Stromboli: trekking sul vulcano

0 commenti 1 agosto 2016

Tra le attività che si possono intraprendere in vacanza a Stromboli c’è sicuramente la scalata del vulcano, per ammirare la spettacolare attività di “Iddu” al tramonto. Lo Stromboli, infatti, è uno dei vulcani sempre attivi: ogni dalle sue bocche fuoriescono esplosioni di lapilli, cenere e blocchi.

Per arrivare sulla sommità del vulcano ci vogliono circa tre ore, comprese delle soste intermedie. Ci sono diversi sentieri che portano in cima, alcuni sono indicati solo ed esclusivamente per escursionisti esperti in quanto ci sono diversi tratti molto impegnativi. Il dislivello è di circa 900 metri, per cui se non si è abituati a camminare in montagna il percorso potrà rappresentare qualche difficoltà, in quanto sono presenti ripidi gradini e tratti coperti di sabbia e ceneri vulcaniche. Per affrontare tale salita bisogna godere di ottime condizioni fisiche ed essere in possesso di un equipaggiamento adeguato, in parte fornito dalle diverse organizzazioni che effettuano le guide turistiche sullo Stromboli.

Tra le dotazioni che non possono mancare ci sono acqua, scarpe da trekking, pantaloni adatti per la scalata, magliette di ricambio e fazzoletto antipolvere. La sosta sul vulcano può variare a seconda del’attività eruttiva. Per scendere, il sentiero passa dal versante Sud Est e si muove al confine fra sommità del cratere e vegetazione. La discesa passa anche nel tipico canneto strombilano e per un costone sabbioso.

Vista la particolarità di questa escursione, le altezze che si raggiungono e le caratteristiche peculiari del percorso, la scalata del vulcano è sconsigliata a soggetti che soffrono di asma, di vertigini, che risentono di problemi cardiaci e diabete.

Se vuoi ammirare la bellezza dello Stromboli e delle sue spettacolari eruzioni, prenota subito il tuo aliscafo per le isole Eolie e viaggia con Snav!

No related posts.

Articoli correlati elaborati dal plugin Yet Another Related Posts.

Tags: , ,

Categoria: Luoghi da scoprire