Isole Eolie: viaggio tra le specialità gastronomiche

0 commenti 18 agosto 2015

Spaghetti al nero di seppiaLa bellezza delle Eolie è indiscussa: basta fare una piccola ricerca per scoprire che isole come Lipari, Salina, Vulcano, Stromboli e Panarea offrono scorci panoramici unici, spiagge incontaminate e tante occasioni per rendere la propria vacanza indimenticabile.

L’arcipelago è un punto di riferimento anche per il turismo enogastronomico. La cucina locale, infatti, è ricca di sapori e colori. Ci sono testimonianze che risalgono all’antica Grecia e Roma nelle quali sono riportate ricette e specialità che venivano preparate fin dai tempi più remoti. Per esempio, grazie a Diodoro Siculo abbiamo notizie sulla cucina e sulle abitudini alimentari che erano in uso a Lipari. In particolare, Diodoro ci parla di una cucina principalmente a base di pesce e della fertilità del territorio, che permetteva la produzione di frutti particolarmente gustosi.

Possiamo dire, più in generale, che la cucina eoliana è dominata da sapori forti, resi ancor più peculiari dall’uso delle erbe aromatiche. Le Isole Eolie non sono rinomate solo per le ottime specialità di pesce, ma a anche per i piatti a base di carne: tra questi spiccano numerose prelibatezze a base di coniglio e pollo. Inoltre, tra i prodotti tipici troviamo anche formaggi, ricotta e pecorino, che accompagnano molte ricette ma sono perfetti anche per un consumo immediato.

Tra i piatti a base di pesce che meglio rappresentano l’anima delle Isole Eolie troviamo i ravioloni di cernia in salsa paesana o il risotto nero con calamaretti. Non mancano anche primi come le caserecce alla norma realizzate con pomodoro, melanzane e ricotta infornata. I secondi tipici di mare sono costituiti dai totanetti ammollicati, le occhiate alla brace e il pauro all’acqua pazza.

Oltre al pesce, un altro ingrediente tipico che si trova spesso nelle ricette è il cappero, che compare in piatti tipici come gli spaghetti alla stromboliana, le penne alla eoliana o i calamaretti ripieni. Fin da tempi antichi, a questo piccolo ingrediente venivano attribuite proprietà medicali: da qui l’uso dei capperi in svariate ricette.

La varietà dei contorni consente di completare il proprio pasto con gusto. Specialità da provare sono la peperonata eoliana, le pizzette di melanzane e la caponata liparota.

Come abbiamo visto, la cucina eoliana è molto ricca di ingredienti e sapori, ma non mancano anche piatti più semplici come il pane cunzato, che si compone di pane con pomodoro, mozzarella o formaggio primo sale, capperi, olio extravergine e aceto di vino bianco.

Concludiamo la nostra rassegna con i dolci, che comprendono sia le specialità sicule più rinomate come il cannolo e il gelato alla frutta accompagnato dalla Malvasia di Lipari. Infine, altri dolci tipici che si possono assaporare nel corso dell’anno sono i Nacàtuli, gli Sfinci e gli Spicchiteddi.

 

No related posts.

Articoli correlati elaborati dal plugin Yet Another Related Posts.

Tags: , ,

Categoria: Sapori mediterranei