Procida: Graziella di Alphonse-Marie Prat de Lamartine

graziella è un romanzo ambientato a procidaAlcuni scrittori si sono ispirati all’incantevole paesaggio dell’isola di Procida per ambientare qui le trame dei loro romanzi. Tra questi ricordiamo Alphonse-Marie Prat de Lamartine (1790-1869), autore di un romanzo che rivive tutt’oggi in alcune tradizioni dell’isola.

In occasione di un viaggio in Italia, lo scrittore francese Alphonse-Marie Prat de Lamartine fu catturato dalle bellezze paesaggistiche della piccola isola di Procida nel Golfo di Napoli e dal calore e dalla semplicità dei suoi abitanti.

Nel suo romanzo “Graziella” scritto tra il 1859 e il 1869, l’autore racconta del suo amore per una bella e solare ragazza conosciuta sull’isola, che colpì Lamartine per i suoi occhi scuri e le lunghe trecce nere. Ma quando lo scrittore fu richiamato improvvisamente in Francia, non rivide più la sua amata, che si spense tragicamente in attesa del suo ritorno.

Graziella, la protagonista del libro ha incarnato nel corso degli anni il prototipo della classica donna procidana, tanto che durante la “Sagra del Mare”, che si tiene d’estate, viene eletta la “Graziella”, ossia la ragazza procidana, vestita con il tipico costume dell’isola, che rappresenta per l’appunto la Graziella del celebre romanzo di de Lamartine.

I turisti che desiderano esplorare gli antichi luoghi che hanno fatto da sfondo alla tormentata storia d’amore di Alphonse-Marie de Lamartine e Graziella, potranno imbarcarsi a Napoli sugli aliscafi per Procida.