Napoli: la Solfatara di Pozzuoli

Tra i 40 vulcani che costituiscono i Campi Flegrei troviamo la Solfatara di Pozzuoli, ubicata a 3 km dal centro della città.
La sua formazione si colloca nel terzo periodo Eruttivo Flegreo, circa 3.900 anni fa.

Il cratere del vulcano, di forma ellittica con diametri di 770 e 580 metri, è attivo ma in stato di quiete ed è caratterizzato da emissioni di vapori sulfurei, di anidride carbonica, da getti di fango bollente dai vulcanetti e di acque minerali dalle sorgenti.

La Solfatara è costantemente monitorata, essendo responsabile del bradisisma, il ciclico fenomeno di innalzamento e abbassamento del suolo che interessa tutta l’area dei Campi Flegrei e di Pozzuoli.

E’ possibile effettuare una visita al cratere della Solfatara; tra le tappe ci sono: il pozzo, la fangaia, la bocca della grande fumarola, le cave di pietra trachite e le antiche stufe. I luoghi della visita sono tutti caratterizzati dalle intense fumarole e dal tipico odore di zolfo.

Ai turisti che desiderassero visitare la Solfatara di Pozzuoli, ricordiamo che possono raggiungere il capoluogo partenopeo partendo da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.

Comments

[…] Pozzuoli si trova in un’area vulcanica che comprende un vulcano ancora in attività, la Solfatara e il lago d’Averno, un lago vulcanico che emana vapori sulfurei la cui voragine, […]