Napoli: i Sentieri della Lucertola a Ischia

Napoli: i Sentieri della Lucertola a Ischia

Tra la flora mediterranea e l’architettura rurale di Ischia, sono stati predisposti dei percorsi segnalati con “lucertole colorate” che accompagnano il visitatore lungo tutto il percorso: i sentieri della lucertola.

Il progetto è stato ideato per aiutare i turisti ad orientarsi attraverso gli splendidi sentieri dell’isola.

Il sentiero del grande cratere è segnalato dalla lucertola rossa: i turisti possono passeggiare tra castagneti e lecci e visitare la sorgente di “Buceto, la “lava dell’Arso e godere della vista panoramica sul castello Aragonese.
Il sentiero del Santuario è segnalato dalla lucertola viola: i visitatori possono apprezzare vedute panoramiche mozzafiato e visitare il Santuario della Madonna di Montevergine.
Il sentiero delle antiche cantine è segnalato dalla lucertola gialla: gli escursionisti possono contemplare il Golfo di Napoli attraverso vigneti, felci e fiori selvatici.
Il sentiero delle Baie è segnalato dalla lucertola blu: i turisti possono ammirare le baie di San Pancrazio, Maronti e Cava Grado, camminando tra querce, fichi d’india e vigneti.

Ricordiamo, infine, che l’isola è raggiungibile imbarcandosi al porto di Napoli sugli aliscafi per Ischia Snav.

Ischia: Corbaro Park, affascinante giardino naturale

Corbaro Park è uno splendido giardino naturale che sorge a pochi passi dal suggestivo picco di Santa Maria al Monte a ovest di Ischia.

Il Parco, oasi naturale di puro relax dove poter stare a diretto contatto con la natura, racchiude un giardino costituito da splendidi fiori, numerose varietà di piante (tra cui esotiche e di frutta) e pietre secolari provenienti dall’eruzione del monte Corbaro. Il colore di queste pietre vulcaniche, scure, rossastre o grigie, testimonia la profondità da cui provengono: rispettivamente 500, 400 e 300 mt.

Di grande rilievo un’antica cantina scavata nella roccia, caratterizzata da reperti agricoli e attrezzi antichi della civiltà contadina.

Diversi animali, tra cui numerosi volatili, hanno trovato il proprio habitat al Corbaro Park; il canto degli uccelli e il fruscio delle foglie saranno gli unici suoni che i visitatori sentiranno all’interno del Parco, situato lontano dallo smog e dai rumori della città.

I turisti che vogliono immergersi nella tranquillità di questo affascinante giardino, possono raggiungerlo imbarcandosi al porto di Napoli sugli aliscafi per Ischia Snav.

Ischia: la baia di San Montano

A Ischia, nei pressi di Lacco Ameno, si trova una meravigliosa caletta: la Spiaggia San Montano, famosa per il suo fascino tropicale.
Questo bellissimo arenile di soffice sabbia chiara è a forma di mezzaluna ed è circondato da una ricca vegetazione.

La leggenda vuole che Santa Restituta, tra i patroni dell’isola, sia sbarcata su questa spiaggia provenendo dall’Africa.

Il mare cristallino è di un magnifico azzurro turchese, con fondali bassi e sabbiosi.
La spiaggia è ricca di attrezzature ed è ben organizzata per qualsiasi servizio turistico, soprattutto un centro per far divertire i bambini e due piscine.
La spiaggia è attrezzata di ombrelloni e lettini, ma lascia anche un tratto di litorale libero.
Da visitare i resti dell’antica necropoli di Pithecusa e il Parco Idrotermale Negombo che domina la Baia di San Montano.
Il giardino termale è ricco di piante esotiche arrivate dall’Australia, dal Brasile, dal Giappone e dal Sud Africa e di varie sculture, tra le quali “Arc en Ciel” di Arnaldo Pomodoro.

Ricordiamo ai turisti che vogliono raggiungere l’isola verde e le sue attrazioni naturali che possono imbarcarsi al porto di Napoli sugli aliscafi per Ischia Snav.

Ischia: escursione sul Monte Epomeo

Ischia è un’isola meravigliosa, non solo da ammirare, ma anche da vivere!

Un’escursione che gli appassionati possono intraprendere è quella sul Monte Epomeo, il più alto dell’isola di Ischia, 789 metri di altezza.

Il Monte Epomeo è raggiungibili da Fontana, un piccolo paesino del comune di Serrara Fontana.

Il sentiero, fatto di viottoli e in parte scavato nella roccia tufacea, è immerso nella natura e nella tranquillità; durante la camminata si può ammirare una ricca vegetazione e boschi di robinie e castagneti.
Arrivati alla Pietra dell’Acqua, un’antica cisterna in disuso, inizia a vedersi la vetta del Monte Epopeo.
In cima al monte, il panorama è semplicemente incantevole, contornato da una vegetazione rigogliosa; se si ha fortuna, si riescono a scorgere le isole Pontine e il Circeo.
Si possono anche visitare la chiesa e l’eremo di San Nicola scavati nel tufo e, infine, rifocillarsi in un piccolo ristorante dove si può assaporare del buon vino locale.

Ricordiamo ai turisti che volessero fare una emozionante escursione sul Monte Epomeo, che l’isola verde è raggiungibile imbarcandosi al porto di Napoli sugli aliscafi per Ischia Snav.