Museo di Santa Restituta a Ischia

Museo di Santa Restituta a Ischia

Nel comune di Lacco Ameno (Ischia) si trova il Museo di Santa Restituta, cuore dell’antica storia dell’isola verde.

L’edificio fu costruito nei primi anni cinquanta, dopo che fu ritrovata, durante i lavori di riparazione della cappella dedicata appunto alla martire africana Santa Restituta, una cripta paleocristiana.
Nei pressi del cimitero è stata identificata anche una fabbrica dove si cuocevano i famosi vasi pitecusani, oltre a anfore e cocci di ceramica greca.

Gli archeologi hanno continuato gli scavi ritrovando tanti altri reperti, tra cui anche statuette raffiguranti divinità come la Testa di Demetra e la Testa denna ninfa Aretusa. I reperti rappresentano oggi per Ischia una grande testimonianza della vita e della cultura sull’isola dall’epoca dei greci fino a quella cristiana.

I turisti che visitano Ischia non possono perdere l’occasione di visitare il Museo di Santa Restituta, la cui particolarità sta anche nel fatto di essere stato realizzato proprio sui luoghi degli antichi insediamenti.
Ricordiamo, inoltre, che l’isola verde è raggiungibile imbarcandosi al porto di Napoli sugli aliscafi per Ischia Snav.

Mostra “Mediterraneo, un’antologia per immagini”

“Mediterraneo. Un’antologia per immagini” ” è una mostra fotografica esposta alla Certosa di San Giacomo di Capri. Le fotografie sono di Herbert List e Maurizio Galimberti; l’evento è curato da Denis Curti.

Le fotografie di List riguardano la Grecia, dove si concentrò durante gli anni 37-39, e l’Italia nel periodo del dopoguerra, negli anni ’50, a Roma, Napoli e Capri.

Gli sviluppi di Galimberti si inseriscono naturalmente in questo contesto: Capri viene presentata nelle diverse stagioni, tramite scatti eleganti e silenziosi, ma sempre bellissimi.

Herbert List è nato ad Amburgo nel 1903. La sua carriera fotografia è lunga, caratterizzata da una costante poetica ispirata da Neorealismo e Metafisica. Autore eclettico, ha lavorato anche con Vittorio De Sica a Napoli, confermando la sua passione per la nostra terra.

Maurizio Galimberti è nato a Como nel 1956. Appassionatissimo di Polaroid, inizia ad usarla nel 1983 ed è un amore che dura tuttora. Ispirato da Boccioni e Duchamp, è conosciuto tra i collezionisti per i suoi mosaici di Polaroid.

A chi volesse visitare la mostra (aperta fino al 25 settembre) ricordiamo che l’isola è raggiungibile imbarcandosi a Napoli sugli aliscafi Capri Snav.

Napoli: “Che cosa è successo tra mio padre e tua madre?” di Billy Wilder, Ischia

Che cosa è successo tra mio padre e tua madre? è un film diretto da Billy Wilder e ambientato nell’isola verde.

La pellicola è stata girata nel 1972 proprio ad Ischia e la maggior parte delle riprese sono state fatte negli angoli più suggestivi dell’isola come Ischia Ponte, gli scogli di Sant’Anna e la chiesa del Soccorso a Forio.

Protagonisti del film sono Wendell Armbruster Jr. (Jack Lemmon) e Pamela Piggott (Juliet Mills).
Wendell è giunto a Ischia per recuperare la salma del padre, morto in un incidente d’auto e scopre che l’uomo si recava da oltre dieci anni sull’isola dove faceva per quattro settimane delle cure termali e nel frattempo teneva una relazione con una donna inglese, morta anch’essa nell’incidente.

L’erede dell’industriale conosce Pamela, figlia dell’amante del padre, anch’essa approdata ad Ischia per il funerale della madre e i due si innamorano. La promessa che l’uomo e la donna si fanno è di ritrovarsi ogni anno nella splendida isola verde, proprio come fecero i rispettivi genitori.

Ricordiamo ai turisti che la bella Ischia è raggiungibile imbarcandosi al porto di Napoli sugli aliscafi per Ischia Snav.

Napoli: i Sentieri della Lucertola a Ischia

Tra la flora mediterranea e l’architettura rurale di Ischia, sono stati predisposti dei percorsi segnalati con “lucertole colorate” che accompagnano il visitatore lungo tutto il percorso: i sentieri della lucertola.

Il progetto è stato ideato per aiutare i turisti ad orientarsi attraverso gli splendidi sentieri dell’isola.

Il sentiero del grande cratere è segnalato dalla lucertola rossa: i turisti possono passeggiare tra castagneti e lecci e visitare la sorgente di “Buceto, la “lava dell’Arso e godere della vista panoramica sul castello Aragonese.
Il sentiero del Santuario è segnalato dalla lucertola viola: i visitatori possono apprezzare vedute panoramiche mozzafiato e visitare il Santuario della Madonna di Montevergine.
Il sentiero delle antiche cantine è segnalato dalla lucertola gialla: gli escursionisti possono contemplare il Golfo di Napoli attraverso vigneti, felci e fiori selvatici.
Il sentiero delle Baie è segnalato dalla lucertola blu: i turisti possono ammirare le baie di San Pancrazio, Maronti e Cava Grado, camminando tra querce, fichi d’india e vigneti.

Ricordiamo, infine, che l’isola è raggiungibile imbarcandosi al porto di Napoli sugli aliscafi per Ischia Snav.

Ischia: Sagra del Pesce Azzurro il 30 agosto

Il 30 agosto appuntamento a Ischia con la Sagra del Pesce Azzurro, grande manifestazione dell’estate ischitana che unisce tradizioni culinarie e culturali della bella isola partenopea.

L’evento è caratterizzato soprattutto dalla frittura di pesci appena pescati e offerti ai visitatori, che potranno gustare appieno le bontà della fauna ittica ischitana.
Il pesce verrà cucinato in una friggitrice dal diametro di 2 metri e fabbricata interamente in rame, di proprietà di Magic Cooker, che collabora all’evento con Cons. I.P. Ischia.

Il pesce azzurro (tra cui l’alice, il cicarello, lo sgrombro, l’aguglia, il lanzardo, la sardina) è il maggior rappresentante della fauna ittica dell’isola e possiede importanti valori nutrizionali, tra cui la ricca presenza degli omega 3 che sono acidi grassi chiamati anche polinsaturi, dalle notevoli proprietà benefiche.

L’edizione dell’anno scorso, tenutasi il 23 agosto 2010, ha riscosso un enorme successo grazie anche alla presenza del grande pugile Nino Benvenuti in qualità di testimonial.

I turisti che volessero partecipare alla Sagra del Pesce Azzurro possono raggiungere l’isola imbarcandosi al porto di Napoli sugli aliscafi per Ischia Snav.

Ischia: Festival dei Sapori dal 20 al 31 agosto

A Ischia sta avendo grande successo la rassegna Sapori e Profumi, evento dedicato all’assaggio dei tipici prodotti della cucina mediterranea.

Al grande evento, iniziato il 20 agosto (terminerà il 31 agosto), partecipano tutte le regioni italiane che, con i loro piatti tipici, faranno riscoprire ai visitatori i veri sapori della tavola italiana.

Tra i piatti forti della cucina ischitana non mancheranno frutta e verdura delle terre fertili di origine vulcanica dell’isola, il famoso “coniglio all’ischitana” (da cui si ricaverà il sughetto per condire i bucatini, mentre la carne sarà servita come secondo accompagnata da vari contorni di terra) e la intramontabile zuppa di pesce, dal gusto inconfondibile.

Ovviamente non mancheranno pasta e torte fatti in casa, pane cotto a legna e dolci al cucchiaio.
Menzione particolare meritano i vini che racchiudono l’aroma e i sapori degli antichi vitigni di Ischia.
Ricordiamo il Bianco di Ischia, il Per’è Palummo e la Guarnaccia.

I turisti che desiderassero partecipare alla manifestazione enogastronomica Sapori e Profumi, possono raggiungere l’isola imbarcandosi al porto di Napoli sugli aliscafi per Ischia Snav.

Ischia: Festa di Sant’Alessandro e sfilata dei costumi d’epoca

Il 26 agosto torna a Ischia la sfilata in costumi d’epoca più importante dell’isola: la Festa di Sant’Alessandro.

La sfilata, che rappresenta l’intera storia di Ischia, percorrerà come ogni anno le vie del centro storico dal Castello Aragonese fino al Borgo di Sant’Alessandro.

I figuranti sfileranno con costumi sfarzosi, appartenenti agli abitanti dell’isola delle varie epoche storiche; i primi a sfilare saranno i colonizzatori greci, fondatori della città di Pithecusa a Ischia, già nell’ottavo secolo a.C. Ultimamente i promotori hanno inserito dei gemellaggi con altri gruppi d’Italia, mischiando culture e tradizioni per rendere la manifestazione ancora più ricca.
Il corteo sarà accompagnato dagli sbandieratori fino alla contrada, dove si svolgerà una Messa nella chiesa di Sant’Alessandro.
A seguire partiranno i festeggiamenti, organizzati dai residenti del Borgo, con musica e degustazioni enogastronomiche dei prodotti tipici ischitani.

I turisti che desiderassero partecipare alla Festa di Sant’Alessandro possono raggiungere l’isola imbarcandosi al porto di Napoli sugli aliscafi per Ischia Snav.

Ischia: Vittoria Colonna visse nel Castello Aragonese dell’isola

Vittoria Colonna, poetessa e intellettuale del XVI secolo, visse gran parte della sua vita a Ischia, nel Castello Aragonese.

La poetessa nacque a Marino, in provincia di Roma, da una nobile famiglia; figlia di Fabrizio Colonna e di Agnese di Montefeltro, ebbe il titolo di marchesa di Pescara.

L’isola di Ischia entrò nel destino della poetessa quando era ancora una bambina: fu infatti promessa sposa a Ferdinando Francesco d’Avalos quando aveva appena 3 anni.

Vittoria si sposò con il marchese all’età di 19 anni; le nozze furono celebrate il 27 dicembre 1509 proprio nel Castello Aragonese della splendida isola verde.

La marchese visse ad Ischia dal 1501 al 1536; fu un periodo molto felice per l’isola, che ebbe come ospiti tra i migliori artisti e letterati del secolo tra cui Michelanghelo Buonarroti, Ludovico Ariosto, Annibale Caro e molti altri.

Sebbene il matrimonio tra i due marchesi fosse combinato, i due si amarono veramente e quando il marito morì in guerra, Vittoria cadde in depressione e scrisse struggenti poesie per il perduto amore.

Ricordiamo ai turisti che Ischia è raggiungibile imbarcandosi al porto di Napoli sugli aliscafi per Ischia Snav.