Sicilia: “Cento giorni a Palermo” film sul Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa

Sicilia: “Cento giorni a Palermo” film sul Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa

cento giorni a palermoIl film Cento giorni a Palermo, del 1984, racconta dei 100 giorni che il Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa trascorse in Sicilia, prima di essere ucciso dalla mafia il 25 settembre 1979.

La pellicola è diretta da Giuseppe Ferrara ed è interpretata da Giuliana De Sio e Lino Ventura.
Cento giorni a Palermo si apre con 4 delitti di mafia, le cui vittime furono: Boris Giuliano, Cesare Terranova insieme a Lenin Mancuso, Piersanti Mattarella e Gaetano Costa.
Dopo l’uccisione del segretario della PCI Pio La Torre e del suo collaboratore Rosario di Salvo, lo Stato chiama il Generale Dalla Chiesa come Prefetto di Palermo.
Dalla Chiesa, già attivo in Sicilia nel dopoguerra e in prima linea nella guerra al terrorismo, si accorge fin da subito che la situazione è estremamente delicata e non trova né appoggi, né aiuti da nessuno.
Nonostante tutto, Carlo Alberto Dalla Chiesa prosegue la sua lotta alla mafia tra minacce di morte e continue trappole, sostenuto dai suoi affetti e dalla moglie Emanuela Setti Carraro. Divenuto ben presto scomodo a molti, il Generale viene ucciso a colpi di kalashnikov in un agguato a Palermo; con lui vittime anche la moglie e l’agente di scorta Domenico Russo.

Sicilia: “I Cento Passi”, film di Marco Tullio Giordana

“I Cento Passi” di Marco Tullio Giordana è un film che racconta la storia di Peppino Impastato, famoso per le denunce delle attività della mafia in Sicilia che gli costarono la vita.
Il film, presentato al Festival di Venezia nel 2000, è stato accolto dalla critica e dal pubblico con ben 12 minuti di applausi, ad indicare il profondo coinvolgimento che il regista, con i suoi attori, ha saputo creare in memoria di un uomo e della sua generazione.

“I Cento Passi” ha questo titolo perchè a Cinisi (il paesino in provincia di Palermo nel quale è ambientato il film) sono cento i passi che colmano la distanza tra la casa degli Impastato e quella del boss mafioso Tano Badalamenti.

Il film racconta del giovane Peppino che vive cercando di sfuggire al legame con l’ambiente mafioso, mentre il padre, Luigi Impastato, non ha la forza di farlo. Anche di fronte alla vulnerabilità sua e della propria famiglia, Peppino non esita, con l’involontaria complicità del fratello Giovanni, ad attaccare “don Tano” e a denunciarne pubblicamente le malefatte.

Ricordiamo ai turisti che è possibile arrivare in Sicilia, imbarcandosi al porto di Napoli sui traghetti per Palermo Snav.

Tags: