Melanzane ripiene delle Eolie

Melanzane ripiene delle Eolie

La cucina tradizionale delle isole Eolie è sempre stata costituita da piatti semplici e davvero genuini, preparati con quei pochi ingredienti che si possono trovare in questa terra di origine vulcanica.

Caratteristiche della gastronomia eoliana sono i sapori forti, l’utilizzo delle erbe e delle piante aromatiche prodotte dalla natura selvaggia di queste isole. Nella storia, le ricette eoliane hanno sempre subìto l’influenza dei gusti sia della Sicilia che della Campania. Le melanzane hanno spesso un ruolo di primo piano e sono quindi un pilastro della cucina siciliana.

Oltre che per la preparazione di caponate, di polpettine o per condire i sughi dei primi piatti, le melanzane sono spesso servite ripiene, grigliate, fritte e sott’olio. Le melanzane ripiene all’eoliana sono il piatto tipico di Lipari e protagoniste di tante ricette delle isole Eolie. Assolute protagoniste del piatto sono ovviamente le melanzane, spesso e volentieri quelle tonde e viola. Esse sono l’involucro ideale per contenere i tanti sapori delle prelibatezze isolane, ed esistono infatti più ricette che ne caratterizzano l’utilizzo. Le melanzane vengono farcite con svariati ingredienti come carne, verdure, pasta o riso e di conseguenza vengono servite sia come antipasti, che come primi, secondi e contorni. Le melanzane ripiene sono ottime da gustare sia calde che fredde!

Tra i tipi di melanzane ripiene più conosciute vanno certamente ricordate quelle ripiene al tonno, o quelle farcite con provola piccante. Me le melanzane ripiene di riso meritano un cenno particolare, poiché quando il riso incontra uno degli ingredienti più famosi della tradizione siciliana dà vita ad un piatto che sprigiona tutti i sapori del meridione. Il tocco finale nelle melanzane ripiene è senz’altro l’aggiunta, a seconda dei gusti, della menta o del peperoncino, per poter far gustare il piatto lasciando in bocca un sapore quasi balsamico.

Cosa aspetti allora ad assaggiare questa gustosa ricetta eoliana? Prenota la tua vacanza alle isole Eolie e parti da Napoli con gli aliscafi SNAV. Collegati al sito www.snav.it ed acquista subito il tuo biglietto!

Melanzane ripiene all’eoliana

Ingredienti:

  • 4 melanzane viola tonde di medie dimensioni;
  • 200 gr. di mollica di raffermo;
  • 1 cucchiaio di capperi sotto sale;
  • 1 uovo;
  • 2 cucchiai di pecorino grattugiato;
  • 2 spicchi di aglio;
  • 1 ciuffo di basilico;
  • Olio extravergine di oliva, sale e pepe: quanto basta.

Isole Eolie: viaggio tra le specialità gastronomiche

La bellezza delle Eolie è indiscussa: basta fare una piccola ricerca per scoprire che isole come Lipari, Salina, Vulcano, Stromboli e Panarea offrono scorci panoramici unici, spiagge incontaminate e tante occasioni per rendere la propria vacanza indimenticabile.

L’arcipelago è un punto di riferimento anche per il turismo enogastronomico. La cucina locale, infatti, è ricca di sapori e colori. Ci sono testimonianze che risalgono all’antica Grecia e Roma nelle quali sono riportate ricette e specialità che venivano preparate fin dai tempi più remoti. Per esempio, grazie a Diodoro Siculo abbiamo notizie sulla cucina e sulle abitudini alimentari che erano in uso a Lipari. In particolare, Diodoro ci parla di una cucina principalmente a base di pesce e della fertilità del territorio, che permetteva la produzione di frutti particolarmente gustosi.

Possiamo dire, più in generale, che la cucina eoliana è dominata da sapori forti, resi ancor più peculiari dall’uso delle erbe aromatiche. Le Isole Eolie non sono rinomate solo per le ottime specialità di pesce, ma a anche per i piatti a base di carne: tra questi spiccano numerose prelibatezze a base di coniglio e pollo. Inoltre, tra i prodotti tipici troviamo anche formaggi, ricotta e pecorino, che accompagnano molte ricette ma sono perfetti anche per un consumo immediato.

Tra i piatti a base di pesce che meglio rappresentano l’anima delle Isole Eolie troviamo i ravioloni di cernia in salsa paesana o il risotto nero con calamaretti. Non mancano anche primi come le caserecce alla norma realizzate con pomodoro, melanzane e ricotta infornata. I secondi tipici di mare sono costituiti dai totanetti ammollicati, le occhiate alla brace e il pauro all’acqua pazza.

Oltre al pesce, un altro ingrediente tipico che si trova spesso nelle ricette è il cappero, che compare in piatti tipici come gli spaghetti alla stromboliana, le penne alla eoliana o i calamaretti ripieni. Fin da tempi antichi, a questo piccolo ingrediente venivano attribuite proprietà medicali: da qui l’uso dei capperi in svariate ricette.

La varietà dei contorni consente di completare il proprio pasto con gusto. Specialità da provare sono la peperonata eoliana, le pizzette di melanzane e la caponata liparota.

Come abbiamo visto, la cucina eoliana è molto ricca di ingredienti e sapori, ma non mancano anche piatti più semplici come il pane cunzato, che si compone di pane con pomodoro, mozzarella o formaggio primo sale, capperi, olio extravergine e aceto di vino bianco.

Concludiamo la nostra rassegna con i dolci, che comprendono sia le specialità sicule più rinomate come il cannolo e il gelato alla frutta accompagnato dalla Malvasia di Lipari. Infine, altri dolci tipici che si possono assaporare nel corso dell’anno sono i Nacàtuli, gli Sfinci e gli Spicchiteddi.

 

Eolie: Scorfano a ghiotta alla liparota

Lo Scorfano a ghiotta alla liparota è una ricetta tipica delle EolieGli scorfani delle Eolie, di un sapore e di una delicatezza insuperabile, sono l’ingrediente principale di una famosa ricetta della cucina eoliana: lo Scorfano a ghiotta alla Liparota.

Ecco la ricetta di questo squisito piatto, con la preparazione e gli ingredienti per 4 persone.

Eviscerare 2 scorfani da 500 gr circa, tagliare le pinne pungenti, squamarli e lavarli in acqua corrente. Pulire e affettare 3 cipolline, lavare 3 pomodori maturi, privarli della buccia e dei semi e tagliarli a dadini; snocciolare 8 olive verdi e tritare finemente prezzemolo e basilico.
Scaldare in una casseruola 3 cucchiai di olio di oliva, rosolarvi le cipolline; unire le olive e i pomodori e cuocere per 2 minuti.
Aggiungere gli scorfani, 1 cucchiaio di capperi e il trito di aromi. Bagnare con ½ bicchiere di vino bianco, versare un bicchiere d’acqua e cuocere a pentola coperta per mezzora. Negli ultimi 10 minuti aggiustare con sale e pepe e terminare la cottura togliendo il coperchio.
Servire lo Scorfano a ghiotta alla Liparota accompagnato con crostini di pane.

L’arcipelago eoliano e le sue prelibate ricette sono a vostra portata se scegliete di partire dal porto di Napoli con gli aliscafi Eolie Snav.

Eolie: Insalata di arance, limoni e pesce spada affumicato al profumo di capperi

ricette eolianeUno dei piatti tipici delle isole Eolie, da gustare soprattutto in estate, è l’insalata di arance, limoni e pesce spada affumicato al profumo di capperi.

Questa ricca e originale insalata fonde due sapori tipici della Sicilia: gli agrumi, il pesce spada e anche i capperi, l’ingrediente principale della cucina eoliana.

La preparazione di questo piatto è molto semplice e veloce da eseguire.

Tagliare a spicchi 1 grossa arancia succosa e 1 limone maturo e privarli della pellicina, disporli su un piatto da portata insieme a 8 fette di salmone affumicato tagliato a julienne.
Preparare una salsina amalgamando 7 cucchiai di olio extra vergine d’oliva con 2 cucchiai di capperi preferibilmente di Lipari, 2 cucchiai di aceto bianco, 1 mazzetto di menta e basilico tritati e 12 mandorle pelate e tagliate a julienne.

Condire con questo preparato il salmone, le fettine di arancia e di limone, aggiungere sale e peperoncino quanto basta e servire fresca.

Le isole Eolie e la sua saporita cucina sono raggiungibili partendo dal porto di Napoli con gli aliscafi Eolie Snav.

Eolie: la ricetta della Caponata

la caponata eolianaLa Caponata è un piatto tipico della cucina eoliana e si può gustare come antipasto, come contorno oppure come portata unica.

A differenza delle principali ricette di questo splendido arcipelago, la Caponata non prevede l’utilizzo del pesce.

La sua ricetta è la seguente:
Ungere con olio di oliva il fondo di un tegame e porlo sul fuoco. Aggiungere 1 cipolla affettata sottilmente, 4 cucchiai di salsa di pomodoro, due coste di sedano tagliate a pezzetti, 10 olive verdi snocciolate e 50 gr. di capperi al sale, meglio se di Pantelleria.
Fare insaporire per 10 minuti circa e aggiungere 2 melanzane tagliate a dadini; volendo le melanzane si possono aggiungere soffritte.
Le melanzane, prima del loro utilizzo, vanno messe in un colapasta cosparse di sale per togliere l’amaro, per circa 1 ora.
Aggiustare di sale e a metà cottura aggiungere mezzo cucchiaio di zucchero e un cucchiaino di aceto. Lasciare cuocere a fuoco lento e infine servire.

I turisti che volessero assaggiare la vera Caponata eoliana possono raggiungere l’arcipelago partendo dal porto di Napoli con gli aliscafi Eolie Snav.

Eolie: pesto all’isolana crudo

pesto eoliano ricettaLa cucina eoliana è tipicamente costituita dal pesce; il mare di Lipari ne ha sempre regalato agli abitanti in gran quantità.

Ma già dall’antichità, nei piatti delle Isole Eolie si fa gran consumo dei capperi, pianta apprezzatissima dai Greci che attribuivano ad essa virtù medicinali.

Infatti la gastronomia eoliana è fatta di sapori forti, dati dall’uso di erbe e piante aromatiche che nell’età greca venivano trattate con macine, mortai e pestelli di pietra.

Un piatto tipico che ha come ingredienti principali il pesce e i capperi è il pesto all’isolana crudo.

La preparazione è la seguente:
Tritare finemente 50 gr. di capperi al sale delle Eolie, 5 olive verdi snocciolate e 100 gr. di tonno all’olio di oliva. Aggiungere a filo l’olio d’oliva fino a formare una salsa.
A piacimento si può aggiungere anche del peperoncino rosso e delle foglie di salvia.
Condire con questa deliziosa salsa 400 gr. di spaghetti precedentemente cotti e lasciati al dente.

I turisti amanti della cucina eoliana possono raggiungere l’isola partendo dal porto di Napoli con gli aliscafi Eolie Snav.

Eolie: ravioloni di cernia in salsa paesana

I ravioloni di cernia in salsa paesana sono un tipico piatto eoliano, molto ricco e gustoso.

I ravioli di pesce sono entrati solo da pochi anni nella cucina italiana e, soprattutto nei ristoranti delle isole Eolie, li propongono giustamente con la cernia, preda abituale dei pescatori isolani.

Ecco la ricetta dei ravioloni di cernia in salsa paesana:
Con la pasta fresca preparare dei ravioli, riempirli con un impasto ottenuto facendo bollire la cernia, sbollentare 1 cucch.no di capperi sottosale, tritare cernia e capperi e mantecare con parmigiano, sale, peperoncino, prezzemolo e 1 uovo.
Per il sughetto:
Tritare 1 cipollina fresca e rosolarla in olio extravergine d’oliva, aggiungere 200 gr di cernia e 4 pomodori maturi, entrambi tagliati a dadini, mezzo bicchiere di vino bianco, prezzemolo, mezzo cucch.no di capperi, peperoncino e allungare con un quarto dell’acqua di bollitura della cernia , mescolando fino ad ottenere un sugo denso.
Cuocere i ravioli in acqua salata e poi passarli in padella con il sugo; servire caldo.

Ai turisti che desiderano assaggiare direttamente sul posto i piatti eoliani, ricordiamo che possono partire dal porto di Napoli con gli aliscafi Eolie Snav.

Eolie: insalata eoliana cu ‘u pane caliatu

insalata eoliana con il pane caliatuLa cucina delle Isole Eolie si rifà alla tradizione siciliana: ricchissima di piatti particolari, saporiti, colorati per tutti i gusti.

L’insalata eoliana cu ‘u pane caliatu è un tipico piatto isolano che si prepara appunto con questo pane biscottato che deriva dall’antica tradizione eoliana.
Questo alimento si conserva per molto tempo grazie alla particolare lavorazione a cui è sottoposto; una volta, infatti, veniva spesso usato come ingrediente principale nella preparazione dei piatti eoliani.

Questa squisita e fresca ricetta che vi proponiamo prevede l’utilizzo dei seguenti ingredienti: pane caliatu; patate lesse; cipolle; capperi; aglio; pomodorini freschi; cetrioli; insalata di stagione; olio e sale.

La preparazione consiste nell’aggiungere al pane caliatu fatto a pezzettini, patate lesse, cipolle, capperi, aglio, pomodorini freschi, cetrioli, pochissima insalata di stagione, abbondante olio e sale.
Stanno bene anche melanzane sottaceto o altri sottaceti tipici, come i pomodorini o le olive.

I turisti che desiderano visitare l’arcipelago eoliano e conoscere le sue antiche tradizioni gastronomiche, possono imbarcarsi sugli aliscafi per le isole Eolie Snav.