Bontà di Spalato: i paprenjaci

Bontà di Spalato: i paprenjaci

Con l’avvicinarsi della stagione fredda non c’è niente di meglio che gustare una qualsiasi bevanda calda accompagnata da biscotti golosi e profumati. Oggi scopriamo quali sono gli ingredienti per realizzare i biscotti Paprenjaci, una dolce specialità speziata proveniente proprio dalla Croazia.

La ricetta dei Paprenjaci è molto antica e risale, probabilmente al periodo rinascimentale. Per creare questi biscotti occorrono frutta secca, miele e un mix di spezie che creano una vera e propria esplosione di sapore e sono tra gli ingredienti più utilizzati per la preparazione dei dolci in Croazia.

Per realizzare i Papenjaci servono i seguenti ingredienti:

500 grammi di farina

120 gr burro fatto a pezzettini

80 grammi di zucchero

2 rossi d’uovo

Succo di mezzo limone

200 grammi di noci macinate

300 grammi di miele

1 cucchiaino di pepe bianco macinato

1 cucchiaino di pepe nero macinato

2 cucchiaini di zenzero in polvere

un po’ di chiodi garofano macinati

un po’ di cannella macinata

 

Prima di cominciare selezionate accuratamente gli ingredienti. In particolare, per il miele, bisogna scegliere un tipo dal gusto deciso, così da rendere questi biscotti ancora più saporiti. Il procedimento comincia con la cottura in una pentola del miele con il burro e lo zucchero. Una volta portati a ebollizione gli ingredienti, spegnere e far raffreddare. In una terrina unire la farina alle noci tritate. Poi unire le spezie. Aggiungere il limone ai rossi d’uovo e mescolare. Incorporare il composto di uovo e limone nelle farine e poi aggiungere il miele raffreddato.

A questo punto lavorare l’impasto. Lasciar riposare almeno 2 ore. Stendere l’impasto con il mattarello in una sfoglia sottile. In Croazia si usa un particolare stampo concavo in legno che crea sulla superficie del biscotto un’immagine a rilievo. Ovviamente se non disponete di tale attrezzo è possibile utilizzare i comuni tagliabiscotti delle forme che si preferiscono. Dopo aver ottenuto tutte le forme, infornare a 180° per circa 20 minuti. Tuttavia controllare la doratura del biscotto. Si consiglia di non consumare subito i  Paprenjaci, ma di riporli in una scatola apposita per qualche giorno al fine di fargli acquisire maggior gusto e morbidezza. I biscotti si conservano per circa sei settimane, se riposti in una scatola per biscotti.

Per gustare queste e altre specialità croate, viaggia con SNAV! Collegandoti al sito potrai prenotare i tuoi biglietti per la Croazia e navigare sulla rotta Ancona-Spalato, servita dai nostri esclusivi Cruise Ferry. Prenota subito il tuo viaggio con SNAV!

I dolci di Spalato

Spalato è nota anche per le proposte gastronomiche che riguardano i dolci. Come abbiamo già ricordato in passato, in città sono presenti diverse gelaterie, che offrono ottime specialità. La pasticceria della città presenta anche influenze di tipo italiano, in quanto troviamo diversi negozi, che offrono le tipiche specialità che gustiamo nel nostro paese.

Tuttavia la regione della Dalmazia offre diverse tipologie di dolci tipici, che sicuramente meritano un assaggio, da parte dei turisti più golosi. Infatti, i dolci tradizionali sono molto gustosi e ricchi. L’ingrediente principale solitamente è la frutta, in particolare: mandorle, noci, uva passa e fichi.

La dolcezza tipica delle prelibate specialità spalatine è spesso data dal miele, preferito allo zucchero per dare quel tocco di gusto in più. Tra i dolci più celebri della tradizione dalmata spicca la rožata. Quest’ultima assomiglia nell’aspetto al crème caramel, ma il gusto è totalmente diverso, perché arricchito dall’aroma del kruškovac, un liquore a base di pera tipico croato oppure viene aromatizzato con un liquore alla rosa.

Per chi ama il sapore delle mandorle, il mandulat rappresenterà una tentazione irresistibile. Molto noto è anche il dolce ai fichi chiamato hib, anche quest’ultimo dal sapore molto ricco. Inoltre, la tradizione del dolce spalatina comprende anche frittelle e crostoli dal sapore deciso e gustoso.

Inoltre, molto spesso i dolci possono essere ulteriormente arricchiti dal sapore di alcune spezie come: noce moscata, cannella, carrubo, rosmarino e molte altre ancora. Anche la lavanda e l’olio di oliva sono spesso impiegati nella preparazione dei dolci tipici locali.

Per assaggiare i dolci tipici di Spalato, non devi fare altro che prenotare il tuo viaggio con Snav. Scegli le nostre navi Ancona-Spalato e goditi il viaggio, insieme a tutte le bontà e le bellezze che la città croata ha da offrire.

Croazia: torta dolce di maccheroni

Vi proponiamo la ricetta di un tipico dolce croato: la torta di maccheroni. Ecco gli ingredienti e la procedura. Le quantità sono indicative per una torta in uno stampo da 24 cm di diametro.

Mescolate 300 grammi di farina, mezzo cucchiaino di sale, 2 cucchiaini di olio di oliva e 2 dl di acqua. Impastate fino ad ottenere un composto sodo e liscio, e lasciate riposare per almeno un’ora.

Cuocete 250 gr di maccheroni al dente, in acqua salata. Bisogna preparare il ripieno: tritate 40 grammi di noci, e unite la scorza grattuggiata di 2 limoni. Unite 150 grammi di mandorle macinate, 300 grammi di zucchero, 1 bustina di zucchero vanigliato e 50 grammi di pangrattato.

Preparate una crema lavorando il burro a spuma, e aggiungendo un poco alla volta 4 uova.

Nel frattempo, preriscaldate il forno a 160°. Inserite la carta da forno nello stampo, e spianate sul fondo un po’ di farina. Fare diversi strati di ripieno e maccheroni. Alla fine, spalmate sopra la crema e chiudete con la pasta avanzata. E’ pronta in 30 minuti.

I turisti che volessero deliziarsi in Croazia della torta dolce di maccheroni, possono imbarcarsi ad Ancona o a Pescara sulle navi per Spalato Snav.

Zuppa di Mele Croata

La cucina croata è famosa per la varietà dei suoi sapori, grazie soprattutto all’influenza dei paesi confinanti.

Un dessert molto particolare servito un po’ in tutta la Croazia è la Zuppa di Mele Croata.
Anche se il nome trae in inganno, questo piatto è proprio un dolce, una purea di mele semplicemente deliziosa.

Per preparare la Zuppa di Mele Croata occorrono 6 mele asprigne sbucciate e tagliate a dadini.
I tocchetti di mele vanno messi in una casseruola con l’aggiunta di 1 cucchiaino di cannella, del succo di ½ limone e di ½ l d’acqua. Quando le mele si saranno disfatte, raccogliere la purea in una terrina.
In una casseruola sciogliere 30 gr di burro e unirvi 1 cucchiaio di farina lasciando imbiondire, quindi diluire con ½ l di vino bianco. Aggiungere 1 cucchiaio di zucchero, la purea di mele e lasciar ribollire per qualche minuto.
Nel frattempo sciogliere 30 gr di burro in una padella e tostare ½ tazza di pane a dadini.
Travasare la zuppa di mele in una terrina e servirla con i crostini tostati nel burro.

La Croazia, terra dai mille sapori, è raggiungibile da Ancona o Pescara con i traghetti per Spalato Snav.