Napoli: il roccocò, dolce tipico natalizio

roccocoNapoli è veramente la culla dei dolci natalizi. Oltre agli struffoli e ai mostacciuoli, anche il roccocò è un dolce storico del capoluogo partenopeo, risalente al 1320.

L’ingrediente principale di questo dolce è la mandorla; il suo nome deriva dal termine francese rocaille che significa “di forma barocca”.

Per preparare in casa il roccocò, potete seguire questa facile ricetta.

Disporre su un piano di lavoro 500 gr di farina a fontana e unirvi: 400 gr di zucchero, 70 gr di mandorle tritate, 6 gr di pisto ( 1/2 cucchiaino di cannella e ½ di noce moscata, 35 chiodi di garofano), la buccia grattugiata di arancia e mandarini, 5 gr di ammoniaca per pasticceria e 150 gr di acqua tiepida. Amalgamare il tutto fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Aggiungere 200 gr di mandorle intere e lasciare riposare per mezzora.

Dal composto, ricavare poi bastoncini lunghi circa 20 cm e larghi 2 e chiuderli dandogli la forma di una ciambella. Adagiare i roccocò su una teglia infarinata, spennellandoli in superficie con un rosso d’uovo. Cuocere a 180° per 25 minuti circa.

Il roccocò può essere gustato direttamente a Napoli partendo da tutte le destinazioni servite dai traghetti e dagli aliscafi Snav.