Sorrento: “La cieca di Sorrento” romanzo di Francesco Mastriani

La cieca di Sorrento è un intricatissimo romanzo di Francesco Mastriani.
Romantico, struggente e lacrimevole, questo libro oggi dimenticato ebbe un successo strepitoso, ne furono tratte ben tre edizioni cinematografiche e la sua protagonista si è trasformata in un modo di dire utilizzato ancora oggi.

Il romanzo inizia nelle sale di anatomia dell’Ospedale degli Incurabili di Napoli dove Gaetano, studente di medicina, si improvvisa professore di fronte al corpo di sua sorella Caterina, morta di tubercolosi.
Tutti ascoltano le parole di Gaetano, una storia di povertà e malattia, che suscita l’ammirazione dei suoi compagni.
Il ragazzo prova dentro di sé, inoltre, la vergogna e il dolore per la morte di suo padre Nunzio, impiccato per l’uccisione della moglie del marchese Paolo Alfonso Rionero, assalita nella sua villa di Portici davanti agli occhi della figlioletta Beatrice, che per lo shock è diventata cieca.
Ben presto, però, Gaetano scoprirà la verità sull’omicidio della donna e Beatrice, grazie all’amore, guarirà dalla cecità.

Ricordiamo che la città partenopea è facilmente raggiungibile imbarcandosi al porto di Napoli, di Capri e di Castellammare sugli aliscafi per Sorrento Snav.

Comments

[…] Prosegue Articolo Originale:  La cieca di Sorrento, di Francesco Mastriani | Snav Magazine […]