegetali (oltre 350) dei fondali, nelle coste frastagliate e soprattutto nella limpidezza dell’acqua marina che attira i navigatori e i velisti più esigenti.

Nelle varie isole si trovano testimonianze architettoniche bizantine (la “Toreta” militare sull’isola di Kormat) e romane (una villa lunga 90 metri nei pressi dell’isola di Katina).

Famoso lo strapiombo a semicerchio dell’isola di Mana, con spruzzi d’acqua che raggiungono i 40 metri di altezza, e l’insenatura dell’isola Lavsa che la rende meta pittoresca ed affascinante.

Per chiunque desiderasse visitare lo splendido parco nazionale delle isole Kornati, la Croazia è raggiungibile imbarcandosi ad Ancona o a Pescara sulle navi per Spalato Snav.

Croazia: il Trenenec, la pizza di patate croata

trenenecIl Trenenec è una gustosa pizza di patate tipica della cucina internazionale croata.

Ecco la ricetta per preparare il vero Trenenec croato.

Cuocere 1 kg di patate in acqua salata per 25 minuti, sbucciarle e lasciarle raffreddare Nel frattempo spolverizzare su una spianatoia della farina e grattugiarvi sopra le patate. Aggiungere altra farina e una buona presa di sale, ½ cucchiaino di maggiorana e mescolare l’impasto con una forchetta. Tagliare 200 gr di prosciutto cotto a listarelle; staccare da 1 mazzetto di crescione le fogliettine, lavarle e asciugarle.
In una casseruola fondere 80 gr di burro; intanto ungere con margarina una pirofila a bordi bassi e riempirla con 1/3 del composto di patate. Versarvi sopra parte del burro fuso e aggiungere metà di del prosciutto e del crescione; unire il rimanente di patate e del burro fuso e infornare sul ripiano centrale del forno a 220°C per 40 minuti.

Sfornare il Trenenec adagiandolo su un piatto da portata e dividerlo a fette; ecco pronta da gustare la pizza di patate croata.

Il Trenec si può gustare ovviamente anche in Croazia, i turisti possono raggiungerla imbarcandosi ad Ancona o a Pescara sulle navi per Spalato Snav.

Croazia: il romanzesco capo indiano Winnetou

winnetouWinnetou” è il nome di un capo indiano, frutto della fantasia dello scrittore tedesco Karl May, dai cui romanzi sono stati tratti numerosi film. I lungometraggi sono stati girati tutti in Croazia, per la maggior parte nei parchi nazionali della Paklenica, della Krka e Laghi di Plitvice, dal Parco Naturale del Velebit e dal fiume di Zrmanja.

I luoghi delle riprese (che risalgono agli anni tra il 1962 e il 1968, per un totale di dieci film) sono stupendi e incontaminati: la riviera della Paklenica offre ai visitatori splendide spiagge su un mare cristallino, e vette montane con affascinanti escursioni e ricordi storici.

Ad aprile si è svolta la manifestazione “Sulle tracce di Winnetou”, durante la quale i visitatori hanno avuto l’occasione di incontrare i membri della troupe dell’epoca in una rivisitazione dei favolosi luoghi che appartengono ai parchi nazioniali croati, e ripercorre così le “tracce di Winnetou”.

Per chi volesse fare lo stesso e ritrovare i sentieri di Winnetou, la Croazia è raggiungibile imbarcandosi ad Ancona o a Pescara sulle navi per Spalato Snav.

Croazia: Outlook Festival 2011 a Pola

Dal 1° al 4 settembre, quattro giorni della migliore musica all’Outlook Festival di Pola, Croazia.

Nella meravigliosa regione dell’Istria, i più grandi nomi della bass music parteciperanno a questo grande evento con protagonista il mondo della Dub, Dubstep, Hip Hop, Dancehall, Drum & Bass, Grime, Garage e Electric Music.

La cultura Soundsystem avrà come contorno la splendida penisola istriana, circondata dal mare e di fronte alla baia di Pola, sede perfetta per questa grande manifestazione musicale.

L’Outlook Festival è giunto al quarto anno e si terrà ancora al Fort Punta Christo, un forte ottocentesco abbandonato, dall’aspetto caratteristico e estremamente suggestivo.

Tra gli artisti che parteciperanno alla manifestazione citiamo Skream, Pharoahe Monch (leggenda dell’hip hop), Benga (Dubstep) e la band Gentleman’s Dub Club.

I biglietti dell’Outlook Festival 2011 hanno fatto sold out e quindi non sono più reperibili; i fortunati che sono riusciti ad acquistare il ticket possono arrivare a Pola imbarcandosi ad Ancona o a Pescara sulle navi per Spalato e Stari Grad (Hvar) Snav.

Croazia: Sinjska Alka, la giostra cavalleresca di Sinj dal 7 al 9 agosto

Torna il 7 agosto in Croazia la Sinjska Alka, torneo cavalleresco che si svolge a Sinj, storica città situata nell’entroterra della Dalmazia.

La giostra cavalleresca, evento tradizionale croato che si ripete ormai da 300 anni, simboleggia la vittoria sui turchi nel combattimento del 1715 e il ringraziamento alla Madonna Assunta, patrona della città, che si considera l’artefice della salvezza di Sinj dall’invasione dell’esercito.

Alla manifestazione possono prendere parte solo uomini nati nella Sinjska krajina che, con indosso costumi cavallereschi del ‘700, galoppano lungo una strada in forte pendenza, cercano di colpire con la lancia il centro di un anello (Alka) appeso ad una fune, collocato a circa 3 metri di altezza.
L’alkaro (cavaliere) che totalizza più punti si aggiudica la vittoria.

Alla Sinjska Alka hanno partecipato anche alcuni personaggi storici come il re di Dalmazia nel 1818 e l’imperatore Francesco Giuseppe nel 1875.

Ricordiamo ai turisti che volessero assistere al torneo cavalleresco che possono raggiungere la Croazia imbarcandosi ad Ancona o a Pescara sulle navi per Spalato Snav.

Croazia: Trogir, città di arte e di mare

trogir è una città della dalmaziaTrogir è una piccola località di villeggiatura della Dalmazia Centrale, situata a 27 km da Spalato, famosa soprattutto per i suoi monumenti storici e culturali.

Trogir, infatti, è la meta perfetta per gli amanti dell’arte, proprio per il ricco patrimonio artistico che è caratteristica principale della città.

Ogni angolo del centro storico si distingue per i suoi palazzi, le belle vie, i cortili romanici e gli interni arredati con pregio.
Da visitare la Chiesa di Santa Barbara, il monastero di San Domenico e il Gran Palazzo di Cipiko, ricco di opere d’arte preziose.

Ma Trogir è anche una destinazione turistica per gli amanti del mare e della natura, grazie al suo clima mediterraneo, alla riviera caratterizzata da numerose insenature e baie e al suo splendido mare cristallino. La città offre inoltre divertimenti e tante occasioni per praticare sport; molti i campi da tennis, da bocce, il bowling, la scuola di windsurf e la scuola per gli aspiranti sub.

I turisti desiderosi di visitare Trogir possono facilmente raggiungere la città imbarcandosi ad Ancona o a Pescara sulle navi per Spalato Snav.