Museo di Santa Restituta a Ischia

Museo di Santa Restituta a Ischia

Nel comune di Lacco Ameno (Ischia) si trova il Museo di Santa Restituta, cuore dell’antica storia dell’isola verde.

L’edificio fu costruito nei primi anni cinquanta, dopo che fu ritrovata, durante i lavori di riparazione della cappella dedicata appunto alla martire africana Santa Restituta, una cripta paleocristiana.
Nei pressi del cimitero è stata identificata anche una fabbrica dove si cuocevano i famosi vasi pitecusani, oltre a anfore e cocci di ceramica greca.

Gli archeologi hanno continuato gli scavi ritrovando tanti altri reperti, tra cui anche statuette raffiguranti divinità come la Testa di Demetra e la Testa denna ninfa Aretusa. I reperti rappresentano oggi per Ischia una grande testimonianza della vita e della cultura sull’isola dall’epoca dei greci fino a quella cristiana.

I turisti che visitano Ischia non possono perdere l’occasione di visitare il Museo di Santa Restituta, la cui particolarità sta anche nel fatto di essere stato realizzato proprio sui luoghi degli antichi insediamenti.
Ricordiamo, inoltre, che l’isola verde è raggiungibile imbarcandosi al porto di Napoli sugli aliscafi per Ischia Snav.

Ischia: l’affascinante borgo di Sant’Angelo

Una meta irrinunciabile per i turisti che visitano la splendida Isola di Ischia è il Borgo di Sant’Angelo.

Nato come piccolo borgo di pescatori, è diventato col tempo un luogo dall’eccezionale fascino mediterraneo.

L’isolotto che sovrasta il borgo è denominato “La Torre”; sulla sua cima, infatti, è situata una torre di avvistamento, ed è collegato al paese da una piccola lingua di sabbia nera, testimonianza della sua natura vulcanica.

Sant’Angelo si presenta agli occhi dei visitatori come un vero e proprio gioiello, con le sue casette colorate, le sue stradine e la sua famosa piazzetta che fanno da contorno a luoghi a dir poco meravigliosi.
Tra i posti che meritano assolutamente la visione ricordiamo la spiaggia delle fumarole, Cava Petrelle, le Terme di Cavascura e le incantevoli Terme giardino di Aphrodite.
La celebre piazzetta, aperta sulla spiaggia, è il luogo più affollato del borgo; si trovano negozi, lussuose boutiques, bar e ristoranti frequentati anche da personaggi famosi.

Ricordiamo ai turisti che il Borgo Sant’Angelo è raggiungibile imbarcandosi al porto di Napoli sugli aliscafi per Ischia Snav, proseguendo poi con gli autobus di linea.

Ischia e la mondanità: i locali in cui divertirsi

L’Isola di Ischia, con le sue spiagge dorate, il mare cristallino, l’incontaminata vegetazione e la vita mondana, è la meta perfetta per chi ama il divertimento.

La Rive Droite è la caratteristica riva destra dello storico porto di Ischia, dove sono collocati i più rinomati locali dell’isola.

Dopo le 10 di sera, isolani e turisti si ritrovano lungo la Rive Droite per incontri mondani sui lussureggianti yacht ormeggiati nel porto, per una cena da gustare in tarda serata sotto un cielo stellato, o in uno dei numerosi locali dove è possibile trascorrere brillanti notti all’insegna del divertimento.

Un altro luogo di grandissima affluenza è la Piazzetta dei Pini, circondata da negozi e lounge bar, frequentata soprattutto dai giovanissimi.

Discoteca mondana e famosa è il Valentino, mentre il Jane è un locale storico ischitano situato in località Pagoda, proprio sul mare! E direttamente sul mare c’è anche il rinomato Ristorante Da Cocò, la cui terrazza si affaccia davanti al Castello Aragonese.

Ricordiamo ai turisti amanti della vita mondana e del divertimento che la bella isola verde è raggiungibile imbarcandosi al porto di Napoli sugli aliscafi per Ischia Snav.

Ischia: Corbaro Park, affascinante giardino naturale

Corbaro Park è uno splendido giardino naturale che sorge a pochi passi dal suggestivo picco di Santa Maria al Monte a ovest di Ischia.

Il Parco, oasi naturale di puro relax dove poter stare a diretto contatto con la natura, racchiude un giardino costituito da splendidi fiori, numerose varietà di piante (tra cui esotiche e di frutta) e pietre secolari provenienti dall’eruzione del monte Corbaro. Il colore di queste pietre vulcaniche, scure, rossastre o grigie, testimonia la profondità da cui provengono: rispettivamente 500, 400 e 300 mt.

Di grande rilievo un’antica cantina scavata nella roccia, caratterizzata da reperti agricoli e attrezzi antichi della civiltà contadina.

Diversi animali, tra cui numerosi volatili, hanno trovato il proprio habitat al Corbaro Park; il canto degli uccelli e il fruscio delle foglie saranno gli unici suoni che i visitatori sentiranno all’interno del Parco, situato lontano dallo smog e dai rumori della città.

I turisti che vogliono immergersi nella tranquillità di questo affascinante giardino, possono raggiungerlo imbarcandosi al porto di Napoli sugli aliscafi per Ischia Snav.