Cosa vedere sull’Isola di Hvar

Cosa vedere sull’Isola di Hvar

L’isola di Hvar è la meta giusta per qualsiasi tipo di turista. Sia che si viaggi con la famiglia, sia che si viaggi con gli amici il divertimento è sempre assicurato!

Più volte abbiamo accennato alle bellezze naturali del luogo, agli angoli più suggestivi come la baia di Zavala, oppure alle delizie della gastronomia croata, oggi vogliamo offrire ai nostri lettori, una panoramica sui posti da visitare.

Cominciamo il nostro viaggio dall’omonima città di Hvar, conosciuta principalmente per i suoi locali, la movida notturna e le belle spiagge. Di Hvar colpisce subito l’ampia piazza Santo Stefano, da cui si può godere di una vista senza pari sul porto. Domina la piazza la Cattedrale di Santo Stefano. L’edificio è in stile gotico-rinascimentale ed è tra gli esempi più significativi di costruzione religiosa di tutta la nazione.

Una curiosità: nella città si trova anche il primo teatro pubblico di tutta l’Europa. Siamo parlando del Teatro Kazaliste, la cui la costruzione risale al 1612 ed è stato realizzato in stile neo-barocco. Questo fu un luogo di incontro e di cultura, dove le persone di qualsiasi ceto sociale potevano assistere agli spettacoli. Altra meta da non perdere è il Convento di San Francesco, caratterizzato da un meraviglioso campanile, il giardino e il chiostro. All’interno del convento c’è anche un museo.

Po distante dalla cittadina di Hvar c’è Brusje, una località conosciuta principalmente per i campi di lavanda. Qui si possono acquistare tanti prodotti tipici proprio a base di essenza di lavanda, dai liquori ai profumi.

Molto caratteristica è anche la città di Verbosca, dove gli amanti della fotografia potranno sbizzarrirsi nell’immortalare gli angoli più belli di questa pittoresca città. Tra le attrazioni della città c’è la torre-chiesa di Santa Maria della Misericordia e la più grande casa antica chiamata Mirje. A Verbosca è presente anche il Museo dei Pescatori.

Meta turistica e conosciuta per le sue belle spiagge è la città di Gelsa, che si trova a poca distanza da Verbosca. Questa città è rinomata per i localini, il lungomare, ma anche per le gelaterie, che a quanto dicono, offrono il gelato più buono dell’isola.

In precedenza abbiamo dedicato un articolo sulle bellezze di Stari Grad, la seconda città più importante dell’isola, che vanta un caratteristico centro storico, che merita sicuramente una visita. Proprio di fronte a Stari Grad c’è la Penisola di Kabal, che rappresenta un angolo di paradiso caratterizzato da bei fondali, acque cristalline e una natura incontaminata.

Per visitare l’isola di Hvar non bisogna fare altro che prenotare il proprio viaggio con Snav. Infatti, la nostra compagnia offre collegamenti per le isole croate con partenza da Pescara. Visita subito il sito per scoprire le promozioni attive, i costi e gli orari della tratta Pescara – Isole Croate. Con Snav potrai arrivare sull’isola di Hvar viaggiando in maniera comoda e veloce. Acquista subito il tuo titolo di viaggio!

L’isola di Brac: scopriamola insieme

Brac, anche nota come “la perla dell’Adriatico” per la sua bellezza, il suo clima e la sua posizione, è un’isola della costa dalmata della Croazia.

Con la sua natura rigogliosa e i suoi tanti angoli di paradiso, i vari siti e monumenti storici e anche tanto divertimento, Brac (o Brazza, che dir si voglia) è davvero un’isola splendida e tutta da scoprire.

I centri più importanti dell’isola sono Bol, Supetar, Milna, Sumartin, Sutivan e Postira. Nei pressi di ogni centro vi sono bellissime spiagge.

Zlatni Rat è una delle 10 spiagge più belle al mondo e si trova a Bol. Deve la sua particolare bellezza alla sabbia fine e bianca e alla sua conformazione a triangolo con una lunga punta che finisce sommersa tra le onde del mare cristallino e che cambia la sua forma a seconda delle correnti. Una spiaggia ventosa, ideale per chi pratica windsurf.

Brac, tuttavia, non offre solo mare e spiagge: potrete fare escursioni in luoghi dal fascino antico e ammirare le tante bellezze naturali.

Cosa visitare a Brac?

L’Eremo di Blaca: uno dei monumenti più importanti di Brac. In antichità monastero dei padri glagoliti, poi diventato anche un osservatorio astronomico. Situato tra Milna e Bol, l’Eremo di Blanca è un monumento da non perdere.

La montagna Vidova Gora: la montagna più alta di tutte le isole dell’Adriatico. Situata nelle vicinanze di Bol. Per chi sale in cima, regala una vista mozzafiato su tutta Brac e anche sulle isole circostanti.

La Grotta Kopacina: un sito interessantissimo risalente al periodo preistorico. Lunga 12 metri, si trova a circa venti minuti da Donji Humac. Nella grotta si trovano importanti manufatti preistorici e addirittura ossa risalenti al periodo del mesolitico.

La Grotta del Drago: un luogo affascinante e misterioso. Si trovano all’interno della grotta elementi della mitologia slava che narrano di storie di fate, lupi mannari, streghe e giganti.

Il Museo dell’isola di Brac: l’insediamento più antico di tutta l’isola con quasi 5000 anni. Vi si può ammirare un grande patrimonio culturale: da monumenti in pietra risalenti al periodo romano fino a reperti della II Guerra Mondiale.

Oltra a reperti storici e spiagge Brac, e in particolare Bol, offre ai turisti una vasta scelta per divertirsi.

Bol è la zona più viva con discoteche, bar, pub e ristoranti che offrono una cucina buonissima con piatti di pesce e carne a prezzi modici. Per chi ama lo sport, inoltre, Bol offre campi di calcetto, da tennis, pallavolo, basket e tanti percorsi percorribili in bici.

 

Come raggiungere Brac?

Oggi è più facile che mai!

Con la tratta Pescara – Bol, Snav ti porta drettamente sull’isola senza fare scalo a Spalato!

Prenota subito il tuo viaggio per Brac a bordo degli aliscafi Snav con il booking online su snav.it.

 

Croazia: Isole Kornati

croazia isole kornatiIl bellissimo Parco Nazionale delle Isole Kornati (incoronate), in Croazia, è un arcipelago di 89 isole che si estende su 220 kmq. L’isola più grande è chiamata Kornat, per la presenza di una chiesa dedicata alla Madonna.

Le caratteristiche del parco sono da ricercarsi nella ricchissima varietà di specie animali (circa 300) e vegetali (oltre 350) dei fondali, nelle coste frastagliate e soprattutto nella limpidezza dell’acqua marina che attira i navigatori e i velisti più esigenti.

Nelle varie isole si trovano testimonianze architettoniche bizantine (la “Toreta” militare sull’isola di Kormat) e romane (una villa lunga 90 metri nei pressi dell’isola di Katina).

Famoso lo strapiombo a semicerchio dell’isola di Mana, con spruzzi d’acqua che raggiungono i 40 metri di altezza, e l’insenatura dell’isola Lavsa che la rende meta pittoresca ed affascinante.

Per chiunque desiderasse visitare lo splendido parco nazionale delle isole Kornati, la Croazia è raggiungibile imbarcandosi ad Ancona o a Pescara sulle navi per Spalato Snav.

Croazia: Baia Telascica a Isola Lunga

La baia di Telascica è un parco naturale istituito nel 1988 ed è situato a sud-est dell’Isola Lunga, vicinissima al lago salato Mir della Croazia.

Di una rara e eccezionale bellezza, la baia è lunga 10 km ed è circondata da 13 isole e 6 isolette che fanno parte della baia stessa.
La parte nord-est del parco è completamente privo di vegetazione, mentre l’area sud-ovest è coperta da boschi di pini, olivi e fichi.
La vegetazione è tipica della macchia mediterranea con più di 400 specie di piante, tra cui anche molte rarità. L’ambiente sottomarino è ricco di organismi animali e vegetali, tra cui coralli e spugne.
Suggestive e affascinanti le ripide rocce, le conosciutissime “stene”, alte fino a 166 metri che proiettano dalla baia la forza e la maestosità del mare aperto.

L’isola più pittoresca è sicuramente Katina ed è situata all’interno della baia, il suo fondale è coperto da fiordi marini ed è ricco di pesci.

Rilevante anche l’eredità archeologica confermata dai vari resti trovati nel paese Sali e a Mala Proversa.

Ricordiamo ai turisti che è possibile raggiungere la Croazia da Ancona o Pescara con i traghetti per Spalato Snav.