Chiummenzana, ricetta caprese

Chiummenzana, ricetta caprese

La Chiummenzana è un sugo al pomodoro con gli aromi tipici della cucina mediterranea.

Questa prelibatezza tipica dell’isola di Capri viene impiegata per molteplici usi: come condimento per pasta, come salsa per intingere i ravioli fritti e  al posto dell’olio o del burro per cuocere la carne o le uova a occhio di bue.

Per preparare una buona Chiummenzana Caprese seguite questa veloce e semplice ricetta.

Soffriggere in una padella 2 spicchi d’aglio e del peperoncino in 3 cucchiai d’olio d’oliva. Aggiungere 10-12 pomodorini tagliati a metà e un pizzico di origano; far cuocere per 15 minuti. Al posto dei pomodorini si possono usare anche 3-4 pomodori maturi tagliati a dadini.

Con questo sugo, ad esempio, si può preparare un piatto semplice, ma molto saporito. Cuocere in acqua salata bollente 400 gr di vermicelli, scolarli al dente e farli saltare nella padella dove è stata preparata la Chiummenzana. Aggiungere, infine, qualche foglia di basilico fresco: il piatto è pronto per essere servito!

I sapori mediterranei dell’Isola di Capri sono raggiungibili imbarcandosi al porto di Napoli sugli aliscafi per Capri Snav.

Capri: “Paparazzi” di Neri Parenti

Paparazzi è un film di Neri Parenti, del 1998, ambientato nella splendida Isola di Capri.

Il film è di una comicità tutta italiana e ha nel cast Massimo Boldi, Christian De Sica, Diego Abatantuono, Nino D’Angelo e Roberto Brunetti.

Tra le celebrità che hanno partecipato al film citiamo la modella Valeria Mazza, Martina Colombari, Natalia Estrada, Brigitte Nielsen, Alba Parietti e molti altri vip dello spettacolo italiano.

Il film racconta di cinque paparazzi sulle spiagge assolate di Capri in cerca dello scoop dell’anno.
I 5, stanchi di rincorrere le star dello spettacolo in ogni momento della giornata, decidono di tentare il colpo della vita: fotografare una scappatella del Presidente degli Stati Uniti.
I paparazzi fanno centro, il Presidente si dimette e diventano loro le prede più ricercate dai paparazzi che li cercano ovunque e li costringono a nascondersi in un convento spacciandosi per frati.
Ma 5 suore, che in realtà sono “paparazze”, faranno loro una bella sorpresa…

L’Isola di Capri, location di molti film per la sua ineguagliabile bellezza, è raggiungibile imbarcandosi al porto di Napoli sugli aliscafi per Capri Snav.

Capri: la passeggiata di Pizzolungo

Una delle passeggiate più affascinanti dell’isola di Capri è senza dubbio il “Pizzolungo“, l’itinerario che collega l’Arco Naturale al Belvedere di Tragara.

Lungo il sentiero, si possono ammirare diverse sfumature del paesaggio isolano con i Faraglioni e la Penisola Sorrentina visti da una prospettiva meno nota.

La passeggiata del Pizzolungo si snoda tra una ricca vegetazione mediterranea, ville solitarie e numerose deviazioni che conducono a piccoli belvedere, ognuno con un punto di vista diverso sull’Isola di Capri e sul mare.

La passeggiata può durare dalle 2 alle 3 ore e termina con il Belvedere di Tragara, famoso per la vista sulla baia di Marina Piccola. Poco prima del belvedere si trova un sentiero che permette di raggiungere i Faraglioni: tre imponenti rocce che si stagliano sul mare, divenuti simbolo dell’isola di Capri.

Durante la passeggiata ci si imbatte in pochi turisti, questo permette al visitatore di godere in solitudine del panorama, dei profumi, dei suoni della natura e del mare.

Infine, ricordiamo che la bella isola azzurra è facilmente raggiungibile imbarcandosi al porto di Napoli, di Castellammare o di Sorrento sugli aliscafi per Capri Snav.

Capri: Via Krupp

Via Krupp è una strada pedonale dell’isola di Capri che collega la zona della Certosa di San Giacomo e dei Giardini di Augusto con Marina Piccola, un tempo in contatto col paese solo tramite via Mulo.

Costruita nei primi anni del 1900, è stata voluta da Friedrich Alfred Krupp, un industriale tedesco da cui appunto la via prende il nome.

Questa strada, così bella da sembrare una vera e propria opera d’arte, fu progettata e realizzata dall’ingegner Emilio Mayer tagliando la roccia viva fino al mare, con un percorso a tornanti così stretti da sembrare sovrapposti.

La splendida Via Krupp, dopo trentadue anni di chiusura e un complesso lavoro di recupero, è tornata nel 2008 ad essere percorribile; è possibile, quindi, sia ammirare la strada dall’alto, sia incamminarsi lungo gli stretti tornanti paralleli a picco sul mare.

Lungo la strada s’incontra anche un piccolo cancello che porta alla grotta di Fra’ Felice e, un po’ più avanti, un sentiero scosceso che arriva fino alla Grotta dell’Arsenale.

Ricordiamo ai turisti che possono raggiungere l’isola azzurra imbarcandosi dal porto di Napoli, di Castellammare o di Sorrento sugli aliscafi per Capri Snav.