Sicilia: il Castello Utveggio di Palermo

Sicilia: il Castello Utveggio di Palermo

Il maestoso Castello Utveggio di Palermo si colloca sul promontorio del Monte Pellegrino, dal quale si può godere della splendida veduta del capoluogo siciliano.

Il palazzo è relizzato in stile liberty e assomiglia a un castello neogotico; è stato voluto, negli anni Trenta, dalla famiglia Utveggio che lo adibì a lussuoso albergo. La posizione era ottima, lo splendido panorama mostrava il Golfo di Palermo e parte della città.

Tuttavia, durante gli anni della Seconda Guerra Mondiale, anche il Grand Hotel Utveggio (questo era il nome dell’albergo) subì la crisi e, poco dopo, fu abbandonato. In seguito, la Regione Sicilia lo acquisì e lo affidò a un ente privato che lo restaurò e realizzò una scuola manageriale, il Cerisdi, tutt’ora operante.

Il Castello Utveggio è caratterizzato da un elegante colore rosa e dalle merlature tutt’intorno alla parte superiore. Il suo interno può essere visitato solamente durante manifestazioni o convegni.

In occasione di eventi che permettano la visita di questo splendido palazzo, ricordiamo ai turisti che possono raggiungere la Sicilia imbarcandosi a Napoli sui traghetti per Palermo Snav.

Sicilia: Castello di Calatubo ad Alcamo, Trapani

Il Castello di Calatubo è una maestosa struttura situata ad Alcamo e domina il golfo di Castellammare e l’entroterra fino al monte Bonifato.
La sua edificazione risale al 1093 per volere del Conte Ruggero: è un enorme complesso architettonico pluristratificato (150 x 35 mt) fondato su un rilievo roccioso.

La posizione strategica del castello ha fatto si che si sviluppassero rilevanti vie di comunicazioni tra il mare e la terraferma che lo hanno reso importante già in epoca normanna.

L’ingresso del Castello di Calatubo si affaccia ad occidente; vi si accede tramite una rampa gradonata che porta al monumentale fronte turrito.
Gli esterni e gli interni conservano ancora impianti medievali, tra cui il basamento della torre a nord e il basamento della torre a sud.
Il baluardo è contrassegnato da due feritoie arciere risalente anch’esse all’epoca medievale.

Nel 1340 re Pietro II lo cedette al Conte di Caltabellotta Raimondo Peralta.

Oggi è di proprietà del comune e tra non molto diverrà sede di rappresentanza della città di Alcamo.

Informiamo i turisti che la Sicilia è raggiungibile imbarcandosi a Napoli sui traghetti per Palermo Snav.

Sicilia: Castello di Donnafugata, Ragusa

Tra le bellezze storiche che la Sicilia offre ai turisti, merita una citazione il Castello di Donnafugata.

La dimora medievale, edificata nel tardo ‘800, spicca di lusso e sontuosità, apparteneva infatti alla ricca famiglia Arezzo De Spuches.

Il Castello si trova a circa 15 chilometri da Ragusa e copre un’area di 2500 mq. La struttura è affiancata da due torri, mentre la facciata è in stile neogotico.

L’interno è suddiviso in tre piani ed è costituito da oltre 120 stanze, alcune delle quali aperte ai visitatori. Le camere sono arredate con i mobili originali dell’epoca: di grande rilievo la stanza della musica, la sala degli stemmi delle famiglie nobili siciliane, il salone degli specchi e la pinacoteca.

Vari episodi della serie tv Il commissario Montalbano sono state girati proprio sulla terrazza del castello; alcune scene del film I Vicerè hanno invece avuto come sfondo la stanza del biliardo.

Il Castello è aperto tutti i giorni, tranne il Lunedì.

I turisti che desiderassero ricevere maggiori informazioni possono telefonare direttamente al Castello di Donnafugata al n. 0932.619333. Ricordiamo, infine, che la Sicilia è raggiungibile imbarcandosi a Napoli sui traghetti per Palermo Snav.