Le grotte d’Ercole in Marocco

Le grotte d’Ercole in Marocco

Se si sta progettando un viaggio in Marocco, sicuramente tra i siti più interessanti ci sono le Grotte di Ercole. Quest’ultima è la grotta più grande dell’Africa e la sua storia si interseca con la mitologia antica, che vuole che in questo luogo Hercules abbia stabilito in quel luogo la sua dimora.

La grotta fu scoperta nel 1906,  e si caratterizza per un tunnel sotterraneo della lunghezza di ben 30Km. La cavità scolpita dalla natura nella viva roccia si trova non lontano dallo Stretto di Gibilterra. La grotta gode di un microclima del tutto particolare, perché risente dei movimenti delle maree e dai venti, che con il loro incessante incedere le hanno dato forma.

Il momento più suggestivo per visitare le Grotte d’Ercole è sicuramente il tramonto, quando al senso di smarrimento provato per le dimensioni dell’antro, si unisce la meraviglia per gli splendidi colori che la natura dipinge quando il sole cala sulle acque dell’Oceano Atlantico.

La presenza delle Grotte di Ercole, delle numerose leggende e racconti che si sono sviluppate intorno a questo sito hanno fatto da volano per il turismo della città di Tangeri, sempre più apprezzata proprio per il grande patrimonio naturalistico, storico e artistico.

Sul sito SNAV potrai acquistare i biglietti per i traghetti per Tangeri con partenza da Genova, Barcellona e Sète. Viaggia verso un mondo incantato fatto di mistero, fascino e antiche leggende con SNAV.

Da Tangeri a Rabat

La costa nord atlantica del Marocco ha un fascino particolare, non solo per il suo territorio di carattere pianeggiante, ma anche per la presenza, lungo il litorale, delle maggiori città marocchine. Un affascinante itinerario da seguire per la vostra vacanza in Marocco è senz’altro quello dalla città di Tangeri a Rabat, capitale di questa splendida nazione africana.

Tangeri è posizionata proprio di fronte allo stretto di Gibilterra, ha il porto più importante del paese, ed ha una ricca storia molto antica. In passato Tangeri fu città fenicia, cartaginese, romana e poi araba, portoghese, spagnola e britannica. Ribattezzata come la “Saint Tropez del Sud”, Tangeri è molto famosa per le sue fantastiche spiagge, dove le limpide acque del Mediterraneo e dell’Oceano Atlantico si incontrano creando uno scenario davvero suggestivo e costituendo una baia che, oggi è considerata tra le più importanti del Mediterraneo.

Oltre al fascino delle sue meravigliose spiagge, Tangeri offre ai suoi visitatori un mondo tutto da scoprire, tra le famose piazze del Piccolo Socco (nella città vecchia) e Grande Socco (nella città nuova), dove tra le degustazioni dei rinomati caffè e le camminate nel vivace mercato, si renderà indimenticabile la propria giornata.mercato marocco

A Tangeri un punto di riferimento importante, nonché luogo di grande culto, è certamente la Grande Moschea, ma non sono da meno vari musei, come quello dell’Arte e Antichità marocchine, il caratteristico Museo dell’Ambasciata Americana e il Museo di Arte contemporanea.

Spostandosi di pochi chilometri da Tangeri, si incontra il luogo più attraente del turismo nazionale ed internazionale del Marocco: le Grotte di Ercole. Queste splendide grotte, secondo la mitologia antica, sono descritte come la dimora del potente Hercules, e sono una vera e propria finestra sul mare che la natura ha scolpito nei millenni. Grazie alla rilevante fusione di natura, cultura e storia che offrono, le Grotte di Ercole sono considerate una meta d’obbligo per tutti i turisti che vengono in Marocco.

Dirigendo verso sud si incontra subito la meravigliosa spiaggia di Rmilate (Paradise Beach), dove potrete vivere assoluti momenti di pace e tranquillità.

AssilahGiungendo alla città di Assilah, si resta incantati dallo speciale fascino che recano i muri di ogni angolo della città, completamente dipinti da artisti provenienti da tutto il mondo! Infatti questa fascinosa città marocchina, è considerata molto importante proprio perché ospita uno dei festival più prestigiosi di tutto il Nord Africa, l’International Cultural Moussem of Assilah.

Per due settimane l’anno, questa città si anima di artisti che giungono da tutto il mondo per decorare i muri delle case con straordinari murales, sullo sfondo di un vero e proprio set di concerti, musica, balli e flamenco da vivere in ogni angolo della cittadina.

Continuando il nostro percorso verso sud, incontriamo la città di Larache, importante porto fluviale e caratteristica per la sua indimenticabile spiaggia sabbiosa.

Proseguendo il nostro itinerario verso Rabat, a metà strada da Tangeri incontriamo Moulay Bousselham, una famosa località balneare dove le spiagge si dividono tra l’Oceano e la confinante laguna.

Questa pittoresca e graziosa cittadina è una meta importante del turismo marocchino, infatti nei mesi estivi la sua popolazione, solitamente di circa 20mila persone, arriva addirittura a sfiorare le 150mila persone! Famosissima per la produzione di fragole, ogni anno questa città ospita il Festival della fragola, frutto che da questo paese è esportato in tutto il mondo già dal mese di dicembre di ogni anno.

Inoltre, Moulay Bousselham è considerata la prima regione agricola del Marocco, sia per la produzione di alcune varietà di avocado, che per l’elevata produzione di mirtillo.

La nostra discesa lungo la costa marocchina dell’Oceano Atlantico, ci vede raggiungere Kenitra, il cui nome in arabo significa piccolo ponte, una caratteristica città ricca di storia.

Nelle sue vicinanze, proseguendo in direzione di Rabat, si trova il Lago di Sidi Boughaba, facente parte del Parco Nazionale di Sidi Boughaba Caratteristiche e certamente fascinose sono le spiagge che si incontrano proseguendo verso sud, quella di Sidi Mghayet e quella di Medhya che, per gli amanti del surf e delle onde che si infrangono, è considerata il posto ideale di tutta la riviera nord atlantica.

Giunti alla città di Salé, sul fiume Bou Regreg, non si può non notare l’importante e rinomata Grande Moschea, simbolo di una città che in passato fu una repubblica marinara retta da corsari barbareschi.

rabat capitaleEd eccoci giunti alla meta, Rabat, capitale del Marocco, il centro principale della cucina tradizionale e dell’architettura della nazione. La città è considerata un vero e proprio gioiello del Marocco, dove gli edifici coloniali e i tanti viali abbelliti dalle numerose palme, donano un fascino del tutto caratteristico al luogo.

Divenuta Patrimonio dell’Umanità UNESCO, Rabat si rende assolutamente indimenticabile per le sue antiche mura merlate, le case bianche della medina, e per il meraviglioso impatto che la grande porta Bab al Oudai, nella sua sfumatura rosso scura, reca all’entrata monumentale della kasba, l’antico castello della città. Proprio per la medina, la kasba, i tanti musei e i teatri, Rabat offre ai suoi visitatori un turismo di tipo culturale.

Per iniziare il tuo fantastico itinerario da Tangeri a Rabat, parti con le navi Genova Tangeri! Prenota il tuo viaggio in Marocco su www.snav.it.

La cucina marocchina

Se in questo periodo avete progettato una vacanza in Marocco arrivando nella città di Tangeri o in quella di Nador, non perdete l’occasione per assaporare la cucina tipica locale. La cucina marocchina, infatti, è ben nota per quel mix di sapori derivato dalle influenze provenienti da diverse culture.

Il Marocco, e in particolare la regione di Nador, è un paese con una forte vocazione agricola. Tra i prodotti della terra troviamo diverse varietà di frutta e verdura, sia tropicali che mediterranee. Del resto proprio frutta e verdura rappresentano gli elementi essenziali della cucina marocchina. Tra gli ingredienti principali ci sono i datteri, che si utilizzano in tantissime preparazioni.

Tra le ricette più popolari che potrete gustare nei migliori ristoranti tipici ci sono il cous cous alle verdure, lo zaalouk di melanzane, la bastilla e come non citare il tajine di carne, forse uno dei piatti più rappresentativi della cultura marocchina. Il pane è un altro alimento che non manca mai sulle tavole marocchine e che accompagna gran parte delle pietanze. Esistono diverse varietà di pane, che si possono abbinare ai piatti tipici della cucina del Marocco.

Tra le bevande più comuni c’è il tè alla menta, che viene bevuto in qualsiasi momento della giornata anche al momento dei pasti o del fine pasto come digestivo. Il tè alla menta è considerato nel Marocco anche l’espressione più raffinata dell’ospitalità. Generalmente questa bevanda è preparata con tè verde Gunpowder noto per le proprietà dissetanti, che viene servito aromatizzato con foglie di menta selvatica del Marocco, che hanno un aroma meno pregnante e forte della menta piperita.

Il Marocco è anche terra di dolci. Gli ingredienti maggiormente utilizzati per la realizzazione di questi ultimi sono le mandorle e il miele. Tra i prodotti tipici ci sono le corna di gazzella, la torta di miele, il ghoriba (biscotti di semola) e la shebakia.

Per provare tutte queste deliziose specialità, potrai acquistare i tuoi biglietti per le navi per il Marocco sul sito www.snav.it. Regalati un viaggio in una terra ricca di attrazioni culturali e paesaggistiche, ma anche di sapori.