Napoli: Museo di Capodimonte

Napoli: Museo di Capodimonte

Il Museo di Capodimonte, situato a Napoli nel parco omonimo, raccoglie numerose opere di grandi artisti della pittura.

La galleria è collocata all’interno dell’antica Reggia Borbonica e le ampie sale del palazzo sono lussuosamente arredate e decorate da pittori, scultori e artigiani dell’ottocento.

Oltre ad esporre i capolavori di famosi maestri della pittura, tra cui Caravaggio, Botticelli e Tiziano, il Museo di Capodimonte ospita anche importanti ceramiche (nel famoso Salottino di Porcellana) ed intere sale espositive appartenute ai reali borbonici.

La galleria napoletana custodisce anche la meravigliosa Collezione Farnese, cui fanno parte grandiose opere del Rinascimento e del Barocco, e la Collezione Borgia.

L’edificio è composto in totale da ben 150 sale che espongono anche bronzi, sculture, mobilia, armature ed opere di arte moderna.

Il Museo di Capodimonte è aperto tutti i giorni dalle 8,30 alle 19,30 tranne tutti i mercoledì, il 1 gennaio e il 25 dicembre.

Gli appassionati di arte che desiderano visitare la Galleria possono raggiungere Napoli partendo da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.

Napoli: il Parco Virgiliano

Il Parco Virgiliano è uno dei luoghi più suggestivi della città di Napoli e sorge nel quartiere Posillipo nella zona collinare.

Il Parco è particolarmente panoramico: costruito secondo un sistema di terrazze che affacciano sul golfo di Napoli, permette di osservarne ogni singolo elemento.
Dallo splendido panorama si possono vedere Capri, Procida e Ischia, il golfo di Pozzuoli, la costa vesuviana, la Penisola Sorrentina, i Campi Flegrei e molte altre meraviglie partenopee.

Costruito negli anni ’20 in onore dei caduti della guerra, è una grande distesa verde che si estende su una superficie di circa 92 mila mq in cima alla collina di Posillipo.
Dopo il 1997 il Parco è stato sottoposto a una profonda riqualifica ed è stato arricchito di aiuole, nuove pavimentazioni, impianti di illuminazione che ne hanno esaltato la bellezza originaria.

I turisti possono visitare il Parco Virgiliano tutti i giorni e immergersi nella sua tranquillità, camminare tra alberi e arbusti come lecci e olivi e godere dei profumi del ricco sottobosco ricco di piante di rosmarino, mirto e fillirea.

Ricordiamo ai turisti che Napoli è raggiungibile partendo da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.

Napoli: il Cimitero delle Fontanelle

Il Cimitero delle Fontanelle è un antico ossario situato a Napoli, nel cuore del Rione Sanità, uno dei quartieri più ricchi di storia e tradizioni della città.

Il cimitero raccoglie oltre 40.000 resti, ed è indubbiamente un luogo molto suggestivo.

L’origine di questo ossario risale al XVI secolo, quando Napoli fu flagellata da rivolte popolari, carestie, eruzioni del Vesuvio e epidemie; ci furono trecentomila morti, e i tanti corpi sparsi per la città, furono portati in cave di tufo, per evitare il propagarsi delle malattie e dare una degna sepoltura alla povera gente.
A causa del sistema fognario praticamente inesistente, ci fu un allagamento delle cave e i resti furono riportati in superficie, dando vita ad uno spettacolo apocalittico spaventoso. Solo dopo questa sciagura si decise di dare alle ossa una disposizione, costruire un altare e riconoscere ufficialmente la cava come ossario che divenne appunto il Cimitero delle Fontanelle.

Una visita in questo luogo racconta di Napoli e dei napoletani, ed aiuta a capire lo spirito di questo popolo molto più di tante parole.

Ricordiamo che Napoli è raggiungibile imbarcandosi da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.

Napoli: Galleria Umberto I

La Galleria Umberto I di Napoli, posta alle spalle del Palazzo Reale, è tra le più imponenti strutture architettoniche d’Italia.

Costruita tra il 1887 e il 1890, in seguito alla grave epidemia di colera, la Galleria rientrò nel generale programma di risanamento urbanistico dell’area, troppo densamente abitata e malsana.

L’ingresso principale, che si apre su via San Carlo, è costituito da una facciata ad esedra, che in basso presenta un porticato architravato, retto da colonne di travertino e due archi ciechi, l’uno d’accesso alla galleria, l’altro aperto sull’ambulacro.

L’interno è un ampio ed elegante salotto cittadino, costituito da due strade che si incrociano ortogonalmente, coperte da una struttura in ferro e vetro e una cupola alta 57 metri e mezzo, impostata su un ottagono di 36 metri. Sul tamburo della cupola, decorato con finestre a semicerchio, è visibile la Stella di Davide.

La maestosa Galleria Umberto I si trova al centro di Napoli, quindi è un passaggio obbligato per i visitatori della città.

Ricordiamo ai turisti che la bella Napoli è raggiungibile imbarcandosi da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.

Napoli sotterranea: un suggestivo viaggio nel sottosuolo

napoliNapoli, lo straordinario capoluogo partenopeo, è da considerarsi un vero e proprio museo a cielo aperto, ma anche il suo sottosuolo può rivelarsi ricco di incredibili sorprese.

Napoli sotterranea è una delle attrazioni più suggestive e interessanti che può offrire il capoluogo campano ai suoi visitatori. Si tratta di un complesso di cavità e cunicoli scavati nel sottosuolo tufaceo della città. Al suo interno si collocano soprattutto strutture e ambienti risalenti al periodo classico greco-romano.

Napoli sotterranea costituisce un’eccezionale testimonianza archeologica, che nell’ultimo decennio è diventata, grazie all’impegno di un gruppo di ricercatori, di una meta turistica che attrae ogni anno visitatori provenienti da ogni angolo del mondo. La visita guidata prevede un suggestivo percorso attraverso sale e gallerie di età differenti fino a giungere ai resti delle cisterne d’acqua e dell’antico acquedotto romano. I primi manufatti che si ritrovano in questi affascinanti luoghi persi nell’oscurità del sottosuolo, risalgono a circa 5000 anni fa, quasi alla fine dell’era preistorica, fino ad arrivare ai resti delle strutture realizzate nel Seicento.

Sono diversi i punti di accesso a Napoli Sotterranea: il primo si trova a Piazza San Gaetano, mentre il secondo a via Sant’Anna di Palazzo, entrambi sono situati nel centro storico della città.

I turisti, che vogliono lasciarsi catturare dal brivido di Napoli Sotterranea, possono raggiungere il capoluogo partenopeo, partendo da tutte le destinazioni servite dai traghetti e gli aliscafi Snav.