Napoli: chiesa di San Domenico Maggiore

Napoli: chiesa di San Domenico Maggiore

napoli chiesa di san domenico maggioreNel cuore del centro storico di Napoli domina una delle più importanti basiliche partenopee: la chiesa di San Domenico Maggiore.

Il sacro edificio fu costruito inizialmente in stile gotico per volere di Carlo II d’Angiò, nel 1283, per un voto fatto alla Maddalena durante la prigionia patita nel periodo dei vespri siciliani.
La chiesa, in seguito, divenne il principale centro dell’ordine domenicano nel regno di Napoli.

All’interno della chiesa di San Domenico Maggiore sono conservate numerose opere d’arte, tra le quali l’altare maggiore di Fanzago, affreschi e dipinti di Francesco Solimena e Andrea Vaccaro e, inoltre, monumenti funebri e altari scolpiti nelle cappelle ad opera di Girolamo Santacroce, Tommaso Malvito e Giovanni da Nola.

Nel ‘600 lo stile barocco prese il posto del gotico, tra le opere citiamo la sagrestia decorata su disegno di Giovan Battista Nauclerio. Dalla chiesa provengono due importanti dipinti: l’Annunciazione di Tiziano e la Flagellazione di Caravaggio, oggi ospitati dal museo di Capodimonte.

I turisti che volessero visitare la chiesa di San Domenico Maggiore possono raggiungere Napoli partendo da tutte le destinazioni servite dai traghetti e dagli aliscafi Snav.

Napoli: Cappella Brancaccio

napoli cappella brancaccioLa Cappella Brancaccio, nota anche come Sant’Angelo al Nilo, è un’importante chiesa della città di Napoli.

La costruzione della cappella fu voluta dal cardinal Rainaldo Brancaccio nel 1385 come centro di assistenza spirituale per i poveri, mentre il figlio Francesco Maria Brancaccio fondò il primo polo delle biblioteche napoletane, con oltre 20 mila volumi a disposizione del popolo partenopeo.

L’esterno della cappella, il cui aspetto attuale è stato realizzato nel 1700 da Arcangelo Guglielmelli, è caratterizzato da due battenti lignei intagliati in stile rinascimentale.
La chiesa è denominata Cappella Brancaccio perchè al suo interno vi è custodito il sepolcro del cardinale Rainaldo Brancaccio, importante opera rinascimentale di Donatello e Michelozzo, realizzata in marmo dorato e policromo.

La chiesa Sant’Angelo al Nilo si può raggiungere facilmente a piedi dalla Stazione Centrale di Napoli; proseguendo a nord si può visitare anche la chiesa di San Lorenzo Maggiore e la via di San Gregorio Armeno, nota per i capolavori d’artigianato presepiale.
Inoltre, ricordiamo che Napoli è raggiungibile partendo da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.