Napoli: le ceramiche di Capodimonte

Le ceramiche e porcellane di Capodimonte sono oggetti pregiati e famosi in tutto il mondo.

Queste ceramiche prendono il nome dalla zona collinare di Capodimonte a Napoli dove nacque, all’interno della famosa Reggia, la fabbrica fondata da Re Carlo di Borbone e sua moglie Maria Amalia di Sassonia.

Gli oggetti prodotti dalla Real Fabbrica di Capodimonte furono a dir poco prestigiosi, merito anche del chimico belga Livio Ottavio Schepers e del disegnatore piacentino Giovanni Caselli.

Ciò che distingue la porcellana di Capodimonte dalle altre porcellane del nord europa è l’impasto: la fusione delle varie argille che lo compongono né dà maggior pregio, maggior compatezza e trasparenza, rendendo questa ceramica unica al mondo.

Questi raffinati oggetti vengono creati da abili artisti che prima creano il modello in gesso e poi versano nello stampo la porcellana in forma liquida. Segue poi una lunga cottura a una temperatura di 1250 gradi e infine l’oggetto viene decorato cuocendolo ancora per parecchie ore per fissarne il colore.

Ricordiamo ai turisti che Napoli e la sua arte sono raggiungibili imbarcandosi da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.

Comments

[…] con oggetti molto antichi come il Servizio da caffè con immagini del 1735 e esemplari della Fabbrica di Capodimonte e della Real Fabbrica di Napoli. Ai turisti che volessero visitare il Museo Pignatelli informiamo […]